Home » Fine contratto di assicurazione » Assicurazione Auto: cosa fare in caso di decesso del proprietario

Assicurazione Auto: cosa fare in caso di decesso del proprietario - Pag.3

Decesso del proprietario dell'auto: ecco le procedure da fare
Decesso del proprietario dell'auto: ecco le procedure da fare
Questo articolo ha avuto molti commenti con risposte del nostro esperto, per praticita' li abbiamo divisi in piu' pagine. Questa e' una delle pagine dei commenti, cerca qui sotto se trovi la risposta alla tua domanda! L'articolo originale lo trovi qui: Assicurazione Auto: cosa fare in caso di decesso del proprietario .

2015-08-26

2.071 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. lisa

    Buongiorno,
    mio papà è deceduto 4 mesi e aveva un mezzo intestato (con relativa assicurazione) che attualmente utilizza mio fratello 20enne. Appena accaduto mi sono informata c/o l’assicurazione e mi hanno rassicurata che non ci sarebbero stati problemi di copertura assicurativa e che avremmo regolarizzato la situazione alla scadenza della stessa (che avverrà il 20 novembre c.a.).
    La successione non è ancora stata fatta e non riusciremo a farla prima del prossimo anno quindi dobbiamo regolarizzare la situazione assicurativa entro i prossimi 30gg.
    All’ACI mi hanno detto che è necessario fare il doppio passaggio (siamo 4 eredi) ma i miei dubbi riguardano l’assicurazione.
    E’ possibile che l’erede-figlio possa “acquisire” la classe di merito del defunto padre? c’è una legge che lo prevede?
    Grazie

  2. kevin

    Buongiorno; in sintesi= madre deceduta 4 mesi fa, ed era intestataria del veicolo(autocarro)_siamo in fase di successione_non si riesce a raggiungere un’ accordo per l’intestazione del mezzo_ il mezzo lo uso io; pago e sono intestato io l’assicurazione_Vigile ha tentato di ritirarmi il libretto di circolazione perchè ,a suo dire ,non ho fatto il passaggio di proprietà, in qualità d’erede ,entro i 60 gg ; mi sono rifiutato di consegnarglierlo. La motorizzazione /l’Aci non possono fare il passaggio se l’altro coerede non firma_ Che fare ?

    • Esperto
      Esperto

      Non vi sono dubbi sull’intestazione del mezzo: per legge va cointestato a tutti glie redi. Ciò che accade dopo, è affare privato della famiglia. Intanto fate la prima voltura, se la successione è definita.

      • kevin

        Buongiorno; ma il problema permane. A) possono ritirarmi il libretto ,se la successione non è definita,o anche se è stata definita ?__ B) se il coerede non firma,e di conseguenza la proprietà figura sul libretto ancora la deceduta; posso circolare con il libretto intestato alla defunta in qualità di coerede o no?

        • Esperto
          Esperto

          Provo a spiegarmi meglio: l’auto fa parte dell’eredità quindi non può essere che il coerede non firmi, lo può fare se rinuncia a tutta l’eredità e a quel punto il problema non sussiste più. Se accetta e non fa la voltura è un problema che va gestito. I rischi del circolare in assenza di successione sono vari e spiegati nell’articolo, il rischio maggiore non è tanto il ritiro del libretto, quanto la mancata copertura assicurativa.

  3. GIGI SILEO

    vi chiedo un po’ di informazioni. mio padre possessore di un auto è deceduto nel 2013. Gli eredi siamo mia mamma e noi 2 figli . Mio fratello vive al estero nella Comunità Europea. Per il passaggio di proprietà visto che la guiderei solo io, perchè mia mamma non ha la patente e mio fratello è all’estero; vorremmo presentare una pratica in unica istanza doppio passaggio. Il problema è che lui non può venire in Italia per l’autentica della firma. Come fare?
    Quale classe di assicurazione avrei?

    • Esperto
      Esperto

      Per la presenza di tuo fratello, prova ad accordarti con l’agenzia di pratiche auto. Quanto all’assicurazione, dipende dal tuo profilo di rischio relativo ad eventuali altre auto.

  4. Rosaria

    L’auto è intestata a mio marito deceduto 6 anni fa, ma l’assicurazione è sempre stata intestata a me. Mi hanno sempre detto che avrei potuto circolare, ma ora sento dire che non potrei circolare e che l’auto dovrebbe essere intestata a tutti gli eredi. Ho 3 figli di cui 2 sono minori ed 1 maggiorenne da 1 anno
    Vorrei maggior chiarimenti. Tutti mi danno soluzioni discordanti
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Confermo che va fatta la voltura agli eredi, la pratica è indubbiamente una seccatura specie se ci sono minorenni… Ti consiglio di affidarti ad una agenzia di pratiche auto.

      • Rosaria

        Vorrei sapere quali sono i rischi e la sanzioni e in caso di incidente se l’assicurazione potrebbe non risarcire.
        Grazie ancora

        • Esperto
          Esperto

          Il rischio maggiore è quello che l’assicurazione non paghi i danni in caso di sinistro, e il rischio di una verifica interna è tanto più alto quanto maggiore è l’entità del risarcimento.

  5. Carla

    Mia madre è deceduta il mese scorso e aveva un’auto. Le eredi siamo io e mia sorella. Nessuna delle due conviventi con la madre ma entrambe titolari di assicurazioni nella classe di merito più bassa. Abbiamo fatto già il passaggio di proprietà del veicolo alle eredi e in attesa di fare il secondo per intestarlo ad una sola di noi ci siamo informate per l’assicurazione. Ora ci viene detto che, alla scadenza della polizza attuale che viene adesso volturata, non sarà più possibile utilizzare la legge Bersani e l’assicurazione ripartirà dalla classe di merito più alta. E’ corretto? o dipende dalla compagnia assicurativa?
    Grazie della risposta

    • Esperto
      Esperto

      Purtroppo è corretto, se siete ancora in tempo NON volturate la polizza in corso, ma estinguetela, chiedendo il rimborso.

      • Carla

        Bene, ma se non faccio la voltura della polizza attuale intestata alla defunta, per poter utilizzare il mezzo regolarmente assicurato cosa devo fare?
        grazie

        • Esperto
          Esperto

          Da cointestato potete fare una polizza in classe CU 14, oppure fate la seconda voltura a favore di una sola di voi e usate la legge Bersani o la polizza di una vostra auto venduta. Talvolta viene riconosciuta la legge Bersani anche alle auto cointestate, ma sono casi molto variabili, chiedete alla compagnia. La classe del defunto va in ogni caso perduta.

  6. Lucia

    Questo il quesito:il 3agosto 2015 mio padre è morto.Avevamo l”‘auto cointestata e così pure l’assicurazione.
    Cosa devo fare per mettermi in reglola sia per la proprietà che per la polizza?
    La parte dell’auto che era di mio padre andrebbe divisa con mia madre e mia sorella che non sono cmq interessate?
    Conserverò la classe di merito?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      La classe la conservi a tuo nome, tuttavia la quota di proprietà di tuo padre va obbligatoriamente in successione a tutti gli eredi, quindi dovrai fare una doppia voltura da questi a te.

  7. Zivile Arulyte

    Buongiorno. Mio marito è deceduto il 9-10-15, eravamo in separazione dei beni e abbiamo una figlia minorenne. Mio marito ha altri due figli grandi dal primo matrimonio. Così siamo in 4 eredi. Proprietario dell’auto era lui, ma contraente dell’assicurazione e conducente abituale sulla polizza risulto io. La polizza è stata appena rinnovata il 29-9-15. Vorrei poter guidare in regola l’auto (facendo intestazione temporanea e comunicando il decesso di mio marito all’assicurazione) in attesa che venga fatta l’accettazione dell’eredita con successiva voltura, ma essendo una minorenne in mezzo, immagino, che sarà una procedura lunga che coinvolgerà anche un giudice per la tutela dei minori. Ho letto suo articolo con grande attenzione e spero che mi possa correggere se ho sbagliato qualcosa nel mio piano d’azione da intraprendere e se può indicarmi la strada più veloce e meno costosa per diventare l’unica proprietaria dell’auto (se ho capito bene il doppio passaggio sarà inevitabile?). La ringrazio in anticipo.

    • Esperto
      Esperto

      Non posso sapere quale sarà l’asse ereditario, ma è facile prevedere che ci sarà più di un erede compresa la minorenne, pertanto la doppia voltura è facilmente ipotizzabile, ovviamente sempre che tutti gli eredi siano d’accordo nel dare a te l’auto! Verifica eventualmente se nella tua provincia vi sono agevolazioni per il doppio passaggio.
      In ogni caso, con l’intestazione temporanea e la variazione di contraente all’assicurazione, puoi circolare abbastanza tranquillamente in attesa della successione.

  8. Roberto

    Buongiorno. Un mio congiunto è deceduto senza eredi legittimi e lascia i propri beni per via testamentaria a sette legatari. Io e mio fratello, come legati, ereditiamo la casa e il box.
    Sul testamento, pur non citando in nessun punto l’autovettura, per i beni di cui sopra è dichiarato esplicitamente “la casa e il box con tutto quello che contengono”.
    Ora il box contiene tra l’altro, un’autovettura intestata al defunto.
    Possiamo, mio fratello ed io ritenerci unici proprietari dell’autovettura?
    Possiamo, producendo semplicemente una copia della pubblicazione del testamento, avviare le pratiche per la voltura?
    Grazie della risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Domanda molto complessa. Penso che si debba leggere per intero il testamento: se non vi sono riferimenti all’auto, direi che può considerarsi vostra.

  9. annamaria

    Mio padre nell’anno 2004 ha acquistato una autovettura nuova assicurandola a nome di mio fratello. A novembre del 2010 mio padre è morto e l’autovettura è rimasta a mio fratello senza il mio consenso. non è stato fatto l’atto di successione del mezzo e ora scopro che l’autovettura è assicurata a nome della moglie la quale è in separazione di beni.
    Posso sapere se in caso di incidente il veicolo è coperto da assicurazione e come ha fatto mo fratello a intestare l’ assicurazione alla moglie.

    • Esperto
      Esperto

      L’assicurazione può essere intestata a chiunque, il problema è che non è in regola la proprietà del veicolo.

  10. Mauro

    Buongiorno,
    mio zio è deceduto pochi giorni dopo aver rinnovato l’assicurazione annuale della sua auto col pagamento dei primi sei mesi; ora, la stessa, richiede i restanti sei .
    Non avendo ne’ moglie ne’ figli ed avendo lasciato il suo conto corrente ai figli della compagna, chi deve ottemperare (se dovuto) all’onere in questione ?!?
    Ringrazio anticipatamente.

    • Esperto
      Esperto

      Spetta agli eredi legittimi, che devono essere individuati, in qualche modo. Direi che anche tu potresti rientraci.

      • Mauro

        Scusate, non vorrei essere “pesante” ma gli “eredi sono coloro che ereditano un qualche cosa”…i “discendenti” non è detto che siano anche eredi…o sbaglio !?!

        • Esperto
          Esperto

          E’ così, è per questo che dicevo che è importante individuare gli eredi.

  11. mirko

    Salve, a giugno di quest’anno è deceduto mio padre che era propietario di un veicolo e contraente della polizza.
    Io, mia madre e mia sorella (non residente con me e mia madre) siamo gli eredi. L’assicurazione ci ha detto che non è possibilie “ereditare” la classe di merito di mio padre in quanto uno degli eredi (mia sorella) non è residente con mia madre (che era coiunge in comunione dei beni).
    Domande:
    1) è corretto cosi ci ha detto l’assicurazione?
    2) se vero non è quindi più possibile ereditare la classe di merito di mio padre?

    grazie

    • Esperto
      Esperto

      Non è del tutto esatto, anche se, nella sostanza forse cambierà poco… la discriminante è se i tuoi genitori erano sposati in regime di comunione dei beni o meno. Se lo erano, la classe è recuperabile da tua madre, su una auto mono-intestata a lei, in tutti gli altri casi no. La residenza di tua sorella non ha alcuna influenza.

      • mirko

        Prima cosa grazie per la risposta.
        Si, i miei genitori erano in comunione dei beni ma mia madre non ha alcun veicolo intestato a suo nome.
        Se acquistasse oggi un altra auto e fosse lei l’unica proporietaria potrebbe in questo caso mantenere la classe di merito di mio padre stipulando una nuova polizza?

        grazie
        ancora

        • Esperto
          Esperto

          E’ così, confermo.

        • mirko

          Salve,
          l’assicurazione mi ha nuovamente confermato che per il mantenimento della classe di merito del defunto è necessario che tutti gli eredi risultino sullo stesso stato di famiglia ovvero residenti allo stesso indirizzo, a quanto mi dicono la legge attuale prevede questo per cui neanche acquistando un nuovo veicolo e stipulando una nuova polizza sarà possibile per il coniuge in comunione dei beni “ereditare” la classe di merito.

        • Esperto
          Esperto

          Sbaglia. Due volte, in primis perché (confermo) che la classe può essere riconosciuta al coniuge in comunione dei beni. Inoltre NON può essere riconosciuta agli eredi con stessa residenza! Il tuo assicuratore sta erroneamente guardando la sola applicazione della legge Bersani, che in caso di decesso non può essere fatta. Il riconoscimento al coniuge in comunione dei beni è invece diretto e la legge Bersani non viene chiamata in causa.

        • mirko

          Capisco, ma a quale legge posso appellarmi se la compagnia si rifiuta di concedere il mantenimento della classe di merito verso mia madre? cioè per telefono c’è poco da fare, continuano a dirmi di no.
          Con l’ultimo certificato di rischio in mio possesso potrei provare a rivolgermi presso un’altra compagnia?

          grazie

        • Esperto
          Esperto

          Infatti, la soluzione più pratica in questi casi è proprio cambiare compagnia…. o anche solo minacciare di farlo!

  12. Matteo

    Buongiorno,
    Il cugino di mia mamma e’ deceduto lasciando in erede sua mamma di 89 anni intrasportabile.
    Noi vorremmo visto il valore dell’auto regalare a una notro conoscente l’auto chiedendo solo di pagare il passaggio di proprieta’.
    Come si puo’ fare senza muovere l’erede da casa?

    • Esperto
      Esperto

      Dovrebbe avere un tutore legale, tuttavia vi ricordo che il costo del passaggio sarà doppio, dovendo obbligatoriamente il primo essere fatto verso gli eredi.

      • Matteo

        Mia mamma ha aperto i documenti per diventare il tutore, ma ci vuole ancora tempo.
        Volevamo donare l’auto vecchia senza un grosso valore ma ben tenuta e funzionante a una persona che ne ha un urgente bisogno.
        Pero’ non ho ancora capito ( ho chiesto all’ACI) se pagando il doppio passaggio posso io o mia mamma fare il passaggio senza portare mia zia in ufficio.
        Comunque grazie della cortese risposta

        • Esperto
          Esperto

          Potete fare la procedura di voltura da proprietario non intestatario, costa il doppio di IPT. Non in tutte le ACI sanno come funziona.

  13. Barbara

    Un nostro cliente è deceduto orma da più di 5 anni lasciando la vettura presso la nostra officina. Abbiamo più volte contattato l’erede anche tramite avvocato, chiedendo di venirsi a prendere la vettura, inutilmente.
    Come dobbiamo procedere? E possibile fare un passaggio di proprietà intestato la vettura all’officina? Quale documentazione occorre? E a chi dobbiamo rivolgerci?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      La situazione è delicata, in quanto non è consigliabile abbandonare il veicolo sulla pubblica via, in quanto formalmente ti è stato consegnato in custodia e quindi è sotto la tua responsabilità. Penso che la via migliore sia continuare sulla strada legale, creando i presupposti per vantare un credito. Tramite l’avvocato invia una messa in mora sia per la riparazione (se avvenuta) che per le spese di custodia, che saranno ingenti visto il lungo periodo trascorso. In caso di mancata risposta, vai dal giudice di pace, che disporrà il pignoramento dell’auto.

  14. Nunzio

    Buongiorno, il padre di mia moglie è deceduto un anno fa. Era comproprietario insieme alla figlia (mia moglie) di un’auto usata in tutto e per tutto dalla figlia.
    L’assicurazione è stipulata (intestata) alla figlia.
    Gli eredi sono 3 figli (compresa mia moglie).
    La compagnia di assicurazione ha detto che per loro non ci sono problemi in quanto il contratto è stipulato dalla figlia e il nome del defunto non appare da nessuna parte del contratto di assicurazione, per cui il veicolo è coperto e non c’è bisogno di fare nulla.
    Per quanto riguarda la proprietà, vale anche qui il discorso della doppia voltura, prima agli eredi e poi a mia moglie, anche se solo per la quota di proprietà del defunto (50%)?

    • Esperto
      Esperto

      Confermo, vale la doppia voltura. Sulle osservazioni della compagnia, le prenderei alla leggera… è una situazione che non può perdurare all’infinito, fate quindi i passaggi prima possibile, e ricordfate che se intestate l’auto alla madre, si dovrà partire con una storia assicurativa nuova.

  15. Francesco

    Salve la mia domanda è la seguente : qualche giorno fa è venuto a mancare un parente a me molto vicino la macchina a lui intestata per accordi con i parenti tocca a me!! Adesso chiedo posso fare a nome mio una nuova assicurazione ( Nn ho mai avuto assicurazioni a nome mio) anche se il veicolo resta intestato a lui??? Oppure altre soluzioni economiche ??? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Tutte le possibilità sono elencate nell’articolo.

  16. Leandro

    Salve, ho un quesito da porre !!! Da circa 10 mesi sto utilizzando un veicolo di proprietà di una zia che è deceduta a gennaio !! A fine anno scade l assicurazione annuale intestata a nome della defunta !!! Ho parlato con un dipendente dell Aci, la quale mi ha detto che devo fare prima il passaggio di proprietà a nome di mio padre e poi a nome mio!! Quindi in sostanza dovrei pagare 2 passaggi di proprietà !!! Adesso chiedo ma Nn è possibile intestare l assicurazione del suddetto mezzo direttamente a me pur Nn essendo il titolare del mezzo?? Vi ringrazio anticipatamente !!! Cordiali saluti

    • Esperto
      Esperto

      Leggi attentamente tutto l’articolo, affronta proprio il tuo caso e propone alcune soluzioni.

      • Leandro

        La ringrazio in anticipo per la sua celere risposta !!!! Purtroppo Non ho trovato la conversazione!! Potrebbe essere così gentile da ricopiare la risposta !!!! Grazie ancora

        • Esperto
          Esperto

          L’articolo qui sopra, cui questi commenti fanno riferimento!

  17. Stefano D'Ippolito

    Salve, è possibile fare una intestazione temporanea alla motorizzazione anche dopo la successione?

  18. Gianluca

    Mia madre è portatrice di handicap ed stata riconosciuta in condizione di handicap in situazione di gravità con ridotte capacità motorie ridotte (L. 104/92 art. 3 comma 3), ha acquistato un veicolo con adattamento per persone disabili. Ha utilizzato tutte le agevolazioni fiscali consentite (IVA agevolata, detrazione IRPEF, esenzione bollo, esenzione imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà). Nel caso di suo decesso come mi devo comportare considerando che sono l’unico erede?. Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Normalmente, le agevolazioni beneficiate non vengono richieste indietro, ma ovviamente vengono annullate quelle in corso, ad esempio l’esenzione bollo.

  19. Agnese

    Salve, io volevo sapere come funziona in questo caso: mio nonno ha fatto un incidente stradale a Giugno a causa di un colpo di sonno, è deceduto dopo 1 mese, oggi (5 ottobre) ci è arrivata una multa che riguarda l’incidente. Cosa si fa in questi casi?

    • Esperto
      Esperto

      Ritengo che faccia parte dei debiti della successione.

  20. Luca

    Salve, mio padre è deceduto il 15/08/2014.
    Ora dopo essere stata ferma per un pò di tempo abbiamo deciso di vendere l’auto.
    Gli eredi legittimi siamo io, le mie 2 sorelle e mia madre (in comunione dei beni).
    Ci hanno detto che l’unica soluzione era fare il doppio passaggio prima da mio padre agli eredi e dopo un secondo passaggio ad un unico erede.
    Ora che la situazione è cambiata e vorremmo vendere l’auto a terzi la soluzione rimane quella di fare il doppio passaggio da mio padre agli eredi e dagli eredi a terzi o c’è una soluzione diversa?possiamo fare in questo caso un unico passaggio.
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Purtroppo confermo doppio passaggio in entrambe le condizioni. verificate se la vostra provincia è tra quelle che danno agevolazioni.

  21. sandra

    Buonasera,
    mio padre e deceduto a gennaio 2015.siamo tre eredi , mia madre ,io e mio fratello.Abbiamo fatto gia il passaggio dell auto a mia madre in comunione dei beni.ora dovrei prendere io l’auto. Mia hanno consigliato un comodato d’ uso per nn pagare un ulteriore passaggio .. ma e’ possibile ?Ma poi l’assicurazione chi la paga? potrei prendere la classe di merito ? O puo restare tutto intestato a mia madre ?Grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      Puoi usarla senza problemi tenendola intestata tua madre e senza fare nessun comodato ne’ intestazione temporanea, nessun problema. Puoi anche assicurare a tuo nome, l’unica cosa da ricordare è che la classe del veicolo in ogni caso rimarrà di appartenenza a tua madre.

  22. mestessa

    Salve, ad agosto 2015 mio padre è deceduto. in famiglia siamo rimasti io mio fratello e mia madre. mio padre aveva tre macchne intestate a lui.A una di queste che ho sempre usato io ma della quale lui era il proprietario e contraente dell’assicurazioneho provveduto a fare presso un’agenzia automobilistica un passaggio di proprietà dato che uso questa macchina ed è stato fatto diretto a me. poi sono andata dall’assicuratore che ha detto che mantenevo la classe di merito e nella nuova assicurazione risulto io proprietaria ma il contraente mio padre che è deceduto…come è possibile, io all’impiegato ho dato il certificato di morte. tutta questa procedura è esatta? cosa devo fare ormai?
    grazie

    • Esperto
      Esperto

      Questa procedura è tutta sbagliata a partire dal primo unico passaggio dio proprietà. Accettiamo questo, tu adesso devi assicurare l’auto con una nuova polizza: puoi usare la classe di una tua eventuale auto venduta, o la legge bersani con un’auto del tuo nucleo familiare (ma non con polizze di tuo padre!), oppure ancora andare in classe Cu 14.

  23. Antonio

    Contraente deceduto, proprietario di due auto entrambe intestate a lui. Compagnie assicurative diverse.

    La prima auto adesso è utilizzata dalla moglie. Ci hanno proposto di intestarle l’auto con un doppio passaggio di proprietà (ai co-eredi e poi alla moglie stessa); in questo caso la compagnia ha detto che, essendo in comunione dei beni, acquisisce la classe del defunto marito ( la C.U., giusto?) e ci ricalcolerà il premio.

    Il mio primo dubbio: non si può cointestare l’auto agli eredi e calcolare il premio avendo lei come intestataria della polizza volturata ? Magari indicando all’assicurazione o all’agenzia pratiche auto che la moglie è il primo intestatario ?

    La seconda auto invece è utilizzata da uno dei due figli, facente parte del nucleo familiare. La compagnia di assicurazione ci ha proposto di lasciare l’auto cointestata agli eredi – senza ulteriori passaggi di proprietà; il figlio acquisisce la classe del padre.

    Il mio secondo dubbio: la Bersani, a quanto ho capito, non permette di passare la classe tra padre defunto e figlio erede. Parlava della C.I. o è realmente possibile ? Mi aspetto che il figlio comunque debba partire dall’ultima classe e non da quella del padre…

    Grazie Esperto
    Cordiali saluti

    • Esperto
      Esperto

      Per la prima auto confermo tutto, occorre l’intestazione alla sola coniuge. Per la seconda ho invece molti dubbi… bisognerebbe capire come e perché riconoscono la classe del padre. L’argomento delle auto cointestate è lungo, prova intanto a leggere il nostro relativo approfondimento che trovi in queste pagine.

  24. Stefano S.

    Buongiorno,
    mio padre è deceduto lo scorso 5 maggio 2015. L’auto regolarmente assicurata è da me usata. L’assicurazione mi aveva dato telefonicamente 6 mesi per effettuare il passaggio di proprietà e l’agenzia pratiche auto non mi ha mai menzionato dell’obbligo entro i 30 gg del decesso del passaggio di proprietà. Stavamo decidendo cosa fare (l’auto è del 2001 e non vale molto economicamente) ed ora credo che oltre al doppio passaggio di proprietà (mia madre con noi figli e poi io in qualità di erede unico dell’auto) si debba sostenere anche la multa per ritardata voltura… mi conferma la cosa, grazie

    • Esperto
      Esperto

      E’ così’, ma la multa non è elevata.

  25. roberto

    salve,mia madre e’ deceduta ed era intestataria di un’auto che e’ stata venduta,non avendo aperto la successione e essendoci altri eredi,posso chiedere il rimborso del residuo dell’assicurazione facendo intestare solo a me l’assegno?
    il nostro problema e’ che abbiamo tutti gli eredi che abitano fuori e non riusciamo momentaneamente a riunirci per aprire la successione.
    quello che mi interessa sapere e’ se posso,magari firmando una liberatoria,farmi carico io di tutto e poi girare le quote agli altri.
    grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Per prima cosa, mi chiedo come sia stato possibile vendere l’auto in assenza di successione. per quanto riguarda il rimborso della polizza, ricordo che questo decorre dal giorno della richiesta, non della vendita, e che anche in questoc aso la compagnia si troverà in difficoltà sull’emettere l’assegno… se lo fa a nome del defunto, come farete ad incassarlo?

  26. gianfranco

    Buongiorno, con l’intestazione temporanea fatta in motorizzazione non è possibile stipulare una polizza assicurativa? viene aggiornato il libretto? quali rischi si corrono? grazie
    gianfranco

    • Esperto
      Esperto

      L’intestazione temporanea non varia la polizza assicurativa, che continua a seguire il profilo del proprietario per quanto riguarda il calcolo del premio. Meglio è variare il contraente se era intestata ad un defunto.

      • gianfranco

        faccio la domanda in altro modo :) premesso che sarei uno degli eredi di una vecchia macchina intestata a mio papa, e mi sembra assurdo dover pagare un passaggio di proprietà (450 euro) per una cosa che è di fatto già mia (o della famiglia).
        Vorrei quindi trovare un altro modo per essere in regola con l’assicurazione che scade a novembre, fin tanto che la macchina possa camminare, circa un anno o due ancora.

        1) se faccio il cambio di intestazione temporanea in motorizzazione viene aggiornato il libretto di circolazione?
        2) se ho il libretto aggiornato con i miei dati posso stipulare una polizza come contraente e proprietario senza incorrere in rischi per i sinistri con colpa? oppure sono il contraente ma non il proprietario? va bene lo stesso se il proprietario è deceduto?
        3) anche se sono intestatario temporaneo devo trascrivere al PRA?
        grazie
        gianfranco

        • Esperto
          Esperto

          In breve: è fattibile ma con qualche rischio. L’argomento è già affrontato per esteso nell’articolo, se lo leggi trovi tutte le risposte.

  27. Claudio

    Salve, il papà della mia compagna era proprietario di un auto e titolare di polizza assicurativa in prima classe. Purtroppo è defunto e gli eredi hanno fatto tramite agenzia di pratiche auto un doppio passaggio di proprietà dell’auto alla madre che era in comunione dei beni e quindi potrà ereditare la classe di merito universale. Ora l’assicurazione sta creando problemi dicendo che non potrà fargli la voltura della polizza perché nell’atto di compravendita dell’auto compare la figlia (cosa necessaria perchè uno degli eredi doveva fare le veci del defunto nella fase di doppio passaggio di proprietà). Ma è possibile una cosa del genere? Per legge è questa la procedura? Grazie 1000

    • Esperto
      Esperto

      Se l’auto adesso è al 100% intestata al coniuge, ha pieno diritto ad avere riconosciuta la vecchia polizza. Forse la compagnia ha fatto confusione con la voltura intermedia verso tutti gli eredi?

      • Claudio

        Si ora è intestata unicamente al coniug, solo nella fase di doppio passaggio è stata intestata in un primo passaggio ad uno dei figli perché l’agenzia di pratiche auto diceva che tecnicamente era necessario.

        • Esperto
          Esperto

          Tutto corretto, la polizza deve essere riconosciuta.

  28. Fabrizio

    Buonasera, mia madre è deceduta nel febbraio 2015 era proprietaria di una autovettura con contratto assicurativo annuale con scadenza 20.01.2016 e pagamento semestrale ( scadenza 20.07.2015). L assicurazione, nonosta nte informata circa il decesso di mia madre ( contraente e proprietaria) mi informa che dobbiamo onorare il pagamento del semestre e che , avendo provveduto ad eseguire un intestazione temporanea, possiamo circolare tranquillamente in quanto coperti da assicurazione e garantendomi che in caso di sinistro non ci sono problemi per i risarcimenti danni sia in caso di torto che in caso di ragione. E corretto? Posso fidarmi? O sono esposto a qualche possibile contestazione in caso di sinistro? Grazie Fabrizio G.

    • Esperto
      Esperto

      E’ corretto, anche se ad essere pignoli io preferirei avere una traccia scritta del fatto che la compagnia abbia ricevuto l’informazione che il proprietario è deceduto.

  29. Milena

    sono cointestataria con mio padre deceduto nel 2012 di una automobile. Per il passaggio di proprietà una agenzia aci romana mi ha chiesto la spropositata cifra di 450 euro più bolli. Mi domando se e come posso ovviare a questo salasso. Grazie della vostra gentile risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Ricordiamo che gran parte della spesa è dovuta ad IPT e non dipende dalla agenzia ma dalla tipologia di veicolo (dai cavalli).

  30. carla

    Mio padre deceduto 21 aprile 2015, era proprietario di una Fiat Panda. Ho già provveduto alla voltura come unico erede. Poiché io stessa risultavo già contraente della polizza con scadenza 8 aprile 2016, ho comunicato all’assicuratore il decesso del proprietario, esibendo certificato di morte e copia del libretto di circolazione riportante la nuova intestazione dell’auto a me stessa. Perché mi viene richiesto di esibire anche la dichiarazione sostitutiva di atto notorio, visto che ho già dovuto farla per il Pra? E’ corretta la richiesta dell’assicuratore?

    • Esperto
      Esperto

      SI, può chiederlo… ma secondo me il punto è un altro: leggi alla mano, non ti sarà riconosciuta la polizza che era a tuo nome, in quanto riferita ad auto intestata a terzi (tuo padre). Prima di produrre documenti inutili, chiedi meglio…

      • carla

        Grazie per la sollecita risposta. Se ho ben capito potrei correre il rischio di finire in classe 14 in quanto figlia non convivente. ? Avendo però la mia auto già assicurata da anni presso la stessa compagnia in classe 1, questo non conta? Se l’assicutatore mi facesse problemi in quel senso, corro dei rischi se lascio la polizza così com’è (cioè io contraente, mio padre proprietario/assicurato) fino alla scadenza, avendo già fatto la voltura al Pra? Grazie mille!

        • Esperto
          Esperto

          Non puoi lasciare la polizza così. Il punto è che la classe è sempre riferita al proprietario del veicolo, indipendentemente dal contraente. La convivenza non conta in questo caso. Tu andrai in classe CU 14 oppure in una classe migliroe se hai possibilità di usare la legge Bersani con un’altra auto.

  31. Silvana70

    Buonasera chiedo cortesemente come posso fare per non incorrere in situazioni spiacevoli. Mio marito è deceduto a giugno 2015 , mio figlio e io abbiamo fatto rinuncia ad eredità per non dover pagare dei debiti in essere. Unico bene la macchina intestata a mio marito ma polizza di assicurazione intestata a me. Devo usare la macchina per pochi collegamenti dal paese alla città. Come posso fare? L’assicuratore mi ha detto che non c’è problema per loro. Ho pagato regolarmente il semestre di assicurazione e anche il bollo che scadeva a luglio. Ma ora non vorrei avere problemi per l’intestazione del libretto di circolazione. Grazie per la risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Se intendete rinunciare all’eredità assolutamente non usate l’auto, perché questo significherebbe implicita accettazione del bene e con esso di tutta l’eredità compresi i debiti.

    • Silvana70

      Ringrazio per la sollecita risposta ma non so cosa devo fare con assicurazione e bollo. Da quanto ho capito non dovendo più usare l’auto la lascio in mezzi ad una strada ma devo avvisare qualcuno, tipo vigili urbani ecc . ? Di conseguenza non dovrei pagare nè bollo nè assicurazione. L’auto può essere rottamata? dove abito non ci sono comodità per fare spesa e quindi un mezzo di trasporto mi è necessario. Veramente mi trovo in un bel imbarazzo. Ringrazio ancora per la disponibilità e per la precisione delle risposte. Grazie

      • Esperto
        Esperto

        Sembrerà strano, ma la cosa migliore è disinteressarsi completamente dell’auto, dato che qualunque azione potrebbe significare accettazione implicita dell’eredità. Magari potreste informare della situazione la polizia Municipale, ma sempre senza “toccare” l’auto.

  32. Peppe

    Mio padre ha 2 auto intestate a suo nome (senza poterle guidare) acquistate con Legge104/92. Gli auguro di vivere ancora molto molto a lungo, ma in caso di un suo decesso, quali sarebbero le “conseguenze economiche” per gli eredi per i vari passaggi, l’attuale esenzione bollo, etc.? Chi viene considerato come erede? Vale la pena fare il passaggio finché è ancora in vita?

    • Esperto
      Esperto

      Gli eredi sono quelli legittimi secondo legge o testamento… sulla convenienza della voltura in vita, può esserci, specie se andranno a persone che non sono glie redi o comunque mono-intestate.

  33. Massimo De Nardi

    Salve, ho una vespa intestata a. mio zio che è morto da circa 20 anni e nessuno ha mai fatto il passaggio di proprietà, quindi è ancora intestata a lui, come posso fare affinchè diventi io il proprietario ?
    Distinti saluti

    • Esperto
      Esperto

      Il mezzo va obbligatoriamente in successione agli eredi. Se questi sono d’accordo, facendo due volture, il mezzo può poi essere intestato a te.

  34. Roberto

    Salve, le espongo il mio caso:
    mia moglie deceduta tre mesi fa risultava propiretaria dell’auto e di cui ho gia effettuato la variazione presso l’ACI, io sono sempre stato il contraente per l’assicurazione. Nonessendo in comunione dei beni non posso usufruire della classe attualee ma passare alla C.U. 14. Chiedo se vi può una soluzione grazie.

    • Esperto
      Esperto

      La polizza che era di tua moglie è perduta. Può esserci una soluzione rispetto alla CU 14 se in famiglia avete altre auto, con le quali applicare la legge Bersani.

  35. Aldo

    salve,
    ho una macchina cointestata a me e a mia mamma(deceduta) , l assicurazione è intestata solo a me.
    siamo 6 eredi e mio papa’, io e i miei fratelli abbiamo fatto una rinuncia all eredita a favore di mio papa.
    vorrei sapere se posso circolare liberamente senza nessun pericolo di sanzioni?
    se è necessario volturare la macchina sostituendo il nome di mia mamma con l unico erede che risulterebbe mio papa unico erede dopo la rinuncia di noi figli?

    • Esperto
      Esperto

      SI, la successione della quota di proprietà di tuo padre sarà inevitabile, nel frattempo puoi far formalizzare tu come guidatore abituale.

  36. Fabio

    Salve, desidero sapere se; la classe di merito di una persona defunta può essere trasferita al coniuge (in comunione di beni), su un’altra auto. Premetto che il veicolo sul quale era attiva la polizza è stato rottamato. In attesa di risposta, la ringrazio in anticipo per la sua disponibilità

    • Esperto
      Esperto

      SI, è possibile, e mi raccomando, SENZA legge Bersani, ma direttamente.

      • Fabio

        quindi non devo comunicare nulla alla compagnia? (attestato di rischio)

        • Esperto
          Esperto

          Certo che devi comunicare, anzi, l’operazione deve essere fatta dalla compagnia, tu specifica che vuoi un trasferimento diretto e non con legge Bersani.

  37. valter

    Buongiorno, volevo chiedere per evitare problemi di sucessione, posso mettere un’altra persona in caso di mia morte sul certificato di propietà della mia auto?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      L’auto è tua, puoi intestarla a chi desideri.

  38. Marco

    Buona sera avrei una domanda, mia suocera è venuta a mancare a dicembre 2013 e nel 2012 aveva avuto un incidente stradale. Ora a settembre 2015 ci ha contattato un avvocato per la liquidazione della pratica, sa se devo effettuare una rettifica alla successione oppure no?

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Se ne dovrebbe occupare la compagnia che all’epoca copriva l’auto…

      • Marco

        Se ne occupata, ma la mia domanda era se dovevo inserire la cifra liquidata nella successione o no…

        Grazie

        • Esperto
          Esperto

          Su questo non saprei con certezza, ma se è liquidata dalla compagnia non credo.

  39. Laura.

    Mio padre è deceduto il 1 di settembre 2015, a fine settembre scade la sua polizza assicurativa.
    l’agenzia assicurativa ci ha garantito che possiamo rinnovare l’assicurazione a nome del defunto per un altro anno ancora, quindo fino a settembre 2016, in quanto abbiamo un anno di tempo per sistemare tutto con la successione. mi posso fidare?

    • Esperto
      Esperto

      Io insisterei per fare comunque un cambio di contraente, non dovrebbe comportare costi aggiuntivi!

  40. giuly

    buongiorno avrei una domanda nel nostro comitato viveva uno straniero e aveva un ciclocarro …………purtroppo è deceduto non ha familiari …….l’assicurazione scade a dicembre 2015 l’assicurazione ci ha detto che possiamo usarla fino a scadenza ……………..dopo la scadenza cosa bisogna fare grazie

    • Esperto
      Esperto

      Non credo che abbiate alcun diritto su questo mezzo: se non vi sono eredi sarà un bene acquisito dallo Stato. Per questo, io non sarei così sicuro di poterlo usare non solo dopo la scadenza della polizza, ma anche adesso….

  41. diego

    Buongiorno,
    nel dic 2014 è deceduto mio padre , proprietario di un auto e intestario dell’assicurazione.
    Dobbiamo ancora fare il passaggio di proprietà/successione a mia madre , che sappiamo dover fare entro un anno dal decesso.
    Tra 15 gg scade l’assicurazione auto ancora intestata a mio padre. Possiamo fare un’assicurazione intestata a mia madre con una nuova compagnia , mantenendo la classe di merito 4 di mio padre ?
    Vi informo che erano in comunione dei beni e ovviamente conviventi ,

    grazie e saluti

    • Esperto
      Esperto

      E’ più semplice: afte un cambio di contraente di quella attuale.

  42. AGO

    Abbiamo fatto il trapasso dell’auto di papa defunto intestandola a tutti e 3 i coeredi oggi 12/0902015.Chiedo cortesemente a quale nome fare il bollo che è scaduto in data 31/08/2015,perchè l’ACI ci ha detto che per quest’anno è da fare ancora a nome di mio padre,è vero?.
    Grazie per la cortese risposta

    • Esperto
      Esperto

      In verità non è nominale, comuqnue se era scaduto prima della voltura, è corretto farlo relativamente alla precedente proprietà.

  43. angela

    buona sera , le vorrei sottoporre il mio caso per vedere se si può trovare una soluzione non “costosa” per l’rca, allora le spiego: mia madre ha due fratelli, uno di essi è morto a gennaio e viveva con noi, non era sposato ne aveva figli, però non faceva parte del nostro stato di famiglia, zio aveva una fiat panda ( anno 2000 all’incirca e 900 o 1000 di cilindrata) che usava lui, ora gli unici eredi sono mia mamma e l’altro fratello e si deve fare la voltura dell’intestazione dell’auto, il fratello gliela cede a mia madre e quindi mia madre diventa unica erede dell’auto del defunto fratello, la mia domanda è questa: può mia madre ( che non ha nessuna assicurazione a suo nome e nessuna auto intestata) acquisire la cu del fratello defunto che era in una buona classe? anche perché la macchina ormai vecchia non vale tanto… e pagare una cifra enorme tra i vari passaggi ed in più l’assicurazione, sarebbe una cosa assurda! si possono trovare altri ” trucchetti” per non pagare tanto di assicurazione? può consigliarci lei? in una sua celere risposta la ringrazio anticipatamente.

    • Esperto
      Esperto

      Non è possibile, tale polizza va purtroppo perduta. Occorreranno inoltre obbligatoriamente due volture. Per risparmiare sull’assicurazione, bisogna attingere ad eventuali altre auto del nucleo familiare, tramite la legge Bersani.

  44. federico

    salve la mia situazione è un po complicata, a seguito di una scissione di una società, io mi ritrovo sul terreno di mia proprietà un camper appartenuto ad un socio ormai deceduto 1 anno fa, i figli hanno accettato la sua eredità ma non hanno provveduto a rimuovere questo camper, ormai un rottame dalla mia proprietà, come mi devo comportare ?

    • Esperto
      Esperto

      Gli eredi avendo accettato l’eredità ne sono responsabili. Puoi richiedere la rimozione a loro, cercando una soluzione pacifica, oppure puoi chiamare la Polizia Municipale. Talvolta nelle aree private intervengono, talvolta no. Come extrema ratio, rimorchialo sulla pubblica via e dopo chiama i vigili o abbandonalo li.

  45. Massimo

    Buongiorno,

    chiedo ancora un consiglio su questa terribile odissea che sto passando riguardo la macchina di mio padre che putroppo l’anno scorso è venuto a mancare.

    L’auto è una Fiat Punto HLX16v 59Kwh del 2001.

    La pessima assicurazione con cui devo rapportarmi (Admiral, ConTe), inizialmente non voleva riconoscermi la classe di mio padre e pretendeva di farmi ripartire dalla 14 classe.

    Ho effettuato la successione al PRA (ho sbrigato la pratica senza passare per agenzie, ho risparmiato 130 euro, al costo di due viaggi a via Cina, sede del PRA a Roma) cointestando la macchina a me a mia madre.

    Mi è riconosciuta (almeno informalmente) la classe di mio padre (la 1) ma ora l’assicurazione si è inventata una cosa ASSURDA:
    siccome il passaggio è avvenuto il 4 agosto, per loro la macchina è un nuovo acquisto e quindi… resettano tutto e vogliono farmi pagare più di NOVECENTOQUARANTA euro .. per una Punto del 2001!!

    Per loro la macchina è vecchia, l’acquisto è nuovo quindi è una condizione che il loro sistema valuta di rischio.

    La macchina ovviamente è LA STESSA dei mesi precedenti, il contraente è LO STESSO (ovvero io), capisco che il proprietario è diverso (che ora coincide con il contraente) ma è solo un aspetto burocratico:
    se finora l’hanno valutata 460 euro circa come possono ora valutarla 940?
    E’ un chiaro abuso.

    Per me era fondamentale attivare questa polizza per consolidare l’eredità della 1 classe, infatti io non sono mai stato assicurato.

    Premesso che oggi richiamerò l’assicurazione per contrattare ulteriormente, chiedo a voi come dovrei comportarmi:

    1- se faccio un preventivo online come dovrei compilarlo, posso indicare la 1 classe?
    2- potrebbe ripresentarsi con altre compagnie la problematica relativo ad un nuovo acquisto?
    3- quanto dovrei aspettarmi di media come costo della polizza? Una macchina vecchia non dovrebbe pagare poco?
    4- compagnie di pratiche auto potrebbero aiutarmi e a che costo?

    Infine un’ultima domanda, come mossa della disperazione:
    ci sono i presupposti per rivolgermi ad un’associazione dei consumatori?

    Vi ringrazio anticipatamente.

    • Esperto
      Esperto

      A mio avviso, il nuovo prezzo è alto in quanto la nuova polizza è stata calcolata in classe CU 14. Il comportamento della compagnia non è a tuo sfavore, bensì è normale, in quanto così prevede la legge! La polizza del defunto eventualmente può essere trasferita solo al coniuge superstite, e solo se vigeva la comunione dei beni, su una auto a lui mono-intestata.

      • Massimo

        La ringrazio della tempestiva risposta, ma a me hanno detto che il motivo è dovuuto al passaggio che, vista la data del 4 agosto, per loro rappresenta un nuovo acquisto.

        Mia madre era in comunione dei beni ed è cointestataria del mezzo,
        in caso dovessi compilare un preventivo dovrei far figurare lei come proprietaria dell’auto così da poter indicare la prima classe?

        • Esperto
          Esperto

          Si, è la stessa cosa… a seguito della voltura, la vecchia classe va perduta. Tua madre deve avere la classe convertita a suo nome, per farlo occorre una seconda voltura a lei soltanto.

  46. Pietro

    mio padre è deceduto a dicembre 2014, gli eredi sono tre mia madre in comunione di beni, il sottoscritto convivente e mio fratello che vive in un’altra regione.
    l’assicurazione intestata a mio padre scade fra un mese.
    per legalizzare la situazione anche in vista di una possibile vendita, per evitare il doppio passaggio si può effettuare la trascrizione ex art. 94 a favore di mia madre già intestataria di un’altra auto e della relativa polizza per poi successivamente venderla ad un terzo effettuando così un solo passaggio?
    Nel frattempo si può circolare con la trascrizione a favore di mia madre e la nuova polizza sempre intestata a mia madre mantenendo la classe di merito di mia madre?

    • Esperto
      Esperto

      Con la trascrizione puoi circolare, ma non puoi vendere a terzi.

      • Pietro

        per quanto tempo si può circolare? la nuova polizza quindi intestata a mia madre può ottenere la stessa classe dell’altra auto sempre a lei intestata?

        • Esperto
          Esperto

          Indefinitamente, nella consapevolezza che la sanzione quando sarà fatta la voltura sarà più alta tanto più tempo passa (non molto invero, più che altro interessi). Per la polizza, in assenza di cambio proprietario del veicolo, afte una variazione dio contraente della polizza del defunto.

  47. Stefano

    Buongiorno, espongo il mio caso: 2 anni fa è deceduto mio padre. Non ho ancora aggiornato il certificato di proprietà dell’auto , l’assicurazione è intestata a me , è possibile aggiornarlo ora? Vado incontro a delle sanzioni? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Si, le sanzioni ci sono ma non sono elevatissime, variano in base alle imposte dovute.

  48. kevin

    l’intestataria mia madre è morta ; l’assicurazione dell’auto la pagavo io ed era intestata a me – l’auto è intestata a mia madre – siamo in due eredi , io vorrei donarla a mio figlio minore , il fratello non vuole. A dirla tutta a mia madre gliel’ò intestata io senza ricevere un cent da lei; l’ho fatto solo per togliere la vettura dalle “grinfie ” della ex moglie _Però va da sè che ereditiamo in due e la metà ,volente o nolente ,è del fratello,che non ne vuol sapere della realtà dei fatti:_ che fare?

    • Esperto
      Esperto

      Non è banale uscire da una empasse del genere. Una soluzione potrebbe essere quella di far usare la vettura al fratello minore, ovvero con il consenso di due terzi degli eredi, ma lasciandola intestata a tutti e 3. La cosa non è esente da rischi, il terzo potrebbe denunciare una perdita di possesso…

  49. pippo

    Salve,
    mio padre è deceduto 6 anni fà. Ad oggi sia l’autovettura sia il contratto assicurativo sono ancora intestati a mio padre. In assicurazione ci hanno sempre detto che non ci sarebbe stato alcun problema a continuare così e quindi ci siamo fidati.
    3 mesi fà accade un sinistro che vede coinvolti 2 veicoli,tra cui la mia autovettura, più un terzo veicolo che ha provocato una turbativa determinante ai fini del sinistro verificatesi. Abbiamo presentato denuncia del sinistro e non abbiamo ricevuto la risposta della controparte venendo così accettata la mia versione dei fatti.La mia compagnia assicurativa respinge la richiesta di indennizzo diretto e dichiara che per loro la polizza non è valida in quanto intestata ad una persona deceduta, nonostante i premi siano stati sempre pagati regolarmente e nonostante non ci sia stato mai imposto un divieto a rinnovare il contratto assicurativo anno dopo anno.
    Desideravo gentilmente sapere quali sono i mezzi e/o diritti assicurativi e legislativi che ho per tutelarmi da questa situazione e per ottenere il risarcimento danni.
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Ecco, purtroppo per te, una lampante conferma di quanto andiamo sempre sostenendo: una polizza assicurativa intestata ad un deceduto non è regolare, e le magagne escono fuori in occasione dei sinistri. Per cercare di avere ragione dovresti riuscire a contestare questa posizione della tua compagnia adducendo qualsiasi prova del fatto che ti avevano confermato che la polizza fosse regolare.
      Peraltro, ricordiamolo, un semplice cambio di contraente è una operazione semplice e subito fattibile e mette al riparo da questi rischi.

  50. Andrea

    Buonasera,
    mio suocero è deceduto nel mese di luglio 2015 ed era proprietario di una Renault clio, che ora gli eredi (mia moglie e mia suocera) vorrebbero vendere o dare in permuta parziale per l’acquisto di altra macchina, al più entro la fine dell’anno 2015.
    La macchina pur essendo parcheggiata sulla pubblica via, non circola in quanto non la usa nessuno.
    Non ho ancora dato comunicazione all’assicurazione, né ho intenzione di farlo.
    La dichiarazione di successione è già stata fatta da mia moglie e mia suocera.
    Come si dovrebbero comportare mia moglie e mia suocera unici eredi, per minimizzare i costi legati alla vendita o permuta della macchina.
    Ringrazio per la risposta.
    Saluti

    • Esperto
      Esperto

      Se l’obiettivo è venderla o darla in permuta, sarà inevitabile una prima voltura che passi la proprietà dal deceduto a loro, eredi. Non se ne può fare a meno.

      • Andrea

        È stato chiarissimo. Le chiedo un’altra cosa. Potrebbe mia suocera (priva di patente) ereditare la classe di merito (classe 1) del defunto marito, con cui era in comunione dei beni, da utilizzare per l’assicurazione di una nuova macchina da acquistare, che verrebbe intestata solo a mia suocera, senza passare dalla Bersani?
        La ringrazio

        • Esperto
          Esperto

          Si, possibile, l’assenza di patente non è un problema (al massimo comporta un piccolo aumento).

  51. JESSO

    Buongiorno,
    mio padre è deceduto e di sua proprietà aveva solo un motociclo di 150cc.
    Gli eredi tra moglie e figli sono 5, il commercialista ci ha comunicato che la moto in questione non è un bene successibile. E’ vero? La moglie vorrebbe intestarlo a lei come si può fare? grazie

    • Esperto
      Esperto

      Non vedo perché non dovrebbe essere un bene in successione… a mio avviso lo è.

  52. Franco cerrato

    alla morte di mio padre l’auto è stata intestata in successione a me e a mia sorella , non conviventi , entrambi patentati e con auto assicurata .
    la nuova polizza dell’auto dovrà partire dalla classe peggiore o potrà fare riferimento alla classe peggiore deidue cointestatari?

    • Esperto
      Esperto

      A mio giudizio va in classe CU 14, ma molte assicurazioni offrono addirittura la più vantaggiosa tra le due classi dei due cointestatari… chiedete a loro. Per approfondire l’argomento, leggete il nostro articolo “Legge bersani per auto cointestate”.

  53. Mario Lufino

    mio suocero deceduto, vorrei intestare l’auto di piccola cilindrada x mio figlio. mio figlio risiede un’altra provincia, mia moglie e mia suocera sono gli unici eredi, come posso fare x risolvere questo problema?

  54. emiliano

    Buonasera
    A Roma macchina (88kv) e assicurazione intestata a mia madre che non c’é piü.
    Mio padre (comunione dei beni)solo,la usa.
    Siamo due figli.
    Il metodo per pagare di meno?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Intestazione temporanea a tuo padre e cambio contraente della polizza a suo nome… ma prima o poi la successione andrà fatta (leggi qui sopra in merito alle sanzioni).

  55. valentina

    buonasera..mio padre e’ deceduto…il 5 gennaio 2015 ..e il 2 febbraio la compagna e le sue figlie hanno fatto la denuncia per il furto dell’auto avvenuto il 31/12/2014..la macchina era coperta da assicurazione furto e incendio..io abito lontano da mio padre..a grosseto..mentre loro abitano a catania..di regola la polizza doveva indennizzare a me dato che sono l’unica erede..nonche’ figlia legittima..ma non ho possibilita di sapere quale assicurazione aveva mio padre..come posso fare??

    • Esperto
      Esperto

      Qui c’è un contenzioso sulla successione, occorre un avvocato.

  56. josto

    in cosa si può incorrere se si ritarda ad effettuare la dovuta prassi (con il PRA e con la’assicurazione) di intestazione auto dopo che il proprietario è deceduto dal 2011, premeto che in partenza si era in tre(moglie e figli del propriettario) dal 2014 solo due (figli)

    • Esperto
      Esperto

      Fai pure riferimento al paragrafo “sanzioni e rischi” dell’articolo.

  57. nadia

    Buonasera, pngo il quesito:
    Auto intestata a persona deceduta nel mese di luglio 2015, assicurazione e bollo scad. 31/08/2015. Si decide di non fare subito la dichiarazione di successione, il coniuge superstite, in comunione dei beni, che conduce in modo continuativo l’auto decide di fare la trascrizione ex 94 cds. Per quanto riguarda la polizza assicurativa, può subentrare al “de cuius” usufruendo della classe di merito di quest’ultimo?

    • Esperto
      Esperto

      Ne ha diritto, ma la polizza può essere aperta solo su un’auto intestata al coniuge superstite. Nel transitorio, penso che la compagnia non dovrebbe fare storie a fare un semplice cambio di contraente, per poi trasferire il contratto una volta effettuata la voltura.

  58. Stefano

    Scusate, vi chiedo una precisazione

    Nelle prime righe dell’articolo c’è scritto che in caso di morte del proprietario, gli eredi hanno tempo 6 mesi per effettuare la variazione sul libretto di circolazione

    Mi potreste cortesemente indicare l’articolo di legge o del codice della strada che prevede questa cosa?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Giusto oggi abbiamo aggiornato l’articolo con alcune novità normative, ti prego quindi di rileggerlo, la “tolleranza” di 6 mesi praticamente non c’è più.

      • Stefano

        Buongiorno
        Grazie mille per la risposta

        Effettivamente la cosa suonava strana anche a me…tutte le volte che chiedevo delucidazioni a Polizia, Carabinieri o perfino alle agenzie di pratiche nessuno mi sapeva aiutare…
        alla fine un mio cliente poliziotto mi ha dato la soluzione…la norma non la trovavo perché….non è mai esistita :D

        Sembrava strano ma…non è necessario fare il passaggio di proprietà, fintanto che non viene fatta la successione, che va fatta entro 10 anni (ex 480 CC)
        Nel frattempo, l’eventuale “erede in pectore” che usa la macchina in modo continuativo, personale e esclusivo per più di 30 giorni deve fare la trascrizione ex 94 cds che costa mi pare sulla trentina di euro

        Fatta la successione allora sì occorre fare il passaggio e la successiva trascrizione sul libretto entro 60 gg…

        la cosa però mi è sempre suonata strana…e tuttora lo è…ma non trovo alcun articolo che dica il contrario…

        • Esperto
          Esperto

          Infatti, è esattamente quello che adesso abbiamo indicato anche noi. Il termine di 6 mesi nasceva dal vecchio termine di 6 mesi (adesso portato a 12) entro il quale effettuare le pratiche di successione, pratiche che, come abbiamo visto, in realtà sono possibili fino a 10 anni, sebbene con penali.
          Ribadisco ancora una volta che la relativa libertà di utilizzo dell’auto del defunto deve però passare da una regolarizzazione della posizione assicurativa del mezzo, aspetto ben più critico.

  59. MAURO

    Buongiorno,volevo fare questa domanda : mio suocero (vedovo)era proprietario di una macchina a cui aveva pagato la prima rata semestrale con inizio gennaio e scadenza fine giugno 2015, purtroppo e’ deceduto a fine
    gennaio .Il percorso con il passaggio agli eredi entro sei mesi dal decesso e una ulteriore intestazione del libretto e’stata fatta, ma per l’assicurazione,purtroppo, non ci aveva pensato ancora nessuno, come ci
    dobbiamo comportare ? Visto che siamo gia’ nel secondo semestre, dobbiamo pagare anche la seconda rata delll’assicurazione?
    Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      La polizza attuale non ha alcun valore, quindi terminatela il prima possibile, ma temo che alla compagnia sarà dovuto un saldo almeno fino al momento della disdetta. Ri-assicurate poi il veicolo con una nuova polizza… se è cointestata agli eredi è probabile che dovrà andare in classe cu 14.

  60. giovanni

    Buonasera, mia madre e mio padre erano cointestatari di un auto. Mio padre è deceduto. Mia madre ha continuato a guidare l’auto fino al rinnovo della polizza, che però stata è stata rifiutata dalla compagnia assicuratrice che richiede un doppio (triplo? quadruplo?) passaggio di proprietà, da mio padre a me + mio fratello e da me + mio fratello a mia madre ( se optassimo per il proprietario unico). Quanti passaggi di proprietà devo fare? Paradossalmente mi conviene completare solo il primo passaggio a me e a mio fratello e lasciare cointestata l’auto a tutti e tre, perché tra poco, se e quando mancherà mia madre, altrimenti dovrò pagare un altro oltraggioso e onerosissimo passaggio di proprietà da mia madre a me e mio fratello? Come limitare i danni da questo pazzesco incubo amministrativo? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      La prima voltura è verso tutti gli eredi, la seconda a chi desideri… quindi al massimo due passaggi. Nota che in alcune province vi sono agevolazioni per questa doppia voltura, se fatta in contemporanea, verifica presso una agenzia di pratiche auto.

      • giovanni

        Quindi se ho capito bene, se facessi una voltura sola, l’auto risulterebbe intestata a mia mamma, me e mio fratello. Se la lasciassi così cointestata non solo eviterei la doppia volturazione ma anche se dovesse mancare anche mia mamma non spenderei più nulla essendo la macchina già intestata a me e mio fratello, gli eredi, giusto? Grazie

        • Esperto
          Esperto

          No, in tal caso occorrerebbe una ulteriore voltura per togliere la cointestazione di tua madre.

Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)