Immatricolare e assicurare un veicolo all’estero - Pag.5

Come immatricolare auto all'estero
Immatricolare un auto all'estero: ci sono pro e contro...

E’ possibile Immatricolare e assicurare una auto all’estero? Per risparmiare sull’assicurazione, eludere le multe e non pagare il super bollo…. ma i rischi quali sono?

Questo articolo ha avuto molti commenti con risposte del nostro esperto, per praticita' li abbiamo divisi in piu' pagine. Questa e' una delle pagine dei commenti, cerca qui sotto se trovi la risposta alla tua domanda! L'articolo originale lo trovi qui: Immatricolare e assicurare un veicolo all’estero .

610 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. Avatar
    Matteo

    Salve io ho la ragazza che vive con me in italia ma residente in rep.ceca posso comprare una macchina nel suo paese ovviamente intestata e assicurata a lei e viaggiare tranquillamente in Italia??

    • Esperto
      Esperto

      Si, nei limiti indicati nell’articolo qui sopra.

      • Avatar
        Matteo

        sapevo che potevo solo per un anno e vero??

        • Esperto
          Esperto

          Si ma in italia, a differenza di altre nazioni, non ci sono controlli specifici ed è dunque difficile dimostrare la permanenza (potresti essere uscito dall’Italia senza un controllo di frontiera e rientrato). DI fatto, non esiste limite, se non per un acecrtamento specifico e molto mirato.

        • Avatar
          Matteo

          perchè in altri forum ho letto che si regolano dalla data di immatricolazione della macchina…
          poi ho letto art.132 del codice stradale e mi sono venuti ancora più dubbi.

        • Esperto
          Esperto

          Certo che ne vengono di dubbi, la materia in Italia è molto lacunosa!! I più risolvono all’italiana, ovvero se si vuole fare un’operazione di questo tipo, la si fa e via, male che vada ogni tanto si pagherà una (peraltro piccola) multa o si dovrà fare una capatina all’estero per rientrare subito…

  2. Avatar
    Riccardo

    Buongiorno, vivo da un anno in Lituania ma ho mantenuto residenza e domicilio in Italia poiché viaggio spesso in tutta Europa; secondo la Vostra esperienza è possibile reimmatricolare un mezzo italiano (auto o moto) in questo Paese per poter usufruire delle condizioni assolutamente vantaggiose di bollo (esente) e assicurazioni? O dovrei “vendere” il mezzo ad un residente, ad esempio alla mia compagna?
    Saluti

    • Esperto
      Esperto

      Direi che tutto dipende dalle leggi Lituane, che davvero non conosco. Puoi informarti in loco, ma ad occhio non credo che tu possa intestare laggiù un veicolo senza residenza.

  3. Avatar
    Amedeo

    Salve,vorrei chiedervi se è possibile guidare in italia un’auto con targa estera, e se c’è limite di tempo (l’auto è intestata a mia suocera che è residente in uno stato U.E.). Se invece l’auto fosse cointestata con mia moglie (cioè di mia suocera e la figlia) ma mia moglie è residente in Italia, grazie.

    • Esperto
      Esperto

      COme puoi leggere dall’articolo, è possibile ma con un pò di attenzione. In Italia è più facile che in altri Paesi perchè i controlli mirati sono minimi. In caso di cointestazione, stessa cosa.

      • Avatar
        Amedeo

        Grazie per la risposta,ma sono ancora molto confuso.Praticamente se l’auto è intestata ad una cittadina Polacca e residente in Polonia,io posso guidarla senza limiti di tempo qui in Italia?E se è cointestata a cittadina Polacca residente in Polonia,e cittadina Polacca residente in Italia,cambia qualcosa?C’è bisogno di delega del proprietario per guidare l’auto in Italia?Mica c’è il limite di un anno?Il limite di un anno non dovrebbe esserci se il proprietario è residente in Italia?Un’ultima cosa,ci vuole la patent Europea?Come si fa ad averla?Grazie anticipatamente.

        • Esperto
          Esperto

          Come dicevo, il limite è un anno, ma vi sono molti problemi a farlo rispettare da parte delle forze dell’ordine (come fanno a dimostrare che nel corso dell’anno non sei uscito e rientrato dall’Italia?), su questo aspetto se ne può approfittare a proprio favore. Deleghe non ce ne è bisogno, ma anche qui, se ti dovessero fermare più volte riscontrando, di fatto, che l’auto tu la guidi abitualmente, allora scatterebbero i problemi. La patente rilasciata in Italia è “Europea”, presumo anche quella Polacca, ma bisognerebbe chiedere in loco.

        • Avatar
          Amedeo

          O.K.,allora se io andassi in un paese estero ma CE,con la mia auto italiana,per lavoro,anche se sono residente in Italia non potrei restarci più di un anno?

        • Esperto
          Esperto

          Il caso è diverso: se chi guida è anche il proprietario del mezzo ed è residente nel proprio Paese di nazionalità (purchè in UE), la circolazione all’interno dell’UE è libera e senza limiti. Se chi guida è residente in Italia (indipendentemente dalla sua nazionalità), allora il limite prima dell’obbligo di nazionalizzazione del veicolo è 1 anno ed è una regola che vale per tutti i paesi UE.

  4. Avatar
    Elly

    Vorrei gentilmente avere un’informazione. Mio figlio è italiano e per 4/5 anni frequenterà una università in Inghilterra. Volevamo comprargli lì una macchina usata e il prezzo è veramente conveniente, ma quando siamo andati ad iinformarci sull’assicurazione, siamo rimasti senza fiato. Per lui che ha 25 anni(7anni di patente) e vive solo da pochissimo in Inghilterra, l’assicurazione ammonta a 5000 euro. Anche via web, il minimo è di 3000 euro. Inoltre lì è assolutamente importante avere anche l’assistenza legale.
    Allora abbiamo pensato che potrebbe portarsi lì la sua macchina italiana, ma mi hanno detto che dovrebbe almeno una volta l’anno uscire e rientrare in Inghilterra. Vorrei iinoltre sapere se esiste una polizza che abbia anche l’assistenza legale in Inghilterra e che altre pratiche dovrebbe fare. Grazie per l’aiuto.

    • Esperto
      Esperto

      Non vedo particolari problemi se la residenza rimane in Italia. L’assistenza legale di solito è estesa in Europa, comunque basta una piccola verifica al momento della stipula. Per quanto riguarda la permanenza massima, non sono sicuro che basti uscire e rientrare una volta all’anno…. molte nazioni effettuano controlli molto mirati per individuare chi usa senza titolo l’auto estera prevalentemente nello stato ospite (non come in Italia dove quasi tutto è permesso).

  5. Avatar
    Daniele

    Salve, sono un cittadino italiano, residente quindi in Italia. Sono tuttavia amministratore di una società in UK e una in Svizzera. E’ possibile acquistare un’auto di lusso in uno di questi paesi, immatricolarla lì (quindi con targa straniera) e portarla, eventualmente, in Italia?
    Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Si, non vedo problemi, meglio comunque avere sempre con se’ documentazione che attesta il tuo legame con la società proprietaria dell’auto.

  6. Avatar
    Nico

    Salve,
    Sono Italiano, ho la residenza in italia e da sei mesi il domicilio a Ginevra (con relativo permesso di soggiorno B) , dove lavoro e rimarró per qualche anno.Vorrei acquistare un auto in Svizzera e utilizzarla principalmente per rientrare in italia nei fine settimana.Considerando che non posso cambiare la residenza,E’ sufficiente il domicilio per comprare,immatricolare e assicure un auto con targa svizzera?e quando mi sposto in italia come dimostro che è solo per visite saltuarie?
    Vi ringrazio anticipatamente per le vostre preziose informazioni.

    • Avatar
      Roberto

      Ciao, ho il tuo stesso dubbio, lavoro in svizzera con visto g e vorrei acquistare un’auto usata da un amico svizzero. Posso intestarmela e assicurarla in svizzera pur avendo la residenza in italia?

    • Esperto
      Esperto

      Penso che dovresti rivolgere questa domanda agli uffici preposti in Svizzera. Se vi riesci (ma ho qualche dubbio, senza residenza), non vedo alcun problema nell’usarla saltuariamente per rientrare in Italia.

  7. Avatar
    Massimo

    Salve, dovrei acquistare un’auto da un privato in Belgio e portarla in Italia. Lui vuole radiare le targhe pertanto dove potrei acquistare delle targhe provvisorie assicurate per trasferirla in Italia con sicurezza ? Oppure se dovessi convincerlo a lasciare la targa, posso fare un’assicurazione temporanea ( belga ? italiana ? ) per il periodo che mi permetta di portarla in Italia?
    grazie mille

    • Esperto
      Esperto

      Sicuramente in Belgio rilasciano delle targhe provvisorie da esportazione comprensive di assicurazione per un periodo limitato. Informati bene, magari con l’aiuto del venditore che è in loco!

  8. Avatar
    gianfranco

    salve, sono italiano e residente in italia, mio padre ha una casa li da tanti anni, se volessi acquistare una macchina li e tenere la targa spagnola sarebbe possibile? o devo chiedere residenza? il problema successivo, che mi pongo, è l’assicurazione, se tutto fosse possibile in caso di sinistro, essendo assicurato in spagna come farei a fare tutte le pratiche – perito – ecc grazie

    • Esperto
      Esperto

      Dovremmo conoscere le leggi spagnole per rispondere, comunque suppongo che almeno uno tra te e tuo padre dovrebbe avere residenza in Spagna, altrimenti non sarà possibile immatricolare là una vettura.

  9. Avatar
    fernando roy

    sono un straniaro . residenza in italia io comprato un auto in ingiltherra propio nome mia ora voleva portarla in italia .pensando guidare fine italia come poso assicurare almeno una settimana o 5 giorni?

    • Esperto
      Esperto

      Devi informarti in Inghilterra, se esistono assicurazione temporanee magari legate alla targa per esportazione.

  10. Avatar
    marco

    Buongiorno,
    vorrei fare una domanda partendo da una precisazione: la mia ragazza è residente in Spagna, io invece in Italia. E’ possibile comprare un veicolo cointestandolo tra me e lei, così da poter scegliere la nazione dove sarebbe più conveniente per noi fare l’assicurazione?

    • Esperto
      Esperto

      Dovrete scegliere in quale delle due nazioni immatricolarlo. Se in Italia, dovrete assicurarlo con una polizza Italiana o comunque con una di quelle riconosciute, che hanno inevitabilmente prezzi “italiani”. Se invece immatricolate in Spagna non saprei, le regole dovrebbero essere le stesse dell’Italia ma meglio chiedere e verificare se esiste un risparmio sulle assicurazioni (probabile).

  11. Avatar
    victor

    salve avendo cittadinanza italiana e anche americana posso tenere auto con targhe americane e circolare liberamente in italia? volendo posso avere residenza anche in america…

    • Esperto
      Esperto

      Difficile dare una risposta sicura: non è espressamente vietato, ma neanche apertamente concesso. Probabilmente nessuno ti contesterà niente, ma in teoria potrebbe partire un accertamento qualora emergessero elementi tali da dimostrare che questo veicolo viene utilizzato quasi esclusivamente in Italia. Il rischio maggiore, forse è proprio quello di “dare nell’occhio” alle forze dell’ordine della tua zona, essendo una targa Americana molto poco diffusa in Italia.

  12. Avatar
    silvia

    Salve, tra qualche mese mi trasferirò in Inghilterra per lavoro e pensavo di portare la mia macchina immatricolata in Italia. Devo richiedere per forza al PRA la “Cessazione della circolazione per esportazione” e rifare l’immatricolazione all’estero? Quanto può costare l’immatricolazione in Inghilterra e a chi mi devo rivolgere?
    Infine, come posso portare la macchina all’estero se consegno le targhe quando faccio la cessazione della circolazione al PRA in Italia?
    Grazie 1000 in anticipo!

    • Esperto
      Esperto

      Ciao Silvia, ti consiglio di leggere l’altro nostro articolo “Assicurazione per veicolo avendo residenza all’estero” per le risposte alle tue domande.

  13. Avatar
    manuel

    salve,
    mia moglie e’ cittadina straniera UE, ma residente in Italia. Vorrei acquistare un’auto nel suo Paese, posso intestarla a lei ? Per circolare quotidianamente in Italia, dovra’ immatricolarla con targhe italiane ? entro quanto tempo ?
    Oppure, tutto sommato posso comprarla io, con targhe di ‘Transito’ e poi la immatricolo in Italia a nome mio… ?

    • Esperto
      Esperto

      Dato che la tua compagna è residente in Italia, la procedura corretta per te è proprio quella di esportare il veicolo dal suo Paese (con targhe provvisorie) e re immatricolarlo in Italia.

  14. Avatar
    Duilio

    salve,
    a febbraio mi trasferirò per 6 mesi in repubblica ceca e pensavo di acquistare una autovettura lì…. sono italiano residente in italia…
    cosa dovrei fare per essere in regola? posso cioè acquistare la macchina lì ed assicurarla a me sempre in repubblica ceca? finiti i 6 mesi posso tornare in italia e reimmatricolare come se importassi normalemnte?!?!?

    in alternativa se compro una macchian in italia, posso girare 6 mesi con la mia assicurazione in rc?
    grazie mille

    • Esperto
      Esperto

      Devi consultare le leggi dela Repubblica Ceca, comunque se non vi hai residenza non credo che potrai immatricolare la’ una vettura a tuo nome. Non vedo problemi invece a circolare con l’auto italiana.

  15. Avatar
    Daniele

    SAlve, grazie per le informazione, io sono italiano e residente in Italia, ma ho un fratello che vive in Germania, come faccio ad intestare l’ assicurazione a lui? ( alcuni mi hanno detto che anche io devo avere la cittadinanza tedesca ) è vero? come posso procedere? Grazie 1000 ^^

    • Esperto
      Esperto

      Se intendi assicurare a nome di tuo fratello con residenza all’estero la tua vettura immatricolata in Italia, sappi che sarà molto difficile farlo, anche se non vietato dalla legge. Se troverai una assicurazione tedesca che acconsentirà, comunque, non sono sicuro del risparmio…. facci sapere!

      • Avatar
        boris

        in base alla mancanza di un documento bulgaro in quel momento.poi non voleva crederci che 2 mesi fa ero andato in bulgaria. gli ho fatto vedere la revisione fatta 2 mesi fa con la data e per lui non era una giustificazione.avevo anche altri documente per giustficarmi che la macchina non da 1 a anno in italia ma niente.secondo me era incompetente.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)