Auto cointestata: la RCA intestata al defunto è valida fino alla scadenza?

  • Questo topic ha 1 risposta, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 4 anni fa da EspertoEsperto.
Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Post
  • #9438
    AvatarROBERTA
    Ospite

    Buongiorno,

    chiedo cortesemente il Suo parere.
    Mio suocero è deceduto e ora la sua auto verrà utilizzata da mio marito e da me. Mio marito era cointestatario dell’auto assieme al padre ed unico erede.
    Occorre aggiornare la carta di circolazione e il certificato di proprietà?
    La polizza assicurativa in corso di validità è intestata a mio suocero ed il premio è stato pagato fino a novembre.
    Abbiamo comunicato verbalmete all’agente assicurativo il decesso, il quale ci ha risposto che a scadenza faremo una voltura del contratto assicurativo. Nel frattempo farà lui una comunicazione alla direzione.
    Per sicurezza chiedo conferma che in caso di sinistro, causato ad esempio mentre io sono alla guida, la polizza attuale sia valida e operante.
    L’agente non mi ha detto che ci rilascerà copia della comunicazione e, se non è necessaria, non vorrei chiedergliela.

    Ringrazio in anticipo.

    Buon lavoro.

    Roberta


    #9440
    EspertoEsperto
    Amministratore del forum

    Per prima cosa, premetto che abbiamo scritto un articolo molto dettagliato che spiega le cose da fare in caso di decesso del proprietario del veicolo, cercalo, sicuramente troverai nozioni utili.

    In breve: la voltura della quota parte del defunto è purtroppo necessaria, questa quota andrà a tutti gli eredi per cui l’auto potrebbe risultare con una cointestazione anomala. E’ possibile (e consigliabile) fare una seconda voltura, ad esempio per intestarla a pieno a tuo marito.

    La polizza, cosa importante, si mantiene così come lo storico e la classe, in quanto tuo marito è comproprietario del veicolo.

    Fai bene a porti il dubbio della copertura assicurativa nel transitorio: anche se dovrebbe essere garantita, il condizionale in questi casi è sempre d’obbligo e sarebbe per scrupolo opportuno avere traccia della comunicazione del decesso alla compagnia e, soprattutto, della loro risposta. Il rischio è quello di rivalse (anche in malafede) in caso di sinistri gravi, ovvero costosi.



Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.