Home » Consigli per Risparmiare » 5 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto

5 consigli per risparmiare sull’assicurazione auto

Risparmiare sull'assicurazione?
Risparmiare sull'assicurazione? Non perdete tempo e seguiti questi consigli!



La domanda può sembrare banale ed ovvia, ma ve la poniamo ugualmente per ben focalizzare la questione: volete risparmiare sulla polizza di assicurazione per la vostra auto?
Sicuramente si! Vediamo dunque alcuni consigli, veloci ma utilissimi per trovare il prezzo migliore per la propria polizza.

Risparmiare sull'assicurazione?
Risparmiare sull’assicurazione? Non perdete tempo e seguiti questi consigli!

1- Confrontate tanti preventivi soprattutto tra le compagnie online: non stancheremo mai di ripeterlo, perché è un suggerimento che spesso viene ignorato per pigrizia. Errore! Alla base del risparmio c’è sempre un confronto dei prezzi, in ogni campo! Provate a farlo una volta, troverete che il vostro profilo determina prezzi molto diversi tra una compagnia e l’altra, e non sempre la compagnia che risulta più conveniente per una persona lo è per un’altra, dato che alla formazione del prezzo concorrono decine di parametri ognuno “pesato” in maniera diversa da assicurazione ad assicurazione. Concentrarsi sulle compagnie online comporta inoltre due vantaggi: il primo è quello del risparmio intrinseco di questo tipo di polizze, l’altro è la maggiore facilità e velocità con la quale si riesce ad ottenere un preventivo.

2- Avete avuto un sinistro? Pensate ad un rimborso! Un sinistro con colpa comporta un “malus” di 2 punti con un aggravio del premio che dura non solo l’anno successivo, bensì per tutta la vita dell’assicurato, almeno finché non raggiunge (o non raggiunge nuovamente) la classe CU 1. Può quindi essere conveniente risarcire quanto pagato dalla propria compagnia alla controparte. La legge prevede questa possibilità, basta informarsi almeno 30 giorni prima della scadenza presso ANIA, che è l’associazione di riferimento della assicurazioni, per conoscere l’importo da risarcire. La procedura è online e semplice, la risposata arriva gratuitamente a casa per posta ordinaria. Una volta presa conoscenza dell’importo si può contattare la propria compagnia per conoscere le modalità del risarcimento e ottenere un attestato di rischio senza il sinistro. Tutte le compagnie sono obbligate ad aderire a questa procedura, sta a voi valutare caso per caso se vi convenga attivarla o meno.

3- Introducete una franchigia. La franchigia è una cifra stabilita al di sotto della quale il danno di un eventuale sinistro non viene risarcito dalla compagnia ma deve esserlo direttamente di tasca vostra. Se il danno è inferiore alla franchigia, dovete risarcirlo interamente, se è superiore, sarà risarcita dalla compagnia tutta la parte eccedente la franchigia, mentre l’intero importo della franchigia dovrà essere pagato da voi. E’ evidente che questa limitazione per l’utente comporta un risparmio sul premio, ma esiste un altro vantaggio. Sempre in caso di sinistro lieve, al di sotto della cifra della franchigia, infatti, non scatterà il malus. In pratica l’introduzione della franchigia fa un po’ quello di cui abbiamo parlato al punto 2, ma in automatico.

4- “Giocate” con i Km percorsi annualmente. Nei preventivatori di molte compagnie, il parametro dei chilometri percorsi annualmente fa variare sensibilmente il premio finale. Dato che non è un parametro contrattuale ne’ verificabile, ma solo statistico, vi consigliamo di inserire sempre un valore basso, ma pur sempre credibile. Ad esempio, 3.000 Km annui.

5- Sfruttate le promozioni, ogni anno! Molte compagnie online offrono interessanti sconti e promozioni per i nuovi clienti. E’ possibile usufruire di queste agevolazioni ogni anno, anche con la stessa compagnia, basta stipulare una nuova polizza anziché rinnovare quella in scadenza! E’ consentito, trattandosi ogni anno di un nuovo contratto. Questo, da un lato rende il rinnovo più laborioso, in quanto ogni volta è necessario registrarsi, re-inviare tutta la documentazione e firmare il contratto, dall’altro permette di godere di sconti-extra che spesso arrivano ad un 20% reale. Svantaggio: è possibile che il nuovo contratto abbia un prezzo finale più vantaggioso, ma un prezzo al lordo dello sconto maggiore rispetto a quello di rinnovo del precedente contratto, il che potrebbe portare ad aumenti qualora in futuro si interrompesse la catena delle promozioni.

Questi i nostri 5 consigli rapidi ed efficaci, se ne avete altri o avete domande, postatele pure qui sotto oppure nel nostro forum!


36 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. Salvatore

    Salve a tutti, nonostante io abbia 43 anni e non abbia mai avuto sinistri, ho sempre avuto un auto a noleggio aziendale. Oggi per cambio mansioni in azienda, mi trovo costretto a comprare un’auto personale e di conseguenza a dover assicurare il mezzo partendo dall’ultima classe di merito.
    Chiedo cortesemente un consiglio: Mio Padre ha un’ assicurazione su un suo furgone che usava per lavoro; ora il furgone l’ha rottamato, ma l’assicurazione scade ad aprile 2017…. se io cointestassi la proprietà dell’auto che vado ad acquistare con mio padre, posso attribuire la suddetta assicurazione a quest’ auto ? grazie mille anticipatamente

    • Esperto
      Esperto

      leggi il nostro articolo “Assicurazione per auto cointestata”, che spiega tutto in dettaglio (è lungo da riassumere).
      Nel tuo caso, vedo in più anche un possibile problema dovuto alla categoria di veicolo, dato che una polizza autocarro non può essere trasferita su una vettura.

  2. Bulgarelli Brunello

    Buongiorno, sto acquistando l’auto che ho usato nella mia societa, vorrei poter
    Mantenere la classe di merito, pero mia moglie e’ scritta nello stato di famiglia
    E ci siamo sposati in Italia, ma lei e’ cittadina del Belgio e la sua auto e’ immatricolata
    E assicuraTa in quel paese.

    Si puo applicare in questo caso la legge Bersani.(*).

    Grazie

  3. Dariush

    Buongiorno! per la prima volta ho intenzione di passare da una polizza tradizionale ad una polizza con una assicurazione online. Quali sono le compagnie ritenute più affidabili?

    • Esperto
      Esperto

      Ti suggerisco la lettura del nostro articolo: “I rischi delle assicurazioni online”.

  4. Stefano

    Ho un grossissimo dubbio che vi sottopongo.
    Sono proprietario di un’auto assieme a mio padre. Ho stipulato una polizza intestandola a mio padre per i primi due anni, adesso vorrei intestarla a me.
    Vorrei chiedere se è possibile utilizzare la stessa classe di merito, o devo partire dall’ultima non essendo mai stato intestatario di polizza.
    Guardando il certificato di proprietà risulto primo intestatario e mio padre il secondo (infatti nella vecchia polizza tra i proprietari risulto solo io).

    GRazie

    • Esperto
      Esperto

      Ti confermo che in caso di “riduzione” dei cointestatari, si mantengono la classe e lo storico.

      • Stefano

        Non c’è alcuna riduzione di cointestatari. la polizza ha sempre avuto un unico intestatario (mio padre) e adesso vorrei farla a nome mio.
        La doppia intestazione è relativa alla proprietà dell’auto.
        Un’ulteriore domanda. In un futuro, quando acquisterò un’altra auto, intenstandola solo a me, potrò mantenere la classe di merito, considerando che mio padre possiede una sua auto?
        Grazie ancora

        • Esperto
          Esperto

          Si avevo capito, ripeto: è possibile. La classe appartiene sempre ai proprietari ed è possibile che uan classe di un’auto cointestata passi ad una intestata ad uno solo dei co-intestatari. Questo, indipendentemente da chi sia il contraente, anche una terza persona.

  5. Domenico

    Sono un dipendente delle forze armate.Facendo servizio in regione differente dalla mia residenza posso usufruire della tariffa di dove faccio servizio.So che esiste qualcosa per noi militari che subiamo spesso spostamenti e usiamo i mezzi prevalentemente in zone dove facciamo servizio.

    • Esperto
      Esperto

      Non mi risulta, la polizza fa sempre riferimento al cap di residenza. Questo, a meno di specifiche agevolazioni di alcune compagnie.

  6. orvel

    ieri ho aquistato un auto facendo l’atto di vendita in municipio con l’autentica della firma …….posso comunque fare l’assicurazione facendo il passaggio completo tra 15 gg circa

    • Esperto
      Esperto

      No, occorre il libretto aggiornato o comunque la notifica della pratica alla motorizzazione. Se però ti assicuri online, hai un po’ di tempo prima di inviare i documenti!

  7. Anita

    Buongiorno a tutti, avrei bisogno di un consiglio per risparmiare sull’ assicurazione della macchina.
    Fra qualche gg andrò ad acquistare una macchina usata e vorrei assicurare la macchina in Italia, partendo dalla classe assicurativa più bassa stipulata in Germania.
    Potete darmi una dritta per risparmiare qualche euro?

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Non ho ben chiaro cosa intendi, ma posso dirti che la classe tedesca può essere riconosciuta in Italia se sull’attestato risulta la Classe Universale secondo lo standard europeo (in genere lo è).

  8. Francesca

    Buongiorno a tutti, attorno al 20 settembre venderò la mia auto. L’assicurazione scadrà il 13 settembre. Dopo di allora, non avrò altre auto, perché passerò un lungo periodo all’estero (più di 3 anni). Al mio rientro in Italia, quando acquisterò una nuova auto, come posso fare a mantenere la classe di merito che ho ora? Dovrò comunque ripartire dall’ultima? C’è una legge che parla di questo? Grazie per le informazioni. Francesca

    • Esperto
      Esperto

      L’attestato di rischio attuale varrà per 5 anni, quindi nessun problema per il tuo rientro tra 3 anni, potrai usarlo.

      • Francesca

        Grazie! Ma devo sospendere l’assicurazione o posso lasciarla morire così com’è?

        • Esperto
          Esperto

          La RCA puoi lasciarla morire così com’è, ma magari verifica se vi sono in più coperture accessorie regolate con un contratto a parte (es. assicurazione sul conducente).

  9. Massimo

    Buongiorno,
    Una mia amica ha fatto un incidente con la propria vettura mentre era al servizio della propria azienda. (non c’erano vetture aziendali disponibili).
    Ha diritto ad un rimborso da parte dell’azienda?

    L’incidente è molto lieve, colpa 100% classica uscita in retromarcia parcheggio mentre passava un veicolo. Preventivo stimato sui 500 euro. La controparte è fortunatamente gentile e aperta a qualsiasi soluzione.
    Vale la pena “denunciare il sinistro” e passare da classe 1 a classe 3?
    Oppure fare “all’ italiana”…?
    Oppure regolare denuncia del sinistro accordandosi con l’assicurazione che sarà liquidata del corrispettivo versato tramite consap o altre modalità?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Può chiedere all’azienda, ma non credo sia dovuto da parte di essa.
      Sulla convenienza del denunciare o meno, non posso pronunciarmi… dipende da troppi fattori, ma simulando dei preventivi con e senza sinistro potresti ottenere da solo delle risposte.

  10. mirco

    Buongiorno, ho due auto intestate, una delle due ha causato un sinistro, la stessa troppo danneggiata verrà venduta, ne acquisto un’altra.

    Su quella che acquisto (usata) che polizza sarà attributa? Quella dell’auto incidentata o utilizzando quella dell’altra auto mai inincidentata?
    Ringrazio anticipatamente per la risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Puoi scegliere l’una o l’altra soluzione. La seconda, ovvero prendere la classe dell’auto “sana”, comporterebbe l’uso della legge Bersani che potrebbe essere una penalizzazione anche maggiore del sinistro (quella col sinistro la potresti infatti trasferire direttamente). Fai quindi due preventivi (anzi, 4, 6… con più compagnie) e decidi dopo. Se c’è poca differenza, scegli la polizza SENZA legge Bersani, perché alla lunga sarà più conveniente.

  11. carmine

    salve devo assicurare un auto provengo da una 2 classe non ho mai fatto incidenti e guida da 16 anni. sapreste consigliarmi un’ assicurazione dove si paga veramente poco?

    • Esperto
      Esperto

      La risposta a questa domanda non esiste. Ogni compagnia pratica prezzi diversi caso per caso, quindi la cosa migliore da fare è confrontare più preventivi, volendo anche attraverso un servizio online di comparazione assicurazioni.

  12. enzo

    sulla patente avevo 28 punti
    causa incidente adesso ho 22 punti.
    avevo una classe di merito di 10 punti.
    adesso per la assicurazione a classe mi metterà.
    grazie e distinti saluti.

    • Esperto
      Esperto

      Se hai fatto un sinistro con torto, il prossimo anno passerà da CU-10 a CU-12.

  13. matteo

    Salve mi chiamo matteo, ho un problema, mia figlia non più residente da circa 1 mese,deve acquistare un auto quali soluzioni mi proponi per poter usufruire delle agevolazioni della mia assicurazione? grazie mille.

    • Esperto
      Esperto

      La legge Bersani prevede obbligatoriamente stessa residenza, anzi, stesso Stato di Famiglia. Se nella sua attuale residenza non ha un convivente con una buona classe con cui utilizzare la legge Bersani, ha come unica alternativa quella di un cambio di residenza temporaneo. Ti suggerisco di leggere il nostro recente approfondimento su “Legge Bersani e cambio di residenza” che esamina i pro e contro di questo.

  14. admin
    admin

    Davide: dipende un pò dal valore della vettura e da quanto tieni che rimanga in ordine. Valuta sia incendio e furto che la copertura contro atti vandalici.

  15. davide

    grazie per la celere risposta, ne approfitto per chiedere qualche altro consiglio. Per un’auto usata che verrà sempre pargheggiata in strada in città quale altra copertura, oltre l’obbligatoria responsabilità civile, consiglieresti ritenendola effettivamente utile?

  16. admin
    admin

    Davide: inserisci un numero basso… tipo 3000Km l’anno… è un trucchetto legale per risparmiare, sembra incredibile ma mettendo più Km il prezzo viene più alto con alcune compagnie, il tutto senza alcun controllo!

  17. davide

    salve, ho acquistato un’auto usata con 75000 km, quando il preventivatore chiede km percorsi annualmente devo inserire una media di quelli percorsi fino ad oggi oppure ipotizzare quelli che potrei fare io annualmente? grazie

  18. admin
    admin

    Fabio: se la macchina su cui c’era l’assicurazione viene reimmatricolata oppure subisce un passaggio di proprieta, può usufruire della legge Bersani ed avere la classe di merito di un’altra auto del nuovo intestatario o di un suo familiare convivente.

  19. fabio

    salve mi kiamo fabio, cè un problema. mio padre è in seconda classe con l assicurazione. abbiamo una macchina sulla quale c era l assicurazione e abbiamo trasferito l assicurazione sun un altra macchina. dovremmo reimmatricolarla ma dalla seconda classe passiamo alla quattordicesima classe. cè un metodo per ovviare a questo fatto?^ grazie mille

Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)