Home » Norme generali sulle Assicurazioni » Durata dell’attestato di rischio

Durata dell’attestato di rischio


L’attestato di rischio è il documento più importante nell’ambito delle assicurazioni per auto e moto. La quasi totalità delle polizze RCA prevedono infatti la formula bonus-malus, ovvero un adattamento del premio da pagare in base alla storia assicurativa della persona, che è certificata appunto nell’attestato di rischio,assieme ad altri parametri quali lo storico recente con gli eventuali sinistri e altre informazioni utili a determinare il “profilo di rischio”.

Attestato di rischio assicurazione
La durata dell’Attestato di rischio dell’assicurazione è aumentata

Questo documento prima veniva rilasciato solo su richiesta a seguito della disdetta di una polizza, oggi invece, grazie al decreto di liberalizzazioni effettuato da Bersani, ogni assicurato deve ricevere il proprio attestato almeno un mese prima della scadenza della polizza. Essendo stato abolito il tacito rinnovo, questo è molto importante per poter cercare dei nuovi preventivi per il nuovo anno.

Sull’attestato è riportata, oltre alla classe di merito C.U., anche la storia dettagliata degli ultimi 5 anni dell’assicurato, e ovviamente tutti i dati della compagnia assicuratrice e della polizza in scadenza. Questo attestato è l’unica forma di documentazione legalmente valida della propria classe, e deve quindi essere prodotto in originale nel caso di stipula di una nuova polizza.

Un caso ricorrente è quello in cui si termina un contratto di assicurazione e per un certo periodo di tempo non se ne stipula un altro; i motivi possono essere molti, da un trasferimento all’estero, alla temporanea indisponibilità dell’auto. In questi casi, è fondamentale conservare l’attestato di rischio per poter sottoscrivere una nuova assicurazione quando sarà nuovamente necessaria, ma attenzione! L’attestato di rischio ha una scadenza: questa durata, storicamente limitata ad 1 anno, è oggi stata prolungata a 5 anni ed è bene prendere nota di questo cambiamento, perché molte compagnie disattente (o disoneste!), potrebbero considerare scaduti attestati invece ancora validi!

La data da prendere come riferimento è quella della scadenza della polizza e non quella del termine del periodo di osservazione ne’ quella del rilascio dell’attestato (che comunque quasi mai è presente). Questo allunga il termine di validità di un ulteriore mese rispetto alla sua data di produzione.

Cosa accade se l’attestato è scaduto? Qualora si sia in possesso di un attestato scaduto, per un veicolo sempre di vostra proprietà ma non circolante, non buttatelo… potrebbe essere sempre utile qualora vogliate ri-assicurare il veicolo, perché garantisce di essere nuovamente assicurati in classe CU 14. Questo, se nell’attestato si figurava in classe 14 o minore, altrimenti si mantiene la classe più alta. Questa regola viene in verità applicata soltanto da alcune compagnie (es. Directline). Se invece l’attestato è smarrito, la ri-assicurazione del mezzo comporterà la costosissima CU 18.
In ogni caso, qualora dobbiate ri-assicurare un veicolo che è stato fermo da tempo, che andrà quindi in una classe variabile dalla 14 alla 18, valutate sempre la convenienza di una voltura, ad esempio ad un familiare. Così facendo “azzerate” la storia assicurativa del veicolo e potete assicurarlo con legge Bersani oppure trasferendovi la polizza di un’altro eventuale veicolo veduto o rottamato.

987 commenti

PER INSERIRE LA TUA DOMANDA, SCORRI FINO IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. Antonio

    Salve
    Nel 2012 ho venduto la mia auto perchè ho ricevuto in benefit l’auto aziendale. Pertanto non ho più assicurato nessun mezzo da allora.( ero classe 1)
    Oggi vorrei acquistare una moto di grossa cilindrata e quindi assicurarla. Posso far valere il mio ATR? ( non ho famigliari per usufruire del decreto Bersani)
    Le chiedo consiglio
    Grazie mille
    Antonio

    • Esperto
      Esperto

      Il tuo attestato è ancora valido (dura ben 5 anni), tuttavia non può essere usato su un motoveicolo ma solo su un’autoveicolo (stessa tipologia).

  2. Elena

    SALVE,
    Ho un amico che ha dei problemi nel recupero del atestato di rischio dalla sua compania assicurativa.
    Spiegarmi meglio lui e andato alla sua assicurazione a chiedere informazioni del suo atestato di rischio, per la sua auto che da due anni fa non l’ha piu assicurata a causa di problemi personali. Pero la assicurazione gli ha detto che loro non possono darli l’atestato di rischio e che doveva ricevere via posta il suo atestato, ma se da due anni non gli e arrivato nulla come e posibile recuperarlo?? Per che la compania assicurativa ha rifiutato di darli il suo documento??

    • Esperto
      Esperto

      Bisogna fare una distinzione. Se il tuo amico non aveva pagato una scadenza semestrale, allora la compagnia ha ragione a non inviare l’attestato (sicuramente non lo avrà neanche spedito per posta). Se invece il tuo amico aveva pagato regolarmente le annualità e non rinnovato ad una scadenza annuale (e non semestrale), allora ha diritto all’attestato. Se non lo ha ricevuto, ha diritto a chiederne una copia. Se rifiutano, iniziate a richiederlo per lettera raccomandata con ricevuta di ritorno.

  3. Jessica

    Buona sera.
    Mettiamo il caso di un veicolo con due proprietari dal 2006, anno di immatricolazione del veicolo (acquistato nuovo), assicurato fino a marzo 2015 da una terza persona (contraente) che ha un suo attestato di rischio. Se uno dei due proprietari, che ha già un altro veicolo assicurato a suo nome con attestato di rischio tutto regolare in corso volesse assicurare anche il primo veicolo potrebbe farlo mantenendo la classe del veicolo secondo? E se li assicurasse con due compagnie assicurative diverse verranno emessi 2 attestati di rischio? Nello specifico, mia suocera, che ha intestati a se quasi tutti i veicoli di famiglia, vorrebbe assicurare l auto che fino a ieri usava mio marito ma la sua assicurazione vuole farla ripartire dalla 14 esima classe e non ne capisco la logica, visto che è già in prima classe col l auto che lei usa. Un’altra assicurazione le ha proposto di reperire l’attestato di rischio di mio marito per poterne cambiare l’intestazione e seguire la storia assicurativa dell’auto. Le cose sono due: o nell’ultimo anno è cambiata drasticamente la legge, o ha beccato degli incompetenti… chiedo aiuto e ringrazio anticipatamente.

    • Esperto
      Esperto

      Francamente non ho ben inquadrato la situazione. Provo a risponderti con le regole generiche: una polizza può essere trasferita direttamente solo da un’auto venduta/rottamata ad un’auto con stesso proprietario. In caso di cointestazione è ammessa la diminuzione dei proprietari, ma non l’aumento. Il contraente della polizza non influisce. Vi è poi la possibilità della legge Bersani, ma solo se se l’auto che ne dovrebbe beneficiare è appena acquistata e mai assicurata.

  4. valentina

    Buongiorno, ho una polizza auto in scadenza il 22 maggio 2015 che non ho intenzione di rinnovare in quanto il 3 giugno mi trasferisco all’estero.
    Una operatrice della Linear mi ha detto che, sebbene l’attestato di rischio duri 5 anni per cui non perderei la classe di assgnazione (3), se riassicuro la mia vettura dopo tre mesi, poichè non avrei più la continuità assicurativa, andrei a pagare in concreto un premio quasi raddoppiato rispetto a quanto pagherei se la rinnovassi semplicemente.
    E’ vera questa cosa?
    Ovvero che se una persona riassicura una vettura dopo tanto tempo, anche anni, purchè entro i cinque anni della validità dell’attestato, va a pagare un premio molto più alto perchè risulta, secondo i parametri assicurativi, più soggetto a causare incidenti?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      E’ vero, ma non nella misura che ti è stata descritta. Per far comprarire un “buco” assicurativo devi stare almeno 6 mesi senza copertura entro lo stesso periodo di osservazione, quindi per 3 mesi dalla scadenza non cambia niente. Riassicurando dopo 3-4 anni di stop, il premio sarà più alto, ma in genere non arriva a raddoppiare. Tenderà poi a calare nei 4-5 anni successivi fino a normalizzarsi.

  5. Giuliano

    Salve, ho dismesso e venduto una moto nel 2012, ora ho acquistato uno scooter e la nuova compagnia assicuratrice si accorge che sull’attestato di rischio dell’assicuratore (BCassicura/Genial+) dal 2007 al 02012 i sinistri sono a “0”, mentre sulla visura dell’ANIA sono NA, potreste darmi un consiglio di come poter risolvere il problema in quanto sembra che il nuovo assicuratore si basa su ANIA e quindi il premio lievita.
    Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Siete sicurio che non siano N.A. quelli dal 2012 al 2014? Perchè questo sarebbe corretto. Devi chiedere una rettifica da parte di ANIA, senti il tuo assicuratore se può farlo lui per te.

  6. paolo

    Buongiorno, il quesito che ho riguarda il rilascio dell’attestato di rischio.
    Avevo un’assicurazione RCA con Dialogo scaduta il 10 maggio. Avevo già deciso di passare ad altra compagnia e fatto i relativi preventivi. Al momento della stipula della polizza con la nuova compagnia (Genialloyd) non mi è stato chiesto di esibire l’Attestato di Rischio, e neppure in seguito alla ricezione della Polizza cartacea.
    Solo ora ho fatto mente locale sul fatto che Dialogo non mi aveva spedito per tempo l’attestato, anzi non me lo ha spedito proprio….
    1) E’ possibile che in fase di controlli Genialloyd abbia richiesto direttamente a dialogo (o verificato da una banca dati) il mio attestato di rischio? Altrimenti si sono basati solo sulle mie affermazioni? E se non fossero state veritiere?
    2) Il fatto di non essere in possesso dell’attestato relativo alla precedente polizza (ovvero aggiornato al 2014) mi può creare dei problemi?
    3) Se lo richiedo ora a dialogo, la vecchia assicurazione, me lo devono spedire? Non è stato contro la legge il loro comportamento? E’ possibile che lo abbiano spedito e io non lo abbia ricevuto? Con che mezzi sono tenuti a spedirlo? Raccomandata A/R, email lo a loro discrezione?
    Grazie per le risposte

    • Esperto
      Esperto

      1- è molto probabile che abbiano attinto i dati di rischio dal database ANIA
      2. si perché comunque la nuova compagnia pretende la spedizione dell’attestato di rischio in forma cartacea, assieme al contratto firmato
      3- in genere spediscono per porta ordinaria e l’attestato è soggetto a smarrimenti… chiedilo nuovamente da subito!

  7. giacomo

    Salve, mio padre possiede due auto, entrambe classe 1, una di queste non è stata assicurata per due anni, volendo riprendere l’assicurazione a quest’ultima, la sua compagnia assicurativa le ha detto che dovrebbe ripartire dalla classe 14..non potrebbe sfruttare la legge bersani per utilizzare la sua classe 1 della seconda auto?

    C’è qualche modo per riassicurarla in prima classe?
    Grazie in anticipo.

    • Esperto
      Esperto

      Tale auto dovrebbe ripartire dalla sua ultima classe posseduta: avete il vecchio attestato di rischio?

  8. Davide

    Salve, da un anno e mezzo non utilizzo la moto, per cui scaduto il contratto assicurativo non l’ho più assicurata. Ora vorrei riassicurarla ma la compagnia mi chiede l’attestato di rischio. Ho cercato ovunque ma non lo trovo. Cosa devo fare? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Se eri in regola con i pagamenti, non dovresti avere problemi a chiedere un duplicato conforme all’originale.

  9. angela

    Salve! Mio marito vorrebbe assicurare la sua moto dopo quasi 3 anni in cui non l’ha più assicurata non utilizzandola, solo che alla scadenza della 1′ rata RCA non ha pagato la 2′ semestralità. Per assicurare nuovamente il veicolo deve obbligatoriamente pagare quella rata scaduta ormai da 3 anni, cioè nel 2012? E può ottenere lo stesso l’attestato di rischio? Eventualmente la sua classe di merito andrebbe persa o può ancora usufruirne? Spero di essere stata chiara e di ricevere da voi dei chiarimenti a tal proposito!

    • Esperto
      Esperto

      Sei stata chiarissima, è un caso frequente e purtroppo non regolamentato con esattezza.
      Il problema non è tanto il “dover” pagare la seconda semestralità in sospeso, quando il “poterla” pagare, in quanto la compagnia potrebbe rifiutarsi. In tal caso, si cade in un limbo in cui l’attestato vecchio è stato usato per la polizza incompleta, ma quest’ultima, essendo appunto incompleta, non ha prodotto un attestato di rischio. Cosa fare? Prova ad illustrare la situazione alla vecchia compagnia e verifica se hanno una proposta da farti, eventualmente scrivila qui per avere un consiglio!

  10. Giovanni

    Buon giorno.. ho appena acquistato uno scooter mettendo da parte per ora la moto.
    L’assicurazione della moto è scaduta un anno fa e ho l’attestato di rischio in 12^.
    Quando sono andato in assicurazione per assicurare lo scooter mi hanno detto che non potevo portare la classe di merito della moto (12^) sullo scooter perchè la classe dell’assicurazione da trasportare deve essere attiva!
    Ma sopratutto non servirebbe neppure riattivarla ora perchè l’attestato di rischio deve essere quello in corso….è vera sta cosa? possibile che non ci sia un modo per portare la classe di merito sullo scooter?
    Non voglio partire in 14! mi costa molto di piu della moto! a sto punto non compravo il scooter e riattivavo la moto!
    solo per puntualizzare sulle 2 classi l’assicurazione in 14^ viene 540€ in 12^ 330€…
    HELP MEEEE

    • Esperto
      Esperto

      COncordo: con la legge Bersani la classe deve provenire da un veicolo circolante e assicurato. Tuttavia, la questione potrebbe essere liquidata più facilmente con la convenienza… tu hai richiesto una legge Bersani per lo scooter, in genere è sconsigliabile attivare una polizza con Bersani se la classe che si eredita è alta… sei sicuro che i prezzi che hai indicato siano per una classe 12 con uso di legge Bersani? O forse per una CU 12 “vera”?

      • Giovanni

        L agenzia assicurativa mi ha fatto i preventivi per poi richiamarmi quando ha visto che la polizza non era attiva sulla moto.
        Perchè mi sconsigli di trascinare la classe con la bersani?

        • Esperto
          Esperto

          Perché si introduce una penalizzazione per lungo tempo. In genere una classe 1 con legge Bersani va a costare quanto una classe 7-8, per cui l’alternativa tra una cu 14 “vera” ed una cu 12 “Bersani” in genere fa propendere per la prima soluzione, soprattutto nel lungo termine.

  11. stefano

    Buongiorno,
    Possiedo un’auto da molti anni in Francia, da Giugno dovro’ passare frequenti periodi in Italia e quindi acquistaro’ un’auto italiana.Potro’ assicurare la nuova macchina italiana sfruttando la legge Bersani con il mio Attestato di rischio francese? Qui non ci sono le classi CU, ma il ‘coefficient de réduction/majoration’.
    Ovviamente nel 2009, quando arrivai in francia, mi hanno riconosciuto senza problemi il mio attestato di rischio italiano convertendolo con delle tabelle internazionali nel loro coefficiente, ma in Italia non o fiducia che sarà cosi semplice. C’è una legge che mi tutela?

    • Esperto
      Esperto

      Molto probabilmente il tuo attestato di rischio francese conserva validità della tua classe Universale e potrai riavere la tua classe in Italia usando direttamente tale attestato (es. dopo la vendita dell’auto francese). La legge Bersani mi pare però di applicazione dubbia, a causa appunto della provenienza estera dell’auto di origine. Provaci, forse qualche compagnia potrebbe riconoscertela.

  12. Alessio

    Buonasera
    A novembre 2013 mi hanno rubato la moto è io ho annullato l assicurazione ricevendo il rateo del premio non goduto.
    Un quel periodo ero in classe 9.
    Ieri ho acquistato una moto,sono infatti stato senza mezzo,quindi senza assicurazione per un anno e mezzo.
    Anche cambiando assicurazione..posso mantenere la classe di merito 9 oppure devo ripartire dalla 14?

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Sicuramente puoi mantenerla, assieme al rimborso dovrebbero infatti averti rilasciato l’attestato di rischio, che puoi usare a piacimento.

  13. Fabio

    Salve sono molto preoccupato. Ho paura che la mia assicurazione QUIXA non mi invii l’attestato di rischio. L assicurazione scade il 18 giugno.

    • Esperto
      Esperto

      E’ ancora presto, arriverà a metà mese… se a fine maggio non lo hai ricevuto, chiedi un nuovo invio.

  14. silvia

    Salve,
    mi sto separando legalmente da mio marito, andro’ a vivere in un’altra città’ temporaneamente con residenza dai miei genitori (potrebbe essere anche per un anno, non ho limiti di tempo), finche’ non troverò un affitto vicino a loro, vorrei acquistare un’auto usata (o da privato o da un concessionario), visto che mio padre e’ in prima classe posso usufruire della legge Bersani e prendermi la prima classe anche io? Perché’ so che il coniuge legalmente separato viene considerato ancora come nucleo famigliare quello con l’ex marito, (il mio ex marito e’ in settima classe). Per utilizzare la legge Bersani basta avere la residenza con chi possiede la prima categoria oppure si considera per forza il nucleo famigliare? Perché’ a questo punto ho un po’ di confusione, perché’ inoltre io sono più’ di 6 anni ormai che non ho una mia assicurazione e il mio vecchio stato di rischio e’ scaduto, quindi dovrei partire dalla 18 e mi costerebbe troppo.
    Vorrei in aggiunta chiederle, per quanto tempo deve uno rimanere residente nella stessa casa o nello stesso nucleo familiare, per godere della legge Bersani, se uno cambia residenza perde l’agevolazione?

    • Esperto
      Esperto

      E’ necessario essere nello stesso Stato di Famiglia, cosa che va in automatico quando si cambia la residenza, se non si fa apposita richiesta di stati separati. La separazione non è un problema, anzi, con la separazione ci si impegna a stabilire sue stati di famiglia separati tra i due coniugi!
      Per quanto riguarda la permanenza della residenza, ti suggerisco di leggere il nostro articolo dal titolo “Legge Bersani e cambio di residenza” che affronta questo aspetto, un po’ delicato, in dettaglio.

  15. Riccardo

    Salve, avrei un quesito da porle, in merito ad un problema che si è verificato tempo fa. Ero conducente di una vettura assicurata a nome di mia madre (convivente), ma a seguito di un sinistro la vettura, ormai vecchia, ho deciso di avviarla alla rottamazione. Io ero anni fa assicurato, con una classe di merito non buona e, su consiglio di un assicuratore, effettuammo una vendita della vettura in oggetto a favore di mia madre. Attualmente mia madre (proprietaria appunto dell’auto poi rottamata) possiede una classe di merito non favorevolissima. Io ho perso la classe di merito originaria per essere passati troppi anni. Avrei necessità di acquistare un buon usato, che dovrei utilizzare prevalentemente io, ma ho il dubbio se possa essere ( sopratutto sotto il profilo assicurativo) conveniente per me (che ancora faccio parte dello stesso nucleo familiare) acquistare un’auto a mio nome, con conseguente acquisizione della 14 classe di merito ( e i presumibili alti costi per il premio, considerato che si tratterebbe anche di una cilindrata 2000 diesel utile per lavoro) ; oppure se convenga (visto sempre la condizione di convivente nello stesso nucleo familiare) far acquistare l’auto a mia madre, e così mantenere (lei) quella classe di merito, che seppure non favorevole, non è certamente la 14a). L’assicurazione di quella auto rottamata non è ancora scaduta. I timori sono anche relativi alla sua età molto avanzata, e sul futuro, mio e suo .I dubbi principali che ho è se si possa eventualmente applicare al caso mio la legge Bersani, e se si, con quali vantaggi. GRAZIE

    • Esperto
      Esperto

      SI, considerando anche la legge Bersani, hai 3 alternative. Intestare a tua madre è sicuramente più conveniente, ma non ti consente di avere uno stato di rischio a tuo nome; la CU 14 o la legge Bersani ti consentono invece di intestare a tuo nome l’auto, per capire la convenienza tra queste due devi fare dei preventivi perchè non è dato di sapere quale sia la migliore. Se c’è poca differenza, preferisci NON usare la legge Bersani.

  16. domenico

    Salve, la mia polizza della moto è scaduta il 18/06/2011 e non ho più riassicurato il motoveicolo per problemi di salute. Adesso vorrei riassicurarlo per poter ricominciare ad andare in moto.
    Vorrei capire se sono ancora nei 5 anni per mantenere la mia classe di merito o devo ripartire dalla 14a.

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Direi di si, ci rientri.

  17. Pietro

    Salve, ho assicurato la mia moto cambiando compagnia con attestato in classe cu 10 nel aprile 2013 e sospesa ad ottobre 2013. Ora vado a riattivarla e mi hanno detto che il contratto si é risolto e non possono lasciare alcun attestato di rischio. Posso usufruire del precedente attestato per poter chiedere dei preventivi ad altre compagnie e rimanere nella stessa classe?

    • Esperto
      Esperto

      A meno che tu non abbia in sospeso una semestralità non pagata, ritengo che la compagnia dovrebbe rilasciarti un attestato aggiornato, nel quale compare il “buco” assicurativo. Oppure lasciarti usare l’attestato precedente.

      • francesco

        salve, io ho dimenticato di pagare una semestralità del motociclo in quanto scadeva in pieno inverno, purtroppo me ne sono accorto troppo tardi e quando mi sono recato in agenzia per correre ai ripari pur volendo pagare la semestralità scaduta ed un’eventuale penale e rinnovare la polizza hanno detto che era impossibile in quanto era scaduto il semestre di copertura della polizza e non c’era nulla da fare. alla mia richiesta di attestato di rischio ovviamente mi hanno detto che per l’anno in corso non avevo maturato nulla. E’ possibile chiedere quello dell’anno precedente , ovvero l’ultimo attestato di rischio valido oppure è andato tutto perduto? grazie

        • Esperto
          Esperto

          Chiederlo è sicuramente possibile… il problema è farselo dare! Battute a parte, in genere le compagnie non rilasciano l’attestato in questo caso, lasciando il consumatore in una sorta di “limbo” nel quale il mezzo andrebbe assicurato addirittura in classe CU 18… facci sapere se te lo rilasciano.

  18. Luigi

    salve ho un quesito da porle per vedere se la mia assicurazione agisce in modo corretto e se posso esercitare un reclamo all’IVAAS. dunque il mio problema è che ho due macchine, una regolarmente assicurata e l’altra per guasti al motore, ho dovuto tenerla ferma per più 7 mesi, pertanto quando all’epoca (settembre 2014) mi scadde il contratto non ritenni opportuno rinnovarlo. Fine mese sono riuscito a ripararla ed ho chiesto alla mia assicurazione una nuova polizza (genertel) con il nuovo sistema di Quality driver per ottenere un risparmio, ma i nuovi preventivi non mi vengono accettati in quanto mi hanno riferito che deve passare un ANNO dall’ultimo preventivo che mi hanno fatto, altrimenti devo continuare per un altro anno a pagare la vecchia formula 40% in più rispetto al nuovo preventivo. Mi hanno ripetuto anche più volte che posso passare ad altra assicurazione in quanto a loro non conviene mantenermi come cliente al nuovo prezzo.
    E’ una cosa legale? posso esercitare i miei diritti di consumatore rivolgendomi all’IVAAS? mi puoi gentilmente indicare come fare. grazie in anticipo per la sua cortese risposta

    • Esperto
      Esperto

      E’ una caso, ti confesso, abbastanza nuovo e anomalo. Dovrei approfondire la questione, ma pare che la compagnia non ti stia rifiutando la copertura (questo sarebbe da reclamo ad IVASS), bensì in regime di mercato libero, ti stia facendo un preventivo alto per motivi commerciali interni. Che dire… mi sembra formalmente tutto in regola, per quanto assurdo e sgradevole.
      Mi viene in mente però un modo per aggirare: chiedi ad un familiare di fare da contraente. il tuo storico di rischio non cambia in quanto rimane sempre di titolarità del proprietario dei veicolo, ma cambia la persona che stipula il contratto con la compagnia, quindi non dovrebbe più valere questa regola da loro imposta…

  19. vincenzo

    Buongiorno, mia moglie ha acquistato una autovettura a maggio 2014 che non è stata ancora assicurata, entro che periodo può assicurarla usufruendo del mio attestato di rischio e della legga bersani?

    • Esperto
      Esperto

      In genere sono 3 mesi, al massimo 6 per alcune compagnie, quindi adesso purtroppo andrà in classe CU 14, a meno che non abbiate un attestato di rischio a nome di tua moglie da usare.

  20. antonio

    salve,ho un attestato di rischio (1f) che scade a luglio 2015,mi hanno fatto dei preventivi alti giustificando che siccome è stato fermo quasi 5 anni devo pagare una penale per anno trascorso,è vero?

    • Esperto
      Esperto

      SI, è così… gli anni non assicurati penalizzano, pur a parità di classe di merito. Man mano questa penalizzazione diminuirà fino a sparire.

  21. Vito

    Salve
    nel 2005 ho comprato uno scooter e dal 2005 al 2009 ho sempre assicurato con polizze annuali. Nel 2010 per problemi vari non l’ho assicurato e quindi lasciato fermo. Nel 2011 ho fatto dei preventivi e il mio assicuratore di fiducia mi ha consigliato una polizza temporanea di mesi 5 spigandomi che potevo usufruire per due volte di questa polizza temporanea e poi sarei dovuto ripassare ad una polizza annuale. Queste polizze temporanee non comportavano lo spostamento della classe di merito. Ho accettato e quindi nel 2011 e 2012 ho fatto queste polizze della durata di 5 mesi. Nel 2013 e 2014 non rinnovo le polizze causa problemi vari.
    Quest’anno giro per fare dei preventivi e scopro che praticamente il mio attestato di rischio è scaduto perchè l’ultima polizza completa risale al 2009 e che quindi devo ripartire da classe 18 oppure intestare lo scooter a un mio familiare di modo che partirebbe da classe 14.
    Trovo questa cosa assurda sono proprietario di uno scooter e non lo posso assicurare se non alle condizioni loro.
    Oltretutto molto arrabbiato col mio assicuratore di fiducia che all’epoca delle polizze temporanee non mi ha detto che eventualmente potevo andare in contro a questo problema.
    Cosa posso fare?
    Grazie!!!!!!

    • Esperto
      Esperto

      Confermo tutto, tuttavia con l’attestato scaduto hai diritto ad assicurati in classe CU 14, non 18 se l’attestato riporta una classe pari o minore. Facendo la voltura ad un familiare, invece, potresti beneficiare della legge Bersani per ripartire da una classe ancora più bassa.

      • Vito

        Ok grazie infinite. Quindi la nuova polizza devono farmela in classe 14. E’ possibile avere un numero di legge da utilizzare col mio assicuratore o con un nuovo assicuratore di modo da ripartire dalla 14? Ho come l’impressione che ci stiano marciando un pò sopra.

        Nel caso invece mi converrebbe fare una voltura devo intestare il mezzo a chi ha già un’altro scooter oppure prende la classe di merito che ha la persona con l’automobile?

        Grazie

        • Esperto
          Esperto

          Non vi sono riferimento normativi, ma puoi verificare magari sul loro fascicolo informativo.
          Per usare la legge Bersani deve avere un veicolo delle stessa tipologia, quindi motociclo-motociclo.

  22. Paky

    Salve, nel lontano 2010 avevo due auto, una di essa la cedetta a un rivenditore per rivendita ed io conservai l’attestato di rischio di un assicurazione che era in liquidazione. oggi ho pensato di acquistare per esigenza familiare un altro auto e se era possibile usufruire della classe di merito CU 1 anno settembre 2010 mantenendo la stessa classe di merito.

    • Esperto
      Esperto

      SI, l’attestato ha validità fino a settembre 2015.

  23. Andrea

    Salve,
    sto vendendo una autovettura e provvederò a “disdire” l’assicurazione ottenendo indietro il rimborso del periodo residuo. Mi farò consegnare l’attestato di rischio che appunto durerà per 5 anni.
    Ho inoltre acquistato una nuova auto.
    La domanda è la seguente: posso andare a fare una nuova polizza per l’auto nuova con un altro assicuratore sfruttando (per la Legge Bersani) questo attestato di rischio conservato?? Oppure ciò non è possibile in quanto la polizza dell’auto venduta non è più attiva?

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Fai attenzione, l’attestato puoi usarlo, ma NON con legge Bersani: sarebbe vietato (appunto perché con auto venduta), ma soprattutto controproducente, risultando la polizza più cara a causa delle penalizzazioni introdotte dall’uso stesso della legge. Devi invece usarlo DIRETTAMENTE mantenendo quindi classe ma anche lo storico della vecchia polizza, ed un premio da pagare dunque analogo.

  24. Francesco

    Salve, ho acquistato una nuova auto, la vecchia auto verrà demolita. L’assicurazione scade il 29/05/2015, la classe di provenienza é la 2 quella di assegnazione é la 1. Volendo assicurare la nuova auto con una compagnia diversa presentando l’attestato di rischio, che la vecchia assicurazione già mi ha inviato, più documento di rottamazione della vecchia auto, a partire dal 27/04/2015, quindi in anticipo, mi conviene economicamente o devo per forza assicurare la nuova auto con la vecchia assicurazione fino al 29/05/2015 e dopo posso cambiarla ? Pur sapendo che vado a perdere circa un mese di assicurazione ?

    • Esperto
      Esperto

      Non è possibile una sovrapposizione di due polizze, sebbene per veicoli diversi. Se proprio vuoi cambiare adesso, devi anche annullare la vecchia polizza, ottenendo peraltro un rimborso della parte non goduta.

  25. Lucia RennA

    Bongiorno,
    un mio amico ha sospeso la polizza di un’autovettura e ha dimenticato di riattivarla entro i termini. Nel frattempo sono trascorsi 2 anni.
    Quando si è recato dal proprio assicuratore gli è stato detto che -vista la mancata riattivazione entro i termini- ha perso il premio versato (e questo va bene) e l’attestato di rischio.
    Quindi se vuole riassicurare l’auto lo può fare partendo dalla 18° classe.
    Ma l’attestato non durava 5 anni ?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Si, il problema non è che è scaduto, bensì che non esiste. A mio giudizio ha diritto ad avere il suo attestato, con data alla scadenza della polizza, che dovrebbe riportare i dati dell’anno precedente, ovvero ultima annualità completata. Il rifiuto di rilascio dell’attestato può essere fatto solo in caso di mancato pagamento (anche qui se ne potrebbe discutere).

  26. Fabio

    Salve ho bisogno ad alcuni chiarimenti. Ho venduto la mia auto dopo la scadenza dell’assicurazione di 6 mesi quindi non completando il contratto dopo circa 2 mesi ho comprato un’altra auto uguale a quella precedente stessi kw stessa cilindrata ma modello più nuovo ora volevo capire l’attestato di rischio per fare l’assicurazione a chi lo devo chiedere visto che se le tenuto l’agenzia? Questi sei mesi non contano più?

    • Esperto
      Esperto

      Hai sbagliato a non sospendere o disdire la polizza. Essendo trascorso poco tempo, ti consiglio vivamente di accordarti con la compagnia per il pagamento della seconda rata e voltura della polizza sul nuovo mezzo “Perderai” i due mesi trascorsi, ma altrimenti rischi di perdere la classe maturata!

  27. Frank

    Devo cambiare autovettura, avendo il contratto in scadenza a breve posso stipulare un nuovo contratto assicurativo per la nuova autovettura prima che scada quello vecchio per evitare di perdere tempo nel passaggio della vecchia assicurazione dalla vecchia alla nuova autovettura?

    • Esperto
      Esperto

      SI, basta presentare l’attestato di rischio della vecchia vettura e l’atto di vendita.

  28. alessandro

    salve, avrei bisogno di un chiarimento:
    sono assicurato con Linear da diversi anni e sono in classe -10, io vorrei acquistare una seconda auto da alternare con l’altra auto gia’ in mio possesso (in pratica vorrei utilizzare 6 mesi una e 6 mesi l’altra).
    e’ possibile?

    • Esperto
      Esperto

      No, non è possibile. E’ però fattibile assicurarle entrambe e sospendere per 6 mesi l’una o l’altra… il risultato è il medesimo, con la differenza che all’inizio devi pagare 2 polizze da subito. In genere le polizze hanno la possibilità di sospensione, fai comunque una verifica ed eventualmente con quali termini e penali.

  29. Marco

    Salve vorrei capire una cosa ho venduto la mia auto nel dicembre 2013 sono stato assicurato per 3 anni di continuo (con legge bersani) in prima classe CU ora dopo più di un anno ho acquistato un veicolo usato e possibile usare l’attestato di rischio per assicurare il veicolo acquistato?

    • Esperto
      Esperto

      Certamente, vale 5 anni.

  30. melissa

    Salve, leggendo il fascicolo informativo direct line mi sono resa conto di poter sospendere l’rca max una volta nell’anno assicurativo, pagando oltretutto 30 euro. Ma L’ho sempre sospesa più volte durante l’anno assicurativo e non pagando nulla, e la scadenza del contratto slittava sempre di un periodo pari alla sospensione. Perchè questa discrepanza?

    • Esperto
      Esperto

      Si tratta di una cosa che può essere decisa a piacimento dall’assicurazione, e ovviamente contrattualizzata, ad esempio molte compagnie impongono un periodo minimo di sospensione di 2 mesi per poter beneficiare della proroga di scadenza, altre non hanno questo limite.

  31. Mirella Ros

    Buona sera, ho acquistata da qualche mese un’auto usata (Fiat punto 1.9 diesel), sono separata e non ho familiari conviventi perciò senza la possibilità di usufruire, almeno della della legge Bersani e purtroppo l’assicurazione (visto i preventivi) è molto molto costosa.
    Un’amica molto amica, (proprietaria di un’auto in CU 1), si è offerta di cointestarsi insieme a me la mia auto, Vi Chiedo, in questo caso, divenendo la mia amica cointestataria dell’auto insieme a me (e se serve anche contraente) è possibile usufruire della legge Bersani e relativa sua Classe di merito?.
    Un ringraziamento per la risposta ed un sincero Cordiale Saluto. Mirella

    • Esperto
      Esperto

      In teoria non è possibile, anche se alcune compagnie acconsentono a questa pratica. Per saperne di più e avere maggiori informazioni sui pro ed i contro, ti reindirizzo al nostro articolo “Assicurazione per auto cointestata”.

  32. Giorgio

    Buongiorno

    Poiché da qualche tempo risiedo in Germania, devo ora cambiare le targhe (da italiane a tedesche) ed acquisire una assicurazione tedesca.

    Qui in Germania, però, per sapere in quale classe di merito deve essere inserito un guidatore, le assicurazioni non guardano solo all’attestato di rischio degli ultimi 5 anni (di cui ho una copia), ma analizzano la storia completa del guidatore da quando ha preso la patente o, quantomeno, da quando ha fatto l’ultimo incidente.

    C’e’ modo di trovare online (magari nel sito del ministero die trasporti o PRA o motorizzazione) la situazione dei miei attestati di rischio degli ultimi 15-20 anni ?

    Grazie mille.

    • Esperto
      Esperto

      Direi proprio di no, o comunque niente che sia accessibile al privato cittadino o ad una compagnia estera.

  33. claudio

    Buongiorno ,io ho uno scooter fermo dal 2007 non tengo più un attestato di rischio ,mi è tornato in mente di ripristinarlo ,qual è la soluzione meno costosa per assicurarlo di nuovo? In quale classe partirei? dovrei fare un passaggio di proprietà a mia moglie? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Andresti in una assurda classe CU 18, la voltura ad un familiare ti consentirebbe di partire dalla CU 14, con un buon risparmio, o, ancora meglio, di usare la legge Bersani se in famiglia avete altri motocicli assicurati.

  34. Ion

    Salve…volevo chiedere io cisrca 3-4 anni fa avevo uno scooter asicurato a nome mio che io avevo usufruito della legge bersani e ho preso la prima classe di mia madre. A metta anno assicurativo ho demolito lo scooter e ho chiuso la polizza. Adesso se vado alla mia ex assicurazione e richiedo l’atestato di rischio vale ancora, lo posso fare?

    • Esperto
      Esperto

      Se non hai concluso la prima annualità assicurativa, a mio giudizio non può essere rilasciato un attestato. Al contrario, se avevi già concluso almeno una annualità, ovvero se avevi ottenuto almeno un Attestato a tuo nome, allora dovrebbe essere recuperabile.

  35. sara

    Buongiorno,
    l’assicurazione della mia auto è scaduta in data 02.02.2015 e non la rinnovo in quanto non funzionante e parcheggiata in un box privato. Posso usare l’attestato di rischio e mantenere la mia classe 1 per l’auto nuova che ho comprato? L’asscurazione mi dice che per mantenere la classe devo avere una polizza attiva.

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      L’assicurazione si riferisce all’uso di legge Bersani, ed è una interpretazione corretta. L’altra via sarebbe dichiarare che l’auto è venduta e usare direttamente l’attestato di rischio sulla nuova auto, garantendosi anche un bel risparmio. In questo caso è però bene sapere che quando andrai a ri-assicurare l’auto ferma, questa andrà in una classe assurda, CU 18. La compagnia potrebbe anche necessitare di una attestazione di messa in conto vendita o documento simile.

  36. Camillo

    Buona giornata, scusate una domanda:
    ho rottamato (con certificato) l’auto di famiglia usata intestata a me personalmente, con un ATTESTATO DI RISCHIO in classe (CU) 5) mia moglie ha appena comperato un’auto intestata a lei stessa (mai assicurata) vi chiedo se mia moglie può usufruire in “TOTO” per la nostra nuova auto di famiglia dell’ATTESTATO DI RISCHIO dell’auto rottamata però intestato, come detto, al sottoscritto.
    Cordiali Saluti.

    • Esperto
      Esperto

      Può farlo se siete sposati in regime di comunione di beni, altrimenti no.

  37. Giuliano

    Buongiorno , vorrei chiederle gentilmente un’informazione e ringraziarla in anticipo

    avevo una polizza con cadenza semestrale la prima parte 04 agosto 2014-04 febbraio 2015, il 17 febbraio per una situazione economica personale ho venduto la mia auto , cosa succede ?
    Ho telefonato a la assicurazione (line) , che mi hanno detto di pagare il semestre successivo ovvero da febbraio 2015 al 04 luglio , e che poi mi restituiranno mediante bonifico bancario.

    SARA VERO ?
    POSSO SOLO PAGARE IL MESE DI FEBBRAIO?
    ANNULLARE LA POLIZZA?
    NON VOGLIO PER ADESSO NESSUNA MACCHINA.

    Grazie davvero!!!!!!

    • Esperto
      Esperto

      La procedura che ha indicato la compagnia è corretta, ma non avrai indietro esattamente la semestralità versata, saranno trattenuti i giorni dal 4 febbraio fino alla richiesta, oltre a IVA e imposte. Fatti anche rilasciare l’attestato di rischio.

  38. Leonardo

    Salve
    ho venduto la mia auto da una settimana, per ora non ho necessità di ricomprarne una nuova, mi è stato suggerito di chiedere l’annullamento della polizza attuale con relativo rimborso del periodo non goduto, la polizza era stata stipulata a fine ottobre 2014, quindi ne ho goduto 4 mesi e 1/2.

    Mi è stato anche detto che il vecchio attestato di rischio avrà valore di 5 anni a partire dall’emissione, fine ottobre 2014.

    Tuttavia qualcuno mi ha suggerito che se richiedessi il rimborso perdere la validità dell’attestato di rischio e con esso lo storico dell’auto, sarebbe molto grave essendo io in classe 1 da 7 anni.

    Vi ringrazio.

    • Esperto
      Esperto

      Non è vero, tuttavia se hai in programma di acquistare una nuova auto da qui ad 1 anno, la soluzione migliore sarebbe sospendere la polizza e non annullarla.

      • Leonardo

        La ringrazio molto per la cortese risposta.

        L’auto verrà acquistata presumibilmente non prima di 3 o 4 anni almeno.

        Provvedo quindi ad annullarla sperando di mantenere la classe.

        Cordialmente, grazie.

  39. Sonia

    Buongiorno! La mia assicurazione scade il 3 aprile (annualità, non semestrale), e ho già ricevuto attestato di rischio e proposta da parte della mia compagnia. L’auto però è ferma in officina, e probabilmente ci rimarrà per diverso tempo, oltre la scadenza dell’assicurazione. Devo comunque rinnovarla o posso aspettare a quando mi verrà riconsegnata l’auto? Ci sono delle conseguenze, devo avvertire comunque l’assicurazione o posso stipulare con chi mi pare quando mi servirà usando l’attestato di rischio ricevuto? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Puoi tranquillamente non rinnovare e tenere l’auto senza polizza fin quando servirà, l’importante ovviamente è che non circoli e che non sosti in area pubblica.

  40. Marco C.

    Buongiorno,
    ho appena venduto la mia macchina che è attualmente in CU 6 con Quixa. La scadenza della polizza è a luglio. La nuova macchina che ho acquistato mi verrà consegnata all’inizio di settembre. Quixa non permette di sospendere le polizze, ma solo di annullarle con relativo rimborso del premio rimanente. Il mio dubbio è: a settembre, all’arrivo della nuova auto, posso stipulare una polizza (con qualsiasi compagnia) in CU 6 come risultante dall’attestato di rischio 2014 oppure devo ricominciare dalla CU 14 o addirittura 18?

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      A seguito dell’annullamento polizza, Ti sarà rilasciato da Quixa un nuovo attestato di rischio, che risulterà in classe CU 6. Utilizzerai quello per assicurare la nuova auto.

  41. Maurizio

    Buon pomeriggio. Chiedo, cortesemente, un chiarimento in merito alle RC che vengono offerte da qualche tempo e da molte case automobilistiche, in sede di acquisto di auto nuove.
    Leggendo un testuale messaggio precedente “Giorno , sono in scadenza con una polizza rca in omaggio per l’acquisto di una auto nuova dove io non risultò nemmeno il contraente. Al rinnovo con un altra compagnia posso utilizzare l’attestato di rischio della macchina che ho rottamato?” la risposta dell’esperto è affermativa.
    Nel caso specifico, l’auto acquistata nuova è intestata a mia moglie come la polizza omaggio.
    Alla scadenza della polizza, per contrarre la nuova, posso utilizzare l’attestato relativo alla vecchia vettura che demmo in permuta per l’acquisto della nuova? Mi sembra di capire di si (a me no che il caso della rottamazione è a sè stante) ma chiedo delucidazioni in quanto, stamane, ho chiesto ad una compagnia di assicurazioni e mi hanno detto che ci sarebbe il rischio di non poter utilizzare l’Attestato di rischio precedente, fermo restando che alla scadenza della polizza in “omaggio” mia moglie non ne riceva alcuno.
    Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Trovi una ampia discussione sull’argomento nel nostro articolo: “RCA in omaggio all’acquisto della nuova auto: attenzione!”

  42. Eleonora

    Salve il 5 agosto dello scorso anno ho avuto un incidente con colpa, in data 11 agosto la polizza è scaduta, non avendo i soldi per riparare l’auto non ho rinnovato ed è rimasta in box fino ad ora, ora finalmente posso permettermi di ripararla, ovviamente sull’attestato di rischio che ho non compare l’incidente di cui sopra, va bene così o devo dichiararlo in qualche modo? Non vorrei incorrere in sanzioni…

    • Esperto
      Esperto

      Non devi dichiarare niente, a meno che non sia la compagnia a chiederti espressamente se hai avuto sinistri al di fuori del periodo di osservazione. Ti suggerisco la lettura del nostro approfondimento dal titolo “Cambiare assicurazione dopo sinistro in scadenza di polizza”.

  43. elisa

    Buongiorno,volevo farle una domanda il 19 di marzo scade la mia assicurazione,la mia assicurazione mi ha mandato regolarmente l attestato di rischio ma non mi è stato inviato il nuovo preventivo e io volevo vedere di quanyo e diminuito per decidere se cambiare compagnia entto quanto mi deve essere inviato perché ho letto che se volessi disdire devo inviare una raccomandata 15 giorni prima della scadenza del contratto
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Assolutamente no, oramai è possibile cambiare compagnia liberamente, senza inviare alcuna disdetta. Questo, per la RCA: verifica se hai coperture aggiuntive con un contratto a parte (es. tutela infortuni).

  44. Fabrizio

    Salve, ho acquistato una vecchia auto a fine 2013, assicurata in 14esima classe ed ho interrotto il contratto con la mia compagnia dopo 6 mesi non rispettando il contratto di un anno. Ora la mia assicurazione non vuole darmi l’attestato di rischio. Devo ripartire dalla 18 classe? o posso ottenere ancora la 14esima?

    Grazie Mille!!

    • Esperto
      Esperto

      Temo che ti vada in classe CU 18, valuta di pagare adesso la semestralità, oppure di fare una voltura del mezzo ad un familiare.

  45. alessio

    Buonasera, volevo avere dei chiarimenti da lei:
    Ho ricevuto il mio penultimo attestato di rischio spedito dalla sede principale dell’assicurazione datato il 10/12/2013 ed ad oggi,calcolando che mi scade la mia annualità il 28/2/2015, non mi è ancora arrivato ancora il mio attestato ed avendo fatto anche richiesta scritta con documento in data 4/2/2015 alla mia assicurazione vorrei sapere alcune cose:
    1 se da tale data di richiesta è normale che ancora non sia arrivato nulla;
    2 se con il mio penultimo attestato eventualmente è valevole per andare ad un’altra assicurazione o serve per forza l’ultimo attestato (se non ho capito male l’attestato vale 5 anni) ed avviso che dall’ultimo attestato non ho fatto nessun incidente e se mi dicono degli assicuratori che si può fare è vero se fosse

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Non è normale, l’attestato deve essere inviato entro 30 giorni dalla scadenza. Purtroppo non puoi usare quello dello scorso anno, in quanto avendo completato una nuova annualità, devi usare quello nuovo. La compagnia è OBBLIGATA a rilasciartelo.

    • alessio

      Grazie della tempestiva risposta.
      Volevo solo chiedere se loro, per accelerare eventualmente i tempi, se lo mandano per email ha comunque una validità come l’originale cartaceo spedito per posta

      Grazie

      • Esperto
        Esperto

        No, deve essere in originale, anche se a dire il vero non è che sull’originale vi siano timbri o firme particolari.

  46. Maria

    Buonasera!
    Avrei un quesito. Ho rinnovato il contratto RCA con la mia assicurazione a metà dicembre 2014 (CU 8). Questo mese (Febbraio 2015) ho fatto un incidente e purtroppo ho torto. Poiché la mia macchina era molto vecchia e non valeva la pena ripararla, ho deciso di cambiarla. Ho stipulato un contratto d’acquisto per una macchina nuova chiedendo la demolizione di quella vecchia (in realtà la davo in permuta ma essendo talmente vecchia hanno deciso loro di rottamarla). La demolizione è avvenuta e ora sono in attesa della macchina nuova (stima prevista tre/quattro mesi). Come devo comportarmi? Domanda 1: La mia assicurazione mi chiede di attendere il libretto della macchina nuova per poi andare a fare il “passaggio” del contratto di quella vecchia a quella nuova, ovviamente mi rimborseranno la differenza, è giusto? Domanda 2: da quando parte il calcolo della differenza? dal giorno del certificato di rottamazione o dal giorno in cui vado a fare il passaggio? Domanda 3: con il “nuovo contratto” per la macchina nuova partirei con la CU8, è giusto? Domanda 4: alla scadenza del contratto che sarebbe ancora una volta a metà dicembre 2015, la classe salirebbe di 2 punti a causa del sinistro avuto a Febbraio con la vecchia macchina (quella rottamata)?

    • Esperto
      Esperto

      La procedura migliore volendo mantenere la polizza attuale a mio avviso è adesso sospendere la polizza, per poi riattivarla direttamente sulla nuova auto. L’eventuale differenza a favore o da integrare partirà dal giorno della riattivazione. In merito al sinistro, confermo che comparirà sulla nuova auto, motivo per cui potresti anche valutare una strada completamente diversa, ovvero cessare la polizza attuale e riattivarne una nuova con legge Bersani, ovviamente solo se in famiglia hai altre auto in una classe buona.

      • Maria

        La ringrazio della tempestiva risposta. Avrei un’ulteriore domanda: avevo letto che tra il gg della sospensione della polizza alla riattivazione della stessa sulla nuova auto ci dovrebbero essere tre mesi…poiché sono fiduciosa e credo che la nuova auto arriverebbe probabilmente prima dei tre mesi, mi consiglia ancora la sospensione e conseguente riattivazione? Grazie mille in anticipo!

        • Esperto
          Esperto

          Tale termine varia da compagnia a compagnia. In genere è due mesi, verifica sul tuo contratto. Sospendere non comporta comunque rischi, al massimo, riattivando prima del termine, non si ha la proroga della scadenza.

  47. mariangela

    buongiorno, vorrei porle un quesito, ho due macchine intestate a mio nome con assicurazioni attive Ae B ovviamente essendo io la stessa persona ho usufruito dell’attestato di rischio dell’auto più vecchia A per poter contrarre sulla nuova una nuova assicurazione sull’auto B.
    Ora intenderei non rinnovare la polizza della macchina B al suo scadere naturale e tenerla in garage.
    l’attestato di rischio dura cinque anni.
    ovviamente se la vendo non ci saranno problemi, ma se entro i cinque anni decidessi di tenerla e riassicurarla potrei godere della stessa classe di merito ??
    l’assicurazione mi costerebbe comunque di più perche l’ho tenuta senza assicurazione per qualche anno ??

    se nel frattempo mio marito mi volturasse la sua macchina C potrei usufruire della bersani relativamente alla mia vecchia Auto A che ha sempre avuto e ha tutt’ora l’assicurazione attiva per poter assicurare anche la nuova auto C con la mia classe di merito?

    So che è complesso come problema ma la prego di rispondere in quanto ogni assicurazione mi ha dato una versione diversa e so che lei è molto attendibile su queste problematiche
    la ringrazio anticipatamente

    • Esperto
      Esperto

      Grazie, in effetti sono abbastanza sicuro di ciò che sto per dirti!!
      L’auto B può stare ferma fino a 5 anni, tuttavia ti confermo che riassicurarla dopo qualche anno di stop comporta una penalizzazione a causa del “buco” sullo storico assicurativo.
      Nessun problema per applicare la legge Bersani dall’auto A all’auto C.

  48. mimmo

    buongiorno. ho un quesito: rissumo brevemente: la mia autovettura A è stata assicurata con intesasanpaolo provenendo da unipolsai in cu1. ora la vettura A è stata venduta. non ho intenzione di conservare la stessa compagnia assicurativa, ma volevo cambiarla per l’autovettura B che ho già acquistato. posso usare l’attestato di rischio della vettura A (lo stesso con cui mi sono rivolto a intesasanpaolo) rilasciato da unipolsai per assicurare la vettura B mantenendo la cu1?
    grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Se fai o farai la disdetta per vendita del veicolo, Intesasanpaolo deve rilasciarti un suo attestato di rischio. Se non lo fa, prova ad usare l’altro, ma c’è la possibilità che ti venga rifiutato in quanto già “usato”. Io ti consiglio di mantenere la polizza presso Intesa fino a scadenza della annualità, volturandola sull’auto nuova, per evitare disguidi e anche perchè avresti si il rimborso della parte di premio non goduta, ma senza iva e imposte.

  49. Piero

    Buongiorno
    Come funziona la legge Bersani in presenza di incidente nell’ultimo periodo, cioè successivo all’ultimo attestato di rischio? Vale in ogni caso quello o c’è rischio che venga contestato?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Fa comunque fede l’attestato, quindi il malus non viene conteggiato sulla nuova auto.

  50. Maurizio

    Buonasera,
    desideravo chiedere se é vero che non posso utilizzare l’attestato di rischio classe 7 CU della moto che ho venduto su un altro motoveicolo gia in mio possesso, ma posso usufruirne solo per assicurare una moto nuovo acquisto. Questo é quanto mi ha detto la Compagia assicuratrice.
    Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Una recente interpretazione proprio di ivass pare autorizzare l’uso di un attestato di un mezzo venduto su di un mezzo già assicurato, purché intestato alla medesima persona. Chiedi alla tua compagnia di verificare, o telefona tu stesso ad ivass e facci sapere come va a finire!

  51. riccardo

    Buona sera !

    dovrei assicurare una vettura che dal 2009 non e’ stata piu’ assicurata ! e’ intestata a mi sorella che e’ nel mio stesso stato di famiglia.. ma purtroppo l’assicuratore conoscente e anche la genialloyd mi hanno detto che la cosa piu’ conveniente e’ fare un passaggio di propieta’ e poi con la legge bersani.. attualmente ho 2 auto
    assicurate in prima classe.. una delle quali intestata a mia madre che ho demolito ieri.. la cui polizza scade 08 marzo 2015..

    il problema che il trapasso mi costa oltre 800 euro piu’ l’assicurazione.. ma non e’n proprio possibile assicurare in qualche altro modo ?

    grazie a tutti per l’attenzione !

    in fede.

    Riccardo.

    • Esperto
      Esperto

      La voltura è inevitabile per evitare di ripartire in una classe molto alta, tuttavia fai attenzione… potete sfruttare la polizza dell’auto demolita, è molto, molto più vantaggioso rispetto ad usare la legge Bersani! Ovviamente la voltura fatela a alla madre.

      • riccardo

        Buon giorno !

        Grazie per i tuoi consigli ! non capisco come mai ho chiesto a piu’ assicurazioni (di persona)
        ma nessuno mi ha saputo consigliare !

        grazie ancora !!

  52. davide stabile

    Buongiorno,

    Avrei intenzione di riassicurare la mia vettura, assicurata sino al 10/02/2010, poi la polizza è stata girata su un’altra vettura. La precedente vettura assicurata è stata fermata e regolarmente bollata e non ha più circolato. La mia intenzione è riassicurarla ho un attestato di rischio del periodo 2008 2009 senza alcuna data di riferimento. Ho inoltre il contratto relativo al passaggio da una vettura all’altra con indicata la precedente polizza e quella nuova con decorrenza 10/02/2010. Vorrei poter mantenere la mia originale classe di merito CU 1 e non finire nella 18
    E’ possibile grazie
    Davide Stabile

    • Esperto
      Esperto

      Ricordiamo a tutti che le polizze possono essere trasferite ad altre vetture solo in presenza di vendita, rottamazione, esportazione o cessione in conto vendita del veicolo originario. Se per qualche motivo si rientra in possesso del veicolo, questo è da subito ri-assicurabile solo in classe CU 18. Dato il costo elevato, è consigliabile in tal caso volturare il mezzo ad un familiare per cercare di usare la legge Bersani.

  53. Marco

    Buongiorno,
    volevo un consiglio: purtroppo mia sorella ha avuto un incidente con colpa nel 2014, nel nuovo attestato di rischio parte con classe 15. Purtroppo i preventivi sono tutti molto alti (sopra i 1000 euro). Ci sarebbero dei vantaggi se io acquistassi la sua vettura (una vecchia Punto del 2000) e intestassi un’assicurazione a mio nome e le lasciassi usare la vettura? Ad aprile, se tutto va bene, passero’ in classe 7 (nessuno di noi ha usufruito della legge Bersani).
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Prova a fare un preventivo, attualmente tale auto prenderebbe la classe CU 8 con legge Bersani. Qualcosa forse risparmiate, ma dovete mettere in conto il costo della voltura.

  54. Riccardo

    Buonasera,
    ho acquistato in questi giorni un’autovettura nuova a mio nome. Possiedo un’attesto di rischio un pò datato poichè scaduto nel novembre 2010. Ho guidato in questi anni auto aziendale ma ora ho necessità di intestare a mio nome l’auto e quindi l’assicurazione. Pensavo, dato che non sono trascorsi i 5 anni, di usufruire ancora della mia vecchia classe di merito (la prima). Facendo preventivi qua e la mi è sembrato di capire che, visto che non ho avuto uno “storico” assicurativo negli ultimi anni, anche se sono in prima classe il premio da pagare per la sola rc auto si aggira intorno agli 800 euro. Mi sembra un pò alto e quindi ho deciso di chiedere a voi consiglio se è un prezzo adeguato oppure se ho sbagliato qualcosa. Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Purtroppo è corretto, la mancanza di storico causa penalizzazione. Non hai alternative, usare la tua vecchia classe 1 è comunque la soluzione migliore. Ovviamente vale sempre il consiglio di confrontare più preventivi.

  55. Bibi

    Buonasera, se la scadenza semestrale scadeva il 12/1 e la demolizione dell’auto avveniva il 21/1 (quindi nei 15 gg successivi alla scadenza) si é tenuti a pagare la rata e poi a chiedere il rimborso del premio pagato e non goduto o é possibile annullare la polizza senza pagare la rata semestrale?

    • Esperto
      Esperto

      E’ corretta la prima che hai detto, e ricorda che purtroppo perderai tutta l’IVA e le imposte sulla seconda semestralità. Se acquisterai un’altra auto nei prossimi mesi, potrebbe convenire sospendere la copertura anziché annullarla.

  56. luigi

    Buonasera,

    sono assicurato da diversi anni con una compagnia assicurativa, e l’attuale copertura rca è in scadenza il 29.01.2015.
    Nel corso del mese di dicembre ho ricevuto l’attestato di rischio dalla compagnia.
    Il giorno 02.01.2015 ho tuttavia acquistato una nuova auto, dando in permuta la mia precedente vettura.
    Ho così trasferito la copertura rca residua sulla mia nuova vettura.
    Posso utilizzare l’attestato di rischio che avevo già ricevuto, ma sul quale sono riportati i dati della mia vecchia auto, per la stipula del nuovo contratto di assicurazione rca con decorrenza 30.01.2015?

    Grazie e buona serata.

    • Esperto
      Esperto

      SI, certamente, basta produrre anche l’atto di vendita del veicolo.

  57. luca

    Buongiorno , una domanda : io ho intestato nel 2007 l’assicurazione di un motoveicolo a mia moglie (il motoveicolo e’ intestato a me ) .
    Dal 2010 il motoveicolo e’ stato fermo e non piu’ assicurato . posso oggi in qualche modo usufruire del decreto bersani assicurando il motoveicolo con la stessa classe di un altro in mio possesso ?

    • Esperto
      Esperto

      No, sei costretto a proseguire lo storico del 2010, sperando che non siano già trascorsi 5 anni altrimenti cadresti in un antipatico “limbo” in classe CU 18. Ti faccio notare anche che l’attestato vecchio è di tua proprietà in quanto proprietario del veicolo anche se il contraente era tua moglie.

  58. William

    Buongiorno, avrei una domanda da porvi. A Dicembre ho ricevuto l’ attestato di rischio da una compagnia assicuratrice A e l’ ho usato per assicurare il veicolo presso un’ altra compagnia B. Ora ho comprato una nuova auto usata e devo assicurarla. Posso usare l’ attestato di rischio che mi era stato consegnato a dicembre dalla compagnia A per assicurare il veicolo presso la compagnia C ? Grazie
    Dimenticavo. Ora le auto in mio possesso sono quindi 2. Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Puoi usarlo ma non direttamente, devi richiedere la stessa classe di A con legge Bersani (il premio sarà purtroppo più alto).

  59. giuseppe

    Salve, volevo chiedere:
    La mia assicurazione semestrale scade a febbraio ma il contratto annuale ad agosto. Ho venduto ieri l’auto.se richiedo di cessare il contratto a seguito di vendita, mi rilasciano l attestato di rischio e quindi cambiare compagnia per la nuova auto? Oppure cmq devo aspettare la scadenza?? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      SI certo ne hai diritto, almeno di una copia del precedente.

  60. Lina

    Buongiorno,
    oggi ho rinnovato l’annualita’ della mia assicurazione (che pago semestrale) ma tra tre mesi daro’ via la vettura in quanto mi daranno un veicolo aziendale. Volevo sapere se mi conviene di piu’ sospendere l’assicurazione o chiedere il riborso x vendita. non credo di riprendere altra macchina sinceramente quindi opterei per la seconda ipotesi…ma in quel caso potro’ usufruire dell’ultimo mio attestato anche se ho venduto la macchina dopo qualche mese dal rinnovo?

    • Esperto
      Esperto

      SI, certo, ti deve essere rilasciato l’attestato, almeno quello precedente.

Scrivi il tuo messaggio

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità. Leggi la nostra privacy policy. (* richiesto)

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>