Riflessi della comunione dei beni sulla RCA

Home Forum Assicurazioni Auto Riflessi della comunione dei beni sulla RCA

Questo argomento contiene 11 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 2 anni, 3 mesi fa.

Stai vedendo 12 articoli - dal 1 a 12 (di 12 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #2008

    Federico

    Salve, io e mia moglie siamo sposati da 25 anni in comunione di beni. Io sono proprietario e contraente di una polizza RCA in prima classe.

    Ho letto che, essendo in regime di comunione, se rottamo l’auto e ne compro una nuova posso anche intestarla a mia moglie con la stessa polizza mia che viene trasferita. Ma questo privilegio spetta una sola volta oppure si può ripetere tutte le volte che vogliamo? Ad esempio oggi la trasferisco a lei, fra 5 anni lei può trasferirla a me? Inoltre, se l’auto è in comunione si presume che pure al PRA sia intestata ai due coniugi. Invece un collega mi ha detto che al PRA figura un solo coniuge come intestatario e quindi ogni volta va fatta la voltura. Com’è possibile dover fare la voltura se si è già comproprietari per legge?

    grazie


    #2011
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    La questione è in effetti un po’ delicata e, come troppo spesos accade, un poco ambigua.

    Il punto è che una vettura acquistata da un coniuge in regime di comunione dei beni, è per legge cointestata ad entrambi al 50%. Da un punto di vista legale e fiscale non fa dunque differenza se l’auto è a libretto intestata all’uno, all’altro o ad entrambi i coniugi.

    Questo dovrebbe riflettersi anche sulla polizza, la quale dovrebbe poter essere trasferita senza problemi verso una vettura intestata all’altro coniuge, in quanto si tratta appunto sempre di auto “cointestate” alle stesse persone.
    Il trasferimento può essere fatto negli stessi casi del cambio vettura intestata ad una singola persona, ovvero dopo vendita, esportazione o rottamazione del veicolo precedente.
    Ho usato il condizionale perché alcune compagnie recentemente fanno storie nell’applicare questa che comunque non è una regola scritta, ma una interpretazione, comunque per anni applicata da tutti.
    Per evitare lungaggini ti consiglio di leggere i fascicoli informativi delle singole compagnie e verificare quali prevedono espressamente questo caso. Non è detto che quelle che non lo prevedano non accettino comunque.

    Fai attenzione che tu devi avere un trasferimento diretto della polizza, senza ricorso alla legge Bersani, che certamente qualche agente meno preparato potrebbe proporti. Andrebbe nettamente a tuo sfavore.

    Per quanto riguarda la domanda sulla “reversibilità” dell’operazione, valgono le stesse considerazioni, ovvero è fattibile, con i medesimi problemi di compagnie che accettano o meno questa procedura.

    #2012

    Federico

    ” Da un punto di vista legale e fiscale non fa dunque differenza se l’auto è a libretto intestata all’uno, all’altro o ad entrambi i coniugi.”

    quindi se l’auto è intestata a entrambi, i coniugi fra loro al PRA non devono fare nessun passaggio di proprietà con relative spese? Non capisco per quale motivo sul libretto non viene indicata “d’ufficio” la cointestazione

    #2014
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Al PRA non interessa se il bene è in comunione o meno, viene intestato a chi dichiara di possederlo.

    #2015

    Federico

    ok solo che non comprendo che senso abbia fare un passaggio di proprietà di una cosa “già tua” cointestata per via della comunione. Per regalare soldi al PRA?

    #2017
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Infatti, non si deve fare la voltura al PRA di un’auto in comunione! Anche se tecnicamente fattibile, non ha alcun senso ne’ utilità ai fini assicurativi.

    #2077

    Giorgio

    Ho un auto a me soltanto intestata pur essendo in comunione dei beni con mio marito e ovviamente anche l’assicurazione è a me intestata. Poiché tra poco si svolgerà l’udienza di separazione ed è previsto che questa auto vada a finire nella disponibilità di mio marito, chiedo cortesemente info su quanto segue:
    – devo fare una voltura al PRA prima della separazione per consentire al mio futuro ex di intestarsi anche l’assicurazione ereditando in questo modo il mio attestato di rischio? questo perché mio marito è molti anni che non ha assicurazioni intestate e cambiando residenza andrebbe a spendere una cifra assai elevata.
    – la voltura al PRA ha i costi come un normale passaggio tra privati?
    – vorremmo fare le giuste pratiche nei tempi utili per evitare di sentirsi dire dopo: dovevate farlo prima.
    Grazie delle info che vorrete darmi

    #2082
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Giorgio (..o Giorgia, visto che parli di marito?): a seguito dell’assegnazione da parte del giudice, sarà certamente opportuno fare una voltura al PRA per regolarizzare la proprietà della vettura. Il costo è quello di una voltura tra privati, tale è.

    Per quanto riguarda l’assicurazione, in effetti anticipare questa voltura potrebbe consentire al nuovo proprietario di beneficiare della polizza del coniuge. Questo trasferimento a seguito di vendita tra coniugi in comunione dei beni è infatti possibile proprio in virtù della comunione, che cesserebbe dopo la sentenza. E’ evidente che ci cede la classe non la avrà più per se’ per un successivo acquisto di vettura e dovrà partire dalla classe 14.

    #2168

    sara

    Buongiorno. In caso di decesso di una signora, il marito può ereditare la classe di merito della moglie deceduta, considerando che sono in separazione dei beni?
    Ringrazio in anticipo per la risposta

    #2172
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Sara: no, in caso di separazione dei beni la classe di merito maturata dalla persona deceduta non è ereditabile ne’ dal coniuge ne’ da nessun altro e va dunque perduta.

    #6144

    Loredana

    Comunione dei beni, auto intestata solo al marito che muore. Cosa deve fare la moglie? Può continuare a utilizzare la macchina? E l’ assicurazione?
    Grazie

    #6146
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Loredana: no, va comunque fatta la voltura agli eredi entro 6 mesi. Per usare l’auto entro i 6 mesi è comunque necessario un accordo con la compagnia assicurativa che potrebbe o meno richiedere un cambio di contraente.
    Nota che la comunione dei beni ti consentirà di avere riconosciuta a tuo nome la polizza dell’auto, su questa o su altra auto che venga intestata interamente a tuo nome.



Stai vedendo 12 articoli - dal 1 a 12 (di 12 totali)
Rispondi a: Riflessi della comunione dei beni sulla RCA
Le tue informazioni:




<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">