Home » Norme generali sulle Assicurazioni » Durata dell’attestato di rischio

Durata dell’attestato di rischio


Attestato di rischio assicurazione

La durata dell’Attestato di rischio dell’assicurazione è aumentata

L’attestato di rischio è il documento più importante nell’ambito delle assicurazioni per auto e moto. La quasi totalità delle polizze RCA prevedono infatti la formula bonus-malus, ovvero un adattamento del premio da pagare in base alla storia assicurativa della persona, che è certificata appunto nell’attestato di rischio,assieme ad altri parametri quali lo storico recente con gli eventuali sinistri e altre informazioni utili a determinare il “profilo di rischio”.

Questo documento prima veniva rilasciato solo su richiesta a seguito della disdetta di una polizza, oggi invece, grazie al decreto di liberalizzazioni effettuato da Bersani, ogni assicurato deve ricevere il proprio attestato almeno un mese prima della scadenza della polizza. Essendo stato abolito il tacito rinnovo, questo è molto importante per poter cercare dei nuovi preventivi per il nuovo anno.

Sull’attestato è riportata, oltre alla classe di merito C.U., anche la storia dettagliata degli ultimi 5 anni dell’assicurato, e ovviamente tutti i dati della compagnia assicuratrice e della polizza in scadenza. Questo attestato è l’unica forma di documentazione legalmente valida della propria classe, e deve quindi essere prodotto in originale nel caso di stipula di una nuova polizza.

Un caso ricorrente è quello in cui si termina un contratto di assicurazione e per un certo periodo di tempo non se ne stipula un altro; i motivi possono essere molti, da un trasferimento all’estero, alla temporanea indisponibilità dell’auto. In questi casi, è fondamentale conservare l’attestato di rischio per poter sottoscrivere una nuova assicurazione quando sarà nuovamente necessaria, ma attenzione! L’attestato di rischio ha una scadenza: questa durata, storicamente limitata ad 1 anno, è oggi stata prolungata a 5 anni ed è bene prendere nota di questo cambiamento, perché molte compagnie disattente (o disoneste!), potrebbero considerare scaduti attestati invece ancora validi!

La data da prendere come riferimento è quella della scadenza della polizza e non quella del termine del periodo di osservazione ne’ quella del rilascio dell’attestato (che comunque quasi mai è presente). Questo allunga il termine di validità di un ulteriore mese rispetto alla sua data di produzione.

Cosa accade se l’attestato è scaduto? Qualora si sia in possesso di un attestato scaduto, per un veicolo sempre di vostra proprietà ma non circolante, non buttatelo… potrebbe essere sempre utile qualora vogliate ri-assicurare il veicolo, perché garantisce di essere nuovamente assicurati in classe CU 14. Questo, se nell’attestato si figurava in classe 14 o minore, altrimenti si mantiene la classe più alta. Questa regola viene in verità applicata soltanto da alcune compagnie (es. Directline). Se invece l’attestato è smarrito, la ri-assicurazione del mezzo comporterà la costosissima CU 18.
In ogni caso, qualora dobbiate ri-assicurare un veicolo che è stato fermo da tempo, che andrà quindi in una classe variabile dalla 14 alla 18, valutate sempre la convenienza di una voltura, ad esempio ad un familiare. Così facendo “azzerate” la storia assicurativa del veicolo e potete assicurarlo con legge Bersani oppure trasferendovi la polizza di un’altro eventuale veicolo veduto o rottamato.

753 commenti

  1. maurizio ponti

    Buonasera, cerco di sintetizzare un problema al quale neanche la mia assicurazione riesce a formulare una risposta plausibile:
    Ho ricevuto da poco l’attestato di rischio. E’tutto senza sinistri, tranne il 2012 per il quale l’atr riporta N/A.
    In realtà le cose non stanno proprio così:

    dall’ 01.01.2012 al 15.06.2012 assicurazione operante sul vecchio veicolo
    dal 16.06.2012 al 28.10.2012 assicurazione disdettata causa rottamazione veicolo per avaria meccanica

    Ho ricevuto il rimborso del premio RCA non goduto

    dal 28.10.2012 al 23.11.2012 assicurazione operante sul nuovo veicolo
    dal 24.11.2012 al 31.12.2012 assicurazione disdettata causa furto veicolo

    Ho ricevuto il rimborso del premio RCA non goduto.

    Visto che nel 2012 ci sono periodi di assicurazione operante, e visto che nè io nè la mia auto hanno causato sinistri, è corretta l’attribuzione N/A per l’anno 2012?
    Un saluto cordiale e i più vivi complimenti all’esperto per la sua professionalità

    • Esperto

      Posso capire perché è stata applicata la dicitura N.A.: in pratica pur essendo stato assicurato per la maggior parte dell’anno, non hai portato a termine l’annualità. Se tu avessi acquistato un’altra vettura su cui spostare la polizza oppure se tu avessi lasciato in sospeso, senza chiedere il rimborso, probabilmente l’annualità sarebbe risultata come completata con 0 sinistri come le altre. Contestare è difficile in quanto la normativa non è chiara, tuttavia la tua assicurazione una spiegazione dovrebbe pur dartela…

  2. besmir

    Salve,
    Mi chiamo Besmir. Vorrei discutere con voi di un problema assicurativo. Un anno fa ho assicurato il motorino (cilindrata 125 cc) partendo dalla classe 14 di merito. A fine maggio 2014 ho avuto un incidente cadendo dal motorino ho grafiato la parte sotto del paraurti di un auto che era ferma. le opzioni dell’assicurazione sono o pagare il sinistro (oggi ho ricevuto dalla consob la somma da pagare all’assicurazione di ben 480 euro per un danno che secondo me non superava i 50 euro) oppure passo in classe di merito 16 con incremento vertiginoso del premio assicurativo. Secondo voi è normale tutto questo. ho la sensazione di essere truffato e non so a chi rivolgermi. Visto che intendo vendere il motorino ed acquistare un auto non riesco a capire da che classe di merito parto (14 come prima auto oppure 16 per l’incidente con il motorino). Ho letto che la classe di merito non viene ereditata tra veicoli diversi. Vale la stessa cosa per la classe di demerito oppure uno riparte dalla classe più bassa. mi potete aiutare a capire meglio
    vi ringrazio in anticipo

    • Esperto

      Ti confermo che cambiando mezzo da motociclo a autovettura la classe non viene mantenuta, quindi ripartirai dalla CU 14. Ti conviene quindi far pagare alla tua assicurazione.

  3. Corrado

    buongiorno. Data la vastità dei commenti, non ho potuto verificare se la mia domanda fosse stata già fatta, quindi, nel tal caso, mi scuso a priori per l’eventuale ripetizione. Il mio quesito è questo: la polizza assicurativa del mio scooter scade il 30/11/2014. La compagnia ha già provveduto a mandarmi il promemoria con l’attestato di rischio. Siccome andiamo incontro alla cattiva stagione, mi chiedevo se fosse possibile non ri-assicurare lo scooter (ovviamente tenendolo in garage) fino a marzo, in modo da non “sprecare” l’assicurazione in un tempo nel quale comunque non utilizzerei il veicolo. In tal caso perderei la classe di merito? E posso farlo cambiando compagnia assicurativa? Grazie mille

    • Esperto

      Nessun problema, è possibile tranquillamente! Puoi anche cambiare compagnia.

  4. anna

    salve
    mio marito nel 2010 ha rottamato una vecchia fiat uno e ha conservato l’attestato di rischio in cui figura la classe CU 1; nello stesso anno ha acquistato un’altra auto usata ma l’assicuratore gli ha consigliato di applicare il decreto Bersani per assicurarla anzichè utilizzare la sua classe di merito, e cioè ha acquisito la mia classe che è comunque la prima. Quest’anno dobbiamo acquistare un’altra auto per mio figlio e volevamo utilizzare il suddetto attestato di rischio di mio marito che scadrà ad aprile 2015 ma la mia assicurazione (SAI) dice che non è possibile e che devo fare ancora ricorso al decreto Bersani. E’ veramente così?

    Grazie

    • Esperto

      Se la seconda auto fu acquistata dopo la rottamazione, il primo assicuratore vi ha consigliato MOLTO male. Il secondo invece dice il giusto, in quanto l’attestato in sospeso può essere usato solo su una vettura intestata a tuo marito. valutate voi se intestare a lui la nuova auto di vostro figlio.

      • Anna

        Intanto la ringrazio per la risposta. In effetti volevamo intestare la nuova auto proprio a mio marito per utilizzare quell attestato di rischio ma l assicuratore asserisce che è impossibile in quanto il suddetto attestato non sarebbe più valido! Scade ad aprile 2015, magari cambio compagnia. Per avere un altro parere.
        Grazie

        • Esperto

          TI confermo che se non è stato utilizzato è ancora valido.

  5. edmondo

    Buongiorno esperto, mi è successo che nel 2012 ho fatto un incidente la persona non si è fatta niente ma è andata a farsi fare un controllo al pronto soccorso. Risultato che dopo molti mesi arriva da pagare 75€ all’inail come rimborso per la giornata di lavoro persa per fare il controllo. Io vado all’inail per fare il pagamento ma mi dicono che non posso pagare perchè devo farlo la compagnia. A fine settembre 2014 mi arriva un e-mail che il premio è aumentato per l’incidente e quando mi offro di rimborsare io la somma pagata dalla compagnia (appunto 75€) mi viene risposto che non è possibile perchè per legge la persona ha tempo 5 anni per chiedere ulteriori danni. Ma io cosa posso fare devo per forza pagare il malus (mi hanno aumentato due classi di rischio con il premio radoppiato) o posso appellarmi a qualcosa visto che io volevo pagare la somma?

    • Esperto

      Sembra che il tuo sinistro rientri tra quelli non rimborsabili:
      “Sinistri liquidati e contabilizzati totalmente per i quali non risultino pendenti altre partire di danno”

      E’ evidente che la situazione è assurda e fortemente penalizzante per te, francamente non saprei indicarti una soluzione.

      Ho però una indicazione sul come prevenirla in futuro: assicurare con una franchigia (diciamo di 500 euro), così che i piccoli danni come questo sono obbligatoriamente rimborsati “di tasca propria” e non fanno scattare il malus.

      • edmondo

        La ringrazio. Io non potrei però chiedere che a scadenza dei 5 anni (ormai ne mancano 2) possa rimborsare quanto da loro liquidato dietro rimborso del malus pagato a seguito dell’aumento della classe di rischio? Grazie anticipatamente

        • Esperto

          Purtroppo temo di no, in quanto i sinistri con riserva sono espressamente esclusi dalla procedura di rimborso alla compagnia. Se vuoi fare un tentativo, io proverei ad inviare una lettera nel quale descrivi tutta la situazione fortemente penalizzante per te, indirizzandola alla tua compagnia, a CONSAP e a IVASS.

  6. nicola

    Seconda rata non pagata x motivi economici..ormai ora scaduta…. se mi reco in agenzia e gli domando se posso pagarla secondo voi accetta o ritorno all ultima classe???? Aspetto vostre notizie. Premetto che sono andato a chiedere se potevo bloccarla ma la segretaria mi disse che erano passati gia un mese dall inizio del secondo semetre…..sempre pagata in anticipo mai dato problemi…. aspetto vostre notizie

    • Esperto

      Il diritto al pagamento delle rate di premio decade dopo un anno dalle singole scadenze. La compagnia ha torto a rifiutare il pagamento.

  7. corrado

    salve.
    ho un attestato di rischio ancora valido di una moto che ho venduto. vorrei acquistare una moto d’epoca (iscritta FMI o ASI), posso usare l’attestato di rischio della vecchia moto (non d’epoca)? e qualora fosse possibile, posso maturare ugualmente classi di merito (con l’assicurazione per moto d’epoca) ed usarle in futuro per una moto “normale” (non d’epoca)?
    Grazie!

    • Esperto

      Si, certamente. I mezzi ASI seguono anch’essi la disciplina del bonus-malus, non sono una categoria diversa, anche se poi la classe non ha molto effetto sul prezzo finale.

      • corrado

        Grazie per la risposta, ma la compagnia alla quale mi sono rivolto (Toro) mi ha detto che le polizze per mezzi d’epoca e quelle normali seguono percorsi diversi, dunque non posso usare lo stesso attestato di rischio… c’è una normativa alla quale si può fare riferimento così da poter far valere i miei diritti? grazie

        • Esperto

          Normative specifiche no, devi far leva sul fatto che sono veicoli della medesima tipologia. Non esiste la tipologia “auto” e quella “auto d’epoca”, sono sempre “auto”. Il fatto che loro abbiano prodotti diversi non deve influire.

  8. ERI

    salve, vorrei fare una domanda: Nell 2012 ho fatto un assicurazione di un anno dell auto ma ho pagato solo la prima rata semestrale. Io non lo pagato per motivi economici, e il contrasegno non l’ho mica usato. quindi volevo sapere perche devo perdere la classe di merito. e come se andassi in un nuovo lavoro presentando i diplomi che hai e nel momento in cui interrompi il raporto loro tenessero i tuoi diplomi…..

    • Esperto

      Purtroppo la semestralità non pagata blocca il tuo storico assicurativo e su questo molte compagnie si appellano per “ricattare” il pagamento. Concordo sul fatto che, così come è giusto che la compagnia abbia il suo pagamento, è anche giusto che l’attestato rimanga al titolare. Alcune compagnie lo rilasciano comunque, segno evidente di scarsa chiarezza in questo caso particolare.

  9. Luigi

    Salve Esperto,
    volevo sapere se potevo utilizzare un vecchio attestato di rischio risalente al marzo 2010!
    Mi spiego: Mio fratello è stato all’estero dal 2010 fino ad aprile di quest’anno; Nel frattempo vendemmo la macchina (di sua proprietà) perchè non più utilizzata e conservammo l’attestato in oggetto! Oggi è rientrato ed è intenzionato a comprare una macchina usata d’occasione! Siccome nel 2010 aveva una CU7 NON BERSANI, mi piacerebbe non perderla…..e facendo preventivi “on line” sui soliti siti, non riesco a trascrivere la mia” non continuità assicurativa” considerando, fra l’altro, anche un sinistro del 2009!
    Alla domanda hai commesso sinistri negli ultimi 3 anni, cosa devo mettere considerando che l’annualità dell’ attestato termina nel 2010?

    ( Spero di essermi spiegato bene :D )

    • Esperto

      Suppongo che il sinistro sia riferito ad un’altra auto con altra storia assicurativa… quindi non va considerato.

  10. emilia zauli

    Salve, avrei bisogno di un consiglio. Mio marito ha intenzione di vendere la macchina, lui è in 1a classe. Per un periodo che dovrebbe essere superiore ad 1 anno non avrà bisogno di comprare un’altra macchina in quanto userebbe quella aziendale e abbiamo comunque un’altra macchina in famiglia (la mia). Nel caso in cui fra 2 o 3 anni decidesse di acquistare una nuova auto, potrebbe richiedere di ripartire dalla 1a classe? Se si come? Se no perché? Secondo quale legge?
    Grazie mille per l’aiuto.

    • Esperto

      Penso che l’articolo qui sopra ti dia la risposta che cerchi: l’attestato che sarà a lui rilasciato ha validità 5 anni.

      • emilia

        Si infatti ho letto l’articolo ma volevo essere sicura di aver capito bene. Il fatto è che questa mattina sono andata a chiedere all’assicurazione e mi hanno detto che avrebbe avuto 1 anno di validità -.-
        Mi potreste dire cosa devo fare e dire esattamente per evitare di essere presa in giro?

        Grazie.

        • Esperto

          Ho capito., Quasi sicuramente vi hanno allora prospettato una sospensione, che in questo caso ha solo controindicazioni per voi: lo fanno per evitare il rimborso. A fronte della vendita, chiedete l’estinzione del contratto: saranno obbligati a restituirvi la parte di premio non utilizzata e l’attestato di rischio valevole per 5 anni. Con la sospensione invece “congelate” la annualità attuale ma per un massimo di 1 anno… è una soluzione da adottare solo per periodi di alcuni mesi.

          • emilia

            Ci avrei scommesso, siamo in Italia, Lei è un grande, la ringrazio moltissimo, sarà una grande soddisfazione dirgli cosa intendo fare senza farmi prendere in giro. Solo un’ultima cosa, nel momento in cui mio marito chiederà l’estinzione se non dovessero dargli l’attestato di rischio può pretenderlo?
            Grazie mille.

            • Esperto

              Assolutamente si. è un suo diritto (ovviamente sarà riferito alla annualità precedente, non avendo completato quella attuale).

  11. antonietta

    Buongiorno, forse faro’ una domanda sciocca, ho assicurato una moto con pagamento i 2 rate quindi semsetrale, per motivi familiari non ho potuto fare il 2 pagamento, la moto e’ stata ferma.Devo pagare per forza? Grazie

    • Esperto

      SI, si tratta di una seconda rata di un contratto annuale.

  12. Vincenzo

    Salve,
    sono assicurato con la CATTOLICA in 1° classe. Domani vendo la mia auto, la mia assicurazione ha scadenza 30.06.2015, con rata intermedi a 22.12.2014 che ho già pagato. Per due anni non avrò auto intestate, voglio di nuovo assicurarmi nell’ottobre 2016 con la stessa compagnia, posso farlo? quali sono le modalità? A cosa vado incontro? resto con la stessa classe? Grazie 1000 e saluti

    • Esperto

      Non ci sono problemi. Dopo la vendita ti rechi alla compagnia e chiedi l’estinzione del contratto, con reso della parte di premio non goduta (iva e imposte escluse). Fatti rilasciare l’attestato di rischio, che varrà per 5 anni.

  13. massimiliano maimone

    buonasera. ho un’auto ferma da un po’ di anni. ora vorrei vendere la mia prima auto e passare l’assicurazione su quella ferma. rimarrò con la mia attuale classe di merito?

    • Esperto

      SI, è fattibile il trasferimento della polizza diretto.

  14. Luigi

    Salve, ho un’auto che uso pochissimo e che è stata assicurata continuativamente in CU1 fino a giugno 2014, dopodichè non ho rinnovato la polizza.Per risparmiare, pensavo di assicurarla solo 6 mesi all’anno (a partire dalla prossima primavera, per il periodo aprile-ottobre), poi lasciar scadere la polizza fino alla primavera prossima, e così via.Ho l’attestato di rischio rilasciato poco prima della scadenza della polizza (giugno 2014); se l’assicuro 6 mesi all’anno avrei continuità assicurativa sull’attestato (non ci sarebbero annualità con N.A. o N.D.) e quindi dovrei mantenere la mia classe CU1, con qualsiasi Compagnia.L’importante è che l’auto sia stata assicurata almeno una volta durante l’anno solare, o sbaglio?
    Grazie

    • Esperto

      SI, è ok, ma dovrai provvedere alla stipula di un contratto annuale. Una volta lo sospendi, quella successiva attendi a rinnovarlo e così facendo ottieni l’effetto desiderato, sebbene con pagamento annuale!

  15. Leandro

    Buongiorno Esperto.
    Sono assicurato in classe 1 da + anni, ed ho intenzione di trasferire la proprietà della mia auto alla mamma della mia compagna (residente in Italia e di cittadinanza Polacca). Esistono assicurazioni che tengono conto del Suo attestato di rischio polacco?

    • Esperto

      Se vi è indicata la Classe Universale in modo conforme agli standard Europei, tutte le compagnie Italiane la accettano, salvo ovviamente problemi di traduzione, ecc.

  16. vincenzo di lallo

    buongiorno, ho assicurato la mia auto con una polizza auto d’epoca con relativa certificazione, la vecchia polizza in classe 1 da molto tempo non l’ho utilizzata più, posso ora riattivarla con un nuovo veicolo ? l’ultimo attestato di rischio è del 2010

    • Esperto

      SI, come ricordiamo sempre, l’attestato vale 5 anni e se non lo hai utilizzato per alcun veicolo, è sfruttabile su un tuo automezzo fino a scadenza.

  17. giusy

    Salve,
    Avrei bisogno di un suo parere. Ho una polizza auto in scadenza e l’agente assicurativo che mi segue mi ha fatto un nuovo preventivo e mi ha detto che la nova polizza è gia emessa! io avrei dovuto ritirarla oggi ma sono andata in agenzia e l’ho trovata chiusa …e non è la prima volta. Ora siccome sono un po’stufa posso rivogermi ad un’altra compagnia e farmi rifare la polizza visto che dall’altra parte io non ho pagato ?
    Grazie saluti

    • Esperto

      Se non hai firmato alcun contratto, non sei legata alla compagnia e all’agente. Anche qualora tu avessi firmato, potresti esercitare il diritto di recesso, che tuttavia ti obbligherebbe a pagare almeno le imposte e l’IVA.

  18. Santo

    salve, avevo un contratto assicurativo della mia auto cn toro, ma ho sospeso la polizza da oltre un anno e il contratto e scaduto e quindi mi dicono che vengo penalizzato e non potrò fare assicurazioni perche mi costerà un po rispetto alla solita polizza (esempio 1900€ dall’ultima compagnia). Come posso risolvere? Premetto che prima di essere assicurato con toro ero assicurato con unipol, quindi l’attestato risale al 2012 con Unipol, spero d essere stato chiaro. Grazie

    • Esperto

      Mi pare strano, forse non hai pagato la seconda semestralità? Chiedi (e dacci) maggiori informazioni alla tua ultima compagnia!

      • Santo

        Esatto, l’assicuratore mi ha dtt d lasciarla scadrere (in quanto sospesa) senza pagarla che poi avrei potuto rifare un altro contratto perdendo solo 1 classe di merito, e alla resa dei conti così non e stato. Adesso mi chiedo, come posso risolvere questo fardello? Se vendessi l’auto posso usufruire dello stesso attestato di rischio o riavere una buona classe d merito o decreto Bersani? Come posso risolvere insomma? Grazie..

        Cmq premetto che vorrei proprio evitare di vendere

        • Esperto

          Vendendo l’auto puoi riassicurare come preferisci, ma quella classe non sarà utilizzabile. Hai provato a proporre di saldare la semestralità? Un’altra strategia potrebbe essere quella di attendere il termine di prescrizione del pagamento della rata, che è di 1 anno, per poi cercare di riavere il proprio attestato

          • Santo

            Si ma preferisco non pagare un semestre a “vuoto”, cmq il termine credo sia scaduto perchè se non ricordo male l’assicurazione è stata sospesa ad agosto 2013.. e troppo strana sta situazione

  19. corrado

    salve, ho una domanda da porle: da molti anni avevo una assicurazione sulla moto tanto da avere la classe bonus/malus 1.
    nel 2011 ho venduto la moto e disdetto l’assicurazione (mi è stato restituito una parte del premio). ora vorrei acquistare un’altra moto ed ho l’attestato di rischio appunto rilasciatomi nel 2011 dalla mia assicurazione (CATTOLICA). però mi dicono che avendo io annullato la vecchia assicurazione, non è più valido. è vero? non posso usare l’attestato di rischio anche se non sono passati ancora i 5 anni? mi dicono che avrei dovuto lascire attiva l’assicurazione fino a scadenza senza chiedere il rimborso del periodo residuo. POSSIBILE? Grazie

    • Esperto

      Sbagliato, l’attestato è pienamente valido e puoi usarlo da subito senza problemi.

  20. rinaldo

    salve devo fermare la macchina per 2 anni sono in classe 1 da 42 anni posso conservare la mia classe . e alla riattivazione usufruisco della stessa senza aumenti distinti saluti rinaldo

    • Esperto

      SI, l’attestato vale per 5 anni. Alla riattivazione avrai un “buco” di due anni nello storico assicurativo che ti penalizzerà un poco per 5 anni.

  21. Stefano

    Salve, devo acquistare una vettura a nome di mio nonno che non ha piu’ una sua vettura da due anni.
    Fino a 2 anni fa aveva la sua vettura con l’assicurazione intestata a se stesso in prima classe; poi la vettura è stata demolita/venduta e quindi non ha più rinnovato la polizza.
    Ora con questa nuova macchina, deve ricominciare dalla 14 classe o può avvalersi della prima classe riportata sull’attestato di rischio vecchio di due anni?

    Grazie

    • Esperto

      L’attestato vale 5 anni, quindi è utilizzabile senza problemi.

  22. Roberto

    Salve, dopo tanti anni mi sto ricomprando una macchina ( nuova o usata) .
    Fino a circa 8 anni fa avevo la mia macchina con l’assicurazione intestata al sottoscritto ed ero arrivato alla prima classe, poi ho cominciato a lavorare con un azienda che mi dava l’auto come benefit e quindi ho venduto la mia.
    Per circa 8 anni ho guidato macchine aziendali senza mai fare un incidente, premetto che le macchine non erano intestate a me come utilizzatore ma all’azienda.
    In questo caso devo comunque ricominciare da capo con l’assicurazione o posso avvalermi di qualcosa di cui non ne sono a conoscenza ?
    Grazie

    • Esperto

      Hai due alternative: assicurarti con la classe di partenza CU 14, oppure se nel tuo nucleo familiare avete altre auto, puoi chiedere di utilizzare la legge Bersani e partire da tale classe.

      • Roberto

        quindi se ho capito bene, io e mia madre risultiamo essere nello stesso stato di famiglia, lei ha la 1 classe posso usufruire della stessa ?
        Grazie ancora

        • Esperto

          si

  23. Claudio

    Salve.
    Ho una polizza moto in scadenza a novembre.
    ho già ricevuto l’ATR
    tuttavia, io uso la moto solo da aprile a settembre.
    posso aspettare aprile 2015 per stipulare un nuovo contratto con altra compagnia?
    Cosa servirà oltre all’attestato? un’autocertificazione che il mezzo non ha circolato basterà?

    GRAZIE!

    • Esperto

      Puoi farlo tranquillamente, l’autocertificazione potrebbe anche non essere necessaria. la moto andrà ovviamente custodita in area privata.

  24. antonio

    Buongiorno.nel 2013 ho stipulato una polizza auto con rate semestrali. Ho pagato la prima rata ma non la seconda. Ora mi ritrovo con l’ auto senza copertura. Potrei recuperare l’ attestato di rischio della vecchia compagnia ( di 2 anni fa) dato che l’ ultima compagnia non me lo rilascia?

    • Esperto

      Purtroppo è probabile che non sarebbe considerato valido, essendo presente una stipula successiva. Prova.

  25. Gio72

    Salve,
    ho un motociclo immatricolato nel 2006, e regolarmente assicurato con l’AXA. Da cinque anni, la moto è ferma nel garage, causa lavoro all’estero e impedimenti familiari…Vorrei riassicurarla, ma l’ultimo attestato di rischio è scaduto nel mese di Luglio 2014, quindi anche se di due mesi, risulta scaduto da più di cinque anni…
    Ho letto che la CU varia dalla 14 alla 18, ma consoderate che dalla 14 alla 18, in termini di premio la differenza è enorme…! sono conscio di dover, almeno quest’anno, sottopormi ad un slasso, solo che la voglia di tonare in sella è tanta! tutti i preventivi che mi hanno proposto sono in partenza CU 18…una CU 14 potrebbe anche andarmi bene magari in abbinamento ad un pagamento rateale, o chilometrico, considerando che nn la utilizzo frequentemente….secondo voi come procedere, se fattibile, per farmi riconoscere almeno una CU 14?

    • Esperto

      E’ molto semplice: se sei in possesso dell’attestato scaduto, in cui era riportata una classe pari a 14 o minore, ti sarà assegnata la classe 14. Se hai un attestato scaduto con classe da 14 a 18, ti sarà assegnata la classe indicata. Se non hai attestato, ti sarà assegnata la classe cu 18.

      • Gio72

        Salve,
        Grazie…gentilissimo e molto celere nella risposta…
        allora…SI! ho l’ultimo attestao di rischio “scaduto” con CU 12, ma finora tutte le compagnie a cui ho chiesto un preventivo, mi hanno prospettato un ingresso in CU 18, anche la stessa filiale AXA dove avevo il “vecchio” contratto mi ha fatto un preventivo in CU 18 con il consoiglio di vendere, o di provare un passaggio di prorpietà verso mia moglie per poter usufruire della CU 14…
        Approfitto della vs gentilezza e , ovviamente competenza…come posso, se posso, far valere l’opzione di farmi un preventivo con il vecchio attestato, non dico in classe 12, ma almeno in classe 14???

        • Esperto

          Puoi pure recarti nuovamente presso la tua agenzia e dire loro di leggersi il proprio fascicolo informativo Auto: capitolo 2, paragrafo 7. L’attestato di rischio scaduto comporta l’attribuzione della classe CU 14. Chiaramente devi produrre il documento scaduto.

          • Gio72

            Grazie!!! proverò anche questa, sperando sia la volta buona!!!
            Saluti.

  26. maury

    buongiorno ho ferma in garage e non assicurata da oltre 10 anni una vespa 125 del 1985 priva di attestato di rischio che fare per assicurarla a un prezzo accessibile ringrazio anticipatamente per la risposta

    • Esperto

      La cosa migliore è sicuramente iscriverla ASI in modo da beneficiare di esenzione bollo e assicurazione agevolata… anche perchè allo stato attuale andrebbe in una classe altissima.. 14 o 18…

  27. Antonio

    Ho assicurato una vespa d’epoca da quasi un anno. L’attestato di rischio viene rilasciato per le moto o auto d’epoca?

    • Esperto

      Si, viene rilasciato, anche se la classe solitamente non influenza il costo della polizza.

  28. Carmelo

    Buon pomeriggio,
    Il mio problema consiste che,nel 2008 ho assicura un fiat 600 fino al 2013 con la legge Bersani acquisendo fino all’anno scorso una posizione visto che non ho creato sinistri;mi spiego meglio,nell’attestato di rischio comparivano gli 0 sotto le date.Dall’anno scorso invece ho acquistato una Fiat punto e l’assicuratore per farmi risparmiare mi ha fatto stipulare un nuovo contratto non dicendomi che avrei perso gli anni acquisiti…la mia domanda è!!!!Come devo fare a riprendermi questi anni?Visto che nel nuovo attestato di rischio risulto assicurato per la prima volta dall’anno scorso?!?!?

    • Esperto

      Se la Punto si è aggiunta alla 600, l’assicuratore ha correttamente applicato la legge bersani, che non mantiene lo storico assicurativo. Se invece l’auto ha sostituito la 600, allora ha sbagliato e doveva solo trasferire la polizza dalla vecchia alla nuova auto.

      • Carmelo

        quindi possono aggiustare le cose,nel senso che li posso recuperare?

        • Esperto

          Se è il primo caso che ho descritto, la situazione è corretta così, con lo storico “vergine” per l’auto aggiuntiva. Se invece è il secondo, devi chiedere una rettifica alla tua compagnia, ma non sarà una battaglia facile…

          • Carmelo

            è il secondo caso….visto che lo sbaglio è stato causa loro,mi battero per questa giusta causa

  29. Calogero

    Salve, avrei qualche domanda, nel 2008 avevo una seicento assicurata, dopo ho comprata una fiat 1.9 jtd ed ho contiunuato con l’assicurazione con questa auto sempre con la classe 1, adesso volevo aprire un’altra assicurazione con la stessa compagnia per la seicento si puo’ avere la classe 1 ( premetto che ho pagato tutti gli anni il bollo) un saluto

    • Esperto

      No, purtroppo la 600 sta in una situazione ambigua che comporta necessariamente la costosissima classe 18. Il motivo è dovuto al fatto che non avresti potuto spostare la polizza in assenza di vendita o rottamazione del veicolo. In questi casi è consigliabile fare un passaggio dell’auto ad un familiare convivente e assicurare con legge bersani.

  30. mattia

    buonasera,
    io ho venduto un veicolo sul quale avevo acceso una RC con decreto bersani, legato alla CU di mio padre (1c – 1).
    Ho l’attestato di Rishio risalente all’ultimo rinnovo assicurativo (12/2012).
    Ora ho cambiato residenza e a giorni comprerò un’automobile KM0.
    Potrò avere la stessa CU ?

    Grazie

    • Esperto

      Si certo, puoi usare direttamente tale attestato di rischio, conserverai la classe e anche lo storico recente.

  31. antonio

    Salve, dopo quattro anni riprendo un’auto e non trovando l’attestato di rischio del mio ultimo contratto mi reco in agenzia x chiederne una copia, ma mi viene detto che la compagnia che assicurava la mia auto è fallita quindi non ho più diritto all’attestato e mi tocca partire dall’ultima classe. Per me c’è qualcosa che puzza, aiutatemi voi…..

    • Esperto

      Le compagnie fallite hanno per legge un curatore fallimentare che ha, tra i suoi obblighi, quello di produrre gli attestati di rischio agli (ex) assicurati. Puoi verificare tu stesso, con gli estremi della tua compagnia, se è effettivamente fallita e l’eventuale curatore, solitamente sul sito web della compagnia è tutto indicato.

  32. antonio

    Ciao, avrei un quesito da porvi: ho una seconda auto da assicurare per la prima volta. Sui vari comparatori mi viene chiesto di applicare la bersani con l altra auto assicurata in prima classe. Per quale motivo se faccio i preventivi con la Bersani mi escono fuori circa 100-200 euro in piú che se fosse già assicurata in prima classe da almeno un anno? A me sembra che la legge abbia un bel po di falle e che le assicurazioni ne approfittano. Insomma se passassi l assicurazione da un`auto all’altra riuscirei a risparmiare 200 euro. Che senso ha dire che mantengo la stessa classe?

    • Esperto

      Ne parliamo diffusamente qui sul sito, l’uso di legge Bersani comporta una maggiorazione, sebbene a parità di classe, ma comunque un risparmio rispetto al partire dalla classe cu 14.

  33. roberto

    buonasera, espongo un problema che non ho trovato in rete. La mia scadenza annuale è il 15 settembre, la compagnia di assicurazione mi ha fornito un certificato di rischio che indica un sinistro per l’anno 2009. Se io vado a ritroso nel tempo il quinquennio del periodo di osservazione arriva al 15 settembre 2009. Ora, siccome il sinistro in oggetto è accaduto nel Maggio 2009 a mio parere ad oggi non dovrebbe più comparire nel certificato perchè fuori dal periodo di osservazione. Sentita la compagnia che ha emesso il certificato inizialmente mi dicono che va bene così perchè il sinistro è stato pagato nel 2009 e conta l’anno. E’ realmente così ?

    • Esperto

      Si è corretto, il sinistro viene inserito nello storico sempre dopo alla effettiva data di avvenimento, ovvero alla data della definizione delle responsabilità e relativo inserimento in archivio.
      Ciò che “paghi” di più adesso, lo hai risparmiato al rinnovo di 5 anni fa, quando lo storico ancora non conteneva un sinistro già avvenuto.

      • roberto

        L’ho pagato anche 5 anni fa, ho cambiato compagnia apposta perchè la nuova mi aveva fatto un prezzo migliore malgrado il sinistro già comparisse nel certificato perchè era avvenuto e liquidato precedentemente ai 60 giorni dalla scadenza annuale. Non mi sembra corretto in ogni caso, mi sono letto la legge e parla chiaro, il periodo di osservazione va dalla scadenza e non dall’anno solare in cui è stato liquidato il sinistro.

        • Esperto

          Ok comunque dovrebbe essere corretto: lo storico recente ha 6 caselle, non 5, il tuo sinistro dovrebbe essere nell’ultima e quindi influire per l’ultima volta.

      • roberto

        ci sono novità, ho chiamato la vecchia compagnia la quale mi ha dato le date certe di sinistro e liquidazione 3/2009-08/05/2009, pertanto il sinistro è sicuramente fuori dal periodo di osservazione della data di scadenza 15/09/2009-15/09/2014. Ho chiamato l’IVASS che mi ha dato ragione e mi ha consigliato di fare una mail a loro ed alla compagnia che ha emesso il certificato, ma non c’è stato bisogno. ho chiamato la compagnia ed ho spiegato la situazione e mi hanno dato subito torto, ma quando ho tirato in ballo l’IVASS ed ho chiesto la mail della persona competente hanno guardato meglio ed entro oggi mi riemettono il certificato. ITALIANI SVEGLIAAAAAAAA ! ! ! ! !

        • Esperto

          Complimenti per la tua perseveranza! E complimenti anche a IVASS che fornisce un ottimo servizio al cittadino.
          Rimane comunque la questione delle 6 caselle anziché 5 a fronte di un periodo di osservazione di 5 anni e non 6, approfondiremo la questione…

          • roberto

            Vedi, il fatto è che quando i soldi iniziano ad essere di meno si guarda tutto. è semplicemente questione di periodo di osservazione. se io avessi avuto il sinistro il 30 Settembre sarebbe stato comunque nel 2009 ma all’interno del quinquennio che va dal 14 Settembre 2009 al 14 Settembre 2014. Se la data della Liquidazione e non del Sinistro sono precedenti cadono nel periodo di osservazione 2008-2009 e non 2009-2010. I complimenti vanno anche a DirectLine che non ha esitato 1 secondo a fornirmi tutti i dati sul sinistro e anche al servizio clienti ConTe.it che ha avuto la pazienza e l’apertura mentale di ascoltare quello che avevo da dire.

  34. domenico

    Giorno , sono in scadenza con una polizza rca in omaggio per l’acquisto di una auto nuova dove io non risultò nemmeno il contraente. Al rinnovo con un altra compagnia posso utilizzare l’attestato di rischio della macchina che ho rottamato?

    • Esperto

      Si, è possibile farlo.

  35. antonio

    Salve volevo domandare una cosa siccome mio padre aveva l’assicurazione con merito di 1 classe adesso non fa l’assicurazione dal 2008 perchè non lavorava più adesso vuole comprarsi una nuova auto parte sempre dalla 1 classe ?

    • Esperto

      Purtroppo la sua classe 1 e’ ormai scaduta, dovrà quindi ripartire dalla cu14.

  36. marco

    Salve, negli ultimi 7 anni ho avuto la macchina a noleggio e non ho mai fatto sinistri, quindi dovrei essere in prima classe. Esiste un documento (o un modo) che mi faccia assicurare l’auto che sto acquistando nella classe che mi spetta, vale a dire la prima. Inoltre se non ci sono modi, in quale classe entrerei?

    • Esperto

      La tua è una domanda molto strana. Ogni anno la tua compagnia ti DEVE rilasciare l’attestato di rischio dove sono riportate la tua classe Universale ed Interna e lo storico recente. Se non te lo rilascia, sollecitalo, è obbligatorio per legge entro 30 giorni dalla scadenza, proprio per favorire la concorrenza. PS: Se eri partito dalla classe CU14, non sarai in classe 1, dato che ne scatta una l’anno.

  37. Salvatore

    Salve, piacere Salvatore…Nel 2012 ho acquistato la mia auto intestandola a me e come secondo proprietario mio padre, cioè ho fatto un passaggio cointestato con mio padre per pagare di meno l’assicurazione…Nel 2013 allo scadere della assicurazione non lo rinnovata perchè per motivi di lavoro mi sono trasferito e la mia auto lo tenuta ferma ai box…Adesso che sono ritornato volevo assicurami la mia auto ma non è stato possibile perchè non possiedo l’attestato di rischio e me stato consigliato dall’assicuratore di rifare un nuovo passaggio di proprietà per pagare di meno…Ciò che volevo chiedere se anche sono passati 2 anni da quando lo assicurata è ancora possibile chiedere alla mia vecchia compagnia assicurativa l’attestato di rischio ? oppure tale che l’assicurazione della mia auto era intestata a mio padre è possibile intestarmi io l’assicurazione sfruttando la legge bersani tale che lo stesso mio padre sulla sua auto ha la 1 classe ? oppure anche qui lo stesso serve l’attestato di rischio ?

    • Esperto

      Se non hai rinnovato alla scadenza annuale, non semestrale, devi avere un attestato di rischio, altrimenti fattelo rilasciare in copia! Ed e’ ancora valido, dura 5 anni.

  38. antonio

    Salve, per motivi familiari ho dovuto fermare (ricoverata in box privato) la mia moto da febbraio 2014 ad oggi. La polizza é scaduta il 12 maggio 2014 finalmente il 1 agosto potrò riutilizzarla … sono in possesso dell’attestato di rischio ultimo (scadenza annuale 12/5/2014 termine periodo di osservazione 13/3/2014 classe di merito assegnazione CU 4) … la posso riassicurare con altra compagnia di assicurazione dal 1/8/2014 con la classe di merito CU 4 ? La data di scadenza della nuova polizza sarà sempre 12/5/2015 oppure 1/8/2015 ? Dovrò pagare anche il periodo dal 12/5 al 1/8 2014 ? Grazie

    • Esperto

      Puoi farlo tranquillamente e la nuova polizza decorrerà dalla data di stipula. Non vi è obbligo di continuità assicurativa!

  39. Luciano

    Buongiorno ,chiedo , esiste un periodo minimo di tempo per avere diritto all’attestato di rischio? , mi spiego , in maggio 2014 ho stipulato un contratto di assicurazione ,ora intendo vendere il veicolo per trasferirmi in spagna , ho diritto a avere il certificato o bisogna far passare un certo limite di tempo?

    • Esperto

      Il primo periodo di osservazione è di 10 mesi, se non si rimane assicurati almeno per questo tempo, non può essere prodotto un attestato di rischio. Questo, se partivi dalla classe 14, se invece avevi già uno storico assicurativo, a fronte della vendita del veicolo ti deve essere rilasciato un attestato di rischio, che comunque riporterà i dati del precedente.

      • Emiliano

        Salve, mi trovo in una situazione analoga (assicurazione fatta ad aprile ’14 con un attestato di rischio di poco meno di 5 anni) e adesso sto per chiudere l’assicurazione dopo 6 mesi…
        Il nuovo attestato di rischio, che mi verrebbe rilasciato e che riporterebbe i dati del precedente, che durata avrà? altri 5 anni o visto i soli 6 mesi dell’assicurazione, riprende la durata del precedente (nel mio caso era quasi scaduto)?
        Grazie mille per l’attenzione, cordiali saluti.

        • Esperto

          Fai attenzione perché il tuo contratto è certamente annuale e sei obbligato ad onorarlo fino in fondo, a meno che tu non abbia venduto/rottamato il veicolo (presumo che sia questo il tuo caso). L’attestato che ti sarà rilasciato a mio avviso dovrebbe riportare la data attuale e dunque altri 5 anni di validità.

          • Emiliano

            Sì, scusa non ho specificato, stiamo parlando della vendita di una moto. Spero proprio che sia come dici, ti farò sapere dopo aver parlato con l’assicuratore.. C’è qualcosa su cui posso far leva per far valere l’attestato per altri 5 anni? se tutto va bene nel giro di un anno ricomprerò la moto, ma è buono sapere che quella classe di merito la conservo eventualmente per altri 5 anni..
            Grazie molte per la disponibilità!

  40. Donato

    salve,
    volevo una delucidazione, ho un regolare contratto RC in scadenza il 05/10/2014, visto che per motivi di lavoro fuori dall’Italia dovrò bloccare l’assicurazione stessa per un periodo di 7 mesi, posso far scadere il contratto e conservare l’attestato di rischio per poi al mio rientro fare un nuovo contratto, eventualmente anche con un’altra agenzia, mantenendo la mia 1^ classe di merito?

    • Esperto

      Assolutamente SI, ovviamente nel frattempo l’auto deve essere parcheggiata in area privata e non per strada.

  41. Nicola

    Buongiorno ,
    Potrebbe cortesemente darmi un link , o cmq indicarmi la fonte normativa relativa all’inserimento in CU 14 fornendo un attestato di rischio scaduto da più di 5 anni ?

    La ringrazio molto

    • Esperto

      Basta consultare il fascicolo informativo della compagnia presso la quale intendi assicurarti: certamente il caso sarà specificato. PS: il certificato scaduto deve essere in classe 14 o inferiore, altrimenti si va comunque in classe 18.

      • Nicola

        Grazie per la repentina risposta , il fascicolo informativo della compagnia in questione non prevede la sopracitata modalita’ . Specifica solamente che con attestato di rischio scaduto da oltre 5 anni , si verrà inseriti nella CU più alta prevista ( CU 18 ) .
        Motivo per cui richiedevo l’eventuale fonte normativa da sottoporre al mio assicuratore .

        • Esperto

          Hai provato a chiedere alla compagnia se ti riconoscono la CU 14?

          • Nicola

            Ho chiesto e mi è stato risposto di no nonostante il mio assicuratore dica di aver chiesto anche conferma al suo “ramo assunzioni” . A questo punto come mi comporto ? Tra una e l’altra ci sono diverse centinaia di € di differenza .
            E io non posso fare passaggi di proprietà a nessuno , motivo per cui chiedevo la fonte normativa , in modo da non lasciare vie di fuga al mio assicuratore .

            • Esperto

              Ho fatto una verifica ed in effetti il caso non sembra normato, ovvero alcune compagnie applicano questa regola (es. Directline), altre no (a quanto pare, la tua). La cosa è alquanto strana dato che si tratta di Classe Universale e quindi in teoria regolata a norma di legge, ma ormai siamo abituati a veder fare di tutto. In assenza di argomenti da proporre, penso che la cosa più astuta sia assicurarsi presso altra compagnia per avere la CU 14, salvo poi tornare dalla tua l’anno successivo, se vorrai.

  42. Enzo

    Salve volevo sapere qualche informazioni sull’attestato di rischio cioè. Sto cambiando compagnia assicurativa e voglio sapere se l’attestato va bene quello scaricato dall ‘email mandato proprio dalla stessa (GENERTEL) oppure dovrò richiedere l’originale dalla stessa?

    • Esperto

      L’attestato deve essere prodotto in originale (cartaceo) dalla compagnia.

  43. antodeluca123

    Salve, a dicembre 2013 ho venduto la mia auto assicurata con l’attestato di rischio della HDI, in 1°classe, senza mai incidenti da 14 anni.
    Oggi voglio assicurare la mia Y acquistata nuova 3 anni fa presso Fiat, in quanto dipendente, e su cui c’era la polizza fiat di 3 anni intestata direttamente a Fiat Group (è una polizza per noi dipendenti).
    Premesso che l’intestatario della Y sono io, e che l’intestatario della polizza Fiat è Fiat, posso utilizzare l’attestato HDI che al momento non copre alcuna vettura in quanto io sono proprietario della sola Y anche se da tre anni ?
    grazie.
    la polizza scade il 22 luglio corrente, fra 3 giorni

    • Esperto

      Si, è possibile farlo. IVASS ci ha fornito una precisazione proprio in merito.

  44. mario

    salve volevo un consiglio poiche’ feci un incidente nel 2013 molto pesante ,e non pagai la seconda semestralita’ in quanto l’auto da allora e stata ferma per un anno. mandai un fax per sospenderla ma nessuna risposta. io avevo l’attestato del 2012, ma per assicurarmi mi serviva quello del 2013, li chiamai e me lo mandarono via email e cosi finalmente ho potuto assicurare l’auto. ma dopo un paio di giorni la vecchia compagnia mi mando un email dicendomi che l’attestato 2013 mi era stato inviato per errore in quanto non gli risultava pagato il secondo semestre. vorrei sapere adesso che gia l’ho assicurata con quel attestato che mi mandarono mica possono fare qualcosa?. grazie

    • Esperto

      Purtroppo si, possono chiederti il pagamento della seconda semestralità, anche in via giudiziaria. In verità ci sarebbe anche un problema dovuto al fatto che l’attestato di rischio che ti hanno inviato non è regolare, perché certamente ti considera erroneamente assicurato fino alla scadenza della polizza sospesa, quando in realtà in quel periodo non hai circolato (polizza sospesa e non pagata). Per evitare problemi e rimanere in un “limbo” in cui non hai un attestato valido, meglio sarebbe pagare.

      • mario

        non dico a livello di pagamento, quello lo so devo pagare, io intendevo possoro fare qualcosa con la compagnia assicuratrice che mi sono assicurato? oppure poiche gia mi sono assicurato non possono fare piu nulla? grazie

        • Esperto

          La risposta è molto “italiana”: tutto è possibile, ed il contrario di tutto. E’ difficile prevedere le eventuali conseguenze in quanto esiste una centrale rischi dove dovrebbero convogliare tutte le informazioni sull’assicurato, ma che funziona un po’ come vuole…. Comunque, pagando, risulterà come se tu fossi stato assicurato anche per la seconda semestralità, nonostante il ritardo nel pagamento, e questo ti dovrebbe dare buone garanzie.

  45. Basilio

    Buon pomeriggio,
    avrei bisogno di un consiglio……nonostante il fatto abbia già letto (probabilmente) il finale nei commenti precedenti.
    Possiedo una moto (dominator 600 acquistata di seconda mano con prima immatricolazione nel 1995) ormai dal 2000 assicurata annualmente sino al 2006/2007 (non ricordo esattamente), comunque sia con attestato di rischio scaduto sicuramente.
    Vi è possibilità di spuntarla sulla classe di merito (relativamente bassa di allora), essendo in possesso dell’ultimo attestato di rischio…..come spiegato nei vostri trafiletti iniziali??? Cito quanto letto all’inizio….”……Cosa accade se l’attestato è scaduto? Qualora si sia in possesso di un attestato scaduto, non buttatelo… potrebbe essere sempre utile qualora vogliate ri-assicurare il veicolo, perché garantisce di essere nuovamente assicurati in classe CU 14. Questo, se nell’attestato si figurava in classe 14 o minore, altrimenti si mantiene la classe più alta. Se invece l’attestato è perduto, si va nella costosissima CU 18…..”
    Grazie per le risposte fornite.
    Basilio

    • Esperto

      Non posso che confermare quanto già scritto: se vuoi assicurare adesso, presentando l’attestato scaduto andrai in classe CU14, mentre non presentando niente andrai in CU18.

      • Basilio

        Quindi se ho capito bene, non posso pensare di spuntarla con una classe minore della 14°, avendo il possesso dell’attestato vecchio.
        Mi sembrava pero di aver capito che nel caso l’attestato riporti una classe (ad esempio) terza (3°), avessi modo di mantenerla…….riporto quanto in precedenza letto ed esposto da voi:
        “…….. se nell’attestato si figurava in classe 14 o minore, …..”

        • Esperto

          Gli attestati scaduti servono ad ottenere la classe 14 anziché la 18, a patto che abbiano una classe CU indicata pari o minore a 14. Ovviamente, se era meno vecchio di 5 anni, potevi riavere la classe CU indicata.

  46. Vince

    Salve, mi trovo in difficoltà perchè nessuno mi sa dare una risposta definitiva, mi spiego meglio: quest’anno scade la polizza assicurativa a fine luglio; l’attestato di rischio già ce l’ho. Purtroppo, sono della prov di Na, per quest’anno non posso permettermi la polizza assicurativa (mi farò prestare l’auto) quindi non rinnoverò l’RCA e chissà quando potrò di nuovo assicurare l’auto…la domanda è: l’attestato di rischio è valido 5 anni, è così? se diciamo tra 2 anni vado in un agenzia per assicurarmi, loro mi devono dare la classe universale scritta sull’attestato, giusto?

    • Esperto

      E’ esatto, però con una precisazione: avrai un “buco” sulla storia assicurativa recente, questo comporterà un aumento rispetto ad assicurare adesso, variabile da compagnia a compagnia.

      • paola

        spero di essere chiara…
        ho venduto la mia auto ad aprile 2014
        la mia assicurazione scadeva sempre ad aprile 2014 e non ho fatto nulla in attesa di decidere se prenderne un’altra e riattivare la mia polizza dato che posso farlo ientro un tot di tempo ……..ora mia madre ha acquistato una nuova auto (non ne ha mai avuta una ) puo prendere la mia classe di merito..anche se la mia assicurazione non è attiva???
        stesso nucleo famigliare

        • Esperto

          Paola, purtroppo non poò.

  47. mario

    salve io ero assicurato con intesa sanpaolo assicura e pagai la prima semestralita’ di giugno 2013, metre la seconda che scadeva a dicembre non l’ha pagai in quanto avevo l’auto incidentata e mandai un fax per farmela togliere definitivamente. mi mandarono prima l’attestato del 2012 poi tre giorni fa chiesi l’attestato del 2013 e me lo mandarono. mi sono recato in un agenzia allianz per fare una nuova polizza ma al momento che inseriscono i dati mi dicono che non possono farla poiche’ manca la seconda semestralita’ con la vecchia compagnia. come devo fare ? grazie

    • Esperto

      Purtroppo è corretto, la seconda semestralità va sempre pagata, nel tuo caso andava pagata e messa in sospensione la polizza.

      • mario

        ma secondo me e solo allianz che controlla oppure altre compagnie?

        • Esperto

          Sul pagamento della seconda rata, tutte controllano!

          • mario

            quindi dovrei saldare la vecchia semestralita. ma poi come mai pur non avendo pagato mi hanno mandato l’attestato di rischio dell ultimo anno assicurato con loro. ma se devo pagare me la rateizzano anche?

            • Esperto

              Lo hanno prodotto per errore, ma in effetti a parte il pagamento, per loro la copertura era presente dato che era contrattualizzata. Per la rateizzazione, non saprei, ma non credo, se hai una agenzia di riferimento prova a chiedere…

          • mario

            cmq alla fine mi anno assicurato.

  48. Mp_a

    Salve.
    Ho contratto una assicurazione con una delle compagnie online circa due anni fa. Dopo la prima semestralità, non ho potuto pagare per tempo e l’assicurazione è scaduta. Ho poi provveduto a restituire – circa due mesi dopo la scadenza – all’assicurazione la seconda semestralità.
    L’assicurazione si rifiuta adesso di rilasciarmi l’attestato dello stato di rischio. Ne ho il diritto? Cosa posso fare?

    • Esperto

      Avendo incassato, hanno il dovere di produrre l’attestato di rischio. Richiedilo per raccomandata.

      • Mp_a

        La riscossione è avvenuta tramite un’agenzia di recupero crediti. Ho pagato in tre rate. Ho di tutte e tre regolare ricevuta. In uno scambio di mail di giorni orsono, asserivano di aver ricevuto solo due rate e che, comunque, non avrebbero prodotto l’attestato in quanto non obbligati a farlo.

  49. maira

    salve.
    la mia autovettura era assicurata con contratto annuale in 2 rate semestrali, la prima rata l’ho pagata,mente la seconda no, mi sono accorto dopo che mi avevano messo in 4 classe anzichè la prima facendomi pagare più del dovuto. (l’auto intanto è rimasta non utilizzata nel mio garage)
    ora però voglio cambiare assicurazione ma la vecchia compagnia si rifiuta di rilasciarmi l’attestato di rischio?
    può farlo?

    • Esperto

      Non ho ben capito se i due problemi siano correlati o meno, comunque hai diritto a farti rilasciare l’attestato relativo all’annualità precedente, l’ultima completata.

  50. Andrea

    Salve possiedo un motociclo 125 fermo in garage, che è stato assicurato l’ultima volta il giorno 10/05/2011 con conseguente scadenza un anno dopo, questa polizza è però stata sospesa il giorno 16/09/2011 e MAI PIU’ riattivata. Ora Le chiedo è possibile richiedere l’ATTESTATO DI RISCHIO? Mi spetta? Nel caso positivo posso riassicurare il motociclo nella stessa classe universale all’epoca posseduta? In caso contrario cosa accade? Grazie mille. Andrea Russo.

    • Esperto

      E’ un noto caso in cui il mezzo cade in un “limbo” assurdo. Secondo me avresti diritto ad avere l’ultimo attestato di rischio, che sarebbe ancora in corso di validità, ma che in effetti risulterebbe già “usato”. Riattivare la polizza che hai pagato non è possibile, la cosa migliore sarebbe dunque farsi rilasciare un nuovo attestato di rischio dall’ultima compagnia, secondo me anche se non hai completato l’annualità ne hai diritto, non avendo pendenze di pagamenti.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>