Home » Schede compagnie assicurative » Polizzatassozero – UnipolSAI

Polizzatassozero – UnipolSAI

Polizzatassozero di UnipolSAI, le opinioni
Polizzatassozero di UnipolSAI, l'opinione del nostro esperto è buona!



Quella delle polizze auto a rate mensili è probabilmente la maggiore novità di quest anno nel campo della assicurazioni auto. Non si tratta di una novità legislativa, bensì di una proposta di alcune compagnie assicurative che sta riscuotendo un notevole successo. Abbiamo già ampiamente illustrato i vantaggi e gli svantaggi di questo tipo di rateizzazione applicato alla RCA, nel nostro articolo: Assicurazione a rate mensili: tutta la verità! che vi invitiamo a leggere per avere una visione esaustiva dell’argomento.
Oggi ci concentreremo invece all’analisi del prodotto del momento, molto pubblicizzato sulle reti televisive, e che sta riscuotendo un buon interesse. Vediamo se anche il nostro “esperto” lo promuove.

Polizzatassozero di UnipolSAI, le opinioni
Polizzatassozero di UnipolSAI, l’opinione del nostro esperto è buona!

Polizzatassozero è un prodotto assicurativo proposto dal gruppo UnipolSAI, del quale fanno parte: Unipol, SAI, Nuova Maa, La Previdente, Milano Assicurazioni, La Fondiaria. Si tratta, dopo le recenti acquisizioni, addirittura del primo gruppo assicurativo in Italia per assicurazioni auto ed uno dei primi dell’intero comparto assicurativo. Il “biglietto da visita” è quindi di quelli giusti, anche se magari le più agguerrite compagnie online possono risultare più note ai più.

Tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno sono reperibili nel sito ufficiale di Polizzatassozero. La prima cosa che si nota entrando è l’assenza di un qualsiasi logo: supponiamo che sia una scelta dettata dal voler porre maggiore valore ai marchi delle singole compagnie che offrono il prodotto. La seconda particolarità è infatti quella che da subito vengono presentati al cliente ben 3 preventivatori: uno per Unipol, uno per La Fondiaria e SAI, ed uno per Milano Assicurazioni, La Previdente e Nuova Maa. Certamente ci saranno ottimi motivi aziendali per questo, ma il cliente parte già un poco confuso e sarà costretto a fare 3 preventivi.

Il fascicolo informativo è anch’esso diversificato, ma almeno le FAQ e la tipologia di proposta sono (per fortuna!) uniche e piuttosto chiare. La prima cosa che andiamo a controllare ci rassicura subito: il tasso è effettivamente zero: TAN e TAEG 0%. Ma facciamo un passo indietro: nessuna compagnia assicurativa può proporre una rateizzazione mensile accollandosi la riscossione delle frequenti rate: ciò sarebbe anche vietato dalla legge, che impone un pagamento annuale oppure frazionato in due parti semestrali. Questo, anche a tutela degli altri automobilisti per i problemi legati alla mancata copertura in caso di ritardato pagamento. La soluzione è però semplice: la compagnia assicurativa che vuole proporre un pagamento rateizzato, ricorre ad una società finanziaria, proprio come per l’acquisto a rate di un elettrodomestico.
Nel caso di Polizzatassozero, si dovrà quindi stipulare un contratto anche con Finitalia, un’azienda di credito al consumo del medesimo gruppo. Lo strumento finanziario usato è quello di una carta di credito “virtuale” rateale, chiamata MyCashCard, funzionante solo per prodotti UnipolSAI e collegata al proprio conto corrente. Non sarà rilasciata alcuna card reale e, cosa più importante, tutta l’operazione non comporta spese, neanche nascoste, per il cliente. Il tutto dovrà naturalmente essere approvato dalla società finanziaria.
Abbiamo notato che la rateizzazione prevista è di 10 mesi anziché 12, è una piccola cosa ma è bene segnalarla perché la rata mensile sarà un poco più alta di quanto ci si potrebbe attendere.
Per i nuovi clienti è inoltre obbligatorio stipulare la polizza con frazionamento semestrale. Cosa significa? Non era mensile? Il pagamento si, la polizza, evidentemente, no. Significa che sarà rilasciato un tagliando con scadenza 6 mesi, che sarà poi rinnovato: rappresenta probabilmente una forma di tutela rispetto ai clienti che, dopo la stipula, diventassero morosi.
Tra le altre clausole che abbiamo analizzato, vi segnaliamo che esistono importi minimi e massimi finanziabili, rispettivamente di 300,00 e 2.500,00 euro, che in casi di storici sinistrosi potrebbe essere rifiutata la rateizzazione e che la rateizzazione non preclude altre promozioni o sconti, che risultano quindi cumulabili.

Ma veniamo alla polizza. Grazie ai nuovi sistemi di calcolo che si collegano alle banche dati centralizzate, è possibile avere un preventivo in pochi secondi inserendo solo targa e data di nascita del proprietario del veicolo (se già assicurato).  Per ognuna delle 3 agenzie vengono proposte 3 diversi tipi di polizza: RC Auto, Medium e Large. La prima comprende la sola RCA obbligatoria, la seconda alcune garanzie accessorie quali infortuni conducente e tutela legale, la terza include anche la copertura Incendio e Furto e quella cristalli. Abbiamo effettuato qualche preventivo di test ed i prezzi ci sono sembrati buoni, in linea con la media delle proposte delle compagnie online. Non siamo tra i prezzi più bassi in assoluto, ma francamente ci aspettavamo premi più alti, che includessero in qualche modo i costi della rateizzazione. Ovviamente non possiamo dare un giudizio assoluto, dato che la convenienza dipende dal profilo di rischio e da molti altri parametri dell’assicurato, per cui un’assicurazione che è più conveniente per una persona, può non esserlo per un’altra. Ma questo, ormai, lo avete imparato!
Ci aspettavamo risultati identici dai tre preventivatori e invece dalle nostre prove risulta che il prezzo del primo preventivatore, quello di Unipol, è sempre più alto degli altri due (simili tra di loro), di circa il 10-15%.
Curioso notare che l’offerta Medium viene talvolta proposta con uno sconto maggiore e viene a costare meno della sola copertura obbligatoria, o comunque con minimi sovrapprezzi: non vi è quindi motivo per scegliere la prima opzione. Come già avevamo notato, non è poi possibile completare l’acquisto online, ma si è reindirizzati all’agenzia più vicina: il preventivo può però essere salvato e dunque il prezzo fissato per 60 giorni.

In conclusione, possiamo affermare che Polizzatassozero è una valida proposta per chi ha bisogno di una polizza a rate mensili.
Il tasso è effettivamente zero ed il prezzo della polizza mediamente concorrenziale. Questi sono gli aspetti più importanti. Per contro, bisogna annotarsi che si avrà una rateizzazione in 10 rate anziché 12 come ci si aspetterebbe, e che si sarà invitati a recarsi in una agenzia della propria città per la sottoscrizione. Per gli “affezionati” delle polizze online, che si stipulano senza muoversi dalla scrivania, potrebbe essere una seccatura, ma anche un’opportunità per riscoprire il rapporto con un assicuratore in carne ed ossa, che possa diventare “di fiducia”.
Se invece potete permettervi una polizza annuale o semestrale, sul mercato troverete prodotti più competitivi: il risparmio non è enorme, ma c’è (possiamo ipotizzare dell’ordine del 10-20% in media).

Lasciamo adesso spazio alle vostre esperienze ed opinioni, positive e negative, su questa assicurazione. Utilizzate il modulo commenti qui sotto!


2014-09-19

3 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. Jose

    Presessa: per tutte le mie operazioni assicurative, da oltre 10 anni, mi sono affidato sempre allo stesso agente assicurativo (UnipolSai) poichè a mio parere si è instaurato un reciproco senso di ficducia in cui l’agente, oltre a curare gli interessi dell’azienda da lui rappresentata, curava – a mio avviso – anche i miei, per cui ho sempre firmato quanto proposto senza effettuare approfondite verifiche su quanto sottoposto. Almeno fino ad oggi.
    Mi spiego: il premio annuale pagato per l’anno appena concluso (agosto 2015 – agosto 2016) in soluzione unica (come sempre fatto) ammontava a 718 €. La poliza è stata rinnovata a 739 € con rateizzazione a 10 mesi.
    Dal risultato si evince che, il premio RCA applicato non tiene conto delle seguenti riduzioni previste dalla tariffa “autointelligente” pari al 30% (2433 km rilevati dal dispositivo “black box”).
    Conclusione: per recuperare le sopra citate riduzioni è stata emessa la poliza con pagamento rateale TAN 18.6% e TAEG 20.56% anzichè ZERO (per entrambi) come riportato dal modulo di utilizzo della linea di credito

  2. rocco

    Salve, vorrei un Vs cortese parere. Per la prima volta, con molta titubanza, sto seriamente pensando di passare ad una assicurazione on line. Ho fatto alcuni preventivi e quelli che più mi piacciono sono quelli di Direct line e Con te.it. Il fatto è che quello di Con te.it costa circa la metà dell’altro e questo onestamente mi fa dubitare della bontà della compagnia.. Secondo Voi quale delle due compagnie è più affidabile? grazie in anticipo per la Vs risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Non abbiamo un preferenza per l’una o l’altra compagnia, ne’ per una in generale tra quelle online. In genere il giudizio negativo o positivo dipende molto dagli episodi specifici e dalla “fortuna” che si ha nel come vengono trattati, per questo motivo, vista la notevole differenza di prezzo, ti suggerirei di andare con quella che costa meno!!
      (PS: la domanda è off-topic rispetto all’articolo)

Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)