Home » Garanzie Accessorie » Polizza infortuni conducente: le cose da sapere

Polizza infortuni conducente: le cose da sapere

Garanzia Infortuni Conducente
Garanzia Infortuni Conducente: tutela, ma poco...


Proseguiamo la nostra analisi delle varie coperture aggiuntive che è possibile sottoscrivere insieme alla RCA obbligatoria per l’auto (o la moto, l’autocarro, ecc.) e vediamo una copertura molto particolare, che riguarda l’individuo e non direttamente il veicolo. Stiamo parlando della garanzia contro gli infortuni che copre il conducente del veicolo assicurato, pagando un corrispettivo allo stesso in caso di morte o infortuni gravi, che causino una invalidità. Si tratta di una sorta di assicurazione sulla vita che viene aggiunta alla RC contro terzi e alle altre coperture per il veicolo, laddove vi sia una necessità di tutela del guidatore. Potrebbe ad esempio essere il caso di una persona padre di una famiglia monoreddito, che utilizza l’auto per lavoro e che non voglia mettere in difficoltà la famiglia in caso di un suo infortunio in strada. Il classico caso in cui è molto cautelativo avere una assicurazione personale.

Garanzia Infortuni Conducente
Garanzia Infortuni Conducente: tutela, ma poco…

Prima di addentrarci nei pro e nei contro, pensiamo sia importante precisare che non si deve confondere questa garanzia facoltativa con il contributo SSN, che è invece una imposta obbligatoria che non offre coperture aggiuntive, ma che serve per “pagare” il Servizio Sanitario Nazionale, purtroppo spesso impegnato nelle cure dei feriti della strada. La quota pagata per il SSN non offre alcun vantaggio per l’utente, se non, appunto, quello di contribuire alla spesa pubblica sanitaria, a livello Nazionale.

La garanzia infortuni riconosce invece un risarcimento al conducente vittima di un incidente, sia con ragione che con torto, che per cause fortuite (ad esempio un malore). Il risarcimento varia in base alle conseguenze fisiche riportate, esistono al proposito delle precise tabelle per determinare la percentuale di invalidità generata da ogni possibile trauma, postumo o mutilazione (abbiamo scritto un approfondimento proprio su questo argomento, cercatelo qui sul sito). La garanzia è valida anche in caso di morte, a beneficio degli eredi. Generalmente sono escluse dal risarcimento invalidità minori al 5% (ad esempio il classico colpo di frusta).

Per avere un’idea del costo, diciamo che indicativamente una copertura-base di questo tipo prevede un massimale intorno ai 100.000,00 euro che sarà corrisposto in caso di morte o invalidità permanente al 100%; in caso di infortunio minore, gli importi saranno proporzionali alle percentuali di invalidità: con questo massimale, il costo è di circa 100,00 euro l’anno, ma varia molto in base a diversi parametri. Tra quelli che contribuiscono alla determinazione di questo premio: età e lavoro del conducente, sua esperienza alla guida, tipo di veicolo, fino al numero di Km dichiarati di percorrenza media annua. Gli importi aumentano inoltre in caso di aumento del massimale o di sottoscrizione di altri tipi di condizioni, ad esempio diarie giornaliere per ricovero, che peraltro non tutte le compagnia propongono. Alcune compagnie prevedono facoltativamente una franchigia, della quale francamente capiamo poco il senso trattandosi di una copertura che, sostanzialmente, va a tutelare solo casi gravi.
Molto corrette sono invece le clausole di penale, fino al mancato pagamento del risarcimento, in caso di mancato utilizzo della cintura di sicurezza o del casco, nel caso di guida in stato di ebbrezza, ed in molte altre eventualità di non rispetto delle leggi vigenti da parte del guidatore.
E’ comunque sempre bene leggere attentamente le condizioni di garanzia sul fascicolo informativo, per capire se la copertura sia adatta alle proprie esigenze.

Non possiamo non notare che in realtà questa copertura sia in genere ben poco personalizzabile, soprattutto per quanto riguarda il massimale, che è sempre purtroppo basso per tutte le compagnie.
Il premio pari a circa 1% del massimale è certamente corretto e proporzionato, ma secondo noi sarebbe preferibile consentire la scelta di un massimale ben più ampio, fino a 500.000 euro o 1 milione, in modo da fornire al cliente una tutela reale per se’ e per la propria famiglia, nella malaugurata eventualità di un sinistro invalidante. Con un massimale massimo a soli 100.000 euro, infatti, i clienti che si ritengono a rischio e che necessitano pertanto di una reale copertura sulla propria vita, di certo non sono tranquillizzati e necessiteranno comunque di una polizza vita a parte.
In tal senso, riteniamo quindi la garanzia accessoria degli infortuni conducente sostanzialmente poco utile. Ne consigliamo la sottoscrizione solo a chi si accontenta di una copertura “economica” o a chi la considera una integrazione ad altre polizze più costose e ampie.

Vediamo in conclusione un ulteriore aspetto, molto importante ovvero la sua disdetta. Spesso le compagnie fanno sottoscrivere al cliente questa garanzia accessoria sotto forma di un contratto a parte rispetto a quello della RC auto: le due coperture risultano quindi formalmente scollegate e possono vivere di vita propria indipendentemente l’un l’altra. Questo può essere un vantaggio per il cliente, ma può trasformarsi in una spiacevole sorpresa al momento del cambio di compagnia. Dato che la garanzia infortuni non è una RC obbligatoria, non rientra tra le polizze per le quali è abolito il tacito rinnovo e, anzi, solitamente lo prevede, peraltro con un preavviso di disdetta ampio, come per le polizze vita.

Quando cambiate compagnia, verificate quindi sempre bene se avevate questa copertura e se volete disdirla o meno, inviando la disdetta per raccomandata. Ci vengono infatti segnalati molti casi di utenti ai quali viene richiesto il pagamento di questa copertura da compagnie con le quali ritenevano di aver chiuso i rapporti a seguito di cambio per la RCA… non è così! Se la garanzia infortuni ha un contratto a se’ stante, è necessario inviare disdetta nelle modalità espresse dal contratto.
Sorvoliamo sul fatto che alcune compagnie hanno spesso mascherato (e continuano a farlo), il fatto che sia un doppio contratto per cercare di tenere stretto il cliente… ci vorrebbe più trasparenza, soprattutto nell’informativa di preavviso di scadenza della polizza.


208 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. savino

    buongiorno ho appena pagato una polizza senza pagare la polizza del conducente la quale ho disdetto 3 mesi fa. loro non mi hanno chiesto la polizza conducente ma solo quella r.c.a dunque ho pagato, firmato il contratto e via. ora loro chiamano e mi chiedono di pagare la polizza conducente e se non lo faccio mi tolgono gli sconti per la r.c.a e chiedono lo storno.. ma possono farlo visto che ho gia pagato e esiste un contratto firmato? la polizza è annuale

    • Esperto
      Esperto

      Difficile dare un parere, bisognerebbe leggere tutte le carte, però se hai un contratto firmato a questo rinnovo, non vedo cosa dovrebbero chiederti in più, e a che titolo!

      • savino

        si infatti è cio che penso io ma loro mi hanno dato tempo fino a mercoledi di pagare la polizza del conducente. è strano nella polizza non c’era anche perchè l avevo disdetta. secondo me lo hanno fatto apposta per farmi vedere la polizza inferiore di 90 euro e a tal punto farmi rinnovare R.C.A. da loro per poi dirmi dopo 3 giorni che mancava la polizza conducente e se non la pago lo sconto che fanno per R.C.A decade. ma ho gia pagato e firmato la polizza esiste.. boooh. possono farmi azione legale?

        • Esperto
          Esperto

          Devi verificare se il contratto che hai fermato prevede un qualche vincolo per questa copertura aggiuntiva sugli infortuni.

  2. Francesca

    Buonasera, ho cambiato compagnia, ma non disdetto la polizza relativa agli infortuni e con la nuova polizza l’ho inserita e pagata.

    La mia compagnia assicurativa era la Unipol, mi hanno inviato l’iban per pagare il bollettino della suddetta polizza, se non pago cosa succede? Non sapevo di dover comunicare la disdetta in via anticipata e ora non vorrei pagare qualcosa per cui ho già provveduto a farlo ma con un ‘altra compagnia.

    Grazie mille per la risposta.

    Francesca

    • Esperto
      Esperto

      Dovrai pagare anche la vecchia polizza, averne due non sarà un problema.

  3. Stefano

    Buongiorno,
    ho chiesto alla Unipol un preventivo per una assicurazione su uno scooter e mi hanno proposto anche la polizza “Unipolsai infortuni circolazione” che, come detto nell’articolo, è un contratto a parte.
    Di solito io sospendo l’assicurazione dello scooter, la uso 4 mesi all’anno quindi ci faccio 3 anni; non riesco a capire se sospendendo la RCA viene sospesa anche la polizza infortuni. Dove posso trovare questa informazione? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Presumo che come minimo richieda una sospensione dedicata, ammesso che anche la polizza infortuni preveda la sospensione. Devi verificare cosa dice il contratto, oppure più semplicemente chiedi in agenzia.

      • Stefano

        La ringrazio, l’assicuratore mi consiglia di farlo perchè importante, leggendo tutto l’articolo lei non sembra convinto delle polizze infortuni; mi sconsiglia di farlo?

        • Esperto
          Esperto

          Il giudizio è soggettivo, e dipende molto anche dalle condizioni della polizza.

  4. Michele

    Buongiorno, sono incappato nella poca trasparenza di cui si parlava nell’articolo e mi trovo costretto a rinnovare una polizza che non voglio pecche non sapevo della disdetta. Domanda, se mantengo la stessa compagnia ma cambio luogo presso cui assicuro il veicolo, posso pagare al nuovo assicuratore la polizza o devo per forza incontrare il vecchio? Posso pagarla da solo con un versamento? Il mio problema è incontrare il mio vecchio assicuratore in pratica. Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Puoi sicuramente pagare a distanza con bollettino o altro sistema, mettiti d’accordo con lui.

  5. lella

    buonasera, a luglio ho avuto un incidente, eto ferma per girare e una macchina che proveniva in senso opposto mii ha urtato sul lato di guida ,mi hanno portato in ospedale con ambulanza, collare per 15 giorni e trauma alla schiena con discopatia, premetto che mi hanno dato il 50% di ragione,sono assicurata come conducente, quanto mi spetta di risarcimeno spese mediche, anche quella il 50% oo spese totali ? grazie

    • Esperto
      Esperto

      Penso che dovresti avere una copertura del totale, divisa a metà tra la tua assicurazione e quella della controparte.

  6. nat

    Buongiorno, è possibile sottoscrivere RCA con nuova compagnia e mantenere polizza infortuni conducente con quella vecchia (in quanto non ci sono i tempi, (60 giorni) della disdetta.
    potrebbero esserci incongruenze? grazie

    • Esperto
      Esperto

      E’ fattibile, anzi, accade sempre più spesso proprio per questo motivo!

      • nat

        ma se sottoscrivo con la nuova compagnia anche l’opzione infortunio conducente pur avendo ancora quella vecchia cosa succede ? è possibile? chi paga in caso di infortunio ? grazie

        • Esperto
          Esperto

          Paga quella a cui chiederai il risarcimento!

  7. Tony

    Ho una polizza UNIPOL che prevede l’assicurazione del conducente. Per l’Unipol esiste un’eta conseguita la quale l’assicurazione non riconosce più gli eventuali danni? O anche se il conducente ha più di 80 anni la copertura non ha più valore? Poniamo per esempio che esista tale limite: perché l’Unipol al suo rinnovo non provvede ad avvertire che non vi è più la copertura e non provvede ad eliminarla riducendo il premio?

    • Esperto
      Esperto

      la risposta è sul tuo fascicolo informativo.

    • Tony

      Sì, d’accoro, ma sul mio specifico contratto nulla è indicato relativamente ai quesiti proposti! Caso contrario non avrei chiesto il parere di un esperto.

      • Esperto
        Esperto

        In tal caso direi che non vi sono limiti di età.

  8. antonio

    la polizza infortunio del conducente legata alla targa copre, in caso di sinistro, colui che guida il veicolo chiunque esso sia (moglie, figlio, parente o amico) oppure solo il proprietario del veicolo e quindi il titolare del contratto di polzza? grazie

  9. silvio

    salve ho una polizza rca e una conducente legata alla targa se cambio la rca con un’altra compagnia sono costretto a disdire il conducente? la quietanza è pagata apparte e ha un altro numero di polizza grazie.

    • Esperto
      Esperto

      SI è normale, sta a te la scelta: puoi trasferirla o mantenerla a tua scelta, con l’accortezza eventualmente di disdirla entro i termini (in genere 60 giorni) perchè non ha la disdetta automatica come la RCA.

  10. Valeria

    Buongiorno,
    Ho subito un incidente stradale circa tre mesi fa, da sola per evitare un auto. lesione tendinea e sono ancora in cura ma all’inail (infortunio in itinere) mi hanno gia anticipato che mi daranno fra due settimane tot punti di invalidità in quanto non recuperabile movimento dito mano sx. La mia assicurazione copre in caso di morte o invalidità permanente, ma dopo l’incidente si sono ripresi la polizza e i documenti in attesa del certificato di demolizione della mia auto emesso dal PRA , che attendevo per chiedere il rimborso della restante parte da me pagata. Ora non vogliono assolutamente darmi la mia polizza prima di farmi firmare la chiusura dell assicurazione con rimborso.. per imbrogliarmi come hanno gia fatto piu volte. La mia domanda è questa, se chiudo l’assicurazione domani, e tra due settimane mi danno invalidità permanente in quanto non possibili ulteriori cure, posso chiedere comunque il pagamento all’assicurazione? Oppure non devo bloccarla? Inoltre, sulla pollizza non e’ scritto nulla a proposito..soltanto la cifra da me pagata. Ultimo quesito, a me non avevano mi pare aperto nessuna pratica per questo infortunio..avrei dovuto fare qualcosa? Avevo la scatola nera e sono venuti a recuperarmi con il carroattrezzi dell assicurazione, poi ho un verbale dell’incidente redatto dalla polizia e tutta la documentazione medica.. che non gli ho mai dato in quanto si sono completamente disinteressati della vicenda dicendomi soltanto che non potevano bloccare assicurazione fino al certificato definitivo del pra. La ringrazio molto in anticipo per il suo aiuto

    • Esperto
      Esperto

      Se hai difficoltà a gestire la pratica ti suggerisco di rivolgerti ad un avvocato o ad una agenzia infortunistica.
      In ogni caso, anche chiudendo l’assicurazione, il sinistro dovrà da questa essere gestito, essendo accaduto durante il periodo di copertura.

  11. marco

    Salve,
    mio fratello e’ deceduto in un incidente stradale ed era il conducente del veicolo.
    Il massimale della sua polizza infortuni conducente e’ di 50000 euro.Ho incaricato un avvocato per seguire la pratica ed all’ arrivo della quietanza di pagamento mi ha chiesto una parcella di 10000 euro.
    Venuta meno la fiducia nei confronti dell’avvocato gli ho revocato il mandato e non ho firmato la quietanza.Successivamente ho incaricato un nuovo avvocato che ha portato a termine la pratica.
    Ora l’avvocato precedente mi chiede una parcella di 2300 euro facendo riferimento alle tabelle dei parametri forensi considerando la pratica come una trattativa stragiudiziale per un valore dell’affare che va dai 26000 ai 52000 euro.
    E’ evidente che in caso morte non si puo’ considerare una trattativa stragiudiziale.
    Volevo chiederle come viene definita in termini legali questo tipo di trattativa?qualcuno mi ha detto “trattativa diretta” ma sembrerebbe non essere il termine corretto.
    Inoltre saprebbe indicarmi gentilmente un riferimento valido che possa fornirmi il valore del giusto compenso per questo tipo di procedura?
    Sottolineo che la documentazione richiesta dall’ assicurazione (certificato di morte,etc etc) e’ stata completamente fornita da me.L’avvocato ha in pratica spedito una sola raccomandata con allegati!!!
    Grazie mille!

    • Esperto
      Esperto

      La domanda è offtopic rispetto all’oggetto di questo sito, tuttavia ritengo che il riferimento alle tabelle forensi sulla base del valore della causa sia corretto, anche se materialmente l’avvocato “ha fatto poco”.

      • marco

        mi scuso per aver posto una domanda non pertinente e la ringrazio vivamente per aver risposto ugualmente.Mi perdoni se mi permetto di porle un’ ulteriore domanda, ma ho chiesto a piu’ avvocati e non riesco a venirne fuori.
        Quindi potrei inviare la parcella alla mia assicurazione e chiederne il risarcimento?
        Il liquidatore mi disse telefonicamente che in caso morte non veniva risarcita la parcella dell’avvocato perche’ non era una trattativa stragiudiziale.E’ un’ informazione sbagliata?
        Grazie ancora!

        • Esperto
          Esperto

          La parcella dell’avvocato viene risarcita solo se c’è la copertura specifica per le spese legali.

  12. michela

    Buongiorno, mio suocero aveva una polizza infortuni conducente purtroppo in un grave incidente e’ deceduto ma avendo cambiato macchina tre mesi prima dell’incidente non aveva dato la targa nuova (cosi’ dice l’assicurazione) ma essendo polizza infortuni del conducente se uno continua a guidare un’auto come prima solo non ha dato il cambio di targa forse per dimenticanza, non e’ valida?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Purtroppo mi pare una eccezione abbastanza fondata da parte della compagnia. Stante la gravità, direi di chiedere senza esitare una consulenza legale.

  13. Elisa

    Buonasera.
    Ho intenzione di cambiare l’assicurazione della macchina, ma non avendo rispettato i 60 giorni di preavviso non posso più disdire l’assicurazione infortuni famiglia (ho sempre pagato due polizze separate: quella della macchina, in cui il conducente risulta non assicurato, e quella infortuni).
    Ora la domanda che mi sorge spontanea è questa: se volessi cambiare l’assicurazione della macchina, dovendo però lasciare quella infortuni nella vecchia compagnia, in caso di sinistro, quali problemi ci potrebbero essere?
    Nel senso, verrei pagata da entrambi, senza attaccarsi a mille cavilli, oppure no?
    Grazie!

    • Esperto
      Esperto

      Puoi tranquillamente lasciare la copertura infortuni con la vecchia compagnia e stipulare la RCA e le altre coperture che ti occorrono con la nuova. Non c’è alcun conflitto.

  14. pietro

    salve a luglio di un anno fa un pirata mi ha investito e scappato causandomi 4 fratture al piede sx fatto domanda al fondo vittime della strada e in piu ho l assicurazione sul conducente che mi ha chiamato a visita legale riconoscendomi 6 punti ( perizia fatta fare da me da uno specialista 9 punti) mi conttata il liquidatore dell assicurazione dicendomi che su 6 punti ho diritto al 4/100 e che verrebbe 600 euro e in piu su oltre 1000 euro di spese il dottore della compagnia mi ha riconosciuto 420 euro e infine mi ha detto che la degenza non mi spetta , i massimali su danni permanenti sono 15000 euro e 750 spese mediche , e giusto o mi stanno prendendo per i fondelli

    • Esperto
      Esperto

      Pietro, non so dire se è giusto o meno, m posso dirti che è “normale” nel senso che tutte le compagnie, anche la propria, cercano di pagare il meno possibile. Tu devi contrattare, meglio se con un avvocato, che in genere in questi casi vale la spesa.

  15. mara

    MI SONO FATTA DEI TAGLI nella coscia destra al momento di scendere dalla mia auto COL VETRO DEL CRISTALLO ROTTO . PER UNA RAPINA, CHE HO SUBITO.. LA ASSICURAZIONE A PRESSO IN CARICO COME FURTO PARZIALE. cosa mi corrisponde aspetare da parte della mia assicurazione? visto che sono coperta in: Responsabilita civile -incendio e furto- garanzia cristalli – infortuni del conducente- assistenza stradale.

    • Esperto
      Esperto

      Penso proprio che la cosa sia coperta, ma davvero non saprei quantificare il risarcimento.

  16. giuliana

    ciao. io ho avuto un incindente stradale senza coivolgere nessuno e non avendo la poliza assicurativa del guidatore vorrei aggiungerla adesso è possibile farla?

    • Esperto
      Esperto

      prova a contattare la compagnia, spesso quando si tratta di “aggiungere” sono molto flessibili!

  17. Orazio Minutoli

    La garanzia infortuni dl conducente stipulata a parte, alla scadenza necessita della disdetta o se si cambia compagnia decade anche la polizza o deve essere fatta disdetta nei termini di trenta giorni?

    • Esperto
      Esperto

      In genere è separata e ha una regolamentazione propria in materia di disdetta.

      • Orazio Minutoli

        nella polizza conducente e segnata anche la targa del mezzo, quindi, secondo me non necessita di disdetta o è a discrezione della compagnia?

        • Esperto
          Esperto

          Nono, verifica sul contratto specifico!

  18. Maurizio

    Buongiorno,
    e complimenti per la chiarezza con cui rispondete alle domande. Ho contratto una polizza “on line” con formula “guida esperta” ed ora vorrei variarla in “guida libera” giacchè mia figlia maggiorenne sta conseguendo la patente di guida. Un consulente dell’assicurazione, però, mi ha detto che non è possibile fare la variazione durante la validità del contratto ma si deve attendere il rinnovo. Le chiederei se esiste una possibilità di consentire a mia figlia di guidare la mia auto senza rischi di mancata copertura in caso di sinistro. Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      E’ strano che non acconsentano, in genere è possibile previo un adeguamento del premio. In ogni caso la guida d parte di tua figlia è consentita, ma vi sarà una alta franchigia sulla RCA.

      • Maurizio

        Ringrazio della risposta. In effetti, ieri ho inoltrato anche una richiesta di adeguamento via mail a cui hanno risposto di non poter procedere se non alla scadenza contrattuale. Dopo un’ora circa, alle 18.30, mi hanno chiamato al telefono dicendomi che era possibile passare da “guida esperta” a “guida libera” previo il pagamento di un conguaglio che ho effettuato immediatamente. Stamattina, ore 10.00 circa, mi è arrivata la documentazione integrativa con la copertura dalle ore 24.00 di ieri. Grazie ancora e… replico i complimenti per la vostra attenta, concreta, competente e preziosa consulenza.

        • Esperto
          Esperto

          Grazie! Felice di essere stato di aiuto!

  19. Giuseppe

    Buongiorno, io ho un’assicurazione senza copertura conducente. Volevo fare questa domanda: nel caso in cui io venga coinvolto in un incidente con ragione, sono coperto da eventuali danni fisici subiti?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Certamente, li paga la controparte, ma in genere solo per quanto riguarda spese mediche ed eventuali punti di invalidità. Per avere diarie di degenza e altre coperture più ampie, occorre una polizza personale, oppure un buon avvocato che presenti il conto e ne esiga il pagamento.

  20. francesco

    Salve, ieri mentre mi recavo al supermercato mi è successo che scendendo dall’automobile non mi sono accorto che vicino al marciapiede c’era una piccola buca, morale della favola e che il piede si e infilato nel foro causandomiun dolore insopportabile,, la sera visto che il dolore non passava mi sono recato all’ospedale e mi hanno riscontrato la rottura di tibia e perone, volevo sapere se posso avvalermi della copertura assicurativa dell’infortunio del conducente.

    • Esperto
      Esperto

      Verifica sul contratto tutte le casistiche. Se il caso non è affrontato penso che non sarà facile ottenere un risarcimento. Se così, suggerisco di fare causa al Comune, o comunque all’Ente proprietario della strada, se la buca era pericolosa e non segnalata.

  21. Daniele

    Buona sera mi è accaduta una cosa moto strana a mio parere: ho una regolare rc auto con unipol circa 2 mesi fa ho tamponato un furgone causandogli pochissimi danni sul paraurti ho scritto il cid prendendomi la colpa ma dopo 3 mesi mi arriva una raccomandata da parte dell inail che vuole 376€ da me perché ha risarcito il conducente del furgone ,premetto che ho una regolare rc auto con unipol i danni al veicolo sono stati risarcito ma al conducente no . Allora mi chiedo perché pago l’assicurazione ????perché devo pagare io chi ha ragione mi sembra assurdo e molto irrisoria

    • Esperto
      Esperto

      Il danneggiato ha avuto un risarcimento dall’INAIL la quale adesso ne chiede conto a te. Gira subito la richiesta di pagamento alla tua compagnia, dato che anche questo deve essere coperto dalla tua RCA.

  22. Antonio

    Salve ho fatto la nuova polizza rca anche il vonducente assicurato e mi ha fatto due polizze separate e giusto cosi ? Due ? Poi il conducente assicurato mi e costato 98 euro e una buona copertura ? Poi parlando cn l assicuratore x assicurare il conducente mi disse rca ti costa 450 piu aggiungengo 60 euro ti assicuri il conducente totale 510 . Ok fatte le polizze accade ch leggo l importo dell rca e 410 e la polizza del conducente quasi 100 e gli ho chiesto scusa ma xk c questi due importi diversi da quelli che avevamo parlato prima cioe rca 450 e conducente assicurato 60 . In quel momento leggendo i 100 euro volevo disdettare il contratto di conducente e mi ha dtt se annulliamo questo contratto l RCA ti costa 450 nn piu 410 e gli ho chiesto il xk ? Mi ha dtt se fai l assicurazione sul conducente hai un ulteriore sconto . Il poche parole vorrei sapere se mi ha preso in giro o meni . Grazie

    • Esperto
      Esperto

      E’ evidente che è impossibile dare un parere in quanto non sappiamo quali coperture siano comprese in questa garanzia ne’ il tuo profilo di rischio.
      E’ come chiedere: ho pagato una casa 200mila euro, è cara?
      La stipula di due contratti separati è prassi normale. Al proposito, fai attenzione al fatto che quello per garanzia infortuni avrà certamente il tacito rinnovo e va dunque disdetto per raccomandata nei termini previsti dal contratto.

  23. salatara

    Salve, cosa succede praticamente se non si paga il rinnovo della polizza di infortuni del conducente?
    C’è il rischio di pagare che vada in mano all’equitalia pagando sopraprezzi?

    • Esperto
      Esperto

      Non è un tributo e dunque non va ad Equitalia, ma è possibile che la compagnia esiga il pagamento tramite una ingiunzione del tribunale.

  24. Dario

    Buon giorno io o causato un incidente o tamponato un altra macchina o l’assicurazione rc e il guidatore però la mia assicurazione mi di che in caso di torto non paga il conducente ma e possibile solo se o ragione paga e allora perché la pagò o subito 2 fratture al pollice della mano 4settimane di gesso

    • Esperto
      Esperto

      Trovi la risposta nelle tue condizioni di contratto, fanno fede quelle.

  25. Andrea

    Buonasera, ho più di un motoveicolo assicurato e che guido solo io, per tutte le moto (assicurate spesso con compagnie diverse) ho stipulato la polizza infortunio del conducente. Volevo sapere se le tutele sono normalmente legate al solo veicolo oppure se posso fare una sola polizza infortunio e anche se guido l’ altro veicolo in caso di incidente sono coperto dalle’ altra polizza. Eventualmente dovessi fare una polizza sulla persona scollegata dai veicoli cosa dovrei guardare per essere coperto anche sulle moto?
    Grazie
    Andrea

    • Esperto
      Esperto

      La risposta possono dartela i contratti, ma in genere è legato al veicolo. Sicuramente esistono anche polizze che ti coprono indipendentemente dal veicolo guidato, la cosa migliore è chiedere una consulenza ad un buon assicuratore di fiducia.

  26. tom

    salve.ho avuto un sinistro dopo che era scaduto polizza del infortunio conducente ,quando polizza viene rinnovata automaticamente e valido anche se e pagato in ritardo di 20 giorni?grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Temo di no, in quanto il contratto si intende confermato se vi è il pagamento. Sono certo che la compagnia cercherà di non pagare.

  27. Sabina

    Buongiorno.mia mamma ha un assicurazione conducente con tacito rinnovo. Nei giorni in cui doveva pagare ha avuto un attacco epilettico…ricovero in ospedale e quindi non potrà guidare per un anno. Assicurazione auto e conducente sono in due compagnie diverse. La compagnia dice che dobbiamo pagare….

    • Esperto
      Esperto

      SI direi che è normale.

      • Sabina

        Ma devo pagare per una macchina ferma? Ovviamente non coprirebbe nessuno perché nessuno la guida…

        • Esperto
          Esperto

          Proviamo a spiegare meglio: il fatto che la proprietaria sia impossibilitata a alla guida non è di per se’ motivo per il quale una copertura può cessare. La polizza RCA sei obbligata a pagarla annualmente, quindi il rinnovo annuale no, ma la scadenza semestrale si. Altre coperture come quella per il conducente potrebbero avere bisogno di una eventuale disdetta con preavviso di 60 giorni, in assenza della quale si è obbligati a rinnovare ogni anno.

  28. Mariagrazia

    Salve, ho fatto un incidente a dicembre, ero un conducente dell’autovettura che ha subito il tamponamento. Sono stata risarcita dall’assicurazione per i danni subiti e accertati. Mi ero fatta tutelare da un avvocato, quindi volevo sapere se l’assicurazione emette 2 tipi di pagamento separati, per me e per l’avvocato, oppure sono io a dover pagare le spese legali. Grazie mille

    • Esperto
      Esperto

      Dipende dagli accordi presi in fase di liquidazione.

  29. Andrea

    Salve,
    ho sempre avuto due polizze distinte tra RCA e infortuni del conducente,con due scadenze diverse.
    Attualmente ho una RCA che non copre la seconda polizza,e devo aspettare la sua naturale scadenza per poterla inserire.
    Nel frattempo posso fare una sola polizza infortuni conducente da un’altra compagnia?
    Perchè non possono inserirla in corso d’opera con l’attuale RCA,e sono scoperto.
    Grazie

  30. Laura

    Salve non ho fatto disdetta per la polizza conducente ma vorrei cambiare compagnia per l’rca posso stipulare l’rca con la nuova compagnia e tenere la polizza conducente con la vecchia compagnia? Il conducente é coperto in caso di incidente?

    • Esperto
      Esperto

      Si, nessun problema.

      • Daniela

        Mi scusi, ma non mi è chiara una cosa.
        Se non ho la polizza infortuni del conducente e faccio un incidente e mi faccio male mi pagano solo se ho ragione o anche se ho torto?

        • Esperto
          Esperto

          Ovviamente solo se hai ragione.

  31. Pasquale

    Salve io ho fatto un incidente tra scooter e auto, ho avuto la peggio essendo in scooter, sono stato liquidato per i danni al mezzo e a me stesso per la polizza normale
    Ho anche una polizza infortuni sempre con la stessa compagnia che non mi ha ancora riconosciuto il danno.
    Cosa posso fare per fare ricorso?

    • Esperto
      Esperto

      La sentenza della Cassazione 5109/02 afferma che risarcimento ed indennizzo (di una polizza ad hoc) per infortuni non mortali NON sono cumulabili, pertanto credo che non avrai altro.

  32. ye

    Salve
    Vorrei sapere ho una polizza infortunio conducente co copre eta sotto 26 anni con Direct line! Ho fatto incidente stradale con ragione ,e ho 23 anni ,quindi io no ricevo risarcimento su infortunio conducente (che ho la polizza infortunio conduncente che no copre sotto 26 anni)mia compagnia assicurativa ,ma ricevo dal controparte I danni fisici ?

    • Esperto
      Esperto

      Si certo, se hai ragione i danni sono pagati dalla controparte e dunque la limitazione della tua compagnia non ha influenza.

  33. Massimiliano De capitani

    Buon giorno vorrei sapere cosa devo fare per essere tutelato in caso d’incidente.Mi spiego io per il lavoro che faccio sono sempre in giro col furgone della ditta ed inoltre abbiamo un contratto con un ‘azienda di essere reperibili e di intervenire entro le 24 ore.Premetto che siamo una ditta icon lavoro in subappalto ed i miei datori di lavoro ci hanno fatto firmare una carta che ci autorizzano a guidare i furgoni di loro proprietà.Loro dicono che siamo tutti assicurati ma io sono venuto a conoscenza che se dovessi fare un’ incidente con il mezzo della ditta e la colpa è mia,non parliamo dei casi di guida in stato di ebrezza stupefacenti,depressione,farmaci ed altro,ma per fatalità o imprevisti io sarei costretto a pagare o meglio pagherebbe l’assicurazione ma poi il datore potrebbe inoltrare una causa di me’per chiedere il risarcimento dei danni,mentre il passeggero sarebbe sempre tutelato.Ora chiedo cosa devo fare per tutelarmi devo fare anch’io una polizza garanzia infortuni del conducente o far mettere delle clausole nel contratto di lavoro dell’ azienda per i rischi a cui posso andare incontro?Grazie ed attendo una vostra gradita risposta o anche utilissimo consiglio.Faccio notare anche sempre di più si lavora sotto stress per accontentare i clienti e quindi guidare per molti chilometri nel traffico anche autostradale o peggio di città. In media faccio 30 mila chilometri all’ anno.

    • Esperto
      Esperto

      Capisco le tue preoccupazioni, visti i tempi che corrono, ma i rischio sono piuttosto remoti. Per prima cosa, chiariamo che la polizza RCA in prima istanza pagherebbe i danni, e che l’eventuale rivalsa da parte del datore di lavoro non sarebbe automatica ma, come hai giustamente rilevato, dovrebbe passare da una causa ordinaria, con costi, tempi ed incertezze di conseguenza. Nota che anche se fai un danno da (ipotesi) 1 milione di euro, il danno per il tuo datore di lavoro è comunque dell’ordine delle centinaia di euro, ovvero l’aumento della polizza, in quanto il milione di euro sarebbe comunque pagato dalla compagnia. Questo mi fa pensare che la possibilità di una causa sarebbe molto remota o comunque ipotizzabile solo in caso di rottura decisa dei rapporti, magari per una sommatoria di episodi di diverso tipo. Ma, ribadisco, non potranno chiederti risarcimento per un danno pagato dalla compagnia. Vi sarebbe il caso in cui la compagnia non paga ovvero il danno rimane in capo al datore di lavoro, in genere si tratta come hai evidenziato di casi di guida in stato di ebbrezza ecc. che è bene evitare sempre e comunque.

      Ad ogni buon conto, se ritieni come mi sembra che il tuo lavoro presenti dei rischi, la cosa migliore è recarsi da un assicuratore esperto e farsi consigliare una polizza che abbracci vari aspetti del tuo impiego, in primis una copertura personale. Magari potresti investire anche un centinaio di euro per una consulenza da parte di un avvocato esperto in diritto del lavoro, per cercare di far firmare dal tuo datore un accordo sui rischi legati alla circolazione.

  34. Maria Giovanna

    Salve io il 5 ottobre ho fatto un incidente tutto da sola avevo assicurazione il conducente con un trauma cranico distorsione cervicale ed 2 vertebre rotte con fuoriuscita del liquido e 2 schiacciate ad poi a dicembre ho scoperto di essere incinta così ho chiuso il sinistro oggi sento la mia assicurazione dove mi dice che nn devo fare nessuna visita legale perché nn ho nessun danno permanente. E possibile che nn vengo vista da un medico dell’assicurazione ed nn devo essere risarcita?

    • Esperto
      Esperto

      Se i danni sono quelli elencati, direi che di “danni permanenti”, ovvero punti di invalidità, certamente ne hai. In genere in questi casi conviene farsi seguire da un legale o almeno da una agenzia infortunistica.

  35. Nicolino

    Salve volevo un consiglio due mesi fa ho avuto un incidente da solo, mi sono rotto tibia e perone. la macchina è compresa di assicurazione conducente. Vengo risarcito lo stesso. Quando mi possono dare
    grazie.

    • Nicolino

      Buonasera,mi è stato appena riferito che assicurazione conducente ha un punteggio di 1.300millesimali. Come posso fare il calcolo quando vado a prendere. Grazie

      • Esperto
        Esperto

        Già risposto, verifica sul contratto oppure chiama la compagnia.

    • Esperto
      Esperto

      Ritengo di si, ma dipende dalle condizioni di polizza, soprattutto l’entità dell’eventuale risarcimento. verifica sul contratto.

  36. Lorenzo

    Salve..qualche mese fa ho avuto un incidente automobilistico dove un auto ha invaso la mia corsia e malauguratamente quest’ultimo ha perso anche la vita.Io ho riportato una frattura scomposta di rotula e ho subito un intervento di cerchiaggio è ancora oggi a distanza di 3 mesi sto facendo terapie e cammino ancora male,senza dimenticare che tra circa 5 mesi dovrò effettuare un secondo intervento di rimozione dei mezzi di sintesi.In realtà volevo qualche consiglio per quanto riguarda il risarcimento..Ho un’assicurazione conducente con un massimale di 75000 euro..però volevo sapere gentilmente che tipo di risarcimento potrei ottenere e di che somme più o meno parliamo? Le assicurazioni mi risarciscono separatamente ? mi conviene nominare un medico legale per farmi fare una perizia? Grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      Visti i tuoi danni fisici non trascurabili e, purtroppo, un decesso, io non avrei atteso un minuto ad affidare tutta la pratica, nel suo complesso, ad un avvocato.

  37. cetty

    salve ad ottobre ho avuto un incidente d auto …ho una polizza conducente . la mia auto ha slittato sull asfalto e mi sono fratturata lo sterno piu contusione ad una gamba e colpo di frusta il medico legale della mia compagnia unipolsai mi ha riconosciuto 3 punti e mezzo …..liquidandomi 910 euro 260 a punto ma non mi vuole liquidare i giorni di infortunio cioe 65 ne le spese mediche cosa devo fare e giusto? che4 nn mi vengano pagate visto che ho avuto lo sterno fratturato e sono dovuta stare immobile ? grazie

    • Esperto
      Esperto

      Ti suggerisco di rivolgerti ad una agenzia di pratiche infortunistiche, proveranno loro a chiedere di più, nel frattempo non accettare la cifra.

      • cetty

        e che purtroppo essendo inesperta il giorno 19 ho avuto la visita dal loro medico legale e li si trovava il liquidatore che mi ha fatto firmare per i 3 punti e mezzo …cosa posso fare adesso?

        • Esperto
          Esperto

          Temo ben poco allora…

  38. francesco

    buongiorno volevo farle una domanda io posseggo un assicurazione sulla vita che copre sia in caso di morte che in caso di invalidita temporanea.
    ho avuto un incidente sul motorino con problemi non gravissimi ma gravi la mia domanda è questa l’assicurazione sulla vita si puo rifiutare di pagare visto che ci sta di mezzo l’assicurazione del motorino essendo un incidente stradale.
    io ho un assicurazione sei in sicurezza generali senza franchige e pago quasi mille euro a anno per questa assicurazione.
    capisco le cure mediche che magari se me le paga un assicurazione non me le deve pagare anche l’altra ma per il resto sono 2 assicurazioni separate se no che senso avrebbe farle leggevo su di persone cadute per via di buche sulle strade a quel punto mi potevano dire e ma il comune avra un assicurazione.
    vi ringrazio anticipatamente per la risposta

    • Esperto
      Esperto

      Se tale tipo di sinistro è escluso o meno, può dirtelo solo il tuo contratto!

      • francesco

        nel mio contratto non dice nulla fra le eslusioni non figura questa modalità.
        per questo chiedevo a lei

        • Esperto
          Esperto

          Allora, se ho ben capito nel sinistro hai già diritto ad un risarcimento da terzi. Ma la tua compagnia si rifiuta il pagamento non per il doppio indennizzo, che infatti è assolutamente lecito, bensì perché ritiene che i sinistri stradali siano esclusi dalla copertura. Ribadisco che il bandolo della matassa lo si trova nel contratto, bisognerebbe anche leggere non solo i casi esclusi, ma anche quelli previsti esplicitamente… se ritieni che la copertura sia garantita anche per questo caso, hai pieno diritto a chiedere il risarcimento per id anni anche alla tua assicurazione, le spese mediche, come invece giustamente noti, vengono pagate solo dalla controparte nel sinistro. Inizia ad inviare la tua richiesta per raccomandata e se gli importi in gioco sono importanti, rivolgiti ad un avvocato, in genere la spesa è compensata dal maggiori risarcimento (se è bravo!).

  39. Lello

    Salve, premesso che ho subìto un infortunio stradale cadendo rovinosamente dalla motocicletta a causa di insidie stradali (buche, dossi etc. etc.). Nel sinistro di cui trattasi, ho riportato due fratture al piede e una al torace, oltre ad aver riportato lesioni e traumi contusivi in varie parti del corpo nonché abrasioni su entrambi gli arti superiori.
    Per tale motivo, poiché impossibilitato dalle lesioni a segnalare il sinistro alle due compagnie di assicurazioni con le quali ho sottoscritto rispettivamente due distinte polizze per infortunio al conducente, ho nominato un avvocato, al quale ho dato mandato sia per segnalare alle due compagnie di assicurazione nei termini previsti di 3 gg il sinistro occorso e per il successivo riconoscimento delle indennità da danni permanenti a me spettanti, e sia per attivarsi giudizialmente nei confronti di chi ha la titolarità di quel tratto di strada per la Responsabilità Civile (Ente Pubblico).
    Considerato che, a tutt’oggi sono ancora inabile ovvero in prognosi e devo stabilire il compenso professionale con il legale, per lo scopo, vorrei porre all’esperto un paio di quesiti sulle parcelle spettanti a quest’ultimo per gli incarichi conferitogli, più precisamente come di seguito indicato:
    A)- per aver segnalato alle due distinte agenzie ma della stessa compagnia di assicurazioni, con le quali ho sottoscritto le due polizze per infortunio conducente, oltre ad un’eventuale e probabile (non ho ancora preso contatti) trattativa con il liquidatore dell’assicurazione;
    – Secondo il suo parere, quanto potrebbe chiedermi il professionista officiato per tale incarico?
    – L’importo della parcella, può essere chiesto a forfait in percentuale oppure vanno applicate le tabelle forensi?
    – Se l’importo della parcella è chiesto in percentuale, qual è il massimo applicabile che può chiedere il professionista?
    – Inoltre, il compenso può essere chiesto in percentuale all’importo totale delle due polizze riconosciuto dall’assicurazione per danni permanenti, oppure vanno riconosciuti al legale i compensi per sole segnalazioni (raccomandate), anche in considerazione del fatto che le trattative per le polizze da infortunio conducente, non si discutono in sede giudiziale e quindi non c’è da affrontare nessun grado di giudizio.
    B)- Per l’eventuale azione giudiziaria nei confronti dell’Ente pubblico gestore della strada, il compenso del professionista è da calcolarsi con le tabelle forensi, secondo le fasi del giudizio oppure in percentuale all’importo di causa transatto ovvero definita dal giudice?

    • Esperto
      Esperto

      Varia da legale a legale… fatti fare un preventivo e ricorda che gli avvocati bravi costano di più ma fanno anche ottenere più soldi…

      • Lello

        Gentile esperto, il preventivo per la pratica delle due polizze sottoscritte per “infortunio del conducente” è a forfait ed ammonta al 20% sull’importo liquidato, escluse le spese.
        Ora Le chiedo: trova che sia corretto applicare il 20%, sull’importo totale indennizzato dalle due compagnie di assicurazione con le quali sono state sottoscritte le polizze infortunio conducente, solo per aver avuto l’incarico di effettuare la segnalazione?
        (Es. per un indennizzo complessivo di €. 20.000,00, al legale spetterebbero €. 4.000,00)
        Credo che sia un po esagerato il compenso di tale somma per aver soltanto scritto due righi di segnalazione alle assicurazioni.
        Ribadendo il concetto che, non vi è azione stragiudiziale ma tutto al più un eventuale negoziazione.
        Si ringrazia e si resta in attesa di un suo più chiaro riscontro nel merito.
        Distinti saluti.

        • Esperto
          Esperto

          Allora, diciamo orientativamente che un compenso variabile dal 10 al 20% del risarcimento ottenuto è nella norma, quindi nel tuo caso siamo alti, ma pur sempre nei limiti. Oltre, es. 30%, sarebbe certamente eccessivo. Detto questo, facciamo due osservazioni, la prima è che il compenso deve essere ratificato da un accordo scritto da te controfirmato, pertanto in fase attuale puoi provare a trattare e cercare di strappare un 15%. L’altro punto è che le spese legali andrebbero pagate dalla controparte, per cui tu dovresti avere il tuo risarcimento pieno, e la controparte versare una quota aggiuntiva per il tuo avvocato.

  40. francesca

    Salve, ho subito un tamponamento violento. Colpo di frusta “vero”. Mi sono stati riconosciuti, per ora, 30 gg. di cure (collare e fisioterapia). Purtroppo sono costretta ad andare al lavoro pena il ventilato licenziamento. L’agenzia che segue la pratica mi dice di non preoccuparmi, lavorare e intanto far andare avanti la pratica di infortunio per il rimborso.
    Domanda: corro dei rischi e quali?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Non ho ben capito a cosa ti riferisci. Rischi di non essere risarcita?

  41. simone

    Buongiorno, sono un fisioterapista, un mio paziente si è fatto male sul lavoro, sta effettuando la riabilitazione. Il medico ha affermato che dovrò fargli una lettera in cui affermo che si è recuperato il massimo di quello che era sperabile recuperare. In realtà non è una cosa che si può affermare con certezza. Come ci si comporta in questi casi? Devo affermare che è il massimo che si può recuperare anche se ci potrà essere l eventualità che il paziente abbia degli ulteriori miglioramenti col tempo?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      In questi casi devi scrivere ciò che deontologicamente ti sembra corretto, secondo la tua esperienza!

  42. Concettina

    Ho apperna letto l’articolo riguardante le polizze infortuni per il conducente trovandolo molto interessante e le dirò il perche!
    In seguito al cambio d’auto e a tutta un’altra serie di avvenimenti ho scoperto che, mi è stata fatta firmare una polizza infortuni quinquennale senza che ne fossi a conoscenza.
    Certo non ci faccio una bella figura ma le cose sono andate proprio così.Da pochi giorni ho di conseguenza cambiato compagnia assicurativa ma presto dovrò affrontare la vecchia compagnia circa la polizza infortuni e non so veramente da dove iniziare. Non mi è stato mai dato un fascicolo informativo,non conosco gli estremi della polizza stessa, la mia copia di polizza formata da un solo foglio fronte retro (probabilmente si mimetizza meglio) non è da me controfirmata. Non so veramente come comportarmi,gradirei un consiglio tenendo conto che l’agente assicurativo è un vecchio conoscente, che la compagnia l’ho quasi ereditata da mio padre e che tutto questo in parte giustifica la mia buona fede nell’apporre le firme sulla polizza incriminata e ben canuffata (almeno sulla loro copia, credo).
    Aspetto urgentemente consigli im merito.
    Cetty

    • Esperto
      Esperto

      E’ presto detto: risali quanto prima alla copia in possesso della compagnia e verifica la regolarità delle tue firme. Se hai firmato, anche inconsapevolmente, c’è poco da fare e c’è da rispettare il contratto. In caso contrario, esprimi subito la tua volontà nel non voler ottemperare e vedi cosa succede…

      • Concettina

        Come faccio a risalire alla copia di polizza in possesso della mia (ex) compagnia?
        Grazie

        • Concettina

          La cosa mi sembra alquanto difficile. Quale pretesto potrei accampare per giustificare la richiesta della loro copia di polizza?
          A maggior ragione se sono venuti a conoscenza del mio cambio di compagnia.
          Inoltre mi sembra un lavoro quasi inutile. Il tutto è stato organizzato troppo bene per perdersi nel particolare (fondamentale) della FIRMA soprattutto, alla luce della mia fiducia nei loro confronti.
          Semplicissimo inserire un foglio nel fascicolo RCA. Per quanto riguarda l’assenza di firma sulla mia Polizza Infortuni, non significa nulla!
          Per loro è quasi una prassi (almeno nei miei confronti), farmi firmare solo la loro copia, per la mia c’è sempre tempo, posso farlo in seguito a casa ( ho controllato le vecchie polizze RCA, sia mie che di mio padre).
          L’unica cosa che mi consola è che non sarò certo la sola ad essere caduta in questa pseudo-trappola?!

          La ringrazio ulteriolmente per l’enorme pazienza nei miei confronti e nei miei quesiti.
          Cetty

        • Esperto
          Esperto

          Non c’è da cercare scuse, semplicemente dici loro che non ricordi di aver firmato e gli chiedi di mostrarti la loro copia firmata.

        • Esperto
          Esperto

          Presso di loro!

  43. Matteo

    Salve volevo chiederle un informazione, ho appena avuto un sinistro stradale con il mio scooter causato da una macchina che mi ha tagliato la strada ed ha ammesso la colpa nella costatazione amichevole, ho subito oltre i danni al veicolo, alcuni danni fisici guaribili in circa 30/40 gg con l’aiuto di ortopedico e fisioterapista, controllando la mia polizza con Zurich ho solo RC e furto incendio, non ho messo infortuni conducente questo cosa significa che vengo solo risarcito solo per il danno al veicolo non per quello subito alla mia persona visto che devo spendere dei soldi per curarmi?

    • Esperto
      Esperto

      No, tale copertura coprirebbe in caso di tuo torto, ma dato che hai ragione i tuoi danni fisici saranno pagati dalla RC della controparte. Vista la prognosi non banale, ti consiglio di mettere la pratica in mano ad un avvocato, di solito si ottiene di più e in tempi più brevi.

  44. angela

    Salve mia sorella ha investito suo figlio andando in retromarcia non si e accorta del bimbo, l’assicurazione le riconosce il danno causato a mio nipote?

    • Esperto
      Esperto

      Verifica sul contratto, ma in genere i danni tra familiari sono esclusi espressamente.

  45. pietro

    salve ero alla guida di un ciclomotore quando una macchina mi ha mandato fuori strada ed e scappato io mi sono ritrovato con un piede fratturato in 4 punti prognosi 40 giorni di gesso e poi altri 25 di fisioterapia, ho una assicurazione conducente compresa a quella della moto con unipolsai dove alla voce infortuni conducente mi dice morte -valore somma assicurata 15.000.00 invalidita permanente valore somma assicurata 15.000.00 rimborso spese di cura 750.00 posso richiedere l indenizzo e io che mi sono fratturato il piede in cosa rientro tra le suddette voci, e un altra domanda se l assicurazione non vuole aprire la pratica cosa fare. grazie in anticipo per la risposta

    • Esperto
      Esperto

      Non è detto che un sinistro del genere, benchè grave, sia coperto dalla polizza, devi verificare in dettaglio nelle condizioni, nel tuo caso da quello che scrivi mi sembra che debba esserci una conseguente invalidità al sinistro per avere un risarcimento. Visti i bassi masimali, mi sembra una copertura molto modesta.

  46. Graziella

    Anche a me Unipolsai ha chiesto il pagamento della polizza infortunio conducente anche se ho cambiato compagnia, ma se ho un incidente e mi faccio male che io abbia ragione o torto mi devo rivolgere a loro per i danni al conducente?

    • Esperto
      Esperto

      Si, è così, paghi, ma almeno hai la copertura!

  47. DAVIDE

    Buongiorno, e grazie per la possibilità di porre quesiti..
    nella lettera che mi ha trasmesso Unipolsai da allegare alla Dichiarzione dei Redditi, trovo la seguente frase:
    ” ai sensi della normativa vigente Le comunichiamo che della somma complessivamente versata, euro 80,04 sono imputabili al rischio di morte da infortunio e/o invalidità permanente non inferiore al 5% da qualsiasi causa derivante”.
    Ora mi chiedo, cosa significa da qualsiasi causa derivante????

    Grazie in anticipo
    Davide

    • Esperto
      Esperto

      Indica che la copertura è garantita indipendentemente da quale sia la causa del decesso.

  48. Fabiana

    salve, una macchina mi ha tagliato la strada e sono finiti fuori corsia in aperta campagna.
    la macchina è scappata, io sono finita al pronto soccorso con referto 7giorni e trauma colonna.
    La mia assicurazione prevede ” infortuni conducente ” ma rientro nella condizione di essere risarcita o no?
    Cordiali saluti e grazie della risposta

    • Esperto
      Esperto

      Verifica nello specifico sulle condizioni di contratto, il sinistro aprilo comunque.

  49. LAURA

    Buongiorno, ho una polizza per infortuni conducenti su un’auto che però verrà rottamata. L’assicurazione Unipolsai mi dice che anche se rottamata non è possibile eliminare la polizza e che l’unico modo è disdettarla con raccomandata. Se la polizza è legata alla targa dell’auto e questa verrà rottamata, non ho diritto alla cessazione e al rimborso del premio non goduto? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Probabilmente non è legata alla targa… verifica sul contratto cosa si dice in merito alla cessazione del rischio.

  50. massimo

    Dopo quanto tempo mi arriva il rimborso per un colpo di frusta subito in un incidente stradale?

    • Esperto
      Esperto

      Per prima cosa, mi informerei se il risarcimento ci sarà… in quanto da tempo esiste una franchigia per i punti di invalidità che esclude i colpi di frusta. Questo, per i risarcimenti RCA da terzi, mentre se hai una polizza personale, allora la cosa andrà come da contratto.

  51. anna

    buongiorno! mi hanno rubato l’auto 5 gg prima della scadenza rca e della polizza infortuni sul conducente. mi hanno detto l’assicuratore che la rca posso non pagarla, ma la polizza infortuni devo pagarla lo stesso perche non ho dato il giusto tempo di preavviso per la disdetta( ahime non sapevo quando mi avrebbero rubato l’auto!!!??^?!!!). e giusto così???

    • Esperto
      Esperto

      Verifica se sul contratto della copertura infortuni è previsto qualcosa per il caso di furto.

  52. Antonio

    Buongiorno, riguardo alla polizza infortuni , ne ho stipulata una nel 2010 per lo scooter guidato da mia figlia e successivamente nell’atto del pagare RCA, mia moglie aggiunse anche la mia moto (2012).
    L’anno scorso nell’atto del rinnovo RCA mi dissero che dovevo pagare la polizza infortuni, perché deve essere fatta disdetta 60gg prima, quest’anno con più di 90gg in anticipo ho fatto disdetta tramite raccomandata con R ma mi è arrivata una lettera della UnipolSai che dice “facciamo presente che la disdetta da lei mandataci non è da ritenersi valida per quanto concerne l’art. 1899 cc.”
    Sempre la stessa indica nella lettera una variazione successiva con leg. 40 del 2/4/07 e ancora con leg. 99/2009,
    Indicando che se il contratto supera supera i 5 anni, l’assicurato trascorso il quinquuennio, ha facoltà di recedere dal contratto con preavviso di 60gg e con effetto dalla fine dell’annualità.
    Come faccio per disdire tale polizza??

    • Esperto
      Esperto

      Bisognerebbe capire più in dettaglio cosa viene contestato della tua richiesta, al di la delle indicazioni sibilline sugli articoli di legge: Io posso ipotizzare che il tuo contratto sia stato variato e dunque hai una decorrenza dei 5 anni più recente, magari legata ad una scontistica, metodo molto usato ultimamente, ma, ripeto, sono solo ipotesi, chiedi alla compagnia (anche per telefono).

  53. Roberto

    Buongiorno
    Ho una polizza infortuni conducente con genertel
    Cadendo in moto e battendo il viso, ho rotto due impianti dentari con i relativi 5 denti
    Ho fatto la denuncia all’assicurazione, ma sono molto vaghi rispetto a come dovrei muovermi

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Non hai fatto la domanda, ma penso di poterti indirizzare verso le condizioni di contratto per ogni tuo dubbio.

      • Roberto

        Buonasera
        Volevo capire se basta una dichiarazione del mio dentista oppure devo avere altra documentazione

        Grazie 1000

        • Esperto
          Esperto

          Può bastare intanto per inviare la richiesta, comunque ribadisco di leggere se vi sono moduli specifici o direttive tra i fascicoli informativi della tua polizza e nel contratto. Utilizza sempre la raccomandata A/R.

  54. Emiliano

    Buongiorno
    approfittando della sua cortesia pongo una domanda a proposito della polizza del conduttore.
    Dovrei stipularla per mia mia figlia neopatentata. Mi rendo conto, come da lei già anticipato, che i massimali di queste piccole polizze aggiuntive sono estremamente bassi e l’agenzia è poco propensa ad alzarli nelle proposte al cliente.
    Ma a questo punto, non è meglio stipulare una generica polizza infortuni-vita?

    • Esperto
      Esperto

      Concordo. Se l’intento è quello di avere una reale tutela sulla persona, meglio una polizza dedicata con massimali (e premi) adeguati. Bene verificare che copra anche i casi di infortunio alla guida e, in aggiunta, anche i casi di attività sportive o altro che possa essere praticato dalla persona.

  55. Massimo

    Buongiorno
    un chiarimento ,la polizza infortunio conducente prevede per legge un limite di età ai soggetti da assicurare?
    grazie

    • Esperto
      Esperto

      Per legge no di certo, comunque dovrebbe essere specificato nel contratto.

  56. giulia

    Buonasera,
    in data 2 dicembre ho subito un tamponamento da cui è derivato un danno alla mia persona (minimo) ovvero ho preso il cd colpo di frusta. Oggi ho ritirato il referto della lastra da cui si evince “rettilineizzata la fisiologica lordosi cervicale”. Potrò chiedere un risarcimento?

    • Esperto
      Esperto

      Temo di no, in quanto recenti legge hanno introdotto una franchigia sui punti di invalidità che sostanzialmente “taglia” fuori dai risarcimenti tutti i colpi di frusta.

  57. Ilaria

    Salve! Nel 2012 ho stipulato una polizza sul conducente poliennale; nel 2013 ho rottamato l’auto e l’assicurazione non ha provveduto a modificare i dati di modello e targa della nuova auto, ma ho continuato a pagare il premio. Oggi mi sono accorta di questa incongruenza dei dati. Posso dare disdetta immediata di questa polizza visto che l’auto non esiste più? Posso anche richiedere il rimborso del premio dal momento della rottamazione ad oggi?
    Ringrazio anticipatamente.

    • Esperto
      Esperto

      Dipende dagli estremi del contratto, in ogni caso l’eventuale rimborso sarà calcolato dalla data della richiesta e non da quella della rottamazione.

  58. ilenia

    salve,ho appena pagato la polizza conducente, ora mi trovo a vendere il veicolo interessato, posso richiedere il rimborso della polizza dato che sono passati solo 2 mesi?
    grazie

    • Esperto
      Esperto

      Direi di si, come per la RCA: il rimborso riguarda la parte di premio non goduta, tasse escluse.

  59. minagos

    salve, ho una polizza con unipol assicurazioni. qualche giorno fa mio figlio 19 enne ha fatto un incidente.
    in una curva pericolosa la sua auto dopo aver preso una barriera si è messa su di un fianco. ci sono stati 2 lievi ricoveri. al momento della denuncia il mio assicuratore mi ha detto che avevo una franchigia di 3000 euro perchè avevo la guida esperta messa da lui per farmi risparmiare,non spiegandomi a cosa andavo incontro.io ricordo solo che lui a suo tempo mi chiese chi avrebbe guidato l’auto.ma nn mi ha detto nemmeno che non potevo prestarla a qualcuno al di sotto dei 30 anni.ora io cosa devo fare????grazie!aspetto vostra risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Quella della “guida esperta” si tratta di una variante abbastanza diffusa per far risparmiare sulla polizza, che comporta però limitazioni di copertura (ovvero: una franchigia) quando a guidare è qualcuno che non rientra nei parametri previsti (in genere minore di 26 anni). Ti consiglio di verificare se effettivamente questa franchigia esiste sul contratto che hai firmato: se è così, non ti resta che adeguarti.

  60. giuseppe

    buon giorno,sono coperto da assicurazione infortuni conducente (moto),nel 2013 sono caduto da solo e mi sono fratturato il polso,il mio medico legale 8 punti il loro medico 6 punti franchigia 5 punti risultato 1 punto pagato
    totale risarcimento 3000 euro loro proposta
    così composto:
    € 1500 indennità gesso
    € 800 rimborso spese
    € 700 indennizzo 1 punto
    la ritiene congrua ?

    • Esperto
      Esperto

      Potresti fare ricorso per l’incongruenza sull’attribuzione dei punti di invalidità, ma per qualche centinaio di euro ne vale la pena? Non saprei.

Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)