Home » Fine contratto di assicurazione » Assicurazione Auto: cosa fare in caso di decesso del proprietario

Assicurazione Auto: cosa fare in caso di decesso del proprietario - Pag.3

Decesso del proprietario dell'auto: ecco le procedure da fare
Decesso del proprietario dell'auto: ecco le procedure da fare
Questo articolo ha avuto molti commenti con risposte del nostro esperto, per praticita' li abbiamo divisi in piu' pagine. Questa e' una delle pagine dei commenti, cerca qui sotto se trovi la risposta alla tua domanda! L'articolo originale lo trovi qui: Assicurazione Auto: cosa fare in caso di decesso del proprietario .


2015-08-26

2.270 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. anna

    ho ereditato l’automobile di mio marito insieme ai miei due figli minori, non ho ancora l’autorizzazione del tribunale al passaggio di proprietà, ma ho l’accettazione dell’eredità e la successione, la macchina ha quindi ancora come intestatario mio marito deceduto da più di 60 giorni , ma la polizza dell’assicurazione è stata intestata a me, è possibile??? mi chiedo, che tipo di rischio corro in caso di sinistro?? grazie

    • Esperto
      Esperto

      Non la hai spostata tu? Comunque, contatta la compagnia e descrivi la situazione, se hai il via libera da loro, non ci sono problemi.

  2. Barbara

    Mio papà è deceduto. Aveva due auto intestate di cui una era, di fatto, la mia. Gli eredi legittimi siamo io e mia mamma. Io non convivevo con lui, mia mamma sì. Mi sembra di aver dedotto dalle risposte che ho letto che solo mia mamma ha diritto ad ereditare la classe di merito con conseguenti due volture per ogni auto (tot. oltre 2000 euro preventivo del PRA!). Le domande:

    1) Non esiste altra via, dato che un’auto di fatto era già mia?
    2) Mia mamma non ha la patente e non guida, il discorso della classe vale comunque?
    3) In tal caso potrei continuare ad utilizzare l’auto intestata a mia mamma insieme all’assicurazione?

    Molte grazie per il Vostro tempo

    Barbara – Varese

    • Esperto
      Esperto

      La classe va a tua madre solo se vigeva la comunione dei beni, il fatto che non abbia patente non ha importanza, può essere utilizzata però solo su una auto, non su entrambe, per la seconda userete la legge bersani e a quel punto potrebbe convenire intestare l’auto a te, o lasciarla cointestata.

      • Barbara

        Ti ringrazio molto per la tempestiva risposta ma ho ancora un dubbio: la legge Bersani non è riservata ai famigliari conviventi?

        • Esperto
          Esperto

          SI, davo per scontato che lo foste, in alternativa se la intesti a te puoi applicare la legge con un’altra eventuale auto del nucleo familiare attuale, oppure fare due volture e intestarla interamente a tua madre e appliacre la legge con se’ stessa.

  3. Marta

    Buonasera,
    ex marito morto (eravamo divorziati). Dopo il divorzio ho continuato a usare l’auto di sua proprietà e con assicurazione intestata a Lui perchè comunque ci siamo lasciati in buoni rapporti e avrei dovuto fare il passaggio di proprietà a breve,ma non ho appunto fatto in tempo causa suo decesso.Come ci si comporta per intestarla alla sottoscritta nel momento in cui non sono erede, ma gli eredi non hanno problemi che l’auto diventi mia? Essendo l’auto molto vecchia “vale la spesa per l’impresa” ?
    Saluti.

    • Esperto
      Esperto

      Dovete fare la procedura tramite uan doppia voltura di cui la prima agli eredi, Se ne valga la pena non saprei, considerate un doppio costo di passaggio di proprietà e il fatto che dovrai ripartire con una nuova polizza, presumibilmente in classe CU 14 se non hai altre auto, ma questo vale anche se cambi il mezzo.

  4. Cinzia

    Buonasera, mio zio è deceduto 15 gg. fa. Gli eredi sono la figlia, (moglie e 2 figli) del figlio deceduto 3 anni fa.
    Nessuno degli eredi ha interesse a intestarsi una seconda macchina quella dello zio che è del 1993.
    Vorrebbero donarla a mia figlia, neopatentata. Da come ho capito bisogna seguire tutta una serie di passaggi per legge burocratici e costosi. Premetto che mi rivolgerò all’ufficio della motorizzazione della mia provincia nel frattempo chiedo a voi indicativamente qual è la prassi da seguire.

    • Esperto
      Esperto

      Non ci è scelta: si deve prima passare da una voltura verso tutti gli eredi.

  5. federica

    Buongiorno,
    mi trovo in una situazione delicata su cui vorrei un parere professionale.

    Mio padre è mancato ad aprile di quest’anno lasciando i propri beni ai due figli eredi legittimi ed includendo una terza persona (estranea alla famiglia) nelle sue volontà.

    Nel patrimonio di mio padre è inclusa un’autovettura di sua proprietà e con polizza a lui intestata, che era solita usare la compagna (non moglie e non citata nel testamento!).
    Essendoci stati degli screzi in famiglia, questa persona (madre del figlio del defunto, ossia di mio fratello) ha deliberatamente riassicurato l’auto a nome del defunto e contratto una polizza per un periodo limitato senza avvisare la totalità degli eredi.

    Preciso che l’apertura della successione è stata fatta in maggio e non è ancora conclusa. Tutti abbiamo accettato con beneficio d’inventario.

    Mi domando se questo comportamento sia riprovevole e se ci sono da parte di questa persona e dell’assicuratore infrazioni alle leggi vigenti.

    Grazie per la disponibilità,
    saluti

    • Esperto
      Esperto

      Premesso che questo non è un parere “professionale”, ti rispondo comunque volentieri. Questa persona sta usando l’auto senza titolo. Proprietari sono gli eredi legittimi e ne sono peraltro anche responsabili civilmente in solido con il guidatore. Dovete quindi regolarizzare la proprietà e l’uso di questo mezzo; se non c’è accordo, avete solo una via: denuncia per appropriazione indebita. La posizione dell’assicuratore sarebbe da valutare, probabilmente ha solo rinnovato ignorando il decesso.

  6. Michela

    Buongiorno,
    Vi sottopongo il quesito: in data 21.10.2012 si verifica un sinistro stradale, successivamente si scopre che questo veicolo non era assicurato. il conducente di questo veicolo non ne era il proprietario, quest’ultimo nel frattempo è deceduto (28.09.2013). E’ stata inoltrata la richiesta al fondo vittime della strada ma in tanto sono stati citati in giudizio gli eredi del proprietario, E’ possibile che questi ultimi debbano risarcire il danno provocato dal suddetto veicolo?

    • Esperto
      Esperto

      Può essere, ovviamente deciderà il giudice.

  7. luca

    Salve, le sottopongo la mia situazione se potrà aiutarmi.
    Auto intestata a mia moglie deceduta a luglio 2015, prima classe, siamo in separazione dei beni ed io ho una mia auto intestata a me in prima classe.
    Ora mi sta per scadere l’assicurazione di mia moglie , come devo comportarmi calcolando che l’auto è ancora intestata a lei cosi come la polizza?

    grazie

    • Esperto
      Esperto

      Ti rimando all’articolo, che descrive in dettaglio il tutto.

  8. Sergio Patelli

    Buonasera, vorrei un consiglio sull’acquisto di un’auto nuova cointestata con la mia compagna:
    abbiamo residenze diverse, ma due figlie naturali (nostre), una maggiorenne ed una minorenne. Nel caso di morte di uno dei due cointestatari, il veicolo dovrà essere necessariamente effettuare il passaggio di propietà alle figlie per il 50%?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      La quota parte del deceduto va in successione ai propri eredi.

  9. Giuseppe

    Buon giorno. Mio padre è deceduto il 12 luglio 2015. Per quanto riguarda l’auto (unico bene in suo possesso, senza alcun attivo ereditario di alcun tipo) ho avuto più volte modo di leggere che la voltura al PRA va fatta entro 60 giorni dalla Dichiarazione di Successione. Nel nostro caso (io, mia madre e mio fratello) non è però stato necessario presentare alcuna dichiarazione di successione all’Agenzia delle Entrate,
    DOMANDA — in assenza, quindi, di una dichiarazione di successione (perché non prevista dalla Legge), come ci dobbiamo regolare in merito ai tempi di trascrizione dell’autoveicolo? Entro quando dobbiamo effettuare la trascrizione per non incorrere in sanzioni? (oppure vi siamo già in qualche modo incorsi — e se sì, di che tipo?)
    Grazie infinite per il Suo tempo e le Sue preziose risposte

    • Esperto
      Esperto

      Scusami per il ritardo nella risposta. In effetti le auto non vanno comunque nella dichiarazione di successione, essendo beni mobili, ho modificato la prima parte dell’articolo, adesso fornisce una risposta più chiara al tuo dubbio.

      • Giuseppe

        Grazie per la gentile risposta. Questo significa che il tempo massimo a nostra disposizione, prima che decorrano i 60 giorni entro i quali effettuare la voltura al PRA, è di 12 mesi dal decesso di mio padre, giusto? Vale a dire entro 12 mesi dal decesso dovremmo accettare formalmente l’eredità (con apposita dichiarazione — anche se proprio questo obbligo ci risulta dubbio, poiché gli unici eredi sono moglie e figli e nostro padre non aveva alcun bene o patrimonio, per cui secondo la legge dovremmo essere esclusi dall’obbligo di presentare la dichiarazione di successione all’Agenzia delle Entrate ) e poi, entro i successivi 60 giorni procedere con la voltura al PRA giusto? Quindi, 12 mesi + 60 giorni di tempo in totale, giusto?
        Grazie ancora!

        • Esperto
          Esperto

          E’ tutto dettagliato nella prima parte dell’articolo.

  10. Maria Angela

    Buongiorno
    Mio marito è deceduto 1mese fa e la macchina era intestata a lui mentre l’assicurazione era a mio nome e dato che ho tre figlie tutte maggiorenni, abbiamo fatto la doppia voltura (come ci è stata consigliata dall’agenzia dell’ACI) intestando a me la macchina al 100%. Adesso la mia assicurazione non riconosce il fatto che la classe di merito di mio marito passi a me anche se avevamo la comunione dei beni. Secondo voi cosa dovrei fare? Cambio assicurazione?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Sarebbe più comodo che fosse riconosciuta dalla stessa compagnia, per evitare di dover annullare e rifare il contratto, con perdita del denaro relativo alle imposte. Prova ad insistere, facendo una richiesta formale per scritto, inviata per conoscenza anche ad IVASS.

  11. de lucia maria

    ho ereditato,per testamento, i beni della persona defunta tra cui un auto,non vi sono altri parenti. L’assicurazione è scaduta,ovviamente l’auto al momento non circola.Cosa farein, attesa della successione, sia per il passaggio di proprietà che per l’assicurazione?

    • Esperto
      Esperto

      Se la vuoi usare tu, puoi fare una indicazione di guidatore non proprietario in motorizzazione ed una polizza RC a tuo nome.

  12. Stefania

    Buongiorno, vorrei porre tale quesito. Mio padre deceduto in data 12/11/2015 era intestatario sia come proprietà sia come assicurazione di due auto. Noi eredi (io mia mamma e le mie 2 sorelle) avremmo intenzione di non rinnovare più le assicurazioni che man mano scadranno e quindi di tenere le auto in box privato e di metterle in vendita a terzi.
    Vorrei sapere se prima dobbiamo fare la voltura delle auto verso noi eredi per poter vendere le automobili oppure si può fare tutto all’atto della vendita quando avremo trovato gli acquirenti?
    Grazie mille.

    • Esperto
      Esperto

      Dovete fare comunque la voltura intermedia verso gli eredi.

  13. Anna

    Buongiorno
    mi marito è deceduto a gennaio 2012. Abbiamo fatto nei termini la pratica di successione rinunciando io e uno dei miei figli allla eredità. Il figlio minore ha avuto l’eredità che consiste in una attività di officina che sta portando avanti. Tale attività contempla anche un carro attrezzi che mio figlio utilizza regolarmente.
    Purtroppo non è stato ancora fatto il passaggio di proprietà del mezzo nel senso che risulta ancora intestato a mio marito. In che problemi potrebbe incorrere? Sanando adesso la situazione ci saranno sanzioni molto elevate?
    Grazie per la cortese risposta

    • Esperto
      Esperto

      Meglio regolarizzare la proprietà mezzo, la sanzione non è molto ed è un passaggio necessario.

  14. gianni ciampolni

    Ho fatto il passaggio di proprieta’ dell’auto di mio padre defunto e per sbaglio e’ stato messo come proprietario anche il nome di mia madre(quindi auto cointestata); per circolare fino alla scadenza della polizza (21 gen 2016) l’assicurazione ha girato il contratto a mio nome; alla scadenza volevo usare la classe di merito della mia auto gia’ in possesso per avere cosi la classe 1( legge bersani) pero’ mi dicono che non e’ possibile perche’ mia madre non fa parte del mio nucleo familiare; quindi dovrei o partire dalla classe 14 o fare un nuovo passaggio di proprieta’ per figurare come proprietario soltanto io. Mi sapete dare qualche consiglio?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      E’ così. O voltura o CU 14. L’inserimento di tua madre, se erede, è comunque dovuto, e non sbagliato.

  15. Claudia

    Buongiorno mio padre è deceduto agli inizi di settembre 2013, io sono l’unica erede,ma per motivi economici, non ho fatto ancora la sucessione. La macchina di mio padre è rimasta ferma dopo un periodo di 6 mesi con cui avevo concordato con la compagnia il prolungamento dell’assicurazione. Ora vorrei riprendere l’utilizzo della macchina ma ci siamo accorti che esiste su di essa un fermo amministrativo per multe non pagate. Ora la mia domenda: posso intestarmi comunque la macchina rateizzando il debito di mio padre? Che cosa mi consgliate?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Devi prendere contatto con l’Agenzia delle Entrate o comunque con il creditore.

  16. Francesco

    Caso di morte di un papà proprietario d’auto: la moglie e l’unico figlio che spese dovranno affrontare per vendere l’auto? E’ comunque sia, quale risulta ad oggi la soluzione più economica per disfarsi di un veicolo con queste caratteristiche nella maniera più econominca possibile?
    Ringrazio in anticipo e saluto cordialmente

    • Esperto
      Esperto

      E’ possibile rottamarlo direttamente, altrimenti la vendita deve passare obbligatoriamente da una voltura dal deceduto agli eredi.

  17. rita

    vorrei esporre il mio problema: mio marito invalido con accompagno è deceduto il 24-02-2015 siamo in comunione dei beni, sono l’unica erede come da testamento pubblicato il 20-03-2015. l’auto è intestata a lui ma la polizza assicurativa a mè da diversi anni come devo comportarmi?? e a cosa vado incontro che per vari problemi non hò ancora fatto niente?? e col pagamento del bollo?? visto che lui era esente?? RINGRAZIO PER UNA VOSTRA RISPOSTA IN MERITO.

    • Esperto
      Esperto

      Sull’auto devi fare una voltura in modo da regolarizzare la proprietà a tuo nome, la polizza può essere riconosciuta senza problemi, mentre per il bollo l’esenzione terminerà, per il bollo rivolgiti all’ACI.

  18. Marco

    Buongiorno, è deceduto il contraente dell’assicurazione che risulta anche cointestatario dell’auto, io che sono anch’esso cointestatario posso continuare ad usufruire dell’auto fin da subito e mi è possibile stipulare una nuova polizza assicurativa a mio nome?
    Per quanto riguarda la regolarizzazione al PRA fino a quanto posso posticiparla?

    • Esperto
      Esperto

      Il caso non è dissimile da quello dell’auto mono-intestata, segui esattamente la procedura qui descritta, con la differenza che se intesti l’auto a tuo nome, hai diritto al riconoscimento diretto della polizza che era in essere.

      • Marco

        Scusa, intendi se intesto la polizza a mio nome?, perché l’auto sono già cointestatario!
        Se la polizza ora attiva è in classe 1 , la nuova polizza che effettuerò a mio nome indicherò la stessa classe di merito, corretto?

        • Esperto
          Esperto

          Per la precisione, sarà la stessa polizza. Non è ovvio, in quanto la polizza è di titolarità di tutti gli intestatari del veicolo, ma andando a diminuirne il numero, è possibile mantenere la polizza. Aumentarli, ad esempio, non sarebbe possibile.

  19. Mario

    Vi sottopongo questo caso:

    intestatario dell’autovettura deceduto; macchina acquistata in comunione dei beni. Eredi coniuge e fratelli; successione già presentata nei termini; coniuge superstite senza patente. La macchina viene utilizzata da terzi con la polizza intestata al de cuius solo per il trasporto del coniuge. Come regolarizzare la posizione senza costi eccessiv ?
    Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Il caso è del tutto standard, in quanto l’uso che si fa dell’auto non cambia la sostanza della procedura per regolarizzare proprietà e assicurazione, ti rimando dunque all’articolo qui sopra.

  20. antonella

    buonasera, ho un’auto cointestata con mio padre che purtroppo non c’è più. gli eredi siamo mia madre ed io, ( non siamo convivent)i. dobbiamo fare l’accettazione di eredità a giorni, ma non possiamo mantenere l’auto cointestata perchè l’assicurazione mi ha detto che può mantenere le condizioni della poliza di cui sono già intestataria e la classe di appartenenza solo se mia madre ,con un secondo passaggio, mi vende il suo 25%. altre assicurazioni mi hanno detto che basta fare un cambio di nominativo visto che lei erdita la classe come coniuge in comunione di beni ed io sono gia presente come proprietaria. chi ha ragione?

    • Esperto
      Esperto

      A mio avviso ha ragione la prima compagnia.

  21. pier

    Salve. E’ mancato mio padre, intestatario di un’auto. Gli eredi sono i tre figli (me compreso). L’auto è coperta da assicurazione sino ad ottobre 2016.
    E’ possibile fare una intestazione temporanea e poter circolare, essendo l’auto sotto copertura senza doverla cointestare? La cosa va comunicata alla compagnia?
    Inoltre nell’eventualità la compagnia non prevedesse la copertura per gli eredi, si può scindere il contratto e richiedere il rateo del premio?

    Un solo commento: se è l’auto che deve essere assicurata (non il conducente) perché una fattispecie simile non è configurabile come se mio padre mi avesse semplicemente prestato l’automobile?
    Grazie anticipatamente
    Saluti

    • Esperto
      Esperto

      Parto dalla fine: il problema è avere in essere un contratto con una persona che purtroppo non c’è più. A mio avviso potete fare l’intestazione temporanea, e quindi prendere accordi con la compagnia.

  22. Giulia

    Buongiorno,

    è mancato mio papà, attualmente intestatario di 2 autovetture. Eredi legittimi siamo io (figlia) e mia mamma, è possibile intestare un’auto a me ed una a lei evitando la doppia doppia voltura, oppure è necessario che ogni auto sia intestata per metà a lei e per metà a me in prima battuta?

    Grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      Purtroppo è necessaria la cointestazione per entrambe…

  23. carlo

    Buongiorno , dal giorno della morte ci sono 12 mesi per inoltrare all’ufficio delle entrate la successione. La stessa può essere accettata o meno entro 10 anni

    L’auto , però , non rientra negli stampati della successione ma va lo stesso agli eredi . Il tempo massimo per il passaggio di proprietà agli eredi è sempre di 12 mesi o come qualcuno dice è di 6 mesi ? quale articolo lo dice ? grazie

    • Esperto
      Esperto

      Ma perché non è nella successione? Dovrebbe esserci!

      • carlo

        Gli autoveicoli intestati al defunto non devono essere inseriti nella dichiarazione di successione ( modello 4 ) , ma bisogna fare l’intestazione al p.r.a. a nome degli eredi .

        Ecco perchè mi chiedo se i tempi stabiliti sono sempre 12 mesi o 6 mesi come qualcuno dice . ma quale articolo di legge lo prevede ?

        • Esperto
          Esperto

          A mio avviso, i tempi sono: 12 mesi per l’accettazione dell’eredità, da questa data 60 giorni per la voltura, ovvero per la trascrizione al PRA (regolamento del PRA sulle volture).

  24. laura

    Buongiorno,

    ecco il mio caso:

    polizza semestrale scadenza semestre 31/05/2015
    mia madre e’ deceduta il 08/01/2015
    l’assicurazione mi chiede il pagamento della seconda rata che va dal 01/06/2015 al 30/11/2015
    mi richiede la richiesta di annullamento polizza
    certificato morte
    dichiarazione sostitutiva atto notorio
    e stato di famiglia
    eredi siamo io mio fratello e mio padre
    io faccio nucleo familiare a se’ a cosa serve richiedere lo stato di famiglia? ho inviato tutto il resto della documentazione ma lo stato di famiglia devo pagarlo e non voglio spendere soldi.
    E’ corretta la procedura dell’assicurazione?

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Lo Stato di famiglia è assolutamente gratuito!

      • laura

        Se il certificato è in carta semplice, il costo è di € 0,50 (di cui € 0,26 per diritti di segreteria e € 0,24 rimborso stampati). In questo caso è necessario specificare l’uso, cioè l’articolo di legge per cui è prevista l’esenzione dall’imposta di bollo.

        Se il certificato è in bollo, il costo è di € 16,70 (di cui € 16,00 per marca bollo, € 0,52 per diritti segreteria e € 0,18 per rimborso stampati)

        • Esperto
          Esperto

          Vivi in un Comune caro, in molti è gratuito, senza neanche troppe specifiche! Comunque, dovrebbe bastare in carta semplice, no?

        • laura

          Ma perche’ dovrei spendere tempo e denaro quando ai fini assicurativi non serve sapere lo stato di famiglia anche perche’ non e’ detto che gli eredi rientrano nello stato di famiglia del deceduto inoltre l’auto e’ gia’ stata assicurata presso altra compagnia. Posso capire che lo stato di famiglia possa servire per recuperare la classe di merito ma non serve perche’ abbiamo utilizzato la legge bersani, in quanto mio padre, primo intestatario del veicolo ha intestato un altro veicolo dal quale abbiamo preso la classe di merito.

  25. elisa bonazzi

    buona sera, avrei un quesito da porre … settimana scorsa è deceduto mio zio, sposato senza figli, sua moglie è la sorella di mia madre … non avendo figli, e non avendo lasciato eredità riguardanti l’auto, mia zia ha espresso la volontà che la macchina la prenda io. ora il mio quesito è questo, premetto che sono gia andata in un ufficio pratiche auto per informarmi e mi hanno proposto questo:
    effettuare il passaggio di proprietà da mio zio a moglie, e successivamente fare un altro passaggio di propietà a me.
    altrimenti seconda opzione fare il passaggio di proprietà da mio zio a mia zia e successivamente fare un atto di vendita verso me, in questa seconda opzione risparmieremmo 300 euro circa rispetto ai due passaggi di propietà. è fattibile questa cosa? inoltre per mia zia essendo unica erede, non basterebbe una semplice voltura come erede?
    grazie in anticipo per la vs cortese risposta

    • Esperto
      Esperto

      La regola è sempre la stessa: l’auto deve obbligatoriamente passare da una prima voltura verso gli eredi legittimi. Se in questo caso è la moglie, così deve essere. Quello che potete fare dopo varia invece in base alle vostre esigenze… a norma dovresti intestare a tuo nome l’auto pagando una seconda voltura, ma potreste anche lasciare l’auto in testa alla zia. Ricordo le agevolazioni per la doppia voltura presenti in alcune provincie. Ciò che ti propone l’agenzia mi pare invece poco regolare.

      • elisa bonazzi

        grazie mille per la risposta, avevo anche io quaalche dubbio alla seconda proposta dell’agenzia, almeno che loro nn intendessero le agevolazioni che lei nomina in alcune provincie. vedrò di informarmi ulteriormente. per l’intestazione dell’auto, essendo di due regioni diverse, ci sarebbero problemi a fare una coointestazione, tra me e mia zia? ed essnedo appunto di due regioni diverse sono obbligata a fare tutte le procedure nella regione di residenza di mia zia? grazie mille

        • Esperto
          Esperto

          Non credo faccia molta differenza, l”agenzia saprà come gestire la cosa, anche con firme differite.

  26. Riccardo '46

    Mio cognato é deceduto, e gli eredi sono la moglie e le due figlie che sono sposate e non conviventi. Dovendo donare ad una Onlus la macchina, che é intestata a mio cognato, desidererei sapere qual’é la procedura per la donazione.
    Grazie per la risposta

    • Esperto
      Esperto

      Due volture, anche in questo caso, di cui la prima agli eredi.

  27. Francesca

    Salve, dunque mio nonno e’ deceduto a maggio 2013. Io ho usato la sua auto, ancora coperta di assicurazione per qualche periodo, in attesa che fosse rottamata entro 1 anno dal decesso. Mi è arrivata una multa di ottobre 2013 presa da me. La pagherei ma è un ingiunzione di pagamento arrivata via raccomandata che non mi consegnano proprio perché intestata al defunto. Devo trasmettere certificato di morte del defunto al comune. Ma la multa e successiva alla sua morte proprio perché l’ho presa io. Incorro in dei problemi?

    • Esperto
      Esperto

      Il problema, puramente monetario, riguarda tutti gli eredi.

  28. Marco

    Buongiorno. La mia situazione è questa. Mia mamma è deceduta in data 12/11/2015. Il 14/12/2015 scadrà l’assicurazione annuale della sua autovettura. Non essendoci più l’obbligo di disdire, posso tranquillamente lasciarla scadere senza fare nulla? Ovviamente l’auto è chiusa in box. Quando deciderò di venderla a qualcuno, l’acquirente farà la sua assicurazione. E’ corretto?

    • Esperto
      Esperto

      Confermo, è corretto. Per sicurezza, verifica però che con la RCA non vi siano polizze vita abbinate, con un contratto separato, le quali necessitano di una disdetta dedicata, ad esempio una copertura infortuni del conducente.

      • Marco

        Grazie. Quindi, nel dubbio, mi conviene inviare almeno una e-mail comunicando che la polizza non sarà rinnovata? Polizze vita collegate sicuramente non ce ne sono, ma per coperture extra non ne sono certo.

        • Esperto
          Esperto

          No, non avrebbe alcuna utilità, se non di cortesia, se siete in buoni rapporti con l’agente. Se ci sono polizze infortuni/vita occorre un disdetta per raccomandata entro 60 giorni dalla scadenza, altrimenti non serve inviare niente.

  29. Alessandro

    Io vendo una moto intestata al babbo (che ormai non c’è più) devo fare un solo passaggio a carico dell’acquirente, vero?
    A me al Pra hanno detto così, non funziona come le auto.

    Ulteriore domanda (forse stupida): io posso fare il passaggio e firmare in qualsiasi Pra della regione? O devo per forza farlo in quello della mia provincia?

    Saluti.

    • Esperto
      Esperto

      Non mi risulta questa eccezione per le moto! A mio avviso è obbligatoria una prima voltura verso tutti gli eredi.

  30. antonia

    Buon Giorno,
    mia madre proprietaria dell’auto e contraente della polizza assicurativa che scade a maggio 2016 e’ deceduta il 19-11-2015, io e mio fratello abbiamo pensato di accettare la successione (solo dell’auto in quanto non aveva altri beni) fra 5 o 6 mesi, volevo sapere se potevo intestarmi l’assicurazione e se e’ possible cosa devo fare? Premetto nei document di riconoscimento abbiamo lo stesso numero civico, pero’ non risultiamo nello stesso nucleo famigliare.
    Aspettando una riposte, La ringrazio

    • Esperto
      Esperto

      Ripetiamolo: la classe del defunto purtroppo non è trasferibile a nessuno, tranne che al coniuge, se vigeva la comunione dei beni.

  31. Angelo

    la macchina era intestata a mia madre con me convivente, che è deceduta, ma il contraente dell’assicurazione sono io, quindi non dovrei avere problemi circa la classe di merito ecc? siamo solo due eredi: mio fratello ed io. I tempi per fare il passaggio o i passaggi, sono verente di dodici mesi? perchè in un’altro sito ho letto sei mesi. Infine, con una mini-voltura ad un concessionario, con l’acquisto di nuova auto, si evitano i costi del doppio passaggio fra me e mio fratello?

    • Esperto
      Esperto

      la classe è tua comunque, ma può essere usata solo su una vettura a te mono-intestata. La mini-voltura è fattibile solo dopo aver fatto la prima voltura agli eredi, quindi cambia poco… le tempistiche sono più complesse e sono indicate all’inizio dell’articolo.

  32. Rosario Cutrone

    Salve. Espongo il mio quesito:
    Praticamente mio nonno, deceduto lo scorso aprile, era proprietario di una fiat panda 750. Praticamente l’auto la utilizzano i miei genitori e lo scorso mese mio padre ha avuto un piccolo incidente e hanno aperto la pratica in assicurazione, hanno spedito l’assegno peri danni subiti ma risulta intestato a mio nonno e quindi non accettato in banca. Come posso risolvere questo problema?

    ps: gli unici eredi sono mia nonna e mia mamma (non proprietari di mezzi).
    Grazie mille.

    • Esperto
      Esperto

      L’assegno dovrebbe essere riscuotibile da parte degli eredi.

  33. laura

    buonasera, l’auto che utilizzo è intestata a mio padre, anziano ed in vita ed anche la polizza assicurativa, dovendo cambiare auto vorrei valutare l’opportunità di reintestare la macchina nuova allo stesso per non perdere la classe 1 o se non sia il caso di chiudere questa polizza e intestarmi personalmente l’auto con una nuova polizza per evitare di andare incontro a problemi futuri al momento della successione (avendo una sorella l’auto andrebbe in eredità ad entrambe). Ringrazio anticipatamente per il consiglio

    • Esperto
      Esperto

      Prima o poi dovrai “investire” in una auto e assicurazione tue, la valutazione è del quando farlo è tutto soggettiva.

  34. daniele

    Mio nonno e mia nonna hanno la 104
    Si potrebbero acquistare due vetture nello stesso anno? ?
    Potrebbero esserci problemi nel riconoscimento delle agevolazioni?
    A chi potrei eventualmente rivolgermi per avere risposte sicure?
    Grazie in anticipo!

    • Esperto
      Esperto

      SI è possibile, ognuna intestata e pagata dal relativo disabile.

  35. letizia

    buongiorno, ho una casistica presente nell’articolo. persona deceduta, eredi moglie e svariati nipoti e sorelle, quindi successione complicata, nel “frattempo” ho chiesto alla motorizzazione per il passaggio “temporaneo” dell’auto, non mi hanno saputo rispondere, hanno detto che non serve, perchè la moglie è unica erede in quanto la sola nel nucleo familiare del deceduto, mentre al pra mi hanno illustrato la procedura dell doppia intestazione con tutti gli eredi…….come posso far utilizzare la macchino intanto al coniuge del deceduto? grazie

    • Esperto
      Esperto

      Per adesso l’importante è accordarsi con l’assicurazione, poi penserete alla successione, che come hai giustamente capito, va fatta a tutti gli eredi. Purtroppo la Motorizzazione è burocrazia Italiana pura, per cui io consiglio sempre di andare presso agenzie di pratiche auto.

  36. naty

    Salve vorrei esporre i miei quesiti:
    A giorni acquistero’ una nuova vettura utilizzando la legge 104 di mio nonno che ha 90 anni.
    Le mie domande sono:
    1)dopo quanto tempo posso fare il passaggio a mio nome?
    2) se mio nonno dovesse lasciarci prima di tale periodo
    lo sconto legge 104 sara’ annullato?e dovro’ pagare a prezzo pieni la maccina visto che io faro’ da garante?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Trovi tutte le risposte nell’articolo, un poco di impegno, suvvia!

      • naty

        Premesso che ho letto l’articolo
        Le pongo una domanda
        Se mio nonno venisse a mancare prima della consegna
        gli eredi sono obbligati a ritirate la vettura.?’

        • Esperto
          Esperto

          Dipende dal contratto, potrebbe esserci un annullamento con penale, in ogni caso dopo il decesso, se non è ancora avvenuta l’emissione della fattura con IVA agevolata, l’auto dovrà essere ritirata e pagata con IVA intera.
          PS: perdonami, le risposte a cui mi riferivo le trovi nell’articolo dedicato appunto alla legge 104, che affronta proprio questo argomento.

  37. Luca

    Buonasera e grazie anticipatamente per la risposta. Il mio quesito è: avendo un auto intestata a mio nonno, ormai defunto da due anni, posso dare in permuta questo veicolo (col consenso degli eredi si intende, che sono mia madre e mia nonna)?? Bisogna prima regolarizzare la posizione, ossia intestare l’auto agli eredi e poi procedere alla permuta, o posso permutare direttamente l’auto senza dover effettuare 2 passaggi di proprietà?

    • Esperto
      Esperto

      I due passaggi sono obbligatori, ma in alcune provincie vi sono agevolazioni se fatti in simultanea.

  38. Lucio

    Salve vorrei porle un quesito assai strano:
    l’autovettura in questione è stata acquistata nel 96 da mia Nonna.
    Quest’ultima nel 2007 è purtroppo deceduta e tale auto è finita nelle mani di mia madre (unica erede).
    Non sono a conoscenza se mia madre ha provveduto ad effettuare la successione perchè la sfortuna ha voluto che anche mia madre se ne andasse nel 2014. Ovviamente l’auto adesso è in mano mia, ma non so come regolarizzarla anche perchè dall’analisi della documentazione che ho trovato in casa sono risalito a ricostruire il pagamento del bollo fino al 2012.

    Dall’ultima analisi l’auto risulta essere ancora intestata a mia nonna (l’assicurazione infatti è ancora intestata a lei…) pertanto come potrei regolarizzare questa auto per non avere problemi di circolazione?
    e nel caso i bolli risultino non pagati dal 2012 ad oggi sono soggetto a sanzione nonostante (forse) non risulto intestatario dell’auto?

    La ringrazio in anticipo.

    • Esperto
      Esperto

      Parto dalla fine: se sei erede, erediti sia l’auto che gli altri beni e anche i debiti, tra cui i bolli insoluti e relative sanzioni. Occorre innanzitutto una regolarizzazione globale di quanto in eredità da madre e nonna, valutare se accettare e quindi per la voltura dell’auto rivolgiti ad una agenzia.

    • Maria

      Per i bolli forse posso aiutarti in quanto anche mia madre ne aveva 3 anni indietro. Quelli bisogna pagarli, puoi recarti anche presso ufficio bolli auto della regione di competenza paghi i bolli e le spese ma non la sanzione in quanto l’interessata è deceduta al numero di conto corrente che ti verrà dato nelle casellina ESEGUITO DA: dovrai mettere eredi di ( il nome del defunto)

  39. NIcola

    Difronte a casa mia, su strada vi è un’autovettura abbandonata da diversi mesi, senza assicurazione.
    Ho saputo che il proprietario è morto, e che l’auto è entrata nella comunione dei beni dei parenti.
    Intanto l’auto è li da mesi, abbandonata, e senza assicurazione.
    Posso chiamare i vigili per la rimozione (sequestro e sanzione) o quest’ultimi non possono/non devono intervenire fino a che non si chiarisca chi è l’erede.
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Puoi farlo, la responsabilità è comunque già adesso degli eredi.

  40. elena

    Buonasera, avrei bisogno di alcune informazioni.
    Mio padre è deceduto il 5 ottobre , ha un autovettura a lui intestata e vorremmo fare il passaggio di proprietà alla mamma, quindi alla moglie, oltre alla moglie gli eredi sarebbero 2, il figlio e la figlia, che rinunciano.
    Avevamo pensato di fare l’intestazione temporanea, per avere un pò più di tempo a disposizione.
    Vorrei avere informazioni più chiare in merito all’art. 94 e di conseguenza alla polizza.
    AL MOMENTO , ABBIAMO LA COPERTURA ASSICURATIVA? Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      la cosa migliore è informare subito la compagnia del decesso e stare alle loro istruzioni. Alcune richiedono il cambio contraente, per altre va bene così.

  41. lora

    mia padre è deceduto dal luglio 2015 e la seconda moglie sta circolando con l’auto intestata a mio padre e ancora non abbiamo fatto passaggio di proprietà ne d’assicurazione (abbiamo pochi contatti con la stessa),
    adesso dovrebbe scadere la rata dell’assicurazione, quali rischi abbiamo corso e quali corriamo se non regolarizziamo prima di subito il tutto?

    • Esperto
      Esperto

      In quanto comproprietari del mezzo, correte rischi di responsabilità civile, ad esempio per eventuali risarcimenti di sinistri non pagati dalla assicurazione e dei quali non vorrà rispondere questa persona.

  42. Diego

    Salve, ecco il quesito e grazie in anticipo per il prezioso servizio che date.
    Mio padre è deceduto a fine maggio, eredi mia madre e mia sorella ed io.
    Successione effettuata, passaggio di proprietà del veicolo effettuato a nome di mia madre, (data stipula atto fine giugno, concluso il 09 di settembre) che ha assicurato l’auto con la sua vecchia polizza che era stata interrotta da meno di un anno con auto rottamata.
    Ora l’assicurazione ci ha scritto perché non gli risulta pagata la seconda rata della polizza intestata a mio padre con decorrenza metà agosto. Noi cadiamo dalle nuvole in quanto per una svista eravamo convinti che fosse la scadenza annuale e non semestrale.
    Ora premesso che non contestiamo il fatto che effettivamente ci sia stato un ritardo nella comunicazione del decesso alla compagnia assicurativa, può quest’ultima pretendere che gli venga pagata anche la seconda rata ? o basterà inviare la documentazione del decesso e dell’avvenuto passaggio di proprietà e assicurazione del veicolo ad altra compagnia ( cosa poi stranissima in quanto al momento dell’invio della lettera in pratica il veicolo aveva due polizze assicurative in essere). Più in generale che obblighi hanno gli eredi nei confronti delle compagnie per polizze in essere in caso di mancate comunicazioni ?
    Spero di essere riuscito a spiegarmi , grazie ancora.

    • Esperto
      Esperto

      Il contratto è annuale quindi al seconda rata è dovuta anche dagli eredi. Adesso potete farvi calcolare un saldo, considerando che la chiusura della polizza varrà dal giorno della richiesta.

      • Diego

        La ringrazio della risposta, ma il fatto che si stata stipulata una nuova polizza contemporanea alla vecchia non è alquanto strano ? anche perché è quello che ci ha indotto ulteriormente in errore , pensando che la vecchia fosse decaduta. Grazie ancora.

        • Esperto
          Esperto

          Confermo, la situazione è anomala, ma ciò non basta per uscirne fuori automaticamente!

  43. StefanoPolidori

    Buonasera, gradirei informazioni a riguardo la CU per RCA. Mio padre è deceduto il 25 ottobre 2015, il 16 novembre c.a. io e mio fratello, (residente in altro comune), abbiamo fatto il passaggio di proprietà e il veicolo ora è cointestato; la mia attuale compagnia assicurativa mi ha detto che è necessario stipulare una nuova polizza a me intestata, ciò annulla la CU 1 precedente portandola a 14 poiché mi è stato detto che la CU non viene eredita dai figli. Io ho provato a fare altri preventivi e ho trovato una compagnia che,(a loro discrezione), mi consente di ereditare la CU di mio padre. Vorrei sapere se ciò corrisponde al vero e se così,dovendo eventualmente tra un’anno, cambiare compagnia cosa mi comporterebbe ciò. Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Per prima cosa, verifica se ti riconoscono la sola classe Interna o quella Universale. Se Interna, si manterrà solo rimanendo con la medesima compagnia. Quella Universale invece non sarebbe riconoscibile, per legge, quindi la domanda da farsi in tal caso è: sono in regola? La risposta è sempre delicata, ne parliamo spesso quando le compagnie chiudono un occhio a favore del cliente…. va tutto bene finché va tutto bene, in caso di un malaugurato sinistro grave, è difficile prevedere se potrebbero appellarsi all’irregolarità per non pagare. Questo, senza voler fare del terrorismo, ma è bene saperlo!

  44. Carlo

    Buongiorno. Mio suocero è deceduto a Luglio. L’ 11 novembre è scaduta la rata semestrale della sua assicurazione RCA e della sua polizza infortuni collegata, la scadenza contrattuale è 11/05/16. L’ auto è chiusa in garage, non viene utilizzata in attesa di venderla. L’ assicurazione pretende il pagamento delle rate semestrali e di effettuare la sospensione delle polizze, quando la macchina sarà venduta potremmo richiedere il rimborso ( con esclusione delle tasse e del periodo dal 11/11 alla data della sospensione ). Dobbiamo pagare? Noi saremmo propensi a trasmettere per raccomandata il certificato di morte, al massimo poi l’assicurazione potrà richiedere agli eredi il periodo dal 11 novembre alla data della raccomandata, così non anticiperemmo noi le somme. Cosa consigliate? Grazie. Carlo.

    • Esperto
      Esperto

      Penso che sia corretta la richiesta della compagnia, trattandosi di seconda rata di un contratto firmato dal suocero in vita.

  45. demetrio ferrante

    mia suocera disabile ha acquistato un’auto nuova , la stessa è stata immatricolata a suo nome e mai ritirata dal concessionario ne pagata, gli eredi sono tenuti a ereditarla? o possono rifiutarla ? grazie per la risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Ritengo che sia un debito della defunta, che va in successione assieme a tutto il resto.

  46. Maria

    Salve, mio babbo è deceduto ed era proprietario al 50% con mia figlia. Sia io, unica erede, che mia figlia però non abbiamo intenzione di accettare l’eredità. Che scenario si prospetta ….l’automobile puo viaggiare ? come dobbiamo comportarci ?

    Grazie Maria

    • Esperto
      Esperto

      Caso molto strano, davvero… sicuramente non dovete fare volture o altro sull’auto, ma giustamente la vorrete anche usare… io chiederei un consulto qualificato ad un avvocato o un notaio.

  47. Maria

    Salve dal 6 ottobre e deceduta mia madre intestatario di un auto che guida mio fratello, noi abbiamo deciso di regalargliela ma lui non vuole intestarsela perché avendo problemi con equitalia gliela porterebbero via subito , noi non la vogliamo perché lui prende continuamente multe e non le paga, si sono rotti tutti i rapporti, cosa possiamo fare per toglierci da questo impiccio prima che lui commetta qualcosa di irreparabile a nostro carico?

    • Esperto
      Esperto

      L’auto obbligatoriamente passa in successione a tutti gli eredi. Se lui la sua senza il vostro consenso, credo che l’unica via per tutelarsi sia fare una denuncia di perdita di possesso, con tutte le conseguenze del caso (per lui).

      • Maria

        Altra domanda, ma lui per quanto tempo può guidarla non essendo intestata a nessuno degli eredi e per l’assicurazione che scade il 18 dicembre come si deve rinnovare?

        • Esperto
          Esperto

          L’assicurazione va subito volturata inserendo come contraente la sola figlia, tuttavia c’è da verificare se l’uso dell’auto possa, prima ancora di una eventuale violazione del CdS, pregiudicare la possibilità di rifiutare l’eredità.

  48. Fabio

    Mio padre è morto da poco e ha lasciato una macchina. I miei fratelli sono tutti d’accordo di lasciarla a me. Sono andato al Pra è mi hanno spiegato tutto quello che dovevo fare, solo che alcuni miei fratelli sono all’estero e non possono firmare. In uno sportello telematico mi hanno detto che basta un autocertificazione che dichiara l’assenso dei miei fratelli a lasciarmi la macchina, con la possibilità che quest’ultimi non cambino idea da tre anni dalla “vendita” dell’auto. Vorrei sapere se è vero e se ci sono altri rischi oltre questo?

    • Esperto
      Esperto

      SI, potrebbe essere fattibile, ma hai chiesto il costo? A mio giudizio quel passaggio si può fare con una voltura da “proprietario non intestatario” che costa il doppio di IPT…

      • Fabio

        Si, già fatto il preventivo e in effetti è molto di più, ma considerando che spedendo comunque i documenti non ci sia la garanzia che mi autorizzino l’accettazione; il tempo perso e le file che dovrei fare, è una spesa accettabile.
        Poi mi stanno regalando una macchina, spendere 200 euro in più, non mi costa molto. Quindi altri rischi non ci sono?

        • Esperto
          Esperto

          Direi di no, tranne appunto quello legato al “cambio di idea” di uno dei fratelli, che si spera proprio non avvenga!

  49. ester

    salve, a gennaio è deceduto il padre di mia figlia minorenne, ha ereditato l’auto che è già stata intestata a lei con la dicitura: veicolo intestato a nome di soggetto sottoposto a tutela, in disponibilità di genitore (il mio nome ecc.), ora, le assicurazioni tengono in considerazione l’età della ragazza per calcolare l’assicurazione, io mi chiedo com’è possibile che non esista un’eccezione a fronte di un titolare che ha 15 anni e non ha patente e il tutore sono io che ho una classe di merito 1 e 42 anni…mi può aiutare a capire se io in quanto tutore posso essere anche il locatario? perchè solo in questo caso riuscirei ad avere la polizza con i miei requisiti…come è giusto che sia. grazie per l’aiuto

    • Esperto
      Esperto

      Hai provato a fare più preventivi? Sono certo che alcune (molte?) compagnie terranno di conto dei tuoi dati e non di quelli della ragazza.

      • ester

        si, sto aspettando conferma con quelle on line, ma la mia paura con loro è che in caso di liquidazione trovino cavilli per non pagare….

        • Esperto
          Esperto

          Se tu dichiari la situazione reale, non dovrebbero esserci rischi!

  50. Francesca

    Salve, mio padre è deceduto 3 anni fa ,nel frattempo abbiamo circolato con la macchina intestata a lui ,da due mesi è stata rottamata e mia mamma ha acquistato una macchina nuova intestata a lei ,chiedo,può ereditare la prima classe di papà essendo in comunione dei beni?io sono l’unica convivente e non sono patentata!
    La ringrazio in anticipo sicura di un suo riscontro.

    • Esperto
      Esperto

      SI è possibile, assicurati che il passaggio sia fatto in via diretta e SENZA legge bersani.

    • lorenzo

      io sono nelle tue stesse condizioni,circolo da circa 2 anni senza aver fatto alcun passaggio,ma assicurazione intestata a me,vorrei rottamarla,mi chiedo se dopo anni sia io che francesca siamo a rischio di sanzioni dall’aci,per non aver fatto il doppio passaggio nei tempi previsti…oppure una volta demolita l’abbiamo scampata…grazie in anticipo

      • Esperto
        Esperto

        Una sanzione è sempre in agguato.

  51. valentina

    salve…mia sorella è deceduta nel mese di aprile di quest’anno e ho provveduto a dare comunicazione all’assicurazione con relativo certificato di morte. il 7 luglio scadeva l’ assicurazione che era annuale e a settembre la macchina è stata venduta. ora l’ assicurazione reclama i soldi da luglio a settembre…devo pagare? grazie anticipatamente…attendo vostra risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Non devi pagare la RCA, forse la compagnia sta chiedendo una quota per altro tipo di copertura? Es. infortuni conducente.

  52. Alessandra

    Buonasera,scrivo per avere questa informazione: mio papà in gioventù ha acquistato un’auto e successivamente l’ha venduta a suo padre ovvero mio nonno. Ora mio nonno è venuto a mancare. La domanda è questa: l’auto passa x eredità a tutti e tre i figli oppure mio papà ha qualche diritto di prelazione sugli altri relativamente alla successione della medesima?

    • Esperto
      Esperto

      L’auto va in successione normalmente.

  53. Alberto

    ciao stò acquistando un’auto usata perchè la proprietaria è defunta, e l’auto è assicurata fino aprile del prossimo anno. chiedo se posso utilizzare quella polizza, magari adattandola alla mia esigenza.

    • Esperto
      Esperto

      Ti potrebbe essere riconosciuta fino a scadenza, ma dopo, fai attenzione, non potresti usare la legge Bersani, quindi evita la cosa se pensi di usare la legge Bersani.

  54. Gianfranco

    Buona sera.
    premetto che sono cointestatario con mia moglie da poco scomparsa di una autovettura assicurata a suo nome in prima classe.
    Ho una figlia che non è interessata all’auto.

    Essendo il coniuge superstite in regime di comunione dei beni posso ottenere la stessa classe di merito posseduta in precedenza ?
    grazie

    • Esperto
      Esperto

      SI, peraltro essendo cointestatario dell’auto, la classe era comunque di tua spettanza.

  55. Dino

    Compagna di mio padre deceduta l’ assicurazione della vettura è stata sempre intestata a me. Non ci sono figli posso fare il passaggio di proprietà in mio favore?

    • Esperto
      Esperto

      L’auto va agli eredi, la pratica di successione non può essere fatta così alla leggera. Non credo che tu rientri nell’asse ereditario, a meno di testamento.

  56. Maria Rosaria

    Mio padre è deceduto il 23 ottobre 2015, la macchina di sua proprietà ha tre eredi, tra cui io, che utilizzo l’auto.L’assicurazione a lui intestata scade il 10 novembre. Per continuare ad utilizzare l’auto, in attesa di definire l’eredità, sto predisponendo una intestazione temporanea. Alla scadenza del contratto di assicurazione, si può assicurare l’auto a nome mio con la classe di merito che ho già con un’altra autovettura di mia proprietà?

    • Esperto
      Esperto

      No, dovrai provvedere ad una variazione presso la assicurazione attuale.

  57. Francesco

    Buonasera, mio padre è deceduto nel 2001. Questi gli eredi dell’auto a lui intestata: mia madre e noi 2 figli. La questione è che non è mai stato fatto nessun passaggio di proprietà dell’auto, a nessuno di noi. Il certificato di proprietà dell’auto risulta ancora essere intestato a mio padre. L’auto intanto è stata sempre utilizzata da mia madre, la quale ha ottenuto dalla compagnia assicurativa un passaggio a suo nome.
    Ora dovremmo procedere alla demolizione dell’auto in questione.
    Come fare? Quale procedura seguire?

    • Esperto
      Esperto

      La demolizione è abbastanza semplice, sarà sufficiente una firma di tutti gli eredi, il demolitore sa come fare.

  58. Gabriele

    Salve, pongo il seguente quesito: ho un auto intestata al pra a mia madre mentre io sono il contraente dell’assicurazione in classe 1…alla morte di mia madre eredito anche la classe di merito?…siamo conviventi….ci sarebbero altri due fratelli che rinucerebbero all’eredita’ dell’auto…quale e’ la trafila migliore e meno onerosa?

    • Esperto
      Esperto

      No, la classe di tua madre sarà perduta. Per l’intestazione, ricordo che la rinuncia all’eredità può essere solo totale, non della sola auto. Se così, potrai fare una sola voltura a tuo nome.

      • Gabriele

        L’assicurazione mi ha detto che in caso di successione non perderei la classe di merito e mi ha sconsigliato ora di fare la doppia intestazione al pra pagando un passaggio al 50% perche riparterebbe dall’ultima classe….

        • Esperto
          Esperto

          E’ vero, sono due soluzioni convenienti, ma la legge non consentirebbe di fare così.

  59. barbara

    Buonasera! mio papà è deceduto il 15 ottobre e noi 3 figli come unici eredi abbiamo già provveduto ad effettuare il passaggio di proprietà delle sue due auto.
    Una compagnia di assicurazioni ha cambiato il contraente della polizza e mantenuto in vigore la stessa senza creare problemi, l’altra invece mi sta facendo impazzire perchè mi obbliga a sospendere immediatamente la polizza in vigore e provvedere a farne una nuova.
    Ora la prima compagnia mi ha mantenuto pure essendo figlia la classe di merito di mio papà. Con l’altra auto dovrei ripartire da capo con una nuova categoria. E’ possibile con legge Bersani prendere la categoria della prima auto (quindi in sostanza ereditare nuovamente classe merito di mio papà)?
    grazie

    • Esperto
      Esperto

      Non subito, in quanto non è stato ancora maturato un attestato di rischio a nome del nuovo intestatario, lo avrà tra 11 mesi… comunque verifica bene se sia stata riconosciuta la classe Universale (non si potrebbe), o quella Interna (in tal caso la legge Bersani non serve a niente).

  60. Daniele

    Buongiorno, mio padre è deceduto il 18 agosto 2015 e la macchina che io uso ed ho sempre usato era intestata a lui compresa l’assicurazione, volevo sapere se posso viaggiare tranquillamente in quanto come io ho sempre saputo nei tempi in cui facevo l’assicuratore viene assicurato l’ auto e non ha importanza a chi è intestata l’assicurazione o chi ne è il proprietario, la mia assicurazione scade il 21 agosto 2016 e vorrei anche sapere se posso continuare ad usufruire della stessa classe di merito come nei tempi passati senza nessun problema

    • Esperto
      Esperto

      No, non sei in regola, ti rimando a quanto espresso nell’articolo.

Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)