Home » Fine contratto di assicurazione » Cambiare compagnia di assicurazione

Cambiare compagnia di assicurazione

Assicurazione: cambiare compagnia è così difficile?
Assicurazione auto: cambiare compagnia è così difficile?


La tanto ricercata (e parzialmente ottenuta con le recenti liberalizzazioni) concorrenza tra le varie compagnie di assicurazione, ha portato finalmente in Italia una certa “mobilità” di polizze tra una compagnia e l’altra. Fino a pochi anni fa, infatti, un cliente rimaneva solitamente fedele alla propria agenzia “di fiducia” per tutte le proprie polizze, dalla RCA per auto e moto, alle polizze vita, fino ai fondi pensione… oggi invece si tende a cercare la compagnia che fa il preventivo migliore e assicurarsi con quella, salvo poi rivedere tutto ad ogni scadenza annuale, o quasi…

Assicurazione: cambiare compagnia è così difficile?
Assicurazione auto: cambiare compagnia è così difficile?

In molti ci chiedete se è effettivamente facile cambiare compagnia di assicurazione. La nostra risposta è si, è molto più facile di prima, grazie alle liberalizzazioni previste dai noti decreti Bersani. Sostanzialmente possiamo dividere le situazioni in due casi.

Il primo, il più semplice, è quello in cui la polizza non prevede il tacito rinnovo. Significa che alla scadenza del contratto, solitamente annuale, il cliente è automaticamente svincolato dalla compagnia, a meno che non provveda al pagamento del premio per l’anno successivo. Questa formula viene adottata praticamente solo dalle compagnie telefoniche e online per l’assicurazione RCA auto.

Il caso del contratto con tacito rinnovo è invece il più frequente tra le assicurazioni tradizionali e per le polizze non legate ai mezzi di trasporto, ovvero polizze vita e infortuni, responsabilità civile verso terzi, ecc. In questo caso è necessario inviare una disdetta alla compagnia entro un termine prefissato, prima della scadenza annuale. E’ molto importante leggere sul contratto il termine entro il quale inviare questa disdetta alla compagnia, e rispettarlo, ed inoltrare la comunicazione a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, oppure consegnarla a mano facendosi apporre un timbro con data e firma per ricevuta su una copia.

Ad onor del vero va detto che vige la consuetudine che (soprattutto per la RCA auto), al mancato pagamento del premio e conseguente mancato ritiro del nuovo tagliando, il contratto si ritenga automaticamente rescisso anche se non si è provveduto alla disdetta scritta entro i termini, ma vi consigliamo di rischiare questa via “alla buona” soltanto se avete buoni rapporti con il vostro assicuratore e naturalmente dopo aver dato per lo meno una comunicazione verbale. Abbiamo notizie di disdette effettuate via fax, verbali o telefoniche, considerate non valide da compagnie evidentemente “aggressive”, che hanno poi provveduto ad inviare un decreto ingiuntivo di pagamento tramite il Giudice di Pace. In questi casi, la legge è dalla parte delle compagnie creditrici ed il cliente, oltre a dover pagare il premio, sarà anche aggravato dei costi legali, che non sono mai inferiori a 500,00 euro (e comunque legati al valore del premio contestato).

Nota bene: nel caso di RCA auto, le compagnie, indipendentemente dal fatto che il contratto preveda o meno il tacito rinnovo, devono inviare l’attestato di rischio entro 30 giorni dalla scadenza della polizza, per favorire un eventuale cambio di compagnia di assicurazione.

Aggiornamento di gennaio 2013: il tacito rinnovo per la RCA auto e moto è stato abrogato per legge per tutte le tipologie di polizze, per cui non occorre più inviare una disdetta scritta per la vostra assicurazione RCA. Il cambio di compagnia assicurativa è quindi diventato sempre facile, ovviamente alla scadenza annuale.


12 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. Giancarlo

    Salve, per ragioni di aumento di premio all’inverosimile della mia Polizza attuale, decido di inviare disdetta alla Compagnia attuale per contrarre Polizza con una Compagnia diversa che applica tariffe inferiori, consegnando l’Attestato di rischio. La mia domanda è: l’Attestato di rischio che tra un anno la nuova Compagnia mi spedirà conterrà anche gli anni con i quali sono risultato assicurato con la vecchia Compagnia o partirà dall’anno in cui sono assicurato con la nuova Compagnia?

    • Esperto
      Esperto

      Deve contenerli tutti, ma guarda, hai toccato un tasto dolente…. quando ti arriverà l’attestato è sempre bene verificare tutti i dati e soprattutto, appunto, la storia assicurativa. Talvolta si vedono cose assurde, per incompetenza o malafede delle compagnie assicuratrici.

  2. Francesco

    Scusatemi ma non ho capito: ho una polizza RCA che scade tra 13 giorni, la compagnia mi ha aumentato il prezzo di 70 euro. Inoltre mi hanno inviato l’attestato di rischio errato. In questo caso posso chidere la disdetta anche una settimana prima che scade la polizza?

    • Esperto
      Esperto

      Dipende se questi 70 euro costituiscono un aumento maggiore del tasso di inflazione nell’anno trascorso: se superiore, hai diritto alla disdetta fino al giorno di scadenza, altrimenti entro i termini di contratto (di solito 15 giorni).
      Per quanto riguarda l’attestato, richiedi comunque la correzione, fallo per scritto.

  3. admin
    admin

    Antonio: quello che dice il tuo assicuratore non è esatto, l’unica cosa che fa fede è la tipologia di contratto. Se il tuo vecchio contratto prevedeva il tacito rinnovo, allora avresti dovuto dare disdetta per raccomandata. Dato che ti hanno inviato l’ingiunzione di pagamento, temo che il tuo contratto richiedesse una disdetta… fai una verifica e se così, conviene pagare perchè hanno ragione.

  4. Antonio

    Salve il 01/10/2010 mi scadeva una polizza di un autocarro, e il relativo contratto annuale! Siamo entrati in contrasto con l’ assicuratore è ho deciso di toglierla tramite attestato di rischio. Fin’ ora tutto ok.. Oggi mi è arrivato un atto di citazione del Giudice di Pace, il quale mi inviate a regolarizzare lo scaduto… Il nuovo assicuratore al momento della stipula del nuovo contratto mi dice che non devo fare disdetta perchè con il decreto bersani non è obbligatorio dare disdetta! Vorrei capire meglio se devo pagare o no! Grazie

  5. admin
    admin

    Barbara (5): certo, la compagnia ha la tua stessa facoltà di disdire il contratto entro i termini pattuiti. Ultimamente molte compagnie mandano la disdetta dopo 2 incidenti ravvicinati. La compagnia non può però rifiutarsi di assicurarti nuovamente, tu puoi recarti nuovamente da loro e aprire un nuovo contratto, che quasi sicuramente sarà più caro dell’attuale… ti consiglio di approfittare della cosa per fare qualche preventivo e confrontare i prezzi.

  6. barbara

    salve , il mese prossimo mi scade la polizza rca .La mia compagnia però mi ha inviato l’attestato di rischio e una lettera nella quale mi informa che non intende più assicurarmi . La polizza riporta 2 incidenti , senza mia colpa e per i quali sono stata risarcita . Ora mi chiedo , subisco un danno e dopo anche la beffa ??? La compagnia assicurativa può decidere di non assicurarmi più ??? grazie

  7. admin
    admin

    Aniello: può non piacere, ma le compagnie sono libere di fare i prezzi che vogliono. Noi siamo però liberi di cercare la compagnia più conveniente!

  8. aniello

    il 15/02/2010 mi scade la poliza auto tengo a precisare che era una poliza sospesa perche il 20/08/2010 o venduto la mia auto 1800 cc.
    nel frattempo la mia compagnia mi manda il rinnovo sulla macchina che avevo venduto pagavo 320,00 ogni 6 mesi il nuovo contratto 318,00 ogni 6 mesi. fino qui tutto bene ,aquisto una 147 anno 2002 1600, faccio la riattivazione della poliza mi fanno la rimanenza dei mesi in scadenza e esce fuori l’importo semestrale 298,00.ok. il 15/01/2010 io aspetto la stipula del contratto che era scaduto vado sul sito banco di napoli perche o l’eurinzon come correntista , enon trovo il contratto stipulabile come le altre volte chiamo loro dicono che mi avevano mandado il contratto stipulabile io mi faccio sentire e risula che per loro errori non era ancora stipulabile nella serata mi mandano il contratto stipulabile .mia sorpresa al posto di 298,00 6 mesi o 318,00 come da loro rinnovo vecchia poliza mi trovo 469,00. a quel punto chiamo di nuovo per spiegazioni loro ritengono che ci sono stati degli aumenti per me ingiustificati perche con il vecchio contratto rinnovandolo avevo risparmiato, il mio errore e stato che mi sono venduto la mia auto perche non potevo piu mantenerla ,invece o avuto la beffa. ora io non riesco a trovare un contratto modico e saro costretto ad assicurarmi con loro. ma e normale che non mi arriva ne a casa ne sul mio conto come doveva essere la poliza aumentata senza che loro mi avvertivono ce una legge che tutela il cittadino.se loro mi avevano mandato l’aumento 20 giorni prima io avevo il tempo pe vedere altre polize invece oggi 28/01/2010 o ancora la macchina ferma causandomi dei veri problemi. grazie

  9. admin
    admin

    Salve Marco, purtroppo ci risulta che nessuna compagnia faccia una polizza per i casi come il tuo, meno che mai per un furgone. Abbiamo scritto un articolo su come “assicurare una vettura che circola poco”, dando alcune indicazioni che in alcuni casi possono far risparmiare un pò, ad esempio la polizza di SARA che può essere attivata e disattivata, polizza che tuttavia non consente un risparmio degno di nota e che quasi sicuramente non può essere stipulata per autocarri.
    Condivido il tuo malumore per la situazione, in quanto il costo dell’assicurazione dovrebbe essere proporzionale all’uso del veicolo.

  10. marco duri

    mi scuso innanzitutto perche’ la mia domanda non e’ strettamente inerente ma non trovando io alcun articolo su tale argomento spero che mi scusiate e se potete, che mi possiate comunque dare un suggerimento…. devo assicurare un furgone che finiro’ per usare grossomodo 10\15 giorni non consecutivi all’anno… su internet e’ pieno di articoli inerenti polizze giornaliere o temporanee . di fatto pero’ io avro’ girato almeno 20\25 compagnie di assicurazioni e nessuna fa polizze di questo tipo o per lo meno se prima le faceva adesso non ne fanno piu’. al massimo ti dicono che puoi usare la sospensione ma questa deve essere di almeno tre mesi , cosa impossibile per me… scusate ma a me questo sembra proprio uno di quei casi in cui le compagnie fanno cartello per derubarti perche’ ditemi se per porter circolare 10\ 15 giorni debba io spendere circa 1000 euro, 80\100 euro al giorno quando i concessionari invece con meno di 30 euro posso far circolare le loro auto 5 giorni….ditemi se questa non e’ un’estorsione legalizzata . sapreste aiutarmi magari indicandomi una compagnia che invece continua a fare tale tipo di polizze? distinti saluti duri marco

Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)