Home » Fine contratto di assicurazione » Assicurazione Auto: cosa fare in caso di decesso del proprietario
Promo Directline 2017

Assicurazione Auto: cosa fare in caso di decesso del proprietario - Pag.3

Decesso del proprietario dell'auto: ecco le procedure da fare
Decesso del proprietario dell'auto: ecco le procedure da fare
Questo articolo ha avuto molti commenti con risposte del nostro esperto, per praticita' li abbiamo divisi in piu' pagine. Questa e' una delle pagine dei commenti, cerca qui sotto se trovi la risposta alla tua domanda! L'articolo originale lo trovi qui: Assicurazione Auto: cosa fare in caso di decesso del proprietario .


2015-08-26

2.538 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. Nadia

    Buongiorno,
    ho acquistato a nome di mia madre con i benefici della legge 104, un auto nuova immatricolata in data 19/05/2016. Purtroppo il successivo 23/05/2016, mia madre è improvvisamente venuta meno in seguito a rapide complicazioni della sua malattia. Come e cosa devo fare essendo io l’unica erede in quanto figlia unica e mia madre vedova per passare l’auto a mio nome? Inoltre a cosa vado incontro in merito ai benefici di cui alla legge 104, avendo al momento usufruito solo dell’agevolazione IVA? In attesa di riscontro ringrazio.

    • Esperto
      Esperto

      L’agevolazione IVA rimane essendo l’auto, presumo, già fatturata, così come la possibilità della detrazione IRPEF, che passa agli eredi, ma decade l’esenzione bollo. Sul da farsi per la regolarizzazione della vettura, la procedura è quella quid escritta.

  2. Ilaria

    Buongiorno,
    vorrei sapere come fare e quanto si spende per un passaggio di proprietà dell’auto di mio padre, deceduto nel 2012. La vettura, una bmw serie 5 del ’91, cui è stato installato un impianto a gpl, è ricoverata nel garage ed è rimasta inutilizzata per tutto questo tempo in attesa di una vendita o di decidere per la rottamazione. Sono l’unica erede e risiedo in un’altra città. Ora ho bisogno di liberare il garage e di regolarizzare quindi lo stato della vettura (revisione e assicurazione rc o direttamente la demolizione) ma non so come muovermi e non ho idea delle spese che dovrò affrontare. Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Dipende dalla potenza della vettura. Se vai in una agenzia di pratiche auto o all’ACI ti sapranno spiegare tutto e farti un preventivo.

  3. Emanuele

    Buonasera,

    mio padre è venuto a mancare 10 giorni fa. Abbiamo 3 auto di cui 2 intestate con anche le assicurazioni, 1 la uso io, e una cointestata tra mio padre e mio fratello che è il primo intestatario sul libretto, qui l’assicurazione è a nome di mio fratello(quando l’acquistarono hanno sfruttato la legge bersani per la classe per l’assicurazione).

    Tutte le assicurazioni sono con la 1° classe di merito. Leggendo l’articolo, alle due auto intestate a mio padre va fatto il passaggio di proprietà, mentre con quella cointestata come ci dobbiamo comportare? Perderemo in tutte le 3 auto la 1°classe di merito???????

    • Esperto
      Esperto

      No, su quella cointestata la classe può essere mantenuta da tuo fratello, intestando l’auto a suo nome.

  4. Monica

    Mio padre è morto da due mesi ha lasciato una autovettura noi eredi abbiamo fatto la rinuncia l assicuratore avvisato subito del decesso adesso ci chiede il pagamento del semestre

    • Esperto
      Esperto

      In effetti la seconda rata del contratto annuale è un debito del defunto, non necessariamente legato all’auto, ma se voi avete rinunciato all’eredità, potete, anzi, dovete ignorare la richiesta dell’assicuratore.

  5. Pierluigi

    Salve, ho un’auto cointestata con mio padre che è recentemente deceduto. La polizza era intestata a lui.
    A questo punto vorrei sapere se facendo i passaggi di proprietà del caso e quindi intestando a me anche l’altro 50% dell’auto posso ereditare anche la classe di merito dell’assicurazione.

    • Esperto
      Esperto

      Sic erto, la classe è “anche” tua in quanto comproprietario.

  6. Vera

    Salve, vorrei gentilmente un vostro parere. Ho una macchina regalata da mio padre nel 2013 e cointestata con lui. Mio padre è deceduto in data 29/02/2016 e sul testamento non ha citato l’auto suddetta. Gli eredi saremmo io, mia sorella e la moglie di mio padre. Volevo chiedere se fosse possibile non modificare il libretto e poter circolare senza problemi…allo scadere dell’assicurazione la intesterei a me medesima…
    Si può fare o devo comportarmi diversamente? Grazie per l’attenzione.

    • Esperto
      Esperto

      Non è poi molto dissimile dal caso dell’auto mono-intestata al deceduto. per circolare, la cosa importante è informare la compagnia assicurativa e avere la polizza in regola rispetto alla situazione attuale.

  7. leonardo

    SALVE .HELP,Ho comprato 2 anni fa auto con 104 di mio padre intestatario,il caso ha voluto che dopo consegna auto e documenti mio padre e deceduto,si e provveduto a intestare auto con clausola mortis in causa a mia madre senza classe di merito a me mia sorella, con contraente assicurativo il sottoscritto con classe 16.AD AGOSTO 2016 e deceduta mia madre,a questo punto credo che devo effettuare intestazione auto a me mia sorella. E POSSIBILE INTESTARLA A ME?. SE PER CAUSA DI FORZA MAGGIORE L AUTO DEVE ESSERE INTESTATA A NOI DUE E CON QUALE CLASSE DI MERITO?
    IO HO UNA 1 CLASSE
    In attesa porgo distinti saluti

    • Esperto
      Esperto

      L’auto deve obbligatoriamente essere intestata a tutti glie redi quindi presumo tu e tua sorella, poi una volta fatto questo passaggio potete fare ciò che volete, ad esempio una seconda voltura per intestare l’auto a tuo nome se lo vuoi.
      Nota che la classe attualmente in essere sull’auto può essere usata dopo la riduzione di cointestatari da 3 a 2 o anche da 3 a 1 se fate una seconda voltura a tuo nome, non necessaria dunque per mantenere la classe attuale.

  8. Corrado

    Salve,mio padre e’ deceduto 4 giorni fa ed io sono l’unico erede e vivo nello stesso appartemento, l’auto e lo scooter che io utilizzavo ed utilizzo erano intestati a lui e pure l’assicurazione, premetto poi che io non ho mai avuto un mezzo intestato e neanche un’assicurazione. Ora siamo al 29 maggio, l’assicurazione dei veicoli scade il 17 e il 27 giugno. Io sto gia’ portando avanti le pratiche di passaggio di proprieta’ tramite un’agenzia di pratiche auto. Io vorrei non rimanere scoperto come assicurazione e sapere se possibile ereditare la classe del padre per evitare di pagare il doppio di quello che pagava lui, eventualmente cambierei assicurazione e proverei a farla online. Mi sapreste dire come devo procedere per optare una soluzione economica senza il rischio di rimanere scoperti? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Come più volte detto e ricordato, purtroppo, non c’è modo di recuperare la classe del defunto, l’unica eccezione è il coniuge in comunione dei beni. Questo, per quanto riguarda la classe Universale. Prova a sentire la compagnia attuale per un eventuale riconoscimento almeno della classe Interna (sta a loro discrezione).

  9. Paolo

    Salve,
    come altri prima di me, espongo il mio problema:
    In famiglia abbiamo 1 sola auto che è intestata a mio padre deceduto il 6/3/2016.
    Oltre mio padre, nello stato di famiglia, l’altra persona patentata sono io (1° figlio).
    Mia madre non guida e non ha la patente. Mia sorella (2° figlio) vive con suo marito e anche lei non ha patente.
    Ora poichè l’auto ci serve, devo intestarla a mia madre (moglie) e recuperare la classe (1a) di mio padre dell’assicurazione.
    Ci sono complicazioni particolari? L’auto non ha nessun valore, una Skoda Felicia 1.6 SW del 99.
    Bisogna per forza fare doppio passaggio di proprietà, anche se mia madre è in comunione dei beni?
    Più o meno a occhio le spese a quanto potrebbero arrivare?
    Io personalmente non posso intestarmela, perchè perderei la 1a classe (utiizzando la legge bersani), quindi
    sono costretto a intestarla a mia madre!

    • Esperto
      Esperto

      Ricordiamo che la classe è recuperabile da tua madre solo se vigeva la comunione dei beni. Per intestare l’auto a lei dovete fare i canonici due passaggi, purtroppo.

  10. Paola

    Buongiorno, mio padre’ e’ deceduto a dicembre 2015 e stiamo provvedendo per la dich. di successione.

    L’auto , intestata a lui, ma in comunione con mia mamma coniuge superstite, e’ coperta da una polizza assicurativa di cui io, la figlia, risulto CONTRAENTE . Se provvedo ad una intestazione “temporanea, posso continuare ad utilizzare l’auto e soprattutto la copertura assicurativa ??

    • Esperto
      Esperto

      Direi di si, e ricorda che la classe di questa polizza è di proprietà di tuo padre ma può essere riscattata da tua madre grazie alla comunione dei beni, ma solo su un’auto mono-intestata a tua madre.

  11. Giovanni

    Salve, mio nonno deceduto due mesi fa era proprietario di un auto, le eredi sono tre, tutte e tre senza patente, in attesa della successione vorremmo fare l’intestazione temporanea per usare il mezzo senza incorrere in sanzioni, è necessario che tale intestazione sia fatta ad una delle tre eredi pur essendo senza patente oppure si può fare anche ad un terzo familiare convivente di una delle eredi?

    Grazie per l’aiuto.

    • Esperto
      Esperto

      E? libera in quanto si tratta di dichiarare un “guidatore abituale” e non un intestatario.

      • Giovanni

        la ringrazio per la risposta, che però non ho ben capito, che tipo di pratica devo fare per comunicare il guidatore abituale?

        • Giovanni

          Aggiungo che mi sono recato in un’agenzia di pratiche automobilistiche nella quale mi hanno detto che non è possibile aggiungere alla carta di circolazione altri nomi diversi da quelli degli eredi.

        • Esperto
          Esperto

          Lo rifiutano anche se la richiesta proviene da tutti gli eredi?

  12. rocco

    NON abbiamo fatto ancora la dichiarazione di successione,anche se ci siamo gia’ attivati……come gia’ sapevo abbiamo 12 mesi dal decesso di mio padre per non incorrere a sanzioni.

    puo confermarmi se ho capito bene leggendo l’articolo sopra ?

    se faremo la dichiarazione di successione al 9 mese dalla morte di nostro padre avremo 60 giorni di tempo per effettuare la voltura al PRA ed il conseguente aggiornamento dei dati a libretto (pena la violazione dell’art. 94 del CdS).

    grazie.

    • Esperto
      Esperto

      COnfermo.

  13. rocco

    mio padre propietario di uno scooter scooter 125 ed assicurazione intestata a me (il figlio ) ,mio padre è deceduto 2 mesi fa, vorrei sapere se posso utilizzare lo scooter fino alla scadenda della assicurazione?
    la procedura dellla eventuale voltura (altri erede mio fratello e mia madre ) poiche probabilmente vorrei demolirlo?
    in caso di demolizione cosa devo fare?

    grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Puoi usarlo seguendo le accortezze descritte nell’articolo, in particolare per la polizza non dovrebbero esserci problemi non essendo intestata al defunto. per la rottamazione non occorre fare volture, ma serve pur sempre la firma di tutti glie redi per la pratica di demolizione.

  14. letizia

    Salve,avrei intenzione di acquistare una macchina usufruendo della l 104. Nel caso di morte dell’intestatario, è possibile che l’unico erede decida prima della morte di rinunciare all auto e di trasferirla a titolo gratuito o donarla ad altra persona?in questo caso me,che sono la nipote?o in che modo avviene in trasferimento?e per quanto concerne l assicurazione,bisogna intestarla al proprietario del veicolo o anche ad altra persona non convivente?grazie

    • Esperto
      Esperto

      Se il proprietario è sempre in vita, si tratta di una normalissima voltura! L’assicurazione può essere intestata a chiunque, ma seguirà pur sempre il profilo di rischio del nuovo proprietario.

  15. emanuela frosina

    Mio marito è deceduto e dobbiamo rinunciare all’eredità. C’è un modo per poter continuare ad usufruire dell’autovettura?

    • Esperto
      Esperto

      Ovviamente no.

  16. Alessio

    Salve,
    A Novembre è morto mio padre che aveva intestato un furgone Ducato; ho già sospeso l’assicurazione visto che abbiamo intenzione di venderlo.
    Il problema è che mia sorella dopo una lite con mia madre non vuole firmare il doppio passaggio; la mia domanda è questa: posso costringerla a firmare? E se no, come posso fare visto che entro un anno dal decesso comunque dovremo intestarlo agli eredi?

    • Esperto
      Esperto

      Di certo non puoi costringerla, ma lei in qualche modo deve farsi carico dell’eredità, tutta, o in alternativa rinunciare a tutto. Se non sblocchi con le buone, ti consiglio di rivolgerti ad un avvocato pratico di successioni che saprà come gestire la situazione.

  17. olga

    salve volevo chiedervi una informazione ho lavorato come badante con un Signore di 94 anni deceduto pochi giorni fa sono stata con lui due anni lui prima che morisse mi disse che la macchina che apparteneva a lui sarebbe stata a morte sua un regalo x me lui non ha figli solo due nipoti un po di mesi fa mi ha spedito una lettera dove dichiara che a morte sua mi venga data questa auto come devo fare? visto che è scritto che mi venga consegnata a morte sua? devo rivolgermi ad un avocato? ho posso andarmi a prendere il libretto con questa autocertificazione scritta e fare il passaggio?

    • olga

      Buongiorno la risposta che mi avete dato è stata di grande aiuto grazie. infatti ho preso un accordo con gli eredi del defunto ora ci sarebbe unalta domanda che vorrei farvi è riguarda alla assicurazione del auto visto che il defunto l’ aveva rinnovata a gennaio ora mi viene chiesto di fare un assicurazione intestata a me perché giustamente non potrei camminare sotto il nominativo di un defunto e mi dico non possono farmi fare l’voltura della stessa ?perché comunque c’è? e poi comunque ho ancora la residenza nella casa del defunto che dite si può fare la voltura intestata a me?

      • Esperto
        Esperto

        Fatta la voltura del mezzo la vecchia assicurazione cessa la propria validità e puoi chiederne il rimborso per la parte non goduta. Felice di aver aiutato.

    • Esperto
      Esperto

      No, purtroppo questa lettera non basta per intestarti direttamente l’auto, la cosa migliore è contattare gli eredi e trovare un accordo con loro, se a loro non sta bene allora rivolgiti ad un avvocato. Nota che purtroppo, anche nel migliore dei casi, dovrai pagare due volture del mezzo (la prima agli eredi).

  18. alessandra

    Buongiorno, ho una macchina regalata da mio padre nel 2009 e cointestata con lui. Sul libretto compare prima il suo nome poi il mio con dicitura ” compr” quindi comproprietaria. Mio padre è deceduto nel 2013 mi sono recata all’aria di zona ma mi hanno detto di lasciare così..ho richiesto una variazione del l’intestazione della polizza assicurazione solo a mio nome (nella prima polizza comparivo già come utilizzatore abituale) ora risulta intestata solo a me. Nn devo vendere o rottamare la macchina..posso rimanere con la doppia intestazione sul libretto circolando facendo poi la pratica di voltura quando servirà? Grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      In teoria dovresti fare la voltura della quota parte di tuo padre agli eredi. In pratica come vedi puoi tenerla anche così, ma leggi nell’articolo quelli che possono essere gli aspetti critici.

  19. daniele

    Buongiorno, vorrei sapere come risparmiare sui passaggi di proprietà di una PANDA YOUNG 750 1990 e NISSAN MICRA 1.2 59 KW 2003, entrambe intestate a mio padre deceduto a NOVEMBRE 2015. Gli eredi sono il coniuge, un figlio e la figlia non convivente mentre i primi due sono conviventi. Al momento l’unica soluzione sembra quella di intestare entrambe le auto a mia madre per conservare la classe di merito ma questo comporta il costo del passaggio di € 560 per la Panda e € 720 per la Micra (Provincia di Lecce).

    Esiste un modo alternativo per risparmiare sui passaggi, magari cointestandole agli eredi, oppure questa è la strada obbligata per conservare la classe di merito? Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Temo che tu non abbia letto l’articolo perchè la situazione è in verità anche peggiore, ovvero è obbligatoria una prima voltura verso tutti gli eredi, quindi per far valere la classe di merito a nome di tua madre dovete fare 2 volture per auto. Nota che la cosa è possibile solo se vigeva la comunione dei beni, altrimenti la classe è perduta. verifica se la tua provincia è tra quelle (poche) che danno agevolazioni IPT per questi casi.

  20. Marco

    Salve, mia mamma ha acquistato un auto, ma prima di ritirarla è deceduta. Il giorno dopo il decesso mi ha chiamato la concessionaria comunicandomi che la motorizzazione aveva immatricolato l’auto, appunto un giorno dopo il decesso, ed era pronta per essere ritirata.Come faccio adesso per ritirarla, considerando che volevo intestare la polizza assicurativa a mio padre con la legge Bersani?Devo per forza fare la successione prima di ritirarla? Grazie, attendo una Sua risposta

    • Esperto
      Esperto

      Temo proprio che sia così.

      • Marco

        Secondo Lei, visto che la macchina è stata acquistata con la legge 104 quindi con iva al 4, dovrò dare la differenza dell’Iva?

        • Esperto
          Esperto

          Dipende. Se la fattura è già stata fatta e riporta data antecedente il decesso, non dovrà essere restituita, altrimenti dovrete saldare l’auto con iva al 22%.

  21. Daniele

    Salve,
    mio padre è morto da poco. Alcuni giorni dopo il decesso sono andato a pagare la seconda rata semestrale del contratto rca annuale stipulato da mio padre su un veicolo allora e tutt’ora a lui intestato.
    L’agente dell’assicuratore, informato della morte del contraente, ha accettato e quietanzato il mio pagamento.
    Utilizzando il mezzo, sono assicurato, oppure in caso di sinistro la Compagnia potrebbe eccepirmi lo scioglimento del contratto per morte del contraente? Le condizioni di polizza nulla prevedono in merito

    • Esperto
      Esperto

      In genere non ci sono problemi. Magari per cautelarti puoi inviare comunicazione del decesso in maniera tracciata, es. raccomandata.

  22. Mariano

    Salve, mio padre è venuto a mancare l’anno scorso. Era intestatario dell’assicurazione di un auto, di proprietà di mia madre. L’assicurazione (composta da un unico contratto RC + incendio e furto) scade alla fine di questo mese. Mia madre, che non intende rinnovare la vecchia assicurazione ha stipulato un contratto con una nuova assicurazione (solo RC). La vecchia assicurazione continua a richiedere il pagamento della polizza. Come ci dobbiamo comportare?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Per la RCA non esiste tacito rinnovo e dunque nulla è dovuto. Verificate se le altre coperture hanno tacito rinnovo, ma in genere lo hanno quelle di tutela personale, non incendio e furto. PS: a meno che questa non sia la scadenza semestrale!!

  23. Cinzia

    Avrei il seguente problema: mia madre è deceduta a dicembre 2015; io sono l’unica erede non convivente. Ho già fatto il passaggio di proprietà dell’auto (sia auto che assicurazione erano intestate a lei). A gennaio 2016 ho informato la Compagnia Assicurativa del decesso che ha eseguito il passaggio di assicurazione a mio nome. Adesso però l’assicurazione è scaduta e avevo intenzione di assicurarla presso la mia Compagnia dove ho già sia la mia polizza auto, sia quella di mio marito, ma mi dicono che non posso usufruire della Bersani e quindi dovrei assicurare l’auto ad un costo esorbitante. La compagnia dove invece era assicurata mia madre mi farebbe la polizza utilizzando la Bersani e la classe di merito di mio marito. Addirittura un’altra compagnia mi propone una assicurazione con la stessa classe di merito di mia madre! Non ci capisco più niente e non so più che cosa fare…avrei proprio bisogno di sapere chi ha ragione…

    • Esperto
      Esperto

      Ha ragione la prima compagnia: avendo beneficiato del trasferimento del residuo di polizza, non hai diritto alla legge Bersani. Il trasferimento della classe del defunto è poi un errore macroscopico se si parla di classe Universale! Ma se la compagnia che te lo ha proposto è quella cui era assicurata tua madre, forse si stanno riferendo alla classe interna, in questo caso sarebbe la soluzione migliore.

      • Cinzia

        Anzitutto ringrazio per la risposta. La compagnia che mi ha proposto la stessa classe del defunto è una terza compagnia a cui avevo richiesto un prevenivo. La compagnia dove era assicurata mia madre mi propone la Bersani. Ma in questa giungla di polizze che mi hanno proposto, talune anche palesemente errate come mi sembra di capire, mi chiedevo comunque se poi la responsabilità della tipologia di polizza ricade sul contraente o se la compagnia si assume l’onere del tipo di polizza che propone? E forse mi converrà vendere l’auto…Grazie ancora di tutto e cordiali saluti.

        • Esperto
          Esperto

          Giustissimo il tuo dubbio: su chi ricade la responsabilità? Ne parliamo spesso su queste pagine, a nostro avviso se tu sei in buona fede e hai dichiarato i dati giusti, non sei tenuta a sapere le regolamentazioni delle assicurazioni e quindi hai diritto ad attenerti a cosa ti viene proposto, anche se sbagliato. I problemi vengono fuori in caso di sinistri gravi: in questoc asi le compagnia fanno ricerche e si appellano a cavilli per non pagare, e li sono seccature.

  24. Gerry

    Salve, volevo descrivere una situazione un po’ particolare in cui mi trovo sperando di avere consigli su come uscirne nel migliore dei modi; Guido un’auto che risulta intestata a mia nonna deceduta nel 2013 e anche l’assicurazione risulta intestata a lei, purtroppo mio padre (figlio unico e unico erede) per sua negligenza non si è mai occupato della cosa avendo sempre guidato lui questa vettura, è da un po’ di tempo ormai che per necessità di lavoro la guido solo io e ormai è come fosse mia. vorrei sapere come posso risolvere in modo concreto al più presto questa vicenda e regolarizzare tutto. Grazie

    • Esperto
      Esperto

      E’ necessario che tuo padre si intesti la vettura, poi se volete potete fare un secondo passaggio a tuo favore, anche in contemporanea. Se non è possibile, fai almeno l’iscrizione a libretto come guidatore abituale e informate l’assicurazione del decesso del proprietario.

      • Gerry

        Grazie della risposta, il dubbio è come potrebbe reagire l’assicurazione se comunico solo adesso (dopo tre anni) il decesso del proprietario? Grazie

        • Esperto
          Esperto

          Sul trascorso non può dire niente, specie se non vi sono sinistri.

  25. Anna Maria

    Salve, mio padre, venuto a mancare a gennaio di quest’anno, era proprietario, insieme a mia sorella, di un’auto, assicurata a nome di mio padre, con scadenza 29 marzo 2016, quindi già scaduta. Ora mia sorella non ha necessità di avere quell’auto ma la darebbe a me che invece ne ho bisogno. Posso io usare quell’auto e passare l’assicurazione che ho sulla mia macchina che devo rottamare? Cosa dovrei fare? Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      No, per passarvi la tua polizza dovresti prima intestare a te la vettura, cosa possibile al secondo passaggio in quanto il primo va fatto obbligatoriamente a tutti gli eredi.

  26. Fabio

    Salve,
    Volevo chiedere circa l’assicurazione di un defunto…
    L’auto e’ intestata a mia nonna, che e’ in vita (niente classe assicurativa?). L’assicurazione era intestata a mio padre che e’ deceduto una settimana fa (cu 1). I miei genitori avevano la separazione dei beni, e mia madre niente classe assicurativa, mentre io e mia sorella viviamo all’estero da parecchi anni, quindi neanche classe assicurativa.
    Come possiamo fare con l’assicurazione adesso affinche’ mia madre possa continuare a guidare questa auto in regola? Possiamo anticipare alla morte la legge Bersani per passare la classe a mia mamma? Ancora non abbiamo parlato con l’assicurazione.
    Grazie mille

    • Esperto
      Esperto

      La classe appartiene sempre al proprietario del veicolo, pertanto quella attuale può tranquillamente essere riconosciuta sulla stessa auto a nome di tua nonna o di tua mamma, o di chi volete, a vostra scelta. Avvisate quanto prima la compagnia in merito al decesso e seguite le loro direttive, probabilmente vi proporranno un cambio di contraente a fine annualità. Assicuratevi che la classe e lo storico vengano riconosciuti per intero e direttamente, senza legge bersani che vi penalizzerebbe.

  27. Salvo

    Salve, volevo un suo parere sul mio caso: zio celibe senza figli deceduto pochi giorni fa, ha una macchina con polizza a lui intestata. I parenti diretti superstiti sono sua sorella e un fratello che da anni vive in USA e del quale non si hanno più notizie. La sorella ha due figli (io e mia sorella) e il fratello USA una figlia. Di chi è la proprietà dell’auto? Quali sono le mosse da intraprendere nel caso volessimo venderla? Sarebbe più conveniente rottamarla?
    Grazie in anticipo per la risposta.

    • Esperto
      Esperto

      la domanda ha un respiro più ampio, ovvero: chi sono gli eredi? Se avete difficoltà ad individuarli rivolgetevi ad un professionista (non occorre che sia necessariamente un notaio). Nota che il fatto che il fratello sia lontano non lo esclude dall’eredità!

      • Salvo

        Allora, da quello che ho capito, dovremo andare in cerca di questo parente per ottenere il suo consenso e nel frattempo l’auto non può essere venduta.
        Un’ultima domanda: la tassa di possesso chi la paga nel frattempo?
        Grazie di tutto-

        • Esperto
          Esperto

          Anche quella spetta agli eredi, tutti, e non ha senso fare del principio in questi casi in quanto le conseguenze di un mancato pagamento ricadono su tutti. Ergo, puoi attendere anche i canonici 2 anni nei quali il bollo è sanabile con piccole more, ma poi provvedi a pagarlo se tieni all’auto.

      • Salvo

        Gli eredi sono, da quello che posso capire visto che non c’è testamento, mia madre e il fratello USA. Serve anche il suo consenso (stante il suo essere ancora in vita) per poter disfarsi dell’auto?

        • Esperto
          Esperto

          temo di si.

  28. Vanessa

    Salve, ho subito un sinistro da parte di una persona la cui auto ha assicurazione intestata a persona deceduta 4 mesi fa. Il conducente non intende presentare il cid come invece ho già fatto io r sono in attesa di essere chiamato dalla mia assicurazione. La mia assicurazione dice che potrei passare da piena ragione a concorso di colpa anche se abbiamo scritto e firmato che mi è venuta addosso lei. Cosa posso fare per essere certa che il sinistro proceda e venga rispettato quanto scritto sul cid?grazie

    • Esperto
      Esperto

      Devi produrre quanta più documentazione a tuo favore, magari un testimone, e prestare cura alla compilazione del CID (CAI).

  29. franco

    salve mi chiamo franco,
    la nostra situazione e che l’auto e intestata a mia madre e l’assicurazione a mio padre deceduto alcuni giorni fa, come ci dobbiamo comportare considerando che mia madre non ha la patente di guida. grazie

    • Esperto
      Esperto

      E’ una situazione abbastanza semplice in quanto basta fare un cambio di contraente della polizza, a favore di chi preferite, volendo anche a nome di tua madre visto che l’assenza di patente non ha rilevanza.

  30. Mirko

    Buongiorno,
    mio padre è defunto il 9 febbraio 2016. Ho 24 anni e per ragioni di consumi e spostamenti, ho finora utilizzato la sua auto GPL per recarmi al lavoro. Ho però da poco scoperto con il vostro articolo che oltre i 30 giorni dal decesso è necessario presentare alla Motorizzazione questo attestato di notorietà, in attesa che tutte le pratiche per l’accettazione dell’eredità siano concluse (sarà una procedura molto lunga, c’è di mezzo mia sorella minorenne).
    Ora ho ricominciato ad utilizzare la mia vecchia auto e appena possibile mi recherò in motorizzazione a Milano per effettuare questa intestazione temporanea (l’ACI vicino a casa mia mi ha detto di recarmi lì perché loro non se ne occupano, ed anzi, non sapevano nemmeno si potesse fare!).
    Una volta intestatomi temporaneamente il mezzo, come funziona per l’assicurazione per l’auto GPL di mio padre? E’ appena terminata la prima semestralità e per ora l’abbiamo sospesa, ma appena normalizzerò la situazione la sbloccheremo. Passata la seconda semestralità, potrò continuare ad utilizzare l’auto pagando la sua assicurazione per un altro anno, nel caso in cui le pratiche per il passaggio dell’eredità non si siano ancora concluse? Oppure, dato che diventerei l’intestatario del mezzo (anche se solo temporaneamente), dovrei farne una ex-novo a nome mio, anche con un’altra compagnia?

    • Esperto
      Esperto

      COn l’intestazione temporanea si mantiene la vecchia polizza, accordati con la compagnia per la modalità migliore per loro, dato che la gestione del caso di decesso varia da compagnia a compagnia.

  31. Luciano

    vorrei sapere se posso avere problemi circolando con un’autovettura acquistata con la legge 104 e intestata a mia mamma, defunta di recente, ma con una polizza assicurativa della quale io sono il contraente.
    Vorrei sapere se facendo un’intestazione temporanea posso regolarizzare la mia posizione e se devo altresi comunicare qualcosa all’agenzia delle entrate dal momento che per l’auto era stata accordata l’esenzione delle tasse.
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      L’intestazione temporanea è una buona idea, in ogni caso devi assicurarti che la compagnia assicurativa abbia registrato il decesso del proprietario del veicolo in quanto il rischio maggiore in questi casi è sempre quello di rimanere “scoperti” dalla RCA.
      L’esenzione bollo cessa con la morte dell’intestatario, mentre la detrazione irpef del costo dell’acquisto passa agli eredi, ma la gestione di questa è complessa e non certo risolvibile qui tra i commenti.

  32. Michele

    Salve, mio padre e deceduto a novembre 2015, e ad oggi non abbiamo ancora regolarizzato la situazione ereditaria; c e un auto intestata a mio padre che vorremmo vendere per poi effettuare la rinuncia all eredità. si puo vendere liberamente o attesta implicita accettazione di eredità? nel caso in cui si potesse vendere, come ci si comporta visto che il proprietario non c e piu? è uguale vendere al privato oppure ad una concessionaria?

    • Esperto
      Esperto

      Figuriamoci! Non è assolutamente possibile farlo! Venderla significa accettare l’eredità e comunque prima dovreste pure fare una voltura verso gli eredi.

      • michele

        Grazie per la risposta. A questo punto mi chiedo: ma una volta effettuata la rinuncia l auto che fine fa? Vengono a prendersela? La devo rottamare o demolire? E se si posso rottamarla per esportazione?

        • Esperto
          Esperto

          Se rinunciate all’eredità, l’auto non è affar vostro e non dovete rottamarla ne’ toccarla (anche questa è accettazione!).

  33. ciro

    Salve vorrei sapere come fare mio padre e deceduto il 21/2/2016 ha un autovetture intestata a lui con un fermo amministrativo dall equitalia l’auto ha un valore di mille euro. Il debito di 4800€ cosa devo fare grazie

    • Esperto
      Esperto

      Se accetti l’eredità ti accolli l’auto ed il debito, del resto non puoi rinunciare ad un solo bene dell’eredità (l’auto) pertanto valuta la situazione della successione nel suo complesso.

  34. Stefano

    Salve, ho acquistato lo scooter (150cc) di mio suocero venuto a mancare a dicembre. Ho fatto il passaggio di proprietà ma non ho ancora notiziato la compagnia assicuratrice, il contratto assicurativo è intestato allo stesso, volevo sapere se posso continuare a circolare con tale assicurazione che ha scadenza novembre 2016. Non ho ancora investito la compagnia assicurativa del problema ne ho chiesto informazioni. Grazie. Stefano

    • Esperto
      Esperto

      Assolutamente no, al momento sei scoperto di assicurazione. Fai un contratto a tuo nome.

  35. romina

    Buondi’, mio padre è deceduto ad Agosto 2015 ed aveva un’ autovettura intestata a lui.
    La seconda moglie sta circolando con quest’auto, ma la successione ancora nn è stata fatta e cosi i passaggi di proprietà’.Nn avendo buoni rapporti con la suddetta nn sappiamo se forse avesse fatto l’intestazione provvisoria del veicolo, ma in questo caso noi (figli) nn avremmo dovuto firmare permessi e comunque cosa rischiamo?
    Grazie per la risposta.

    • Esperto
      Esperto

      L’auto è “anche” vostra se siete eredi, nel bene e nel male, il male è la responsabilità in solido ad esempio per bolli ed eventuali sinistri non pagati dall’assicurazione. Cercate di regolarizzare la situazione.

  36. Antonino

    buongiorno. Una semplice domanda :

    acquistando un auto con le agevolazioni della legge 104 cosa succede in caso di decesso del beneficiario?

    in particolare vorrei sapere se gli eredi devono rimborsare le agevolazioni (iva) oppure no.
    grazie in anticipo.

    • Esperto
      Esperto

      No, non devono, neanche se il decesso avviene prima dei 2 anni considerati il minimo per mantenere le agevolazioni.

  37. zazzi

    Buongiorno spero mi sia di aiuto, l ufficio aci dove mi sono rivolto mi ha lasciato in attesa di una risposta che non è mai arrivata.Spero di essere chiaro; Scopo principale: vendita dell autovettura.

    Situazione: Autovettura cointestata: 1° propietario: nonna 2° nipote 1 maggiorenne

    Albero genealogico:

    Figlio 1

    Nonna—— Figlia 2————- Nipote 1 maggiorenne
    Nipote 2 minorenne
    Figlia 3————- Nipote 3 maggiorenne
    Nipote 4 maggiorenne

    Nonna defunta, Figlio 1, Figlia 3 rinunciano all’eredità con certificato del tribunale, rinunciano anche Nipote 3 e Nipote 4, unica erede Figlia 2, utilizzatore dell auto principale è Nipote 1. All ufficio aci viene detto a nipote 1 che l auto non può essere intestata a un defunto e quindi eseguire un passaggio di propietà da Nonna a Figlia 2, ma alla motorizzazione viene detto che se non si vuole vendere si può tenere cosi perche Nipote 1, 2° propietario risulta l utilizzatore principale. In caso di vendita come e quanti passaggi sono da eseguire ? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Faccio un po’ fatica a comprendere lo stato degli aventi diritto, comunque il problema alla base è quello di individuare gli eredi, e questo ha peraltro utilità non solo per la vettura. Se siete in dubbio, rivolgetevi ad un esperto, che può anche non essere necessariamente un notaio. Ricordiamo che non è possibile rinunciare ad un solo bene (es. l’auto), ma si prende tutto o niente. La voltura va fatta agli eredi. Il concetto della possibilità di non fare la voltura se ad usarla è chi se la dovrà comunque intestare non esiste, anche se poi, di fatto, spesso accade, ma con rischi di non copertura da parte dell’assicurazione.

      • Edoardo

        Salve, la ringrazio delle risposte, ma mi trovo costretto a scrivere di nuovo perché ma non capisco cosa intende quando scrive che in caso di vendita della vettura in questione (vedi domanda del 31 marzo), anche se gli eredi fanno ostruzionismo, prima o poi la pratica debba andare a buon fine. In particolare mi chiedo se ci sia una legge che permette di bypassare la volontà ostruzionistica degli eredi o se la sua affermazione si basa solo sul presunto potere di persuasione di una terza persona?
        Perché il paradosso è che la vettura, anche se dovesse rimanere invenduta per l’ostruzionismo degli eredi, andrebbe comunque assicurata per sostare sulla pubblica via, e ciò non è possibile, come è impossibile procedere alla sua rottamazione.
        grazie per la sua cortese disponibilità

        • Esperto
          Esperto

          Mi riferisco alle capacità di persuasione della terza persona. In particolare, sempre nella gestione problematica di eredità è bene affidarsi ad un professionista.
          Il “paradosso” in verità può essere affrontato in vari modi, ad esempio la stessa prospettiva delle sanzioni, che ricadrebbero anche sugli eredi reticenti, dovrebbe essere a loro di stimolo per portare a fine la pratica. In ogni caso, l’auto è comunque assicurabile anche solo da voi, così come chi ha il possesso delle chiavi può spostarla in luogo più idoneo.

      • zazzi

        Grazie per la risposta, si figlia 2 è l’unica erede di tutto(madre di nipote 1 che è l utilizzatore e 2° propietario), la mtc ha detto che il possesso risulta come sul certificato di propietà, il 2° propietario risulta l’intestatario al PRA e quindi propietario effettivo, in caso di vendita o passaggio di propietà ad un altra persona bisogna fare 2 passaggi o 3 e non hanno saputo rispondere, il primo passaggio risulta verso l unica erede(anche qua non hanno saputo dire però se la cointestazione con nipote 1 resta oppure no) e un secondo passaggio da erede al compratore, oppure addirittura 3 passaggi, cioè nonna defunta + nipote, erede unica ed infine erede + 2° propietario cioè nipote. Credo che mi rivolgerò ad un altra motorizzazione per avere delucidazioni sul caso, oppure quale esperto potrei contattare che non sia un notaio? Grazie

        • Esperto
          Esperto

          Allora, la voltura che andrà fatta sarà quella della quota della nonna a favore di figlia 2 per cui l’auto risulterà cointestata a figlia 2 e nipote. Da qui potete fare ciò che volete, con il benestare ovviamente di entrambi i proprietari.
          Non andare in motorizzazione, e neanche da un notaio, non è necessario, ma investi qualche decina di euro in una agenzia di pratiche auto.

  38. Edoardo

    Salve, nel caso di un’auto che andrebbe ereditata dalla moglie e dalle sue 4 figlie, in cui non ci sia comunicazione tra le figlie e la madre, quindi escludendo la possibilità che si incontrino per firmare qualcosa, come si risolve? si può vendere in qualche modo a un terzo soggetto sperando che le figlie non si rivalgano su di lui o c’è un modo sicuro per disfarsene? il paradosso è che anche per tenerla ferma sulla pubblica via bisognerebbe assicurarla e in questo momento la madre, che non guida, è costretta a tenerla ferma all’interno del patio della sua villetta al piano terra, con grande disagio da parte sua. Il marito della signora è defunto dall’ottobre del 2014, e da allora non è stato fatto nulla.
    grazie mille per la risposta che vorrà fornirmi

    • Esperto
      Esperto

      Forse è il caso di affidare la pratica di successione ad un professionista (può anche non essere un notaio), che provvederà al disbrigo delle pratiche senza che vi siano contatti tra gli eredi.

      • Edoardo

        e se alcunidegli eredi facessero ostruzionismo? possibile che il bene resti bloccato per causa loro?

        • Esperto
          Esperto

          Per questo dicevo di affidarsi ad una persona esterna. Se pensi che intendano fare ostruzionismo, lo faranno e devi aspettarti dei ritardi, ma prima o poi la pratica deve andare a fine!

  39. anna

    Salve ho ereditato un autoveicolo. Che non ho mai utilizzato sino ad ora (sto facendo le pratiche per la voltura al PRA adesso).
    Desideravo avere conferma che, come letto altrove, si ha diritto al rimborso del premio assicurativo già pagato dal defunto relativo al periodo di copertura assicurativa che è decorso successivamente al decesso del proprietario.
    La compagnia di assicurazione sostiene che non è dovuto. Un impiegato del PRA afferma il contrario.
    Vorrei avere qualche certezza in più (parliamo di un periodo di assicurazione non goduta pari a dieci mesi).
    Grazie in ogni caso.

    • Esperto
      Esperto

      Il rimborso è dovuto non dal momento del decesso, bensì dal momento del cambio di proprietà della vettura, anzi, dalla data della conseguente richiesta alla compagnia successiva alla voltura.

  40. Piero

    Salve, vorrei un parere dall’esperto per un caso per cui non sono risucito a trovare ancora una soluzione.
    Si tratta di una autovettura intestata al 50% ad una coppia non sposata senza figli. Purtroppo qualche anno fa il compagno muore, non lascia testamento, ma ha come eredi due figli nati da un precedente matrimonio. Fino ad ora, per ignoranza, nessuno si è preoccupato delle volture di tale autovettura, ma la domanda è proprio questa: se i figli, che hanno rinunciato all’eredità, non intendono fare nulla in merito al passaggio di proprietà, come si deve comportare l’intestataria e proprietaria dell’autovettura? Inoltre sussitono eventuali problemi con l’assicurazione, intestata comunque alla proprietaria dell’auto, se pur al 50%? Grazie per l’attenzione. Cordiali saluti

    • Esperto
      Esperto

      Per prima cosa, è bene appurare se i figli hanno fato una rinuncia all’eredità regolare, la cosa deve comprendere ogni proprietà, altrimenti la quota dell’auto è forzatamente loro. Si deve quindi verificare l’assenza di ulteriori possibili eredi “suscettibili” (parenti fino al 6° grado), in ultima istanza il bene passa allo Stato. La tua situazione è quella di una eredità “giacente” che è regolamentata da leggi poco definite, è una situazione davvero complessa e tipicamente italiana. Se l’assicurazione è a nome tuo, ritengo che l’auto possa essere comunque usata, grossi problemi si porranno al momento di rivenderla o rottamarla.

  41. gio

    salve,mio padre e deceduto ma con mia madre ha la comunione dei beni può intestarsi la macchina senza le firme dei figli e senza fare due passaggi di proprietà?i figli rinunciano l’eredità della macchina…

    • Esperto
      Esperto

      Ritengo che non sia possibile, in particolare rinunciare ad una parte dell’eredità non è mai consentito, una volta però che avrete fatto la voltura, tua madre potrà avere riconosciuta a suo nome la classe che era di tuo padre.

  42. Elisa

    Buon giorno.
    Mio padre è deceduto(20 giorni fa) lasciando la sua auto. Le eredi siamo mia madre, io, mia sorella. A loro l’auto non interessa, e potrei intestarla a me.
    Domanda: se io sono titolare/socia di una snc, potrei intestarla come auto aziendale?
    Poi, ho letto sopra che non è sicuro usare l’auto finchè non si regolarizza l’Accettazione di Eredità, ma la nostra assicurazione invece ci ha detto che abbiamo tempo 6 mesi per intestare l’assicurazione e 60 giorni per le pratiche di Accettazione. Possiamo guidare tranquille?
    Grazie per la risposta, Elisa.

    • Esperto
      Esperto

      Puoi intestarla alla snc, ma pur sempre passando da una voltura “intermedia” a favore di tutti gli eredi.
      Per quanto riguarda il periodo di transizione, può anche andare bene, ma cautelativamente è meglio tenere traccia del fatto che avete avvisato l’assicurazione del decesso del contraente.

  43. Sergio

    Buongiorno,
    Mia madre è deceduta nel giugno 2015. Era intestataria di una utilitaria che le avevo regalato quindici anni fa. Ora l’autoveicolo è in mano ad un conoscente di mio padre, che la usa da diversi mesi a Lecce e provincia. So per certo che non è stata fatta nessuna richiesta di intestazione o passaggio di proprietà. Peraltro potrebbe anche (essere gravata) da fermo amministrativo o altre sanzioni, di cui non sarei a conoscenza, poiché io vivo a Milano. Potrei autorizzarne la rottamazione? Vorrei un parere urgente se possibile, perché mi preoccupano le conseguenze in qualità di erede.
    Sergio

    • Esperto
      Esperto

      Fai bene a preoccuparti, in quanto su di te, erede, ricadono tutte le responsabilità civili in solido, quali bolli e multe non pagate, oltre che eventuali danni cagionati a terzi e non pagati dall’assicurazione (cosa probabile in assenza di regolarizzazione della proprietà). Se non riesci a metterti in contatto con questa persona, fai una denuncia di perdita di possesso.

  44. Luca Sabatinelli

    Buongiorno. Mio padre è deceduto a fine Dicembre 2015. Io, mia madre e mia sorella abbiamo rinunciato all’eredità. L’eredità è passata ai miei tre figli che sono tutti e tre minorenni, mia sorella non ha figli. Mio padre era intestatario di due auto e delle relative assicurazioni. Cosa devo fare per regolarizzare intestazione e assicurazione delle auto al fine di poterle utilizzare? Una delle due auto la sto continuando ad utilizzare perché è sempre stata in mio possesso, mi possono per questo contestare la rinuncia all’eredità? In caso di rottamazione di una o entrambe le macchine come dovrei procedere? Grazie Luca

    • Esperto
      Esperto

      SI, ci sono gli estremi per la contestazione. Visto il coinvolgimento di minori forse sarà necessario l’intervento del giudice tutelare, ti consiglio quindi di farvi assistere da un avvocato o da un notaio per tutte le pratiche.

  45. Roberto

    Buonasera,
    mio padre è deceduto nel 2009, l’ auto era intestata a lui ma la polizza a me. l’ auto è stata acquistata con i benefici della legge 104 in quanto mio padre era disabile.
    non ho ancora fatto il passaggio di proprietà, sono in regola con l’ assicurazione ?
    Se faccio il passaggio posso perdere le classi di anzianità , sono in classe 1?

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Non sei in regola. Nell’articolo trovi dettagliata la procedura da seguire, la classe attuale andrà purtroppo perduta. Fallo quanto prima.

      • Roberto

        E se le dicessi che nel 2011 ho acquistato un ‘ altra auto intestata a me con polizza intestata a me in classe di merito 1 , secondo lei perderei anche quella ?

        Grazie

        • Esperto
          Esperto

          No, quella classe è tua.

      • Roberto

        Mi scusi,
        ma se la classe di anzianità appartiene storicamente a me da prima dell’ acquisto di questa auto, perché dovrei perderla ?

        Grazie

        • Esperto
          Esperto

          Purtroppo non è così. La classe appartiene sempre e comunque al proprietario del veicolo, indipendentemente da chi è il contraente della polizza.

  46. rosario

    buona sera.
    la questione e’ un po’ lunga ma cerchero di essere chiaro e breve, un amico muore, lasciando sulla mia propieta’ una moto , ce il libretto ma non il foglio di propieta, non si trova. non ci sono eredi, ovvero tutti hanno rimunciato . dopo due anni decido , consigliato, di denunciare il ritrovamento della moto alle autorita’ competenti , vigili urbani. nel codice civile , cose ritovate, dopo un anno se nessuno reclama, il bene ti viene assegnato .vengo denunciato dalla moglie divorziata e rinuciataria alla eredita’ per appropiazione indebita mi difendo e vinco , il fatto non sussiste,la moto non e’ mai uscita dalla mia propieta ed e’ a disposizione delle autorita’. nessuno si fa vivo.dopo circa due anni il sindaco mi consegna un documento protocollato che attesta il possesso del bene.per il pra questo non e’ sufficente per intestarsi il mezzo.cosa posso fare?
    grazie

    • Esperto
      Esperto

      Vicenda kafkiana all’Italiana! Secondo me potresti tentare una voltura a tuo favore da proprietario non intestatario, non saprei dire se puoi farla tu o farla promuovere da un parente fidato, in ogni caso non essendoci nessuno che possa reclamare la proprietà, di problemi non ve ne saranno. Costa due volte la IPT.

      • rosario

        Da Rosario
        Grazie proverò

  47. Anna Leo

    Buongiorno, il mio quesito è questo: ho acquistato un’auto intestandola a mia madre per poter usufruire dei benefici della Legge 104 (in quanto era portatrice di handicap), ma ho intestato a me la polizza. Ora mia madre è deceduta e la compagnia di assicurazione mi vuole mettere in 14a classe, nonostante io fossi l’intestataria della polizza e mia madre non fosse titolare di patente (quindi come poteva essere in capo a lei la classe di merito?). Come posso fare per riavere la mia classe di merito?
    La ringrazio

    • Esperto
      Esperto

      E’ corretto che la classe maturata da tua madre vada perduta, ma solo dopo la voltura del mezzo, finché è a lei intestato, la classe non può variare. Semmai, ti possono fare storie perché circoli con un’auto intestata ad una persona defunta, ma questa è un’altra storia.

  48. Maurizio

    Salve il mio quesito e’ questo:
    Macchina di mio padre decetuo un mese fa io ero nel suo stato di famiglia non sono unico erede perche’ ho un fratello che:
    – non vive con me
    – rinuncia da subito alla macchina.
    Faccio presente che ho gia’ una macchina intestata a me ed ovviamente con relativa assicurazione non della compagnia di mio padre.
    Vorrei chiedervi che procedure dovrei fare per intestare la macchina a me ed eventuale polizza assicurativa della stessa classe di mio, ove possibile ovviamente, magari con la mia compagnia e non con quella di mio padre.
    Grazie e buon lavoro

    • Esperto
      Esperto

      Vi è un errore di fondo: tuo fratello non può rinunciare alla sola auto, può eventualmente rinunciare a tutta l’eredità ma non solo ad una parte. E’ quindi obbligatorio che figuri anche lui nella prima voltura.

  49. Carlo

    Salve
    Espongo il mio caso per un aiuto
    Mia nonna e sue sorelle in totale 7 hanno ereditato anni fa un auto d epoca questa é presente anche nel foglio di accettazione del eredità. Non é mai stato fatto passaggio e l auto è stata radiata. Da anni l auto é stata prelevata da uno degli eredi da dove era parcheggiata e messa nel proprio garage. Ora mia nonna vuole o comprare l auto o vuole che questa sia venduta in modo da avere la parte che gli spetta in denaro ma alcuni eredi non vogliono in primis chi la ha nel garage. Come si può fare ? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      E’ un caso molto particolare, così in prima istanza io direi che a seguito della radiazione, se controfirmata da tutti gli eredi, tutti abbiano perso diritti sul mezzo, almeno da un punto di vista documentale. Per aver ragione della cosa occorrerà un avvocato che trovi qualche appiglio.

  50. Nadia

    Buongiorno,
    Mio padre è deceduto il 20/02 ed aveva due auto a lui intestate e assicurate. Gli eredi siamo io e mio fratello perché mia madre intende presentare rinuncia dell’eredità. Trasferendole entrambe a mio fratello col doppio passaggio, lui potrebbe prendere la CU 1 per via del fatto che era convivente con mio padre? Oppure potrebbe ugualmente usufruire della Bersani dato che mia madre (sempre convivente) ha una vettura a lei intestata in CU 1?

    • Esperto
      Esperto

      Le auto devono per prima cosa essere volturate ad entrambi. Se poi fate un secondo passaggio a tuo fratello, lui potrà applicare la legge bersani con tua madre, ma non può recuperare la classe che era di tuo padre.

      • Nadia

        Grazie. E poi la classe potrà mantenerla sempre anche nel caso cambiasse residenza e/o auto?

        • Esperto
          Esperto

          SI, basta non cambiare residenza subito.

  51. silvia4

    Buon giorno le scrivo x avere delucidazioni x questo problema mia figlia è proprietaria di un auto e come 2 proprietario mio padre che è morto ad aprile dell anno scorso adesso dovrebbe vendere l auto cosa deve fare premetto che al momento della successione che ho fatto (sono figlia unica) con mia mamma il notaio mi ha detto che non entrava nella successione saluto e ringrazio

    • Esperto
      Esperto

      E’ necessario fare prima una voltura per trasferire la proprietà del defunto ai suoi eredi legittimi, poi da questa situazione la si vende a chi si vuole.

  52. Giuseppe

    Buongiorno. Ho un camper intestato a me e mia moglie che e’ deceduta 9 anni fa. Ho due figli di cui uno sara’ maggiorenne tra un mese. durante questi anni ho utilizzato il mezzo pagando l’assicurazione intestata solo a me . Appena mio figlio sara’ maggiorenne, vogliamo venderlo. Chiedo gentilmente la procedura da seguire per fare tutto a norma di legge. Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Come descritto nell’articolo, dovete prima fare una voltura a nome di tutti gli eredi, da questi lo vendete a chi volete.

  53. Vincenzo

    Salve dovrei comperare un auto che e’ cointestata da eredi.
    Quando si andra’ all aci per il trapasso, basta solo una persona degli eredi per fare il trapasso? Essendo anziani e’ difficile fargli spostare tutti

    • Esperto
      Esperto

      No, occorre la firma di tutti, oppure fare una voltura da proprietario non intestatario, che però ha costo doppio.

  54. Vincenzo

    Buongiorno,
    nel 2004 mio padre ha acquistato un’auto. Nel 2008 l’abbiamo cointestata e a gennaio 2009 è deceduto.
    All’epoca mi era stato detto che non era necessario fare nulla. (non mi ricordo chi mi aveva detto questa cosa).
    L’assicurazione è intestata a nome mio. Ora considerando che devo vendere l’auto e mi sono accorto di questa cosa, sono nei guai? Cosa dovrei fare?
    Grazie anticipatamente

    • Esperto
      Esperto

      Non sei nei guai ma devi rimediare. La quota parte di tuo padre passa in successione, dovrai quindi fare una prima voltura che vedrà l’auto cointestata tra te e gli eredi. Forse dovrai pagare una penale per il ritardo. Successivamente la potrai intestare a chi la acquisterà, ovviamente con il benestare degli eredi. Nel frattempo, ricorda che non sei pienamente in regola con l’assicurazione.

  55. Giorgio

    Buongiorno mio papa’ e’ defunto ho fatto rinuncia eredita’ dovrei demolire la sua macchina come mi devo comportare?
    io ho un figlio di 17 anni puo’ diventare erede lui ? deve rinunciare anche lui?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Se hai fatto rinuncia, non devi assolutamente toccare l’auto.

  56. Stefania

    Salve avrei bisogno di un consiglio …..7 mesi fa e morta mia madre e un mese fa’ mio padre, abbiamo fatto la rinuncia al eredità…ora però c è questa macchina a nome di mia madre ….cosa ne dovrei fare o dove la devo portare ? Visto che noi abbiamo rinunciato a tutto …..

    • Esperto
      Esperto

      Ne abbiamo parlato spesso. Se avete rinunciato, quell’auto non è un vostro problema e, anzi, spostandola o rottamandola, rischiate che venga contestata la rinuncia all’eredità.

  57. Hyug

    Buongiorno,
    l’intestatario della polizza è deceduto il 27/02/2016. La polizza semestrale – scadenza rata 18/03/2016 e scadenza contratto
    Ho avvisato la compagnia assicurativa che non vuole rescindere il contratto, ma mi prospetta pagamento intera annualità e poi a seguito voltura il rimborso.
    Al massimo può sospendere la polizza dietro pagamento.
    E’ la prassi corretta?
    grazie

    • Esperto
      Esperto

      Direi di si.

  58. Fabio

    Buonasera. Auto cointestata a mia madre e ad un suo amico che ha fatto solo da garante. Mia madre è deceduta. Eredi di mia madre siamo io e mio padre ma quest’ultimo ha avviato pratiche per rinunciare alla sua quota di eredità. Posso vendere il veicolo ad un terzo come proprietario non intestatario (il cointestatario non fa problemi)? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Si è possibile, tuttavia è bene ricordare che questa voltura costa doppia IPT, motivo per il quale, se non vi sono impedimenti, sarebbe preferibile, a costa praticamente pari, procedere per la procedura normale di due passaggi.

  59. MASSIMILIANO

    Salve ho letto l’articolo perche’ anchio mi trovo in questa situazione, praticamente mio padre e venuto a mancare il 21/11/2015 intestatario di 3 auto tra cui anche la macchina che porto sempre io. Oggi mi scade l’assicurazione ma sono ancora fermo perche’ sentendo pareri discordanti non so’ di chi fidarmi( pareri di agenzie automobilistiche e non di amici ) Praticamente ce’ chi mi dice che le auto saranno intestate a tutti gli eredi compreso i mie fratelli e mia madre e ce invece chi dice che saranno solo intestate a mia madre e ce pure chi dice che posso intestarla a me con un unico passaggio basta che gli eredi facciano rinuncia…da tener conto che a loro ho esposto anche il testamento di mio padre dove dice che tutti i beni mobili e immobili gli affida a mia madre !!!!
    Secondo me il passaggio verra’ fatto solo a nome di mia madre essendo erede universale ma purtroppo mi dicono che sul testamento non compaiono i numeri di targa delle auto e quindi verra’ effettuato agli eredi………..sto uscendo pazzo, da tener conto che la successione non e stata ancora fatta ma la registrazione del testamento si, la ringrazio in anticipo per un suo consiglio

    • Esperto
      Esperto

      Le auto vanno obbligatoriamente intestate agli eredi. Se tutti i beni vanno a tua madre e voi non vi opponete, ritengo che sia corretto intestare le auto a vostra madre. Se avete dubbi su quali siano glie redi, meglio chiedere il parere di un notaio.

  60. Giuseppe

    Buongiorno,
    la contatto per avere delucidazioni in merito al mio caso in particolare ad una polizza RCA intestata a mio padre deceduto il 20/11/2015 con scadenza semestrale al 26/12/2015 e annuale al 26/06/2016 ora io ho provveduto all’intestazione del veicolo e l’aggiornamento del PRA ed ho cambiato assicurazione rinunciando alla classe di merito di mio padre il tutto il giorno 15/12/2015 ed ora il 01/03/2016 mi arriva un sollecito di pagamento da parte loro per i secondi 6 mesi, sollecito intestato a mio padre tra l’altro,
    ora vorrei sapere ma una volta che ho comunicato il decesso del contraente ed ho fatto tutto quello che c’era da fare sulle successioni e la nuova assicurazione tutto a mio nome, l’assicurazione precedente può chiedermi il pagamento della seconda rata o alla morte di mio padre il contratto decade anche se è in corso?
    la ringrazio anticipatamente per l’attenzione

    • Esperto
      Esperto

      Sicuramente dovevi informale la compagnia non tanto del decesso, quanto della avvenuta voltura: quella può bloccare la polizza; in assenza di avviso, la polizza continua il proprio corso. Se non avevi avvisato, blocca adesso e avrai il rimborso dallaa data di richiesta fino a scadenza, ma certamente dovrai pagare un saldo.

Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)