Home » Fine contratto di assicurazione » Assicurazione Auto: cosa fare in caso di decesso del proprietario

Assicurazione Auto: cosa fare in caso di decesso del proprietario

Questo articolo ha avuto molti commenti con risposte del nostro esperto, per praticita' li abbiamo divisi in piu' pagine. Questa e' una delle pagine dei commenti, cerca qui sotto se trovi la risposta alla tua domanda! L'articolo originale lo trovi qui: Assicurazione Auto: cosa fare in caso di decesso del proprietario .

1.094 commenti

  1. sabrina

    no il contratto e’ di 6 mesi. infatti ho chiesto la cessazione. quindi non pago?

  2. admin

    Sabrina (143): suppongo che Direct Line pretenda il saldo del secondo semestre di un contratto evidentemente dilazionato in due rate semestrali. Puoi pagare e ottenere il rimborso per estinzione del contratto, tuttavia sarebbe più logico non pagare affatto. Sei sicura di esserti spiegata bene con DirectLine? Quello che tu devi fare non è la disdetta del contratto, bensì la sua cessazione, ti consiglio di richiamare il callcenter e spiegare bene la situazione.

  3. sabrina

    salve, il mio problema e’ questo. mia mamma e’ deceduta ed era intestataria della vettura e dell’assicurazione. ora io e mio fratello siamo gli eredi e stiamo facendo il passaggio di proprieta’. l’assicurazione ( direct line) e’ gia scaduta e logicamente ho la macchina ferma. ora questa assicurazione mi chiede per disdire, il pagamento anticipato di 6 mesi, ma se mia mamma e’ deceduta la disdetta non decade automaticamente? io essendo prossima erede ho libera facolta’ di andare da un altra compagnia senza dover nulla alla vecchia assicurazione dato che questa e’ scaduta e mia mamma e’ deceduta.

  4. admin

    Cristina (138): devi intestare sia l’auto che l’assicurazione a tuo nome. Così facendo, la polizza non viene considerata come nuova, ma un prosieguo di quella di tuo marito, con vantaggi per il prezzo. Puoi cambiare assicurazione a patto di disdire quella vecchia nei termini di contratto.

    Daniela (139): la classe di rischio non è l’unico fattore che determina il prezzo di una polizza, un’altro fattore importante è la storia assicurativa. Nel tuo caso si deve verificare se la compagnia riconosce un trasferimento diretto della polizza verso gli eredi oppure se la vecchia polizza deve essere annullata e si deve ripartire con una nuova polizza, che possa tuttavia beneficiare della vecchia classe grazie alla legge Bersani. In tal caso, non avresti storia assicurativa e questo comporterebbe l’aumento di prezzo. Altro fattore di aumento, proprio l’età dei contraenti, in quanto introduce una “incognita” per la compagnia su chi guiderà il mezzo: per limitare questo fattore, ti consiglio di chiedere una polizza che escluda neopatentati e/o minori di 26 anni (se tu non lo sei) per risparmiare un pò. Per capire quale è il tuo caso bisognerebbe vedere molte cose, ma mi sembra che il problema intanto sia di un altro tipo, dato che la compagnia neanche intende assicurare la macchina se ho ben capito…
    Riassumendo, ciò che devi ottenere è: riuscire ad assicurare la vettura cointestata alle figlie con una polizza anch’essa cointestata, ma che parta dalla CU1. Fai studiare la polizza in modo da risparmiare il piu possibile, ad esempio con i consigli sui neopatentati che ti ho detto, ma sappi che il prezzo sarà sempre superiore all’attuale.

    Mimmo (140): trovi la risposta nell’articolo. Non eredita solo la classe, ma tutta la polizza direttamente, con notevole risparmio.

    Monica (141): penali non ce ne sono, ma normali costi di passaggi di proprietà e un sicuro aumento dell’assicurazione che dipenderà dalle vostre storie assicurative.

  5. monica liggieri

    Ciao,
    mia madre è morta 5 anni fa, l’assicuratore connivente ha continuato ad assicurare me e mio fratello suoi unici eredi. Per questo non abbiamo fatto passaggio di proprietà. Ora l’assicuratore ci ha imposto di regolarizzarci… che penale dobbiamo pagare?

  6. mimmo

    salve mio padre è venuto a mancare a metà anno, l’assicurazione mi scade a geenaio 2012.

    essendo mia madre in comunione di beni, facendo il passagio di proprietà a lei è possibile ereditare anche la classe di merito di mio padre che si trova in prima classe?

  7. daniela

    Daniela (135)
    Scusa, ma se uso la L. Bersani e posso fare partire la polizza dalla CU1 ereditandola dal padre deceduto, perche’ il prezzo dovrebbe aumentare tenendo conto inoltre che le figlie fino alla maggiore eta’ non la utilizzerebbero? (attualmente hanno 11 e 12 anni) e quando acquisiranno i requisiti per la guida, l’auto potrebbe gia’ essere in rottamazione e a questo punto ne acquisterei una nuova e me la intesterei. Praticamente l’auto viene utilizzata da me che sono la madre e sono sempre io che pago!
    Quando mi scrivi che la polizza sarebbe piu’ cara che trasferire la mia polizza attuale cosa intendi, perche’ di polizze a me intestate non ne ho.
    grazie per la gentilezza e pazienza

  8. Cristina Lino

    E’ mia intenzione intestarmi l’assicurazione che è una prima classe senza incidenti . Dopo aver avuto l’attestato di rischio di mio marito posso cambiare l’assicurazione ? Vi ringrazio di cuore per la prima risposta ed eventualmente per la seconda

  9. admin

    Giorgio (134): intestando lo scooter a questa parente ti sei assunto i rischi derivanti dalla successione. Devi recarti in una agenzia di pratiche automobilistiche e fare il passaggio dello scooter prima verso gli eredi legittimi e poi verso di te, con i documenti che ti saranno richiesti. Se riesci a dimostrare che tu sei l’unico erede, tanto meglio. Succesisvamente, fai l’assicurazione a tuo nome e circola. Asoslutamente non circolare con l’assicurazione intestata alla parente defunta, in quanto non coprirebbe il rischio.

    Daniela (135): l’assicurazione ti sta dicendo cose sbagliate e, data la situazione, mi sembra un fatto indecente. Le assicurazioni sono obbligate a intestare la polizza a chiunque, sono infatti tantissime le auto cointestate a due o più proprietari che circolano regolarmente assicurate. Hai diritto a richiedere una assicurazione per la vettura cointestata, anche se bisogna vedere che prezzo verrà fuori. Usando la legge Bersani puoi far partire la polizza dalla CU1 ereditandola dal tuo attestato, ma ricordati che sarebbe più cara che trasferire la tua polizza attuale, c’è poi il fattore età, dato che le intestatarie sono minori. Ti consiglio di insistere, ma non troppo, e poi rivolgerti ad un’altra compagnia che ti possa non ostacolare, bensì consigliare per il meglio.

    Cristiana (136): non ho ben capito se vuoi intestare la vettura a te o a tua figlia. Nel primo caso è tutto semplice, trattandosi di comunione di beni la succesisone della polizza è automatica. Se invece vuoi intestare la vettura a tua figlia, lei potrà stipulare un nuovo contratto usando nuovamente la legge Bersani ri-ereditando la classe che già aveva ereditato.

  10. Cristina Lino

    Nel 2009 è venuto a mancare mio marito con cui ero in comunione di beni . Io e le mie figlie,di cui una era convivente non abbiamo fatto la successione per la sua auto che io ho sempre guidato e l’assicurazione e rimasta intestata a lui.
    Ora ho la possibilità di effettuare il doppio passaggio di proprietà ma non so come regolarmi con l’assicurazione tenendo presente che mia figlia non è più nel nucleo familiare e la sua assicurazione è una legge Bersani. Se l’assicurazione viene intestata a me è da considerarsi una nuova polizza?
    Grazie per la cortese risposta

  11. Daniela

    Mio marito intestatario dell’auto e dell’assicurazione e’ deceduto. Ha lasciato uniche eredi le mie due figlie minori. Per il PRA non ci sono problemi ad intestare l’auto a tutte e due, ma l’assicurazione vuole un’unica intestazione (e quindi mi toccherebbe spendere altre 500 euro per un passaggio di proprieta’), altrimenti mi passa in classe 14 mentre ora sono i classe 1. Oltre la beffa mi verrebbe da dire che c’e’ l’inganno. L’assicurazione non potrebbe scegliere di intestare la polizza a una sola figlia o di intestarla al tutore (che sarei io) visto che comunque l’auto rimarrebbe in famiglia?
    grazie

  12. giorgio

    Salve vorrei un chiarimento al mio caso.12 anni fa ho acquistato uno scooter 250 con pochissimi km ad oggi.il fatto è che al momento dell’acquisto il rivenditore concessionario intestò lo scooter ad un mio parente ,(sorella di mia madre,il marito fratello di mio padre;senza figli.Morta già da quasi 6 anni ed il marito da 7)perchè feci il finanziamento a nome del mio parente per il motivo che aveva il reddito della pensione cosa che io non avevo.Siccome questo mia parente allora fece un testamento specificando che a me andavano tutte le sue cose personali ed in più,normale atto di vendita per la casa, i parenti si appellarono per la casa ma dimostrai di averla normalmente acquistata.ora avrei intensione di fare collaudo assicurazione per poter camminare con questo scooter ma l’assicurazione mi dice che non può intestare la suddetta a me non essendo proprietario.Cosa posso fare?Se decido di fare il passaggio ,basta solo il testamento?Se non decido di fare il passaggio potrei trovare un modo per fare collaudo e assicurazione? Inoltre l’assicurazione mi dice che si potrebbe fare ma in caso di incidente le altre assicurazioni intesterebbero l’assegno a mia zia defunta quindi non incassabile.Come posso uscirne?

  13. Gianluca

    Grazie! Spero di riuscire a venirne a capo. :-)

  14. admin

    Gianluca (131): adesso è chiaro, direi che l’operatore ti ha consigliato bene. Loro applicano la legge alla lettera, ma è vero che esistono compagnie che in questi casi sono meno rigide. Non saprei quale consigliarti, ma fai qualche tentativo tra le assicurazioni NON telefoniche, è più facile trattare.

  15. Gianluca

    Assolutamente no: intendo ovviamente mantenere la classe di merito ma intestare solo ad un figlio il veicolo (botte piena e moglie ubriaca per intenderci). L’assicurazione mi ha confermato oggi che non recepisce la rinuncia ereditaria degli altri famigliari e non aplica la bersani in questi casi. Per mantenere la classe di merito vuole necessariamente che il veicolo sia intestato a moglie(in comunione beni)+figli. L’operatore ma mi ha suggerito come mossa estrema di chiedere la risoluzione del contratto e trovare una compagnia che applica la bersani utilizzando l’ultimo attestato di rischio maturato. Secondo voi può essere fattibile così?
    Grazie per la pazienza.

  16. admin

    Gianluca (129): facciamo ordine. Da quello che ho capito, intendi rinunciare al mantenimento della classe di merito attuale pur di avere le vetture intestate a chi le utilizzerà e non a tutti gli eredi. In tal caso, fai come ti ho detto, recati all’Aci (che è a tutti gli effetti una agenzia di pratiche automobilistiche) e regolarizza i passaggi in base alle leggi provinciali. Non ricordo particolari agevolazioni per Roma, tuttavia, ma potrei sbagliarmi. Successivamente, per quanto riguarda l’assicurazione, si dovrà vedere caso per caso che possibilità ci sono per mantenere la vecchia classe o magari utilizzarne un’altra del proprietario o di un suo familiare.

  17. Gianluca

    Grazie Admin. Io sono a Roma. Sono d’accordo, ma la forma finale, ovvero le carte che poi dovranno essere consegnate all’assicurazione (Linear nel mio caso, e quindi non posso piu’ di tanto magheggiare essendo telefonica) dovranno essere tali da essere accettate senza problemi per mantenere la classe di merito. Devo fare un ulteriore passaggio in un’agenzia “esperta” per poi proporre una soluzione da accettare all’assicurazione che è piuttosto macchinosa nel proporle di suo.

  18. admin

    Gianluca (127): il doppio passaggio prima verso gli eredi e poi verso l’utilizzatore, è regolamentato in maniera diversa in ogni provincia, ed esistono buone possibilità di evitare di pagare due volte l’IPT, che è il costo maggiore del passaggio. Informati presso un ufficio di pratiche automobilistiche, es. l’ACI.

  19. Gianluca

    Salve, mio padre è venuto a mancare circa due mesi fa. Oltre a mia madre siamo quindi 3 figli ad aver ereditato due auto intestate a mio padre. Di fatto i veicoli vengono utilizzati da due dei figli conviventi nello stesso nucleo famigliare della madre (il terzo figlio è sposato). L’assicurazione chiede di intestare i veicoli a moglie+figli per conservare le classi di merito acquisite. Noi vorremmo evitare questo e stavamo pensando come alternativa alla rinuncià all’eredità per mantenere un unico intestatario figlio. Mi sapete dire se è una pratica che comporta dei prezzi aggiuntivi rispetto ad un normale passaggio di proprietà? Si può fare all’Aci o in una agenzia di pratiche automobilistiche? E’ vero che nel farlo bisogna dichiarare di rinunciare a tutti i beni ereditati e non solo i veicoli (compresi eventuali somme bancarie)? Grazie

  20. admin

    Andrea (125): non si può, è tutto spiegato nel nostro articolo.

  21. andrea

    in caso di morte di un assicurato, gli erdi, possono continuare ad avere l’assicurazione a nome del defunto? cosa si può incorrere? l’assicurazione ha responsabilità?

  22. admin

    Ananrita (123): la risposta è negativa, attualmente rischi che l’assicurazione non paghi in caso di sinistro.

  23. annarita

    Il mio quesito e’ questo.
    Io sono contraente e conducente abituale di una polizza rca mentre mio padre risulta proprietario dell’auto (indicato anche in polizza).

    Mio padre e’ deceduto ad Agosto 2010 ed al rinnovo della polizza (01/01/2011) non ho provveduto a variare i dati con la assicurazione.

    Ad oggi non e’ stato ancora neanche effettuata la variazione di intestazione dell’auto al PRA per cui risulta ancora intestata a mio padre.

    Stiamo sistemando le pratiche dell’eredita e probabilmente l’auto verra’ cointestata ai due eredi (me e mio fratello)

    Volevo sapere se nel frattempo posso circolare, risulto coperta dal punto di vista assicurativo?

    Grazie

  24. admin

    Francesco (121): come abbiamo detto più volte, a nostro avviso non è possibile ereditare la classe di merito da una persona defunta. Tuttavia, alcune compagnie hanno politiche accondiscendenti in tal senso, per cui ti consiglio di fare più preventivi e cercare una compagnia che ti possa riconoscere la classe. Spesso è la compagnia presso la quale è assicurata attualmente la vettura a farlo, per mentenersi il cliente.

  25. Francesco

    buonasera,
    ho una situazione un po’ particolare, madre defunta, l’auto viene ereditata dall’unico erede che è la figlia (auto e assicurazione erano intestati alla madre) che erano conviventi.
    è possibile mantenere la classe di merito della madre sulla stessa auto facendo il passaggio di proprietà alla figlia?

  26. admin

    Paolo (119): l’assicurazione potrebbe rifiutarsi di pagare i danni alla controparte.

  27. paolo

    ho avuto un sinistro con un auto intestata ad una persona defunta da circa 1 anno e mezzo, l’assicurazione, dal cid, risulta essere intestata al defunto.l’auto era guidata dalla nipote del defunto da poco patentata (circa 2 mesi).
    vorrei sapere cosa comporta questa situazione anomala nei miei confronti essendo certo che ci sarà un concorso di colpa.
    Vi ringrazio anticipatamente

  28. admin

    Liliana (116): ne sei certa? Noi non abbiamo notizie in merito, ogni variazione di intestatario al PRA comporta il pagamento di imposte tra cui la costosa IPT. ABbiamo tuttavia trovato nelel legig provinciali, delle agevolazioni in particolari provincie, che permettono di pagare una sola volta la IPT se si rpesentano contestualmente i due passaggi, verso gli eredi e verso l’intestatario finale. Sono le provincie di: Aosta, Chieti, Parma, Foggia, Pistoia, Verona, Rovigo, Massa Carrara, Frosinone

    Alfredo (117): personalmente tendo abbastanza a fidarmi delle assicurazioni: se la tua compagnia dice che la soluzione più economica va bene, non vedo perchè dubitare. Se vuoi maggiore sicurezza, puoi far controfirmare un documento in cui è descritta ed autorizzata la procedura.

  29. Alfredo

    Mio padre è morto nel luglio 2010, avendo una autovettura Fiat Uno immatricolata nel 1993con assicurazione Milano intestata a lui e con classe di merito Classe 1, che è stata rinnovata e scade a settembre 2011.

    Gli eredi sono mia madre ed io , figlio unico. Mia madre ha rinunciato all’eredetità con atto del tribunale, diventando erede soltanto io, figlio unico ma nella successione non è stata inserita l’autovettura perchè trattandosi di bene mbile la cosa anadava regolata con il PRA. Ora mia madre ha acquistato una auto nuova con la Legge 104 e vorrebbe subentrare nella polizza dell’auto di mio padre , una volta rottamata.
    Mi chiedo per essere sicuro legalmente, nel caso che un domani mia madre possa essere risarcita di danni in caso di incidente, senza che l’assicurazione possa reclamare irregolarità , quale deve essere la strada da seguire. Devo fare il doppio passaggio di proprietà , da mio padre a me e poi un successivo passaggio da me figlio a mia madre e poi rottamare la macchina. Cosi facendo , l’assicurazione dela vecchia autovettura con la classe di merito,puo subentrare nella nuova autovettura?? oppure come afferma l’assicurazione che basta che mia madre rottami la vecchia macchina e dichiari di essere nella comunione dei beni per poter subentrare nella vecchia assicurazione, evitando i due passaggi ala PRA di costo presunto circa € 550. Quale dei due mi dà legalmente la sicurezza di un vero subentro ?? Vorrei gentilmente una risposta rapida essendo in corso l’operazione Grazie fin da ora.

  30. LILIANA

    Grazie Admin,oggi però ho avuto modo di parlare con l’assicuratore mio e ha detto che non ci sono passaggi da pagare perchè si è informato bene e non c’è più bisogno.Grazie mille!

  31. admin

    Liliana (114): se ho ben capito, l’assicurazione ti obbliga a fare un doppio passaggio sull’auto vecchia con il solo scopo di cambiare intestazione alla polizza, per poi spostarla sull’auto nuova e quindi rottamare la vecchia. Senza dubbio è la procedura più formalmente corretta, ma fossi in te cercherei una compagnia di assicurazione che ti eviti questo passaggio, non è obbligatorio rimanere con la stessa!

  32. LILIANA

    Salve a tutti,vorrei un aiuto! Pochi giorni fa ho sottoscritto un contratto per acquistare una nuova auto. Premetto che ho 27 anni e che mi hanno detto che è bene intestarla a mia madre come anche la polizza assicurativa e infatti l’auto nuova sarà intestata a lei.Ho però un problema e cioè l’auto che devo rottamare è ancora intestata a mio padre ed anche la polizza assicurativa,ma mio padre è finito nel 2003…più volte l’assicurazione mi ha garantito che non c’erano problemi anche perchè essendo l’auto molto vecchia la mia intenzione era di cambiarla.Ora però sono passati degli anni! Adesso che è arrivato il momento di cambiare l’auto,La domanda è:”Si può intestare direttamente la polizza della nuova auto a mia madre passando da mio padre,che usufruiva della prima classe, a lei dopo che lei presenta un’autocertificazione di comunione dei beni senza pagare un doppio passaggio?” A me hanno detto in molti che si può fare e che questo passaggio è diretto dopo l’autocertificazione,mentre nell’agenzia dove sono assicurata hanno detto che devono avere forse un’autorizzazione dall agenzia generale per evitare di pagare questo doppio passaggio e sinceramente non li ho visti molto preparati sulla questione. Allora cosa devo fare? Grazie
    DIMENTICAVO DI DIRE CHE IN FAMIGLIA SIAMO RIMASTE SOLO IO E MIA MADRE E NON CI SONO QUINDI ALTRI EREDI.

  33. admin

    Gaetano (112): no, devi recarti alla tua assicurazione subito e fare un nuovo contratto. PS: domanda forse postata nella sezione sbagliata?

  34. gaetano

    salve , volevo dei chiarimenti riguardo una situazione, ho intestato l’auto che aveva intestato mio padre (che è vivo) , ora la polizza e rimasta intestata a mio padre. posso circolare ?sul contratto assicurativo xo c’è scritto che il proprietario dell auto è mio padre .

  35. admin

    Gianni (109): per regolarizzare il possesso, occorre fare una voltura, anche se al moglie gia risulta come cointestataria.

    Luca (110): purtroppo è necessario effettuare un passaggio di proprietà verso gli eredi, e solo dopo potete venderla. L’operazione è un pò costosa, quindi considerato il valore del veicolo, forse vi conviene cercare una agenzia che acconsenta ad effettuare il passaggio di proprietà direttamente al compratore senza il passaggio agli eredi. E’ una pratica che talvolta viene fatta, anche se non del tutto regolare.

  36. Luca

    Mio papà è deceduto 1 settimana fà.
    Ora vorrei vendere l’auto perchè stiamo senza soldi.
    L’auto vale credo sui 2 mila euro…..ma mi hanno detto che non poso venderla perche il proprietario è deceduto….come posso muovermi?

  37. gianni

    salve, un paio di mesi fa è venuto a mancare mio suocero. tra i beni in possesso del defunto vi è anche un auto. L’eredita’ verrà divisa tra le due sue figlie ma l’auto risulta cointestata con la moglie la quale ha fatto rinuncia dell’eredità.Volevo chiederle cosa occorre fare per regolarizzare il possesso dell’auto, in quanto hanno deciso di lasciarla alla moglie.
    grazie

  38. admin

    Giorgio (107): l’auto passa per successione in cointestazione a tutti i figli, quindi a tuo padre e alle due sorelle. Per tutelare questa proprietà, l’unico modo sarebbe far scrivere qualcosa di specifico sulla vettura nel testamento, documento che tuttavia può semrpe essere impugnato dagli altri eredi. Ricordatevi che per la legge è tua nonna che acquista di sua volontà l’auto.

  39. giorgio

    Salve volevo chiedere un informazione…mia madre vuole acquistare una nuova auto usufruendo della legge 104 di mia nonna (madre di mio padre)…mio padre ha 2 sorelle i rapporti non sono dei migliori…nel caso mia nonna muoia la macchina va agli eredi ? come dovrei tutelarmi ?

  40. admin

    Bruno (105): la stessa residenza aiuta in quanto se non viene riconosciuta direttamente la polizza, si può tentare di “salvare” la classe di merito grazie alla legge Bersani, ma come diciamo sempre, il passaggio da una persona deceduta non è garantito dalla legge.

  41. bruno

    ciao e grazie Admin… però il papà aveva residenza nella città della stessa compagnia, mentre la mamma ha residenza in un altra città… può essere questo il problema o non c’entra niente?

  42. admin

    Bruno (103): ti consiglio di insistere presso la tua compagnia, dato che la scusa che ti hanno dato non sta in piedi. Dato che il passaggio non è dovuto, devi “tentarli” assicurandoti con loro almeno un altro anno anzichè cambiare subito compagnia.

  43. BRUNO

    Ciao, madre e figlia eredi macchina del papà.
    L’assicurazione del papà scade il 16 aprile 2011, abbiamo già fatto passaggio proprietà della sola moglie. Ora se voglio cambiare compagnia di assicurazione e mantenere la stessa classe del padre anche alla madre cosa devo fare? Ho sentito la “nuova” assicurazione e mi hanno detto che serve farsi fare dalla “vecchia” assicurazione il cambio intestazione dal padre alla madre dell'”Attestato di Rischio” conservando così la stessa classe. La “vecchia” assicurazione mi dice che non si può fare perchè l’Attestato di Rischio è scaduto! secondo voi?

  44. admin

    Domenico (100): è bene che tuo padre si metta in regola; se erano in comunione di beni dovrebbe essere piu semplice. Leggi bene il nostro articolo per maggiori informazioni.

    Serena (101): temo di no.

  45. Serena

    Salve, lio padre è morto un anno fa, e io ho rinunciato all’eredità. Finora non avevo la macchina, ora che i trovo per la prima volta con una macchina e un’assicurazione da fare, mi chiedo se posso avere la classe di mio padre, su un’altro veicolo, anche se quando è morto l’assicurazione era scaduta….
    Ringrazio per la risposta.

  46. domenico

    Buongiorno,sono Domenico evi vorrei esporre brevemente il problema di mio padre e cioe':a Giugno del 2002 e’ venuta a mancare mia madre alla quale era intestata sia l’ assicurazione dell’ auto che l’ auto stessa,mio padre non sapendo come comportarsi con l’ assicurazione ha continuato a pagare l’ assicurazione dell’ auto intestata a mia madre fino ad oggi.Ora come deve comportarsi mio padre in questo caso?Deve rifare una nuova assicurazione?Grazie anticipatamente della disponibilita’.

  47. admin

    Alessandro (98): i tuoi dubbi sono legittimi. Leggi il nostro articolo, a nostro avviso la classe si trasferisce solo se l’erede è la moglie in comunione di beni, altrimenti va perduta. Non esistendo però una norma specifica, probabilmente troverai interpretazioni diverse in diverse agenzie.

  48. Alessandro

    Ciao,
    ho un dubbio. Nel caso in cui venga fatto venga interrotto il contratto di assicurazione con il vecchio assicurato (defunto) e venga attivato un nuovo contratto assicurativo con il nuovo erede dell’auto (sposata e convivente) si mantiene la stessa classe di merito del vecchio assicurato? Ho paura che interrompendo il contratto di assicurazione (tra l’altro dall’assicurazione mi hanno detto che è l’unico modo per poter procedere) e attivandone uno nuovo è come se si perde la possibilità di trasferire la classe di merito da un defunto all’erede.

  49. admin

    Roberto (96): confermo che a nostro avviso, se c’è la comunione di beni, la polizza può essere trasferita e quindi mantenere la classe CU. Chiedi eventualmente il parere e l’aiuto di un legale.

  50. Roberto

    Salve, mio padre è deceduto un mese addietro. Era sposato con mia madre (vivente) in comunione dei beni e con la stessa residenza. Della vettura intestata a mia padre, verrà fatto il passaggio di proprietà al PRA direttamente a mia madre, visto che tutti i figli stiamo rinunciando a tutta l’eredità. La polizza attuale assicurativa è in prima classe CU e all’agenzia assicurativa mi hanno detto che dovranno riassicurare la vettura in classe 14 visto che mia madre non ha nessuna altra vettura intestata e non ci sono altri figli residenti in famiglia. Ho letto invece su questo sito che è possile ereditare la classe CU se la moglie è in comunione dei beni. Cosa posso fare?

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>