Home » Norme generali sulle Assicurazioni » Durata dell’attestato di rischio

Durata dell’attestato di rischio


Attestato di rischio assicurazione

La durata dell’Attestato di rischio dell’assicurazione è aumentata

L’attestato di rischio è il documento più importante nell’ambito delle assicurazioni per auto e moto. La quasi totalità delle polizze RCA prevedono infatti la formula bonus-malus, ovvero un adattamento del premio da pagare in base alla storia assicurativa della persona, che è certificata appunto nell’attestato di rischio,assieme ad altri parametri quali lo storico recente con gli eventuali sinistri e altre informazioni utili a determinare il “profilo di rischio”.

Questo documento prima veniva rilasciato solo su richiesta a seguito della disdetta di una polizza, oggi invece, grazie al decreto di liberalizzazioni effettuato da Bersani, ogni assicurato deve ricevere il proprio attestato almeno un mese prima della scadenza della polizza. Essendo stato abolito il tacito rinnovo, questo è molto importante per poter cercare dei nuovi preventivi per il nuovo anno.

Sull’attestato è riportata, oltre alla classe di merito C.U., anche la storia dettagliata degli ultimi 5 anni dell’assicurato, e ovviamente tutti i dati della compagnia assicuratrice e della polizza in scadenza. Questo attestato è l’unica forma di documentazione legalmente valida della propria classe, e deve quindi essere prodotto in originale nel caso di stipula di una nuova polizza.

Un caso ricorrente è quello in cui si termina un contratto di assicurazione e per un certo periodo di tempo non se ne stipula un altro; i motivi possono essere molti, da un trasferimento all’estero, alla temporanea indisponibilità dell’auto. In questi casi, è fondamentale conservare l’attestato di rischio per poter sottoscrivere una nuova assicurazione quando sarà nuovamente necessaria, ma attenzione! L’attestato di rischio ha una scadenza: questa durata, storicamente limitata ad 1 anno, è oggi stata prolungata a 5 anni ed è bene prendere nota di questo cambiamento, perché molte compagnie disattente (o disoneste!), potrebbero considerare scaduti attestati invece ancora validi!

La data da prendere come riferimento è quella della scadenza della polizza e non quella del termine del periodo di osservazione ne’ quella del rilascio dell’attestato (che comunque quasi mai è presente). Questo allunga il termine di validità di un ulteriore mese rispetto alla sua data di produzione.

Cosa accade se l’attestato è scaduto? Qualora si sia in possesso di un attestato scaduto, per un veicolo sempre di vostra proprietà ma non circolante, non buttatelo… potrebbe essere sempre utile qualora vogliate ri-assicurare il veicolo, perché garantisce di essere nuovamente assicurati in classe CU 14. Questo, se nell’attestato si figurava in classe 14 o minore, altrimenti si mantiene la classe più alta. Questa regola viene in verità applicata soltanto da alcune compagnie (es. Directline). Se invece l’attestato è smarrito, la ri-assicurazione del mezzo comporterà la costosissima CU 18.
In ogni caso, qualora dobbiate ri-assicurare un veicolo che è stato fermo da tempo, che andrà quindi in una classe variabile dalla 14 alla 18, valutate sempre la convenienza di una voltura, ad esempio ad un familiare. Così facendo “azzerate” la storia assicurativa del veicolo e potete assicurarlo con legge Bersani oppure trasferendovi la polizza di un’altro eventuale veicolo veduto o rottamato.

667 commenti

  1. antonio

    Ciao, avrei un quesito da porvi: ho una seconda auto da assicurare per la prima volta. Sui vari comparatori mi viene chiesto di applicare la bersani con l altra auto assicurata in prima classe. Per quale motivo se faccio i preventivi con la Bersani mi escono fuori circa 100-200 euro in piú che se fosse già assicurata in prima classe da almeno un anno? A me sembra che la legge abbia un bel po di falle e che le assicurazioni ne approfittano. Insomma se passassi l assicurazione da un`auto all’altra riuscirei a risparmiare 200 euro. Che senso ha dire che mantengo la stessa classe?

    • Esperto

      Ne parliamo diffusamente qui sul sito, l’uso di legge Bersani comporta una maggiorazione, sebbene a parità di classe, ma comunque un risparmio rispetto al partire dalla classe cu 14.

  2. roberto

    buonasera, espongo un problema che non ho trovato in rete. La mia scadenza annuale è il 15 settembre, la compagnia di assicurazione mi ha fornito un certificato di rischio che indica un sinistro per l’anno 2009. Se io vado a ritroso nel tempo il quinquennio del periodo di osservazione arriva al 15 settembre 2009. Ora, siccome il sinistro in oggetto è accaduto nel Maggio 2009 a mio parere ad oggi non dovrebbe più comparire nel certificato perchè fuori dal periodo di osservazione. Sentita la compagnia che ha emesso il certificato inizialmente mi dicono che va bene così perchè il sinistro è stato pagato nel 2009 e conta l’anno. E’ realmente così ?

    • Esperto

      Si è corretto, il sinistro viene inserito nello storico sempre dopo alla effettiva data di avvenimento, ovvero alla data della definizione delle responsabilità e relativo inserimento in archivio.
      Ciò che “paghi” di più adesso, lo hai risparmiato al rinnovo di 5 anni fa, quando lo storico ancora non conteneva un sinistro già avvenuto.

      • roberto

        L’ho pagato anche 5 anni fa, ho cambiato compagnia apposta perchè la nuova mi aveva fatto un prezzo migliore malgrado il sinistro già comparisse nel certificato perchè era avvenuto e liquidato precedentemente ai 60 giorni dalla scadenza annuale. Non mi sembra corretto in ogni caso, mi sono letto la legge e parla chiaro, il periodo di osservazione va dalla scadenza e non dall’anno solare in cui è stato liquidato il sinistro.

        • Esperto

          Ok comunque dovrebbe essere corretto: lo storico recente ha 6 caselle, non 5, il tuo sinistro dovrebbe essere nell’ultima e quindi influire per l’ultima volta.

      • roberto

        ci sono novità, ho chiamato la vecchia compagnia la quale mi ha dato le date certe di sinistro e liquidazione 3/2009-08/05/2009, pertanto il sinistro è sicuramente fuori dal periodo di osservazione della data di scadenza 15/09/2009-15/09/2014. Ho chiamato l’IVASS che mi ha dato ragione e mi ha consigliato di fare una mail a loro ed alla compagnia che ha emesso il certificato, ma non c’è stato bisogno. ho chiamato la compagnia ed ho spiegato la situazione e mi hanno dato subito torto, ma quando ho tirato in ballo l’IVASS ed ho chiesto la mail della persona competente hanno guardato meglio ed entro oggi mi riemettono il certificato. ITALIANI SVEGLIAAAAAAAA ! ! ! ! !

        • Esperto

          Complimenti per la tua perseveranza! E complimenti anche a IVASS che fornisce un ottimo servizio al cittadino.
          Rimane comunque la questione delle 6 caselle anziché 5 a fronte di un periodo di osservazione di 5 anni e non 6, approfondiremo la questione…

          • roberto

            Vedi, il fatto è che quando i soldi iniziano ad essere di meno si guarda tutto. è semplicemente questione di periodo di osservazione. se io avessi avuto il sinistro il 30 Settembre sarebbe stato comunque nel 2009 ma all’interno del quinquennio che va dal 14 Settembre 2009 al 14 Settembre 2014. Se la data della Liquidazione e non del Sinistro sono precedenti cadono nel periodo di osservazione 2008-2009 e non 2009-2010. I complimenti vanno anche a DirectLine che non ha esitato 1 secondo a fornirmi tutti i dati sul sinistro e anche al servizio clienti ConTe.it che ha avuto la pazienza e l’apertura mentale di ascoltare quello che avevo da dire.

  3. domenico

    Giorno , sono in scadenza con una polizza rca in omaggio per l’acquisto di una auto nuova dove io non risultò nemmeno il contraente. Al rinnovo con un altra compagnia posso utilizzare l’attestato di rischio della macchina che ho rottamato?

    • Esperto

      Si, è possibile farlo.

  4. antonio

    Salve volevo domandare una cosa siccome mio padre aveva l’assicurazione con merito di 1 classe adesso non fa l’assicurazione dal 2008 perchè non lavorava più adesso vuole comprarsi una nuova auto parte sempre dalla 1 classe ?

    • Esperto

      Purtroppo la sua classe 1 e’ ormai scaduta, dovrà quindi ripartire dalla cu14.

  5. marco

    Salve, negli ultimi 7 anni ho avuto la macchina a noleggio e non ho mai fatto sinistri, quindi dovrei essere in prima classe. Esiste un documento (o un modo) che mi faccia assicurare l’auto che sto acquistando nella classe che mi spetta, vale a dire la prima. Inoltre se non ci sono modi, in quale classe entrerei?

    • Esperto

      La tua è una domanda molto strana. Ogni anno la tua compagnia ti DEVE rilasciare l’attestato di rischio dove sono riportate la tua classe Universale ed Interna e lo storico recente. Se non te lo rilascia, sollecitalo, è obbligatorio per legge entro 30 giorni dalla scadenza, proprio per favorire la concorrenza. PS: Se eri partito dalla classe CU14, non sarai in classe 1, dato che ne scatta una l’anno.

  6. Salvatore

    Salve, piacere Salvatore…Nel 2012 ho acquistato la mia auto intestandola a me e come secondo proprietario mio padre, cioè ho fatto un passaggio cointestato con mio padre per pagare di meno l’assicurazione…Nel 2013 allo scadere della assicurazione non lo rinnovata perchè per motivi di lavoro mi sono trasferito e la mia auto lo tenuta ferma ai box…Adesso che sono ritornato volevo assicurami la mia auto ma non è stato possibile perchè non possiedo l’attestato di rischio e me stato consigliato dall’assicuratore di rifare un nuovo passaggio di proprietà per pagare di meno…Ciò che volevo chiedere se anche sono passati 2 anni da quando lo assicurata è ancora possibile chiedere alla mia vecchia compagnia assicurativa l’attestato di rischio ? oppure tale che l’assicurazione della mia auto era intestata a mio padre è possibile intestarmi io l’assicurazione sfruttando la legge bersani tale che lo stesso mio padre sulla sua auto ha la 1 classe ? oppure anche qui lo stesso serve l’attestato di rischio ?

    • Esperto

      Se non hai rinnovato alla scadenza annuale, non semestrale, devi avere un attestato di rischio, altrimenti fattelo rilasciare in copia! Ed e’ ancora valido, dura 5 anni.

  7. antonio

    Salve, per motivi familiari ho dovuto fermare (ricoverata in box privato) la mia moto da febbraio 2014 ad oggi. La polizza é scaduta il 12 maggio 2014 finalmente il 1 agosto potrò riutilizzarla … sono in possesso dell’attestato di rischio ultimo (scadenza annuale 12/5/2014 termine periodo di osservazione 13/3/2014 classe di merito assegnazione CU 4) … la posso riassicurare con altra compagnia di assicurazione dal 1/8/2014 con la classe di merito CU 4 ? La data di scadenza della nuova polizza sarà sempre 12/5/2015 oppure 1/8/2015 ? Dovrò pagare anche il periodo dal 12/5 al 1/8 2014 ? Grazie

    • Esperto

      Puoi farlo tranquillamente e la nuova polizza decorrerà dalla data di stipula. Non vi è obbligo di continuità assicurativa!

  8. Luciano

    Buongiorno ,chiedo , esiste un periodo minimo di tempo per avere diritto all’attestato di rischio? , mi spiego , in maggio 2014 ho stipulato un contratto di assicurazione ,ora intendo vendere il veicolo per trasferirmi in spagna , ho diritto a avere il certificato o bisogna far passare un certo limite di tempo?

    • Esperto

      Il primo periodo di osservazione è di 10 mesi, se non si rimane assicurati almeno per questo tempo, non può essere prodotto un attestato di rischio. Questo, se partivi dalla classe 14, se invece avevi già uno storico assicurativo, a fronte della vendita del veicolo ti deve essere rilasciato un attestato di rischio, che comunque riporterà i dati del precedente.

  9. Donato

    salve,
    volevo una delucidazione, ho un regolare contratto RC in scadenza il 05/10/2014, visto che per motivi di lavoro fuori dall’Italia dovrò bloccare l’assicurazione stessa per un periodo di 7 mesi, posso far scadere il contratto e conservare l’attestato di rischio per poi al mio rientro fare un nuovo contratto, eventualmente anche con un’altra agenzia, mantenendo la mia 1^ classe di merito?

    • Esperto

      Assolutamente SI, ovviamente nel frattempo l’auto deve essere parcheggiata in area privata e non per strada.

  10. Nicola

    Buongiorno ,
    Potrebbe cortesemente darmi un link , o cmq indicarmi la fonte normativa relativa all’inserimento in CU 14 fornendo un attestato di rischio scaduto da più di 5 anni ?

    La ringrazio molto

    • Esperto

      Basta consultare il fascicolo informativo della compagnia presso la quale intendi assicurarti: certamente il caso sarà specificato. PS: il certificato scaduto deve essere in classe 14 o inferiore, altrimenti si va comunque in classe 18.

      • Nicola

        Grazie per la repentina risposta , il fascicolo informativo della compagnia in questione non prevede la sopracitata modalita’ . Specifica solamente che con attestato di rischio scaduto da oltre 5 anni , si verrà inseriti nella CU più alta prevista ( CU 18 ) .
        Motivo per cui richiedevo l’eventuale fonte normativa da sottoporre al mio assicuratore .

        • Esperto

          Hai provato a chiedere alla compagnia se ti riconoscono la CU 14?

          • Nicola

            Ho chiesto e mi è stato risposto di no nonostante il mio assicuratore dica di aver chiesto anche conferma al suo “ramo assunzioni” . A questo punto come mi comporto ? Tra una e l’altra ci sono diverse centinaia di € di differenza .
            E io non posso fare passaggi di proprietà a nessuno , motivo per cui chiedevo la fonte normativa , in modo da non lasciare vie di fuga al mio assicuratore .

            • Esperto

              Ho fatto una verifica ed in effetti il caso non sembra normato, ovvero alcune compagnie applicano questa regola (es. Directline), altre no (a quanto pare, la tua). La cosa è alquanto strana dato che si tratta di Classe Universale e quindi in teoria regolata a norma di legge, ma ormai siamo abituati a veder fare di tutto. In assenza di argomenti da proporre, penso che la cosa più astuta sia assicurarsi presso altra compagnia per avere la CU 14, salvo poi tornare dalla tua l’anno successivo, se vorrai.

  11. Enzo

    Salve volevo sapere qualche informazioni sull’attestato di rischio cioè. Sto cambiando compagnia assicurativa e voglio sapere se l’attestato va bene quello scaricato dall ‘email mandato proprio dalla stessa (GENERTEL) oppure dovrò richiedere l’originale dalla stessa?

    • Esperto

      L’attestato deve essere prodotto in originale (cartaceo) dalla compagnia.

  12. antodeluca123

    Salve, a dicembre 2013 ho venduto la mia auto assicurata con l’attestato di rischio della HDI, in 1°classe, senza mai incidenti da 14 anni.
    Oggi voglio assicurare la mia Y acquistata nuova 3 anni fa presso Fiat, in quanto dipendente, e su cui c’era la polizza fiat di 3 anni intestata direttamente a Fiat Group (è una polizza per noi dipendenti).
    Premesso che l’intestatario della Y sono io, e che l’intestatario della polizza Fiat è Fiat, posso utilizzare l’attestato HDI che al momento non copre alcuna vettura in quanto io sono proprietario della sola Y anche se da tre anni ?
    grazie.
    la polizza scade il 22 luglio corrente, fra 3 giorni

    • Esperto

      Si, è possibile farlo. IVASS ci ha fornito una precisazione proprio in merito.

  13. mario

    salve volevo un consiglio poiche’ feci un incidente nel 2013 molto pesante ,e non pagai la seconda semestralita’ in quanto l’auto da allora e stata ferma per un anno. mandai un fax per sospenderla ma nessuna risposta. io avevo l’attestato del 2012, ma per assicurarmi mi serviva quello del 2013, li chiamai e me lo mandarono via email e cosi finalmente ho potuto assicurare l’auto. ma dopo un paio di giorni la vecchia compagnia mi mando un email dicendomi che l’attestato 2013 mi era stato inviato per errore in quanto non gli risultava pagato il secondo semestre. vorrei sapere adesso che gia l’ho assicurata con quel attestato che mi mandarono mica possono fare qualcosa?. grazie

    • Esperto

      Purtroppo si, possono chiederti il pagamento della seconda semestralità, anche in via giudiziaria. In verità ci sarebbe anche un problema dovuto al fatto che l’attestato di rischio che ti hanno inviato non è regolare, perché certamente ti considera erroneamente assicurato fino alla scadenza della polizza sospesa, quando in realtà in quel periodo non hai circolato (polizza sospesa e non pagata). Per evitare problemi e rimanere in un “limbo” in cui non hai un attestato valido, meglio sarebbe pagare.

      • mario

        non dico a livello di pagamento, quello lo so devo pagare, io intendevo possoro fare qualcosa con la compagnia assicuratrice che mi sono assicurato? oppure poiche gia mi sono assicurato non possono fare piu nulla? grazie

        • Esperto

          La risposta è molto “italiana”: tutto è possibile, ed il contrario di tutto. E’ difficile prevedere le eventuali conseguenze in quanto esiste una centrale rischi dove dovrebbero convogliare tutte le informazioni sull’assicurato, ma che funziona un po’ come vuole…. Comunque, pagando, risulterà come se tu fossi stato assicurato anche per la seconda semestralità, nonostante il ritardo nel pagamento, e questo ti dovrebbe dare buone garanzie.

  14. Basilio

    Buon pomeriggio,
    avrei bisogno di un consiglio……nonostante il fatto abbia già letto (probabilmente) il finale nei commenti precedenti.
    Possiedo una moto (dominator 600 acquistata di seconda mano con prima immatricolazione nel 1995) ormai dal 2000 assicurata annualmente sino al 2006/2007 (non ricordo esattamente), comunque sia con attestato di rischio scaduto sicuramente.
    Vi è possibilità di spuntarla sulla classe di merito (relativamente bassa di allora), essendo in possesso dell’ultimo attestato di rischio…..come spiegato nei vostri trafiletti iniziali??? Cito quanto letto all’inizio….”……Cosa accade se l’attestato è scaduto? Qualora si sia in possesso di un attestato scaduto, non buttatelo… potrebbe essere sempre utile qualora vogliate ri-assicurare il veicolo, perché garantisce di essere nuovamente assicurati in classe CU 14. Questo, se nell’attestato si figurava in classe 14 o minore, altrimenti si mantiene la classe più alta. Se invece l’attestato è perduto, si va nella costosissima CU 18…..”
    Grazie per le risposte fornite.
    Basilio

    • Esperto

      Non posso che confermare quanto già scritto: se vuoi assicurare adesso, presentando l’attestato scaduto andrai in classe CU14, mentre non presentando niente andrai in CU18.

      • Basilio

        Quindi se ho capito bene, non posso pensare di spuntarla con una classe minore della 14°, avendo il possesso dell’attestato vecchio.
        Mi sembrava pero di aver capito che nel caso l’attestato riporti una classe (ad esempio) terza (3°), avessi modo di mantenerla…….riporto quanto in precedenza letto ed esposto da voi:
        “…….. se nell’attestato si figurava in classe 14 o minore, …..”

        • Esperto

          Gli attestati scaduti servono ad ottenere la classe 14 anziché la 18, a patto che abbiano una classe CU indicata pari o minore a 14. Ovviamente, se era meno vecchio di 5 anni, potevi riavere la classe CU indicata.

  15. Vince

    Salve, mi trovo in difficoltà perchè nessuno mi sa dare una risposta definitiva, mi spiego meglio: quest’anno scade la polizza assicurativa a fine luglio; l’attestato di rischio già ce l’ho. Purtroppo, sono della prov di Na, per quest’anno non posso permettermi la polizza assicurativa (mi farò prestare l’auto) quindi non rinnoverò l’RCA e chissà quando potrò di nuovo assicurare l’auto…la domanda è: l’attestato di rischio è valido 5 anni, è così? se diciamo tra 2 anni vado in un agenzia per assicurarmi, loro mi devono dare la classe universale scritta sull’attestato, giusto?

    • Esperto

      E’ esatto, però con una precisazione: avrai un “buco” sulla storia assicurativa recente, questo comporterà un aumento rispetto ad assicurare adesso, variabile da compagnia a compagnia.

      • paola

        spero di essere chiara…
        ho venduto la mia auto ad aprile 2014
        la mia assicurazione scadeva sempre ad aprile 2014 e non ho fatto nulla in attesa di decidere se prenderne un’altra e riattivare la mia polizza dato che posso farlo ientro un tot di tempo ……..ora mia madre ha acquistato una nuova auto (non ne ha mai avuta una ) puo prendere la mia classe di merito..anche se la mia assicurazione non è attiva???
        stesso nucleo famigliare

        • Esperto

          Paola, purtroppo non poò.

  16. mario

    salve io ero assicurato con intesa sanpaolo assicura e pagai la prima semestralita’ di giugno 2013, metre la seconda che scadeva a dicembre non l’ha pagai in quanto avevo l’auto incidentata e mandai un fax per farmela togliere definitivamente. mi mandarono prima l’attestato del 2012 poi tre giorni fa chiesi l’attestato del 2013 e me lo mandarono. mi sono recato in un agenzia allianz per fare una nuova polizza ma al momento che inseriscono i dati mi dicono che non possono farla poiche’ manca la seconda semestralita’ con la vecchia compagnia. come devo fare ? grazie

    • Esperto

      Purtroppo è corretto, la seconda semestralità va sempre pagata, nel tuo caso andava pagata e messa in sospensione la polizza.

      • mario

        ma secondo me e solo allianz che controlla oppure altre compagnie?

        • Esperto

          Sul pagamento della seconda rata, tutte controllano!

          • mario

            quindi dovrei saldare la vecchia semestralita. ma poi come mai pur non avendo pagato mi hanno mandato l’attestato di rischio dell ultimo anno assicurato con loro. ma se devo pagare me la rateizzano anche?

            • Esperto

              Lo hanno prodotto per errore, ma in effetti a parte il pagamento, per loro la copertura era presente dato che era contrattualizzata. Per la rateizzazione, non saprei, ma non credo, se hai una agenzia di riferimento prova a chiedere…

          • mario

            cmq alla fine mi anno assicurato.

  17. Mp_a

    Salve.
    Ho contratto una assicurazione con una delle compagnie online circa due anni fa. Dopo la prima semestralità, non ho potuto pagare per tempo e l’assicurazione è scaduta. Ho poi provveduto a restituire – circa due mesi dopo la scadenza – all’assicurazione la seconda semestralità.
    L’assicurazione si rifiuta adesso di rilasciarmi l’attestato dello stato di rischio. Ne ho il diritto? Cosa posso fare?

    • Esperto

      Avendo incassato, hanno il dovere di produrre l’attestato di rischio. Richiedilo per raccomandata.

      • Mp_a

        La riscossione è avvenuta tramite un’agenzia di recupero crediti. Ho pagato in tre rate. Ho di tutte e tre regolare ricevuta. In uno scambio di mail di giorni orsono, asserivano di aver ricevuto solo due rate e che, comunque, non avrebbero prodotto l’attestato in quanto non obbligati a farlo.

  18. maira

    salve.
    la mia autovettura era assicurata con contratto annuale in 2 rate semestrali, la prima rata l’ho pagata,mente la seconda no, mi sono accorto dopo che mi avevano messo in 4 classe anzichè la prima facendomi pagare più del dovuto. (l’auto intanto è rimasta non utilizzata nel mio garage)
    ora però voglio cambiare assicurazione ma la vecchia compagnia si rifiuta di rilasciarmi l’attestato di rischio?
    può farlo?

    • Esperto

      Non ho ben capito se i due problemi siano correlati o meno, comunque hai diritto a farti rilasciare l’attestato relativo all’annualità precedente, l’ultima completata.

  19. Andrea

    Salve possiedo un motociclo 125 fermo in garage, che è stato assicurato l’ultima volta il giorno 10/05/2011 con conseguente scadenza un anno dopo, questa polizza è però stata sospesa il giorno 16/09/2011 e MAI PIU’ riattivata. Ora Le chiedo è possibile richiedere l’ATTESTATO DI RISCHIO? Mi spetta? Nel caso positivo posso riassicurare il motociclo nella stessa classe universale all’epoca posseduta? In caso contrario cosa accade? Grazie mille. Andrea Russo.

    • Esperto

      E’ un noto caso in cui il mezzo cade in un “limbo” assurdo. Secondo me avresti diritto ad avere l’ultimo attestato di rischio, che sarebbe ancora in corso di validità, ma che in effetti risulterebbe già “usato”. Riattivare la polizza che hai pagato non è possibile, la cosa migliore sarebbe dunque farsi rilasciare un nuovo attestato di rischio dall’ultima compagnia, secondo me anche se non hai completato l’annualità ne hai diritto, non avendo pendenze di pagamenti.

  20. Armando

    Salve, la mia situazione è questa: la mia polizza moto mi scadeva nel aprile 2012, ma prima della scadenza l’avevo sospesa fino al gennaio 2013 e non l’ ho più riattivata, ora sto richiedendo dei preventivi e mi dicono che siccome non ho continuità assicurativa dal gennaio 2013 il premio sale pur mantenendo la classe de merito, è giusto?
    Grazie in anticipo della vostra risposta.

    • Esperto

      SI è corretto in quanto per l’ultima annualità risulterà che non sei stato assicurato e questo penalizza un po’.

  21. frik

    Salve, il mio problema è il seguente: non ho pagata la seconda rata, scaduta da qualche giorno, di un contratto semestrale. Per non perdere la classe di merito ed avere l’attestato di rischio mi son recata in assicurazione per saldare il debito del periodo già trascorso; mi è stato detto di non poterlo fare ed in più che stipulando un altro contratto assicurativo la classe sarebbe ritornata alla 14° se non alla 18°……sono in possesso dell’attestato di rischio del 2013, quello dell’anno precedente….ho qualche speranza?

    • Esperto

      Se è scaduta “da qualche giorno”, hai tutto il diritto di pagare!!

      • frik

        e non perderei al classe di merito….giusto?
        ……..grazie

        • Esperto

          >Esatto!

  22. ester

    buongiorno, sto per acquistare un’auto ma mi verrà consegnata solo a giugno. il mio attestato di rischio italiano scade il 9 maggio. negli ultimi 5 anni (dal 2009 all’inizio del 2014) sono stata residente all’estero e la compagnia estera mi ha rilasciato regolare attestato ma la compagnia qui a roma rifiuta di tenerlo in considerazione proponendomi di rientrare in 14a classe.
    posso far valere l’attestato della compagnia estera?
    grazie

    • Esperto

      L’attestato estero è valido se riporta la tua Classe Universale. Se eri in un paese dell’Europa non dovrebbero esserci problemi.

      • ester

        purtroppo ero in uno stato extra europeo

  23. edda

    buongiorno. su mia richiesta la mia compagnia assic.mi ha dato un attestato di rischio del 2011 con la targa
    della moto che ho demolito ed ho girato sulla nuova moto,cosi non ho potuto fare un altro
    preventivo in un’altra compagnia. e’ corretto o devo avere certi dubbi…..
    La ringrazio se vorrà rispondermi. .

    • Esperto

      Non ho ben capito, cosa ti avrebbero dovuto dare?

  24. tommy

    Buonasera,
    Ho un motorino 125 che utilizzavo solo d estate e quindi attivavo e bloccavo ogni anno l assicurazione.L ultima assicurazione aveva scadenza 13 11 2008 ma poi l avevo bloccata per riattivarla nel 2009 e quindi poi è stata sospesa il 22\10\ 2009.
    Tutte le assicurazioni dove sono stato mi dicono che non posso piu riassicurare il motorino con quell attestato di rischio, l ultimo che ho è del 2008,ma come detto il motorino è stato assicurato fino ad ottobre 2009.Molte assicurazioni addirittura mi dicono che il motorino partirà con classe di merito 18 e non 14.
    Ora sulla vostra pagina leggo “La data da prendere come riferimento è quella della scadenza della polizza e non quella del termine del periodo di osservazione ne’ quella del rilascio dell’attestato”.
    Quindi la data di scadenza nel mio caso è ottobre 2009 oppure oppure novembre 2008 e quindi ho perso la classe di merito?E nel secondo caso è giusto farmi ripartire dalla 18 esima classe?

    • Esperto

      Se ho ben capito, non hai portato a termine l’anno assicurativo, in tal caso non ti è stato rilasciato l’attestato di rischio che ti sarebbe spettato di li a poco. In queste condizioni, purtroppo temo che la data a riferimento sia novembre 2008 e dunque è scaduto. Per evitare la classe 18 valuta una voltura ad un familiare, magari che abbia in famiglia un motociclo col quale usare la legge Bersani.

      • tommy

        Grazie per la risposta.
        Ma come mai questa classe 18 in certe assicurazioni è obbligatoria ed in altre no,mi dicono che si riparte dalla 14?Non mi è molto chiara questa cosa,non è che poi con un incidente l assicurazione che mi ha assicurato in 14dicesima classe poi mi fa storie sulla copertura assicurativa?

        Comunque non capisco la logicita di far “pagare questa penale classe 18″se uno non ha piu l attestato di rischio perchè trascorsi 5 anni.
        SIamo nel 2014 non possono vedere dal computer se io ho fatto incidenti con quello scooter negli ultimi 5 anni?non possono vedere dov era assicurato l ultima volta e se l ho bloccata per incidente?
        Mi pare assurdo..

        • Esperto

          Ti confermo che in questi casi si va in classe 18. In effetti non è molto logico, come molte altre cose in campo assicurativo…

          • tommy

            grazie per le risposte ma..premesso che ormai sull attestato di rischio c ho messo una pietra sopra,ormai è perso…
            Sto cercando di capire se devo partire dalla classe 14 o classe 18.
            SOno stato in varie assicurazioni e chi me la fa partire dalla 18 esima dicendomi che chi mi assicura in 14 si prende un bel rischio in caso di incidente(compreso io)e altre assicurazioni che mi dicono che non è assolutamente vero si riparte come se fosse una assicurazione nuova quindi 14dicesima classe.Ho provato a chiamare diverse compagnie online e anche qui mi dicono classe 14.Ma nessun documento scritto.Girando su internet le cose non cambiano.Proprio in questo sito leggo che bisonga partire in classe 14.

            Ma un documento che posso prendere come attendibile,ufficiale,in modo da non trovarmi male in caso di incidente esiste?

            • Esperto

              Riassumendo è così: classe 14 se sei in possesso di un attestato di rischio scaduto (se in classe 14 o minore), classe 18 se non possiedi più l’attestato di rischio.

  25. marco

    nel 2011 avevo un motociclo assicurato con polizza annuale in classe 12 di cui ho richiesto il rimborso..successivamente nel 2013 mi sono comprato un altro motociclo e l’ho assicurato in classe 12 con un polizza temporanea.oggi voglio riassicurarlo.vi chiedo quindi qual’è la classe di merito che posso usare ?

    • Esperto

      Non mi è ben chiara la polizza temporanea, dipende molto da come hai configurato questa polizza. Se hai ceduto il tuo attestato e a scadenza e non te ne è stato rilasciato nessuno, adesso quella classe 12 è perduta. Se invece hai sempre il vecchio attestato del 2011, puoi usarlo direttamente adesso senza problemi.

      • marco

        Mi è stato detto che l attestato vale 5 anni ma dato che l ho utilizzaro per una polizza temporanea l attestato non vale più e devo partire da classe 14

        • marco

          Mi spiego:dopo una polizza temporanea si perde la classe di merito?

          • Esperto

            Le polizze temporanee sono deregolamentate da tempo, comunque ti confermo che se per la polizza temporanea hai utilizzato l’attestato di rischio, adesso è un problema, Prova eventualmente a farti ridare l’attestato che avevi consegnato.

            • marco

              L attestato ce l’ho.sarebbe però non corretto presentare il vecchio attestato dato che ho comunque stipulato una polizza nuova temporanea e quindi ho circolato. di solito le compagnie ti chiedono di firmare un dichiatazione in cui dico di non aver circolato nel periodo precedente, quindi dovrei dichiarare il falso.

            • Esperto

              Tale dichiarazione non è usuale, a mio avviso non ci sono problemi, chiaramente non si deve mai dichiarare il falso.

  26. Federico

    Buonasera,

    Ho acquistato un auto nuova nel 2012. Ho fatto un trasferimento di assicurazione dalla vecchia auto alla nuova. Negli attestati di rischio che mi sono arrivati dal 2012 ad oggi la “sinistrosità pregressa” parte dal 2012. Gli anni precedenti risultano non assicurati! (cosa impossibile visto che nel 2011 ero con la stessa compagnia). Fatto sta che ora volendo stipulare una nuova assicurazione mi chiedono l’attestato di rischio con i 5 anni pregressi perché con quello che ho la polizza avrebbe un costo più alto. Come mi dovrei comportare?
    La nuova assicurazione da stipulare è con un’altra compagnia ovviamente.
    Grazie.

    • Esperto

      La tua vecchia compagnia ha probabilmente applicato la legge Bersani anziché trasferire direttamente la polizza come invece avrebbe dovuto. Per te è penalizzante, come hai notato. E’ un bel pasticcio e averne ragione adesso potrebbe essere difficile. Quello che devi fare tu è chiedere alla vecchia compagnia una rettifica dell’attestato di rischio risalendo alla pratica di trasferimento della polizza. Facci sapere come va a finire.

  27. Matteo

    Salve, per otto mesi (a cavallo tra novembre 2012 e giugno 2013) sono risultato non assicurato in quanto avevo rottamato la mia vecchia auto e ho atteso un pò prima di comprare la nuova. Adesso questi otto mesi “di vuoto assicurativo” come si tradurranno sull’attestato di rischio? Mi pare di leggere che l’attestato funziona per annualità e non per frazioni d’anno. Dunque cosa comparirà sull’attestato? grazie

    • Esperto

      Francamente è difficile prevedere se comparirà un anno di “buco” nello storico o meno, in ogni caso non sarà un grosso problema, il premio da pagare non dovrebbe variare molto.

      • Matteo

        Non esistono delle regole per le frazioni d’anno? E’ mai possibile che allora per soli 2 mesi di vuoto assicurativo compromettano l’intero anno? Sarrebbe assurdo e a mio avviso illegale

        • Esperto

          Non esistono regole, va un po’ a discrezione della compagnia… comunque per due mesi solitamente non si ha il “buco” assicurativo, per 8 come avevi affermato prima, invece, è più probabile.

          • Matteo

            nello specifico si tratta di 2 mesi per il 2102 e 6 mesi per il 2013

            • Esperto

              Direi che siamo al limite, confermo che non è possibile fare previsioni!

  28. marco

    salve la mia assicurazione e ‘ scaduta nel 2012 ho richiesto l’attestato di rischio ,ma mi e’ stato rifiutato perche’ non ho pagato all’epoca la seconda rata dell’assicurazione cosi’ loro vogliono prima che io paghi e poi mi danno l’attestato di rischio e’ giusto ??grazie

    • Esperto

      Si, è corretto.

  29. Luigi

    Salve. Sono residente in USA da quasi 5 anni.
    Ad Agosto devo rientrare in Italia definitivamente e comprare/assicurare una macchina.
    L’attestato di rischio che avevo in Italia mi scade a Giugno.
    Qui in USA ho avuto copertura assicurativa per questi 5 anni.
    Come (e se) posso fare a mantenere la Prima classe?
    Quali compagnie mi accetterebbero l’attestato di rischio scaduto da circa 2 mesi?
    Da qui non so come funziona ed a chi rivolgermi.
    Grazie per l’aiuto.
    Luigi

    • Esperto

      L’attestato di rischio scaduto purtroppo non è accettato da nessuna compagnia!

  30. holly

    Buongiorno! Ho venduto la mia auto a gennaio 2014 e chiuso l’assicurazione prima della scadenza naturale che era ad aprile 2014.Se compro un’altra auto a marzo non avendo l’attestato di rischio 2014 posso utilizzare l’ultimo in mio possesso cioè quello del 2013 per mantenere la classe di merito ?

    • Esperto

      Assolutamente si, vale ben 5 anni dalla data di emissione!

  31. Fabio

    Salve!
    Ho un problema: 3 anni fa ho venduto la macchina perché nn mi serviva…
    Ora dovrei acquistarne una nuova perché ora mi serve… Il problema è che nn trovo più l’attestato di rischio di tre anni fa (l’ultimo)

    Come posso fare? Se chiamo la mia vecchia assicurazione posso chiedergli di ristamparmelo? Se si mi farebbero un favore o sono obbligati? Dico questo perché 3 anni fa nn ci siamo lasciati proprio in buoni rapporti…grazie!!

    • Esperto

      Non vi è regola sull’obbligatorietà o meno del rilascio di un duplicato dell’originale attestato di rischio, ma dato che certamente ti sarà stato inviato in maniera non tracciabile (lettera normale) e dunque potrebbe essere andato perduto per cause anche non tue, la compagnia è tenuta a rilasciarti un duplicato conforme all’originale. I tre anni trascorsi non dovrebbero essere un problema, dato che la validità è di 5 anni.

  32. giusy

    salve, avrei bisogno di sapere sulla mia polizza auto scaduta 17 10 2013 il secondo semestre e senza contattare la compagnia assicurativa ho lasciato l’auto ferma x motivi economici. ora vorrei rifare la polizza nella stessa assicurazione, è una cosa possibile?

    • Esperto

      Se ho ben capito non hai pagato la seconda rata. Per riassicurare il mezzo è semplice: devi pagare adesso la rata, ma la scadenza decorrerà dal 17-10-2013 e non dal pagamento.

  33. Andrea

    Salve, ho un’auto (intestata a me e non utilizzata perchè mi è stato economicamente impossibile pagarne l’assicurazione) con l’ultimo tagliando con scadenza 20/05/2010.Mi sono informata da un’agenzia, diversa da quella precedente, per poterla riassicurare…ovviamente mi hanno chiesto l’attestato di rischio, che non ho perchè non mi è mai stato spedito,la macchina è stata assicurata nuova nel 2002!mai visto un attestato! ho chiesto alla compagnia “vecchia”, mi hanno risposto che non possono rilasciarmelo perchè il 20/05/2010 in realtà scadeva 1 rata semestrale di un contratto in scadenza 20/11/2010 ( nessuno comunque è andato per vie legali per recuperare la 2^ rata!).Fin qui ci sono…la nuova compagnia dice che per assicurarmi va bene l’attestato del 2009, ultimo contratto tutto pagato, scaduto il 20/11/2009, la vecchia compagnia si rifiuta di darmene 1 copia dicendo che dovrei pagare il 2° semestre 2010 per averlo!ma perchè?’io comunque in quel semestre non ho avuto copertura!e poi io chiedo quello del 2009, non 2010! visto che per legge avrebbero dovuto spedirmelo e non l’hanno fatto!perchè faccio così fatica ad averlo?non sono obbligati per legge a darmelo?solo che ne ho urgente bisogno perchè la macchina mi serve e non posso pagare cifre assurde perchè non ho l’attestato!non ho nessun altro a cui intestarla e soprattutto voglio cambiare compagnia!c’è una soluzione?o un modo per avere in tempi brevi quesy’attestato?please!Grazie!

    • Esperto

      E’ abbastanza normale che si rifiutino di cedere anche l’attestato vecchio, adagiandosi su un vuoto normativo. Loro erano obbligati a spedirtelo a tempo dovuto, ma non sono obbligati per legge a rilasciarlo adesso. Io proverei a chiederlo per raccomandata, facendo leva proprio sul fatto che a suo tempo non lo hai ricevuto.

  34. Tiziana

    Buongiorno,
    ho comprato una macchina il 9/12/2013, sabato 14/12/2013 la ritirerò consegnando la mia macchina attuale che ho naturlamente venduto al concessionario dove ritirerò la nuova macchina, per la macchina vecchia al momento ho un assicurazione che scade il giorno 11/01/2014 ho contattato l’agenzia per spiegare che la macchina è stata venduta e che quindi mi serviva l’attestato di rischio e la chiusira del contratto al 14/12, mi hanno detto che se resto con loro fino a gennaio avrò classe CU 6 altrimenti non posso usufruire della stessa ma avrò la classe CU che ho attualmente ossia la 7, però oggi mi viene inviato l’attestato di rischio relativo alla scadenza annuale della precedente assicurazione e leggo che la CU è la 8…quindi che classe ho di merito ad oggi per poter richiedere la nuova assicurazione? Grazie
    Saluti
    Tiziana

    • Esperto

      Attenzione a non fare errori, l’attestato di rischio non ti serve. Devi fare un cambio di auto assicurata alla tua assicurazione, basta inviare loro il libretto della nuova auto con il vecchio tagliando e farsi rilasciare il nuovo, conguagliando eventuali differenze. A scadenza poi deciderai se rinnovare con loro o meno.

      • tiziana

        Grazie della risposta, ma in realtà io volevo cambiarla l’assicurazione perchè tra la differenza da dare a loro e la nuova mi conviene iniziare subito con la nuova…mi hanno detto che l’altra non va disdetta ma che scade da sola a gennaio è giusto?
        Posso procedere con un assicurazione nuova oppure no?
        Saluti
        Tiziana

        • Esperto

          Ti consiglio ugualmente di volturare la polizza con la vecchia assicurazione e poi cambiare compagnia a gennaio.

  35. Laura

    Il 31.5.2002 ho venduto l’auto, l’assicurazione scadeva il 6.6.2002con attestato di rischio 1. Nel luglio 2002 sono subentratata e divenuta proprietaria dell’auto di mio fratello deceduto, assicurato fino al 31 dicembre 2002 con attestato di rischio 10. Il 7.11.2002, quando ho potuto avere i documenti del subentro di proprietà dal Pra, l’assicurazione mi ha fatto l’adeguamento intestazione e pratica e mi ha fatto ripartire dalla classe 14 dicendomi che il tempo trascorso tra la vendita dell’auto mia e il subentro a quella di mio fratello era fuori limite e dovevo ripartire dalla classe massima. Ora vedo che il tempo utile di stipula per un nuovo contratto era di un anno e quindi sarei dovuta ripartire con la mia classe di rischio, cioè 1.
    E’ possibile chiedere il rimborso di quanto pagato in più e tornare alla mia precedente classe? Ora sono nella 3°.

    • Esperto

      Laura, sono passati 12 anni, è tutto ormai prescritto!

  36. MARIO

    ciao sono mario a me mi e scaduta la polizza annuale e mi e stato mandato l’attestato di rischio come da prassi 30 giorni prima della scadenza della polizza io voglio cambiare assicurazione ma pultroppo ho fatto un errore quando ho stipulato la polizza con la 500 1.200 lounge ho intestato la polizza a mia mamma invece di intestarla a me e devono correggermelo perché l’attestato attuale non mi permette di assicurarmi da nessuna parte e la mia agenzia la Unipol come tutte le altre compagnie e collegata all’ANIA il mio assicuratore ha cominciato a sollecitarli il 9 ottobre scorso ma senza nessuna risposta al momento c’e da aspettare molto per questa correzzione grazie

    • Esperto

      Secondo me puoi assicurarti presso un’altra compagnia anche con l’attestato attuale.

  37. Giancarlo

    Una domanda:, Febbraio 2013 ho acquistato un’auto, ho usufruito della Legge Bersani e mi sono assicurato con contratto annuale ma con pagamento semestrale presso la compagnia assicurativa dove era mio padre, dopo qualche mese mi sn trasferito cambiando quindi residenza e ho ritenuto opportuno alla scadenza della rata semestrale ad agosto 2013 cambiare agenzia affidandomi a quella della mia nuova residenza, dovendo quindi a quest’ultima l’altra rata semestrale, l’attestto di rischio mi spetta? oppure se l’agenzia nuova mi ha rifatto il contratto facendolo semestrale come faccio?

    • Esperto

      Se sono due agenzie della stessa assicurazione, fai fare a loro un controllo ed eventualmente una rettifica della situazione.

  38. Maurizio

    Salve.nel 2012 mio padre ha lasciato un assicurazione che durava da vent’anni per farci il passaggio di proprietà a me è mio fratello….ora posso recuperare quel attestato di rischio che risale ad un anno e mezzo fa visto che mio padre ha comprato una macchina nuova e quindi vorrebbe sfruttare quella condizione assicurativa?

    • Esperto

      Se la polizza non è stata usata su nessun altro mezzo, è recuperabile senza problemi per un’auto appena acquistata da tuo padre.

  39. Dario

    Salve, volevo sapere se la compagnia assicurativa può comunque rilasciarmi (su mia richiesta) l’attestato di rischio anche se questo è scaduto. Grazie.

    • Esperto

      Dipende cosa intendi se scaduto… se più vecchio di 5 anni non credo che te lo daranno!

      • Dario

        Si, è scaduto nel 2005. Ma mi servirebbe cmq. Per averlo come posso fare?

        • Esperto

          Sarà dura… l’unica cosa da fare è comunque chiedere alla compagnia dell’epoca, no?

  40. Roby900

    Avevo e ho un’auto ferma nel deposito con l’assicurazione scaduta nel 2008, esattamente il14/07/2008 e ho l’attestato di rischio. Ora mi chiedevo se voglio fare l’assicurazione su quest’auto è valido il mio attestato di rischio?

    • Esperto

      E’ scaduto a luglio di quest anno e purtroppo questo comporta la re assicurazione in classe 18.

      • Roby900

        Grazie per la risposta.
        Alla classe 18! Non vale proprio la pena dalle mie parti nel Salernitano tale assicurazione costa minimo € 2500, a questo punto vale più noleggiare un’auto a lungo termine.

  41. Fabrizio

    Salve,
    gradirei un chiarimento sull’argomento in oggetto.
    Avevo una macchina intestata a me che guidava mio padre; macchina che ho venduto nel 2008.
    Da quel momento il mio attestato di rischio è rimasto fermo, visto che la macchina che ho in uso attualmente è intestata a mio padre.
    Tra un mese scadono i 5 anni di validità dell’attestato di rischio previsti, al termine dei quali la mia classe verrà riportata a quella più onerosa (a quanto mi è stato detto).
    L’unica cosa che mi è stata proposta è quella di fare il passaggio di proprietà per evitare di perdere quanto raggiunto.
    Mi è giunta voce della possibilità di effettuare un comodato d’uso che mi consentirebbe di mantenere la macchina intestata a mio padre e di far ripartire la mia assicurazione…ma ho paura che sia una chiacchiera da corridoio.
    Mi sapreste darer un consiglio in merito, che ho in testa una gran confusione?
    Grazie infinite!
    Saluti,
    Fabrizio

    • Esperto

      Ti confermo che il comodato a tuo nome non ti consente di attivare su tale auto l’assicurazione a tuo nome. Non hai scelte se non quella di fare una voltura a tuo favore dell’auto, con tutti i costi relativi…

  42. walter

    Ciao salve ragazzi. io sei mesi fa Ho comprato un auto nuova e Ho usato la legge bersani e ora sono nella classe A1 si come Ho fato una assicurazione di sei mesi e tra qualche giorno scade e vorrei andare da un assicuratore che mi costa molto meno ma questi mi hanno chiesto l’attestato di rischio e il libretto, leggendo sopra e i vostri momenti Nn mi hanno mandato ne mail ne a casa l’atestato e quindi mi chiedevo l’attestato me Lo mandano a casa un mese prima della scadenza o me la danno già da quando Ho fatto l’assicurazione? ps; prima auto e prima assicurazione
    grazie ragazzi del vostro aiuto

    • Esperto

      Fai attenzione: il tuo non è un contratto di 6 mesi bensì un contratto di 1 anno con pagamento in due rate. Alla scadenza semestrale sei obbligato a pagare con la stessa compagnia, poi prima della scadenza annuale ti invieranno l’attestato e con quello potrai cambiare compagnia.

      • walter

        Ti ringrazio è stato molto gentile quindi sono obbligato a stare con la stessa compagnia per altri sei mesi grazie mille

  43. Stefano

    Salve
    Nel 2010 ero assicurato con le generali per + di 5 anni, poi nel settembre 2011 cambiai la macchina e mi feci fare un preventivo dalle generali ma risultava troppo alto, allora andai in un altra agenzia che mi fece una assicurazione della Liguria assicurazioni. Ora sono da un anno con la quixa ma all’invio dell’attestato di rischio noto che sono in classe 1 ma non ho più continuità assicurativa dal 2011, il periodo che cambiai sia macchina e assicurazione, ciò mi ha fatto un po’ arrabbiare visto che sono assicurato continuativamente dal 1988 senza incidenti. Come devo fare ora? Premetto che gli attestati di rischio vecchi non li ho piu. Grazie

    • Esperto

      E’ un errore che dovrebbe essere presente anche sull’attestato precedente… devi contestarlo alla compagnia che ha emesso il primo attestato errato, ma ti dico che sarà difficile far correggere il tutto…

  44. Luigi

    Salve!
    allo scadere della mia polizza annuale cedo in comodato il mio autocarro a terzi con scrittura privata, quindi senza assicurazione.
    Acquisto un autocarro nuovo…posso recuperare integralmente la classe e gli anni senza sinistri?
    grazie

    • Esperto

      No, non è possibile. Per “sbloccare” la polizza è necessario vendere, esportare, rottamare o cedere in conto vendita il veicolo. Il comodato non è contemplato e lo stesso beneficiario avrà problemi ad assicurare il mezzo.

  45. Tavi87

    Salve! Io sono assicurato con direct line,con la CU6 da quest’anno,nei primi sei mesi ho avuto un sinistro,che ho torto io….visto che non ho completato il secondo semestre…vorrei sapere …per disdire la polizza,lasciero la macchina in conto vendita per 30 giorni,e se non la vendono… potrò fare una nuova polizza con un altra compagnia assicuratrice, stessa macchina partendo dalla stessa classe cioè CU6?

    • Esperto

      Assolutamente no. Hai diritto a disdire la polizza a seguito della messa in conto vendita, ma in caso di riassicurazione della medesima, andrà obbligatoriamente in classe 18, proprio per evitare trucchetti come questo.

  46. sebastiano

    Salve,

    ho acquistato una moto usata proprio qualche giorno fa e vorrei usufruire dell’attestato di rischio di mio padre il quale aveva stipulato un contratto di un vespone 150 con un’altra assicurazione ma nel 2011 ha fatto disdetta così mi è rimasto un attestato di rischio con scadenza settembre 2011. Il nuovo assicuratore mi chiede di avere un attestato del 2013 altrimenti non posso usufruire della legge Bersani e quindi rischio di perdere la seconda classe. La vecchia compagnia del vespone potrebbe darmi un attestato di rischio di quest’anno? Oppure sono costretto a riassicurare la vespa per usufruire della classe di merito per poi assicurare la moto che ho acquistato adesso? saluti

    • Esperto

      L’ultima che hai detto è la cosa giusta da fare. Non è un problema di data, bensì l’assicurazione di provenienza deve essere attiva su un mezzo circolante.

  47. filippo

    Buona sera, ho demolito una vecchia auto su cui avevo una storia assicurativa che mi poneva in 14-esima fascia per l’anno 2013. La vecchia assicurazione è scaduta a marzo 2013. Adesso sto acquistando una nuova autovettura. Posso fare una polizza come nuova indipendentemente dal mio atr o sono obbligato a presentarlo?

    • Esperto

      Non ci sono obblighi, acquistando una nuova auto puoi scegliere di assicurarla come meglio credi, con il vecchio attestato o meno, oppure, come penso intendi fare, richiedendo la legge bersani per avere la classe di un’altra auto tua o familiare.

  48. Maurizio

    Posso richiedere l’attestato di rischio di tre anni fà all’agenzia quando ho venduto una autovettura per comprare un’autocarro?, in quel periodo ho dovuto spostarmi in un’altra assicurazione perchè non mi mantenevano la 1° classe e con l’autocarro slittavo in 14° classe, ora sono tornato ad acquistare un’autovettura e volevo poter assicurarla con la 1° classe di merito che avevo.
    Maurizio

    • Esperto

      Si, puoi (ri)chiederlo e utilizzarlo, a patto ovviamente che non sia stato utilizzato su altre vetture nel frattempo. Avrebbero peraltro dovuto rilasciartelo comunque alla disdetta per vendita del veicolo.

  49. Paola

    Buongiorno,
    avevo una polizza assicurativa con la Novit che mi è stata disdetta 2 anni fa in quanto la società è andata in stato di liquidazione coatta. Non mi ha mai mandato l’attestato di rischio che ho provveduto a richiedere tramite a/r. E’ passato un bel pò di tempo ma non ho ricevuto nè l’attestato, nè la ricevuta di ritorno della mia raccomandata.
    In questi casi, vale comunque la mia autocertificazione? Una compagnia può non accettare l’autocertificazione e rifiutarsi di assicurare la mia vettura in assenza di attestato originale?
    Grazie anticipatamente.
    Paola

    • Esperto

      Devi fare richiesta al curatore, che obbligatoriamente deve rilasciare l’attestato di rischio. Purtroppo sono andato sul sito ma ormai sono stati tolti tutti i contenuti; cercando una copia cache ho scoperto che in homepage fino ad alcuni mesi fa era presente questa dicitura:

      Per ciò che concerne lo stato di rischio potrà essere richiesto in conformità alle previsioni meglio indicate nell’Area Assicurati di cui al presente sito.

      Questa area però non è più attiva. Se hai indirizzato la tua richiesta all’indirizzo ufficiale di via Pisa, 29 – 10152 – Torino e non hai ricevuto risposta, credo che puoi solo tentare di contattare l’IVASS (ex ISVAP) per verificare se possono fare qualcosa.

  50. alessandro

    salve, ho uno scooter assicurato in classe 3 e oltre i 5 anni senza sinistri, ne ho comprato un altro che volevo assicurare e vendendo con calma quello vecchio, in agenzia mi dicono che non posso passare l’assicurazione da quello vecchio a quello nuovo se non prima lo vendo, lo rottamo o lo do in conto vendita e mi propongono una nuova polizza con la bersani ma cosi perderei gli n/a, cosa posso fare per assicurarlo con il mio vecchi attestato di rischio? oltretutto tra 15 giorni la polizza scade.grazie

    • Esperto

      La compagnia ti ha detto il giusto, non c’è scappatoia!

      • alessandro

        grazie per la risposta veloce, vorrei sapere se alla scadenza che tra l’altro sara’ tra 15 gg potro’ o meno passare il mio attestato di rischio dal vecchio al nuovo, insomma, se non vendo, non rottamo o non do in conto vendita il mio attestato di rischio sara’ inutilzzabile? vorrei un consiglio su cosa fare, scusi la mia insistenza ma non so proprio cosa fare per non perdere i privilegi del mio attestato di rischio. grazie

        • Esperto

          No, neanche a scadenza. Ma in verità una soluzione potrebbe esserci: devi dare il mezzo in conto vendita ad un concessionario. in questo modo, anche vendendolo in un secondo momento, hai diritto a “sbloccare” la polizza per trasferirla sul nuovo mezzo. Nota che qualora tu non lo vendessi, il mezzo ritirato dal conto vendita sarebbe ri-assicurabile solo in classe 18.

          • alessandro

            grazie x gli esaustivi chiarimenti e consigli.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>