Home » Norme generali sulle Assicurazioni » Assicurazione auto cointestata: come funziona? Pro e Contro

Assicurazione auto cointestata: come funziona? Pro e Contro

Auto cointestata e RCA
Auto cointestata e RCA: ecco tutta la verità!


Un mezzo può essere cointestato o perché deliberatamente acquistato da due o più soggetti (ad esempio perché pagato da più persone), oppure come risultato di una successione ereditaria.

Siete in molti a chiederci delucidazioni di vario tipo in merito all’assicurazione di auto cointestate, e quindi proviamo a fare chiarezza.
Diciamo subito che le vostre domande nascono a ragione, in quanto la regolamentazione delle assicurazioni nel caso di auto co-intestata è poco chiara, in quanto le leggi in materia spesso non considerano questa possibilità, che invece è piuttosto frequente, e inoltre le compagnie tendono ad applicare delle “consuetudini” non sempre regolari, anche se, come leggerete, spesso a favore dei clienti.

In questo articolo vi spiegheremo quindi le due verità: quella a norma di legge, e quella applicata da alcune compagnie: a seconda dell’interpretazione, la cointestazione può essere uno svantaggio per l’assicurazione oppure, viceversa, un’ottima opportunità di risparmio. se ci si assicura presso una delle compagnie che “chiudono un occhio”.
Vediamo l’uno e l’altro caso con vantaggi e svantaggi e, soprattutto, se si rischia qualcosa a scegliere per l’opzione più favorevole.

1- Mezzo cointestato: la norma di legge

Iniziamo da quello che dice la legge. Fino ad alcuni anni fa era possibile cointestare una vettura tra più persone e stipulare l’assicurazione secondo il profilo di rischio di uno solo dei cointestatari. Al contrario, se oggi acquistate un veicolo cointestato, la polizza assicurativa dovrà invece tenere conto della presenza di tutti gli intestatari della vettura: per calcolarne il premio sarà preso a riferimento l’intestatario più penalizzante, oppure addirittura la combinazione dei parametri più penalizzanti di tutti i cointestatari, primo tra tutti la classe di merito, ma anche l’età, residenza, ecc.

Quindi, ad esempio, se un padre ed un figlio neopatentato si cointestano una nuova auto, non sarà possibile stipulare l’assicurazione come se l’auto fosse intestata solo a nome del padre, bensì si devono sempre considerare entrambi, con tanto di maggiorazione del premio dovuta alla giovane età del figlio. In altre parole, cambierebbe ben poco rispetto all’intestare l’auto al solo figlio.

Questo, precisiamo, indipendentemente da chi viene inserito come contraente (intestatario) della polizza. Sulla polizza figurerà come intestatario o l’uno o l’altro dei comproprietari, o entrambi, a seconda delle regole adottate dalle singole compagnie, ma in tutti i casi la polizza sarà strettamente legata al veicolo e al fatto di essere cointestato ed il premio non varierà. Anche la “sequenza” di chi sia il primo o il secondo co-intestatario sul libretto, non influenza l’assicurazione. A questo proposito, leggete il nostro approfondimento su differenza tra proprietario e contraente.

Assicurazione auto cointestata: quanti problemi!
Assicurazione auto cointestata: quanti problemi!

In pratica

Vediamo l’applicazione pratica di quanto fin qui detto, facendo alcuni esempi deic asi più frequenti.

– Devo acquistare la mia prima auto, non convivo più con i miei genitori e quindi non posso applicare la legge Bersani: posso cointestare con un genitore per avere la sua classe?
Per prima cosa, ricordiamo la differenza tra classe Interna e classe Universale. La prima è regolata a piacere dalla compagnia, ma non si mantiene al cambio da una compagnia all’altra, la seconda è quella che si mantiene, ma è regolata da leggi internazionali e le compagnie non possono assegnarla a propria discrezione. E’ quindi sempre possibile, anche in questo caso (ovviamente se la compagnia intende farlo), stipulare una polizza in Classe Universale 14 e classe Interna pari a quella del genitore (se già cliente). Il beneficio cesserà se e quando si vorrà cambiare compagnia, ma questo è pur sempre meglio che partire con tutte le classi pari a 14!
Non è invece possibile trasferire la classe Universale del genitore in alcun modo, ovvero applicare la legge Bersani, ne’ trasferire un attestato di rischio in sospeso… anche se fino al 2006 quest’ultima cosa era possibile.

– Sto acquistando la mia prima auto, posso utilizzare la classe di mio padre con cui convivo, se la cointesto con lui?
Non occorre. Grazie alla legge Bersani, puoi avere la sua classe anche se l’auto è intestata solo a te! Questo, ribadiamolo, in virtù della stessa residenza (e appartenenza allo stesso Stato di Famiglia).

– Posso trasferire la mia classe di merito (Universale) di una mia auto venduta (proprietario unico), ad una mia nuova auto cointestata?
No. La legge è chiara: non è possibile l’aumento degli intestatari, mentre ne è consentita la diminuzione. La nuova auto andrà assicurata in classe CU 14, oppure potrebbe essere studiato un sistema di applicazione della legge Bersani, se il cointestatario è un convivente. Assicurando il nuovo veicolo prima di vendere il vecchio, sarà possibile mantenere la classe Universale, pur avendo comunque una polizza più costosa a causa del ben noto non mantenimento dello storico dovuto proprio alla legge Bersani. Da notare che si avrebbe il medesimo risultato intestando l’auto al 100% a nome del co-intestatario e dunque anche in questo caso la cointestazione nulla aggiunge.

– Ho rottamato/venduto un’auto cointestata con un’altra persona, posso mantenere la classe di merito su una nuova vettura intestata solo a me?
Come già detto, la classe di merito viene mantenuta in caso di diminuzione degli intestatari, viceversa non si mantiene in caso di aumento degli stessi. Quindi in questo caso, si può utilizzare la classe di una auto cointestata venduta per assicurare una auto di proprietà esclusiva.
NOTA: la classe può essere trasferita ad UNO SOLO dei precedenti cointestatari, gli altri dovranno firmare un documento di rinuncia.

  • Sono convivente con i miei genitori, che hanno un’auto cointestata, sto acquistando una auto nuova che intesterò soltanto a me, posso utilizzare la classe di merito con legge Bersani?
    La risposta è affermativa, fermo restando le interpretazioni delle singole compagnie che potrebbero complicare anche questo caso.

Cointestare o non cointestare?

In conclusione, se volete essere pienamente in regola, dunque, sconsigliamo di cointestare una vettura, a meno che questo non sia strettamente necessario, ad esempio per motivi legati al finanziamento o per successione in caso di più eredi. La cointestazione è una complicazione che in genere porta più a problemi che a soluzioni.
In ogni caso, prima di decidere a chi intestare l’auto, ponetevi il problema dell’assicurazione, finché siete sempre in tempo!

2- Cosa fanno invece alcune compagnie

Avete quindi capito che cointestare è attualmente una complicazione e non una soluzione, eppure, ancora oggi, concessionari di auto e compagnie assicurative propongono di cointestare con i parenti per ovviare ad eventuali problemi assicurativi, specie per chi è alla prima polizza. perché? Perché sanno che alcune compagnie non si comportano come fin qui descritto, ma nel modo seguente!

Prendete tutto quello che abbiamo appena detto e gettatelo in un cestino, anzi, interpretatelo al contrario. Se a norma di legge la cointestazione è una complicazione che porta solo a svantaggi, alcune compagnie interpretano la normativa in maniera diametralmente opposta, facendo diventare la cointestazione, al contrario, una preziosa risorsa per trasferire la classe di merito tra persone diverse.
Di fatto, queste compagnie assicurative ancora applicano la regolamentazione ante-2006, a favore del cliente. In pratica, consentono che la polizza RCA possa seguire il profilo di rischio di uno solo dei comproprietari, a scelta, ovviamente di quello con il profilo più favorevole.

Auto cointestata e RCA
Auto cointestata e RCA: ecco tutta la verità!

Ad esempio, un’auto cointestata tra padre e figlio (anche non convivente) potrebbe avere la Classe Universale di un’auto (venduta) del padre. In altre parole, viene concesso l’aumento dei comproprietari di un mezzo, con mantenimento della classe di merito.
Da notare che se si parla di Classe Interna la procedura è del tutto regolare, essendo questa classe attribuita liberamente dalla compagnia in regime di libero mercato, ma quella Universale è invece regolamentata dalle leggi.

Oltre al risparmio, questo presenta anche un altro vantaggio, ovvero la possibilità di trasferire direttamente e senza legge Bersani una classe Universale ad una terza persona, anche non convivente. La cosa è garantita dal fatto che, ai fini del mantenimento della classe Universale, la diminuzione di cointestatari è invece sempre esplicitamente ammessa dalla legge.
Nell’esempio  di cui sopra, quando l’auto cointestata sarà venduta, la polizza potrà essere trasferita su un’auto intestata solamente al figlio, che avrà così visto l’attribuzione a suo nome di una classe Universale che era del padre.

Ma cosa si rischia?

Contattata da noi, IVASS ci ha confermato che questa pratica è abbastanza frequente e ci ha confermato che, dal loro canto, non vengono fatte contestazioni su questa deroga delle compagnie  a favore del cliente, neanche sull’attribuzione della classe Universale.
Tutto bene, dunque? A nostro avviso non del tutto, c’è ancora un aspetto critico e potenzialmente rischioso per il cliente. La cosa potrebbe ritorcersi contro il cliente in caso accadesse un sinistro grave, uno di quelli nei quali ci sono alte cifre di rimborsi in gioco e per i quali le compagnie fanno indagini approfondite, alla ricerca di cavilli per non pagare. Se l’irregolarità venisse fuori, state certi che la compagnia vi si appiglierebbe per non pagare, innescando rimbalzi di responsabilità tra compagnia, impiegato allo sportello e cliente, cause legali ed il certo risultato che il cliente si troverebbe, almeno in primis, a pagare di tasca propria i danni, anche se in buona fede. Quindi, fate attenzione!

Come ultimo elemento di valutazione va detto che, con il passare degli anni, si tendono a perdere le tracce dello storico e quindi si andrebbe “consolidando” la classe irregolarmente assegnata ed i rischi di rivalsa da parte della compagnia sarebbero sempre minori. Già dopo il primo rinnovo si può ragionevolmente pensare che la si sia “fatta franca”.

Conclusioni

Approfittare o non approfittare?

Approfittare o meno di questa “apertura” alla cointestazione da parte di alcune compagnie? Se vi viene proposta una cointestazione per una convenienza di assicurazione, ovvero per prendere la classe di merito del co-intestatario, per prima cosa, verificate se la compagnia intende applicare o meno la legge Bersani. Se sta applicando la legge Bersani, la compagnia sta facendo confusione in quanto, se vi sono i requisiti (leggi: convivenza con il cointestatario), allora questa è applicabile anche senza cointestazione, quindi, tanto vale, non cointestare il mezzo. Sempre, a meno che non sia necessario per altri motivi.

Se invece il trasferimento della classe avviene senza legge Bersani, allora dovete fare una ulteriore verifica, ovvero se l’apertura da parte della compagnia riguarda la sola classe Interna o anche quella Universale. Nel primo caso, la cosa è del tutto legale ma i vantaggi sono minori, nel secondo i vantaggi sono massimi, ma la pratica non è del regolare anche se diffusa; i rischi sono quelli descritti qui sopra.

Con quali compagnie?

Quali compagnie consentono il trasferimento diretto della classe Universale a più comproprietari? Secondo la nostra esperienza, la cosa non dipende solo dalla compagnia ma, più frequentemente, dal singolo addetto della stessa, motivo per il quale in genere le compagnie assicurative online e telefoniche, che hanno procedure maggiormente standardizzate, difficilmente vi concederanno questa possibilità. Presso le compagnie tradizionali è invece più probabile, vuoi per “aggressività” commerciale del singolo addetto o broker, vuoi per un po’ di incompetenza dello stesso.


1.926 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. giuseppe

    Buongiorno, a seguito del decesso di mio padre, io e le mie due sorelle abbiamo ereditato un’autovettura. Ovviamente faremo la voltura dell’intestazione a noi tre figli. in tale caso è possibile assicurare l’auto inserendo come contraente della polizza uno solo dei tre?
    Grazie della cortese risposta

  2. Angelo

    Buonasera, volevo fare una domanda: Ho rottamato la mia autovettura ed ho passato l’assicurazione su un’altra auto che abbiamo comprato usata. L’auto in questione è cointestata con un’altra persona, abbiamo mantenuto la stessa classe di merito, ed in verità abbiamo anche risparmiato perché più piccola di cilindrata. Ora vorremmo prendere un’altra auto sempre usata, ma l’assicurazione ci ha proposto un preventivo stellare, dicendo che non possiamo usufruire degli stessi benefici, o meglio la classe di merito rimane ma il prezzo sale notevolmente. Come mai? A loro dire perché l’auto in questione è del 2001, quindi abbastanza vecchia.

    • Esperto
      Esperto

      Non solo, se l’auto si va ad aggiungere a quella che già avete, si deve anche assicurare con legge Bersani (o in classe 14), introducendo un’altra forte penalità.

  3. Rosa

    Buona sera,
    Scrivo per avere una consulenza tecnica in merito all’assicurazione della mia auto. Due anni fa io e mio padre abbiamo acquistato una vettura cointestandola ad entrambi. Io adesso mi sono trasferita in altra Regione (con assicurazioni economicamente più basse) e devo rinnovare la polizza assicurativa.pertanto io e mio padre adesso abbiamo residenze diverse. L’assicuratore avrebbe detto che in tal caso vale la polizza della Regione con sistema tariffario più alto (quindi quella di mio padre). Mi chiedo se questa circostanza sia plausibile? E quali potrebbero essere le possibili soluzioni del caso. Grazie in anticipo per il riscontro.

    • Esperto
      Esperto

      Confermo. La soluzione può essere fare una voltura del mezzo solo a tuo nome: puoi mantenere la classe e lo storico attuale, e beneficiare della minor tariffazione della tua regione.

  4. Giovanni

    Salve, Io ho un dubbio, sono in procinto di acquistare un auto, la mia prima auto, essendo che sono fuori dal nucleo familiare cosa mi conviene fare per non essere vittima delle assicurazioni? ho 26 anni e ho la patente da quando avevo 18 anni, mi conviene nel mio caso cointestare la macchina con mio papà visto che il decreto bersani non può essere applicato? Grazie in anticipo per la risposta, cordiali saluti

    • Esperto
      Esperto

      Come meglio spiegato nell’articolo, è una possibile via d’uscita se si trova la compagnia giusta.

  5. Marrone Stefano

    Vorrei capire perché la mia compagnia assicurativa non vuole passare l’assicurazione da una auto che posseggo ad un auto che tengo cointestato con mio fratello , essendo anche io il primo intestatario cordiali saluti.

    • Esperto
      Esperto

      A norma di legge è corretto in quanto non sarebbe possibile “aumentare” gli intestatari, ricordando che fanno fede quelli del veicolo, non della polizza. Poi, come puoi leggere nell’articolo, ci sono diverse compagnie che chiudono un occhio su questo, ma evidentemente non la tua. Altro aspetto: ovviamente l’auto di origine deve essere venduta o rottamata, altrimenti la polizza non si sblocca in nesusn caso.

      • Caccin Moreno

        Anch’io mi trovo in situazione analoga al sig. Marrone S. (auto ereditata) e Le chiedo cortesemente di indicarmi quale legge impedisce il trasferimento della classe di merito tra la mia auto personale e l’auto ereditata (cointestata con il fratello). Non ritengo sia la legge Bersani, che invece parla di contraenti ( …..in tutti i casi di stipula di un nuovo contratto acquistato dalla persona fisica già titolare di polizza assicurativa……). Grazie e saluti.

        • Esperto
          Esperto

          Dovete prendere a riferimento la normativa del Codice delle Assicurazioni: l’aumento di intestatari del veicolo non è ammesso. Maggiori info nel nostro (lungo) articolo.

  6. domenico

    salve,mi hanno consigliato di cointestare la macchina a me e mio padre ,visto che ha la prima classe,
    lui come primo intestatario ed io come secondo per risparmiare qualcosa ,
    e mi hanno anche detto che dopo due o tre anni posso richiedere la classe di merito ovvero la prima classe senza fare altri passaggi .
    vero o falso?
    se dopo cambiassi residenza spostandomi in un altra regione cosa dovrei fare?

    • Esperto
      Esperto

      Come sempre ricordiamo in questi casi: da dove deriva la classe? Da legge bersani o da un’auto venduta? Si parla di classe Interna o Universale?

  7. rodolfo

    l’assicurazione consiglia alla mia ragazza di cointestare la sua vettura con me, in quanto classe U 1 ma non sono intestatario di alcuna vettura al momento (ho vettura aziendale da 3 anni). Vale lo stesso quanto detto, chiedendo all’assicurazione di applicare la Bersani e di lasciarla intestata a lei? Oppure visto che non ho intestazione di vettura la cointestazione è necessaria per non farla partire dalla 14a?
    Grazie mille

    • Esperto
      Esperto

      Fammi capire meglio: la tua assicurazione riconoscerebbe sull’auto cointestata tra lei e te la classe 1 della tua auto aziendale? E stiamo eventualmente parlando di classe interna o Universale?

  8. Vincenzo

    Buongiorno! Ho appena acquistato la macchina per mia moglie. Posso far cointestare l’auto e usufruire della mia classe di merito ( classe 1 da diversi anni) per l’rca? Cosa cambia in termini di costi?
    Grazie mille per l’eventuale risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Suggerisco di leggere questo articolo e, soprattutto, quelli sulla legge bersani. In breve: non cointestare, intestala a lei e applica la legge Bersani.

  9. giovanni

    ho una moto cointestata con mia sorella io sono il primo intestatario lei il secondo. ho fatto l’assicurazione inserendo come contraente solamente io essendo il primo proprietario ma comunicando all’assicurazione anche i dati di mia sorella e inserendoli per la determinazione del premio. adesso a scadenza annua l’attestato di rischio esce che la CU è solamente mia e solamente io sono l’avente diritto.
    chiedo essendo tutti e due i proprietari non dovremmo avere tutti e due avente diritto della classe CU?
    grazie in attesa della vostra risposta auguro buon lavoro

    • Esperto
      Esperto

      Si è di tutti e due indipendentemente dall’attestato di rischio, in quanto entrambi proprietari.

  10. Alessandro

    Ho acquistato un auto e devo fare il passaggio di proprietà. Ho pensato di intestare l’auto a me e mia madre in quanto lei ha la prima classe mentre io partirei dalle 14 classe e cointestando l’auto potrei poi prendere la sua classe . Vengo al dunque.. quando si fa il passaggio bisogna indicare il primo conducente e il secondo . Ciò fa si che cambia qualcosa quando poi vado ad assicurare l’auto ?

    • Esperto
      Esperto

      Oltre a leggere bene il contenuto di questo articolo, posso suggerirti, se vuoi provarci, di inserire tua madre come 1° proprietario.

      • Alessandro

        Una compagnia assicurativa mi ha detto che ai fini dell’assicurazione è indifferente il primo o il secondo intestatario dell’auto cioè posso inserire me come primo conducente e fare invece l’assicurazione intestata a mia madre .è valido per tutti o ci sono compagnie che la pensano diversamente ?

        • Esperto
          Esperto

          SI è vero, ma dato che devi fare leva sulla “chiusura di un occhio” da parte della compagnia, avere come primo intestatario quello che deve portare la classe, rende la cosa più facile.

  11. Mat

    Buongiorno,
    Io e la mia compagna, non conviventi, abbiamo deciso di cointestare la nuova auto. Entrambi siamo residenti nella stessa provincia ed entrambi maggiori di 26 anni.
    Io ho certificato di rischio del 2014 in CU1 (ho venduto la mia auto quell’anno e ho chiuso l’assicurazione), la mia compagna possiede un’altra auto e ha quindi un’altra assicurazione attiva in CU1.
    In che classe dovrebbe ricadere il nuovo veicolo cointestato?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Dovete cercare una assicurazione che vi riconosca il trasferimento del tuo attestato in Cu1. Per altre compagnie, andrete addirittura in Cu 14, a norma di legge.

      • Mat

        Approfitto ancora della tua pazienza esperto…
        L’assicurazione che decide di accettare il trasferimento del mio attestato in Cu1, comunque non fa qualcosa di fuori regola giusto? Mi auguro non ci siano rischi di incorrere nelle problematiche esposte nel tuo interessante artiicolo dal momento che l’assicurazione accetta il trasferimento.

        • Esperto
          Esperto

          Purtroppo ti confermo i possibili rischi dell’articolo, che si riferisce appunto ad un trasferimento con il consenso dell’assicurazione.

      • Mat

        Se invece la intesto solo a me mantengo la CU1?

        • Esperto
          Esperto

          SI, subito e direttamente.

  12. Massimo

    Salve, vorrei chiedere, siccome mio padre è venuto a mancare pochi mesi fa, avendo l’auto di famiglia intestata a lui, sono andato all’aci per fare l’accettazione di eredità, ma ho scoperto che se Lam intesto solo a mamma pago circa 300 euro, invece se la cointesto con me pago solo 100, (io ho 19 anni) la mia domanda è, se la cointesto c’è la possibilità che trovi un assicurazione che sia a mio favore? Grazie in anticipo (l’assicurazione scade tra un po di giorni)

    • Esperto
      Esperto

      Ti informo che non puoi scegliere tu a chi intestare l’auto: questa va obbligatoriamente cointestata tra gli eredi. Leggi il nostro articolo dedicato appunto ad approfondire cosa fare in caso di decesso del proprietario, lo trovi qui sul sito.

      • Massimo

        Sisi ho letto, e l’auto la vogliamo cointestare io con mamma. Però la domanda resta sempre quella. .poi un’altra cosa, una volta fatto il passaggio, si deve andare al Pra entro 60 giorni, ma si deve deve pagare altro?

        • Esperto
          Esperto

          Per l’assicurazione, purtroppo la classe di tuo padre è trasferibile eventualmente solo a tua madre se vigeva la comunione dei beni: nel caso sarebbe necessaria una doppia voltura. Per quanto riguarda le spese, la maggiore è quella dovuta alla IPT, che dipende dalla potenza del veicolo.

  13. Felice Daniela

    Buona sera, io e il mio compagno conviviamo ma abbiamo due residenze diverse, lui possiede un’autocarro e vorrebbe acquistare un autoveicolo, quindi dovrebbe ripartire dalla 14 CU. Se cointestassimo il veicolo in questione sarebbe lui l’intestatario svantaggiato? Io sono sullo stato di famiglia con due assicurati in CU 1 anche se al momento non possiedo un mezzo mio.

    • Esperto
      Esperto

      Non è chiaro. Esiste un’auto intestata a qualcuno nel vostro stato di famiglia?

      • Daniela

        Al mio si sono in due che hanno intestato un mezzo cadauno ma su quello del mio compagno no

        • Esperto
          Esperto

          Ok, è chiaro. Purtroppo non sarà possibile applicare la legge Bersani , neanche cointestando, al massimo potreste sfruttare un trasferimento diretto di una polizza a tuo nome, ma solo vendendo un’auto tua e sfruttando una compagnia di quelle che “chiudono un occhio”, come specificato nell’articolo.

  14. Gianluca

    Salve, volevo capire come funziona una polizza su mezzo a due ruote cointestandolo a me e un mio amico, premetto che io ho 22 anni mai avute assicurazioni intestate a me, mentre il mio amico over 45 con 15 anni di assicurazione alle spalle sul mezzo a due ruote.
    Preventivo assicurativo su uno scooter 300,intestandolo a me andrei a pagare quasi 1000 euro l’anno, mentre il mio amico possiede uno scooter 300 dal 2004 pagando 250 euro di assicurazione annua.
    Vengo al dunque, vorrei acquistare questo scooter cointestandolo in modo che mi si andrebbe a ridurre la polizza assicurativa !
    È qualcosa di fattibile o andrei solo a perdere tempo?
    Grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      Non cambia niente rispetto ad un’auto: valgono tutte le considerazioni che trovi nell’articolo, che non riporto qui per brevità.

  15. Gabriele Minoia

    Buonasera,
    nel 2010 abbiamo comprato una seconda auto in famiglia cointestandola sia a me che mio fratello per usufruire del decreto Bersani, prendendo la CU1 di nostro padre. Anche sul contratto di assicurazione compariva il nome di entrambi.

    Dal 2013 ho notato che sul contratto di assicurazione compare solamente il nome di mio fratello, ed oggi l’assicurazione non mi riconosce la CU1 per l’intestazione di un nuovo veicolo (oggi ne io ne mio fratello siamo più nello stato di famiglia di nostro padre).

    È corretto questo comportamento? Che CU mi dovrei vedere riconosciuta se oggi acquistassi un’auto?

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      La classe dell’auto cointestata è riconoscibile su un’auto mono-intestata ad uno di voi due, ma solo vendendo quella cointestata e avendo una rinuncia alla classe da parte dell’altro.

  16. Mario

    Buonasera, io in pratica ho l’auto cointestata con mio fratello(lui 1 proprietario, io 2),che ha la prima classe, siamo residenti nella stessa casa etc.
    Ho sempre fatto la polizza a nome suo, ma ora vorrei farla a nome mio.
    Le mie domande sono:
    1)Innanzitutto è possibile fare la polizza a nome mio (2 intestatario)?
    2)Dopo un anno aquisisco personalmente la classe di merito di mio fratello e quindi nel caso in cui acquisto una nuova auto tra qualche anno e la intesto solo a me, mantengo la classe di merito?
    Spero di essere stato chiaro
    Grazie anticipato

    • Esperto
      Esperto

      Puoi farlo e la classe appartiene già da adesso a entrambi. Per usarla su un’auto mono-intestata sarà possibile, ma previa rinuncia da parte dell’altro cointestatario.

      • Mario

        Grazie mille.
        Quale potrebbe essere la soluzione migliore secondo lei?

        • Esperto
          Esperto

          Parli di soluzione, ma non hai capito che in realtà non c’è nessun problema! Puoi lasciare stare tutto com’è adesso e avere la classe a tuo nome quando in futuro cambierai auto.

  17. Alfonso

    Salve esperto, sono in procinto di acquistare un veicolo usato, ma risiedo non più con mia madre, anche se nello stesso comune.
    L’assicuratore mi ha proposto di cointestare la vettura per usufruire della prima classe (anche CU) di mia madre, che lei ha su una sua vettura. Non ho ben capito se trattasi o meno di legge Bersani.
    Mia madre aveva anche un’altra vettura, sempre in 1 CU, demolita a gennaio 2016.
    C’è possibilità che cointestando il veicolo possa beneficiare di una classe 1 CU?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Probabilmente si tratta di usare direttamente l’attestato dell’auto demolita, senza legge Bersani. Tutte le considerazioni sul caso sono nell’articolo.

  18. Simone

    espongo il mio quesito.
    auto cointestata fra me e mio padre dal 2012.primo proprietario iscritto sul libretto mio padre.
    Finalmente quest’anno si apre lo spiraglio per un’assicurazione intestata a me.
    mi reco in agenzia,mi viene detto che devo fare il passaggio di proprietà,in quanto per l’assicurazione vale solo il primo proprietario scritto sul libretto.è vera questa cosa?
    come devo comportarmi,devo citare qualche legge?
    da quanto leggo nell’articolo scritto hanno torto,ma come lo dimostro?
    grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      Ti confermo che la classe è già tua in quanto comproprietario. Se fanno storie, a scadenza cambi compagnia e ti fai mettere come contraente.

  19. Ciani NELLO

    Ho un auto cointestata a mia madre prima intestataria e al sottoscritto, l’assicurazione era intestata a mia madre. Mia madre e’ venuta a mancare e all’ora io ho intestato l’assicurazione a nome mio dopo discussioni varie con l’assicuratore il quale diceva che l’assicurazioni vanno fatte al primo intestatario. Sono in regola in caso d’incidente anche se il primo intestatario dell’auto e’ mia madre che e’ deceduta?

    • Esperto
      Esperto

      A mio giudizio si, anche se dovrai comunque regolarizzare la proprietà dell’auto.

  20. Virgilio

    Buonasera Esperto,
    Mio figlio 26enne utilizza una vecchia auto di proprietà di mia suocera, la cui assicurazione, in classe di merito CU1, è anch’essa intestata a mia suocera, scadenza rate Giugno/Dicembre.
    Ha deciso di acquistare un’auto nuova (stessi CF della vecchia) con la formula della rottamazione e furto/incendio compreso nel nuovo acquisto, per cui la vecchia auto sarà consegnata al concessionario contestualmente al ritiro della nuova.
    Pensando di far subentrare quest’ultima sul contratto di assicurazione in essere, è stata appositamente cointestata figlio-suocera, in modo da continuare ad usufruire della classe di merito CU1 di quel contratto e del premio, che è pagato fino a giugno.
    Ho letto un pò della letteratura sull’argomento presente su questo portale, ma non mi è molto chiaro, o meglio, ho capito che non sia possibile fare questa cosa, se cortesemente mi può chiarire, e nel caso anche consigliare cosa è meglio fare in questa situazione.
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Francamente non so cosa direi più di quanto dettagliato nell’articolo: in breve, la pratica non è regolare, ma alcune compagnie acconsentono al trasferimento in questo modo. Rischi? Sono spiegati nell’articolo.

  21. paolo

    Buonasera,

    Auto che a breve verrà cointestata a tre eredi: vedova e figlio conviventi, figlia non convivente (quest’ultima con attestato di rischio per polizza recente). Assicurazione attualmente in scadenza intestata al defunto: la compagnia attuale intende aumentare il premio adeguandolo alla classe (la peggiore) del figlio convivente, anzichè alla vedova o alla figlia (entrambe in classe 1). E’ corretto o sarebbe meglio rivolgersi ad altre compagnie? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      E’ corretto, anche se alcune compagnie potrebbero in effetti riconoscervi condizioni anche migliori, forzando quella che è la regolamentazione.

  22. giampiero

    sono proprietario di un auto devo cointestarla a mia moglie residente in altro comune l’assicurazione che ho attualmente va sempre bene o devo farne una nuova con cambio di classe meno favorevole

    • Esperto
      Esperto

      E’ tutto spiegato nell’articolo: devi ripartire con una nuova polizza in classe CU 14, a meno di “aperture” da parte della tua compagnia.

  23. Riccardo

    salve
    io e mio padre siamo cointestatari di un mezzo
    io primo proprietario lui secondo
    io risiedo a Roma e lui a Nuoro
    ho sempre usufruito intestando l’assicurazione e me, del suo profilo di rischio
    da quest’anno dice l’assicuratore non è più possibile in quanto chi si intesta l’assicurazione deve essere il contraente del rischio e per forza deve farlo il primo proprietario
    quindi prenderò’ il mio profilo di rischio e dovrò’ pagare circa il doppio…si può fare qualcosa?

    • Esperto
      Esperto

      L’assicurazione sbaglia, è tutto spiegato nell’articolo: la classe del veicolo cointestato è quella e funziona come se fosse di un’ipotetica terza persona formata dai due cointestatari. Chi sia il contraente ed il primo o secondo cointestatario, non ha rilevanza. Suggerisco di cambiare compagnia, se non cambiano atteggiamento loro.

  24. piera

    macchina cointestata a me e mia figlia di 28 anni. io residente in liguria lei in piemonte. vendiamo la macchina lei può intestarsela da sola e mantenere la mia classe di merito? poi lei paga in base ai suoi 28 anni e la residenza in piemonte … non in liguria?
    grazie

    • Esperto
      Esperto

      SI, vendendo l’auto la polizza può esse spostata su un’auto mono-intestata ad uno dei cointestatari, quindi ok a tua figlia, e ovviamente seguirà i parametri di età e residenza di lei.

  25. benedetta

    ciao abbiamo acquistato una yaris nuova a ottobre 2016 e l’ abbiamo cointestato a mia madre e mia sorella che hanno una residenza diversa l’assicurazione è stata intestata a mia sorella perché ha venduto la macchina e la polizza non era ancora scaduta e quindi l abbiamo trasferita nella yaris adesso che la polizza è scaduta volevamo intestare la polizza a mia madre che ha una classe di merito la 1 mi hanno detto che se la macchina parte con una classe di merito non puo essere cambiata è giusto?

    • Esperto
      Esperto

      Ci sono alcune eccezioni, ma direi che nel vostro caso è corretto.

  26. Elisa

    Buonasera,
    Vorrei avere gentilmente informazioni circa la legge Bersani. In caso di cointestazione di una macchina, in questo caso io con mia madre, posso beneficiare della classe di merito di mia madre finché sono nel nucleo familiare. Se poi sposto la residenza la legge Bersani decade? Se non decade per me mia madre deve rinunciare alla sua classe di merito?
    In alternativa il comodato d’uso gratuito come funziona? Quali vincoli sussistono?

    In attesa di una risposta,
    Porgo cordiali saluti.

    Elisa

    • Esperto
      Esperto

      Se sei convivente la legge bersani è applicabile e la classe si mantiene anche dopo il tuo trasferimento, basta non cambiare residenza troppo presto (io suggerisco cautelativamente minimo 10 mesi). Nota che non è affatto obbligatorio cointestare per applicare la legge Bersani.

  27. Luca

    Io e la mia compagna, non conviventi, abbiamo deciso di cointestare la nuova macchina, vendiamo la sua che è assicurata in CU 1 ed io ho un attestato di rischio di alcuni mesi in classe 1 della stessa provincia, l’assicurazione dice che dobbiamo entrare in 14 classe, ma non dovrebbe valere la classe meno vantaggiosa tra i due contraenti?

    • Esperto
      Esperto

      No, non è detto, questa compagnia ha applicato la norma nella maniera più rigida, ovvero identificando l’auto cointestata come di proprietà di un ipotetico terzo proprietario, senza una propria storia di rischio.

  28. enza

    Buongiorno,
    ho acquistato una nuova auto passando da auto intestata solo a mio padre, ad auto cointestata a me e mio padre, stesso stato di famiglia. Nel momento di stipulare l’assicurazione (con compagnia diversa) è stata usata la classe di merito della vecchia auto, pur essendo la nuova vettura cointestata. Sulla nuova polizza risulta mio padre contraente e proprietario al 50%.
    Leggendo l’articolo mi pare che questa pratica non sia possibile, o ci sono delle deroghe essendo padre e figlia?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Non esiste quella deroga, ma se leggi bene l’articolo scopri che è pratica abbastanza diffusa.

      • enza

        Cosa potrebbe comportare questo in un eventuale sinistro? E in un futuro per intestare la polizza direttamente a me?

        • Esperto
          Esperto

          I rischi ci sono e sono ben spiegati nell’articolo.

  29. Marco

    Buonasera,
    Espongo il mio caso. Sono comproprietario di un’auto con mia madre. Nell polizza risulto essere contraente insieme a mia madre. Ho appena acquistato una nuova auto con mia moglie e, senza informarci sulla futura assicurazione, abbiamo cointestato la vettura. L’assicuratore mi dice che non è possibile traferire la classe prima in quanto la nuova vettura è stata cointestata e che per riuscire ad avere la prima classe dovrei intestare solo a me la nuova auto. Ma se risulto essere uno dei contraenti della polizza, e di conseguenza possiedo una mia CU, non posso traferire la classe a mia moglie tramite la legge Bersani?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Confermo che non è possibile, sono due cointestazioni diverse, forse si potrebbe chiudere un occhio se tutti fosse nello stesso stato di famiglia.

  30. Chiara

    Buonasera. La mia situazione è questa: nel 2011auto regalata dai miei genitori, abbiamo chiesto di usufruire del decreto bersani. La macchina è intestata a mia mamma e cointestata a me, l’assicurazione è stipulata a mio nome con la categoria di mia mamma 01. Dalla nuova compagnia assicurativa, con cui stipuleró la polizza domani, mi hanno detto che io non ho la categoria 01 perché l’auto è intestata a mia mamma. O cambio auto finché sono nel suo stato di famiglia, la intesto a mio nome e così mantengo la sua categoria anche se dovessi poi cambiare stato di famiglia. Altrimenti se cambio auto quando non sarò più nel suo stato di famiglia dovrò ricominciare dalla classe 14. Non torna qualcosa, è vero quanto sostengono?

    • Esperto
      Esperto

      Essendo cointestata, la classe attuale è di entrambi.

  31. Silvia

    Gent.mo, sono cointestataria di un’auto con mia madre, ora dovrei comprare un’altra auto e vorrei intestarmela (non abbiamo sfruttato la Bersani perché l’auto è stata acquistata nel 2003). Ho cambiato residenza e nn sono più nello stato di famiglia dei miei. Posso utilizzare la Bersani e la classe di merito dell’assicurazione dell’auto a me cointestata anche per la nuova auto senza vendere la precedente? Dato che per acquistare la nuova auto rottamerò quella intestata a mia sorella l’assicuratore ci suggerisce di cointestare la nuova auto con mia sorella per sfruttare la classe di merito assicurativa della sua auto, che rottameremo. Cosa ne pensa?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Le tue due domande hanno ampissima risposta nell’articolo: dato che è articolata, non posso che rimandarti ad esso.

  32. romano

    buongiorno, espongo la mia situazione: sono proprietario di un’auto che in realtà usa mio padre ed ho usufruito della l. bersani quando risiedevo con lui. mi trovo ora a dover cambiare l’auto che uso io e che a suo tempo era stata intestata a mio padre. Parlando con l’assicurazione( la stessa per le due auto) mi ha detto che non posso trasferire la polizza dell’auto che guido su una macchina nuova/usata che andrò ad acquisire a meno di cointestare la stessa con mio padre. E’ possibile?

    • Esperto
      Esperto

      Questa procedura, con i suoi vantaggi e rischi, è tutta spiegata nell’articolo.

  33. Luigi

    Salve, la mia situazione è la seguente.
    Dovrei acquistare un auto nuova e cointestarla con la mia fidanzata che non abita sotto lo stesso tetto mio.
    Io non ho altre auto intestate, ma nel mio nucleo familiare c’è mio padre che ha la CU 1 su ben 3 autovetture.
    Ho fatto il preventivo con due assicurazioni, una online(ho parlato con l’operatore) e una fisicamente col consulente.
    L’assicurazione online mi ha fatto un preventivo come se l auto fosse intestata solo a me, usufruendo della bersani su mio padre, dicendo, che se la cointesto o meno il prezzo è sempre quello, e che nel loro preventivo è stato annotato la cointestazione…infatti ho fatto il preventivo telefonicamente in quanto non era possibile farlo online con la cointestazione.
    L’altra assicurazione invece mi diceva che non potevo usufruire della bersani avendo l’auto cointestata con una persona che non rientra nel mio nucleo familiare, pertanto mi collocava alla 14esima classe.
    Secondo lei devo fidarmi?
    Grazie mille per l’attenzione

    • Esperto
      Esperto

      A mio giudizio ha ragione la seconda compagnia. Ma, come espresso nell’articolo, assumendosi alcuni rischi si potrebbe anche procedere con la via più conveniente.

  34. Mau

    gentili,

    ho sempre usato un’auto di cui sono comprorpietario con mia madre, dal 2001. La RCA è sempre stata intestata a lei, la guido io e non ho mai avuto incidenti

    sono nucleo autonomo con la mia compagna, risiediamo in altra regione proprio rispetto a mia madre.

    posso passare alla sua classe di merito intestanodmi io una rca su quest auto o su un’altra?
    nello specifico, mi hanno detto che diventando unico proprietario dell’auto è possibile…è così?

    ultima cosa: conviene andare avanti così oppure c’è il “punto x” , una soglia oltre cui conviene iniziare la propria salatissima carriera assicurativa, immaginando che a 80 anni di mia madre magari l’assicurazione ricomincia a salire?

    • Esperto
      Esperto

      Basta leggere l’articolo: la diminuzione di intestatari è sempre ammessa, pertanto puoi tranquillamente attendere il momento del cambio dell’auto: vendendo quella cointestata e acquistandone una intestata solo a te, potrai tranquillamente trasferire la polizza attuale e avere la classe a tuo nome.

      • Mau

        Grazie! Ma posso anche cambiare intestazione dell’attuale polizza per l’attuale auto cointestata?

        • Esperto
          Esperto

          SI ma non cambia ai fini dell’attribuzione dello stato di rischio, è solo una notazione fiscale. Diciamo che il contraente in genere è colui che paga la polizza.

  35. Ciro

    Buongiorno, sto acquistando un’auto usata e vorrei cointestarla a me e alla mia compagna che è più giovane di me e ovviamente l’assicurazione prenderà in considerazione la sua anzianità di patente, vorrei sapere se conviene mettere lei o me come primo intestatario e se questa sequenza possa pregiudicare qualcosa.
    Grazie mille

    • Esperto
      Esperto

      E’ indifferente, come puoi leggere nell’articolo vengono presi i parametri peggiori di entrambi.

  36. Giuseppe Di Martino

    Salve io e mio padre abbiamo un auto cointestata adesso io ho cambiato la residenza e non sono più nello stato di famiglia, ora devo rinnovare la polizza in agenzia mi hanno detto che per fare la nuava assicurazione nel comune di residenza devo essere io l unico proprietario della macchina e mio padre dovrebbe rinunciare alla classe di merito con una sorta di dichiarazione da presentare una ad agenzia automobilistica,l agenzia ha detto che non è possibile ma è necessario il passaggio di proprietà,volevo sapere se è possibile fare una nuova polizza avendo ancora la macchina cointestata ma nel mio nuovo comune di residenza o è necessario il passaggio di proprietà ?

    • Esperto
      Esperto

      Ma figuriamoci se una assicurazione ti può obbligare ad una voltura! Quello che devi fare è certamente un aggiornamento dei dati a libretto a seguito della nuova residenza, poi l’assicurazione si regolerà con un eventuale adeguamento del premio.

  37. alessandro

    vorrei chiedere informazioni riguardo alla classe di merito .Io attualmente ho un auto intestato a mio carico sto alla prima classe. Devo acquistare una nuova auto cointestata come devo fare per portare la mia classe alla mia nuova auto cointestata poiche’ la mia assicurazione mi dice che dovrei partire dalla 14 classe

  38. Michele Monteruli

    Vorrei gentilmente proporvi questo quesito: in casa vive con me e mia moglie (sullo stesso stato di famiglia) mia cognata, una ragazza con sindrome di DOWN, mia moglie è la sua tutrice, anche perchè la ragazza è interdetta. Acquistando un’auto con l’agevolazione della legge 104 a chi deve essere intestata, alla diversamente abile o a mia moglie sua tutrice? Visto che c’è anche un giudice tutelare bisogna chiedere a lui l’autorizzazione per l’acquisto? La ragazza non è fiscalmente a carico a nessuno perchè supera i 2840,00 euro di reddito. Grazie per l’interessamento.

    • Esperto
      Esperto

      Si, occorre il parere del giudice tutelare. L’intestazione a mio giudizio deve essere fatta anche in questo caso a nome del disabile per motivi fiscali.

  39. Nico

    Salve, espongo il mio problema..sto per acquistare un’auto nuova da una concessionaria presente a Milano e premetto che sono residente in provincia di Bari.
    La concessionaria mi ha proposto di cointestare l’auto con mio zio residente a milano per avere un risparmio sul furto e incendio da loro proposto.
    Allo stesso tempo vorrei usufruire della bersani e prendere la classe di merito di mia mamma con la quale risiedo, ma alcune assicurazioni mi dicono che non è possibile usufruire della bersani se cointesto il veicolo con mio zio. È possibile o no? Siete così cortesi da darmi delucidazioni? Ringrazio in anticipo.

    • Esperto
      Esperto

      COnfermo che non è possibile, e dubito anche della fattibilità della convenienza sulla polizza furto a seguito della cointestazione.

  40. gianvito

    Salve, sono andato in una agenzia del mio paese e mi hanno chiesto 1.200 € per la mia prima polizza su una moto 600 cc (tra l’altro la più conveniente che ho trovato)… non potendo usufruire della legge bersani perchè i miei genitori non hanno mai avuto polizze per motocicli, mi hanno detto che se cointestavo la moto ad un amico (ovviamente fidato) potevo usufruire della sua classe di merito e di conseguenza trovavo una notevole differenza sul prezzo. Potete confermarmi che è proprio così? Non vorrei spendere ulteriori soldi per la cointestazione e poi magari sentirmi dire che non si può fare. Spero in un vostro chiarimento grazie.

    • Esperto
      Esperto

      L’articolo spiega proprio questo casoo, ma nel tuo caso in più c’è un ostacolo aggiuntivo: non credo che troverai amici con una polizza “disponibile” proveniente da una moto venduta da poco, e del resto non è pensabile applicare la legge Bersani in questo caso. Ergo, dubito che sia una strada percorribile.

  41. cri

    buonasera,sto acquistando un veicolo,solo che non so a chi intestarlo….spiego,io ho dei problemi con equitalia,e ho paura che una volta intestato il mezzo mi venga “bloccato”.cointestandolo,con un altra persona,il prezzo del preventivo assicurativo iniziale rimane lo stesso che mi hanno fatto a me (solo)?oppure mi verrebbe un prezzo maggiorato?

    • Esperto
      Esperto

      Il prezzo si adegua ai profili dei vari cointestatari.

  42. Mattia

    Salve, io mi trovo con un’auto cointestata a causa di motivi di ereditarietà, ovvero questa auto ora si trova intestataper maggioranza a mia madre (50%) ma anche a me e mio fratello (25% a testa). L’assicurazione fa pagare a mia madre una quota maggiore (circa 100 euro in più al mese) per questa comproprietà: è normale?

    • Esperto
      Esperto

      Come puoi leggere dall’articolo, è normale, semmai dobbiamo chiederci da cosa deriva questo aumento, se da una attribuzione di classe peggiore, od alla presenza di un cointestatario con un profilo di rischio maggiore degli altri (es. età giovane).

  43. lucia

    salve ho bisogno di un aiuto, abbiamo la macchina cointesta io e il mio ex compagno,ora vorrei fare il passaggio di proprietà solo a nome mio,è possibile farlo e cosa devo e dove andare, al P.R.A? Vi ringrazio

    • Esperto
      Esperto

      E’ una normale voltura che, se non sei pratica, ti consiglio di fare presso una agenzia di pratiche auto, es. l’ACI. Ovviamente deve firmare anche lui. Ricorda dopo di aggiornare anche l’assicurazione.

  44. francesco

    ho un’auto cointestata cointestata con mio figlio dal 2006 con ass.intestata a lui, adesso ha cambiato residenza ,posso farmela intestare io?

    • Esperto
      Esperto

      Il contraente dell’assicurazione può essere liberamente uno di voi due, a scelta.

  45. aldo

    buon giorno,
    auto (A) intestata a me classe 1,usata da mia figlia non convivente che aveva un’auto(B) diversa (classe 14) poi venduta a me nel 2013. Se cointesto l’auto A a mia figliia succede:
    – manteniamo la classe 1?
    – quando si vende l’auto A e mia figlia ne acquista una (non cointestata) mantiene la classe di A?
    – io in che situazione vengo a trovarmi se a mia volta acquisto altra auto?
    grazie
    Aldo

    • Esperto
      Esperto

      Ti rispondo con una domanda: c’è un motivo particolare per cui volete cointestare quella macchina?

      • aldo

        Per fare in modo, se possibile, che nel momento in cui mia figlia compra un’auto intestata solo a se stessa non debba rientrare nella classe più alta.

        • Esperto
          Esperto

          Ok. In tal caso, fai riferimento alla lunga disamina di questo articolo. Non sarebbe possibile, ma alcune compagnie lo fanno: può quindi essere una opportunità per fare ciò che volete, ma con qualche rischio.

  46. Antonio

    Buonasera Esperto,
    Sono attualmente cointestatario di una auto con mio padre.
    L’auto è attualmente intestata a lui con la sua classe di rischio.
    Ho comprato una nuova auto e vorrei vendere o rottamare l’attuale. Intestando la nuova polizza solo a me, posso utilizzare la stessa classe di rischio del veicolo cointestato?
    Grazie mille

    • Esperto
      Esperto

      Come ben specificato nell’articolo, la riduzione di cointestatari è espressamente autorizzata quindi puoi usare direttamente l’attestato dell’auto cointestata venduta sulla nuova intestata solo a te. Servirà una dichiarazione di tuo padre.

  47. Pietro

    Salve mi chiamo Pietro, ho un’auto cointestata con mia madre grazie al decreto Bersani da 5 anni più o meno con scadenza del contratto ad aprile, allo scadere del contratto potrei passarla a mio nome rimanendo nella classe di merito attuale? E soprattutto dovrò fare il passaggio di proprietà a solo mio nome o va bene la cointestazione? Grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      Se passi a mono-intestata puoi passare la polizza interamente a tuo nome, ma non c’è fretta, puoi fare questo passaggio anche quando cambierai auto.

  48. FZ

    Buonasera Esperto,
    sia io che mio padre abbiamo un’ottima classe di merito (1 e 1a se ricordo bene) ed entrambi possediamo un’auto ciascuno.
    In aggiunta abbiamo comprato una terza vettura, cointestandola.
    Possiamo beneficiare di una delle due classi di merito o partiamo dalla 14?
    Molte grazie

    FZ

    • Esperto
      Esperto

      Se siete conviventi è probabile che molte compagnie vi riconoscano la legge Bersani, altrimenti temo che andrete in classe CU 14.

      • FZ

        Buongiorno,
        La ringrazio per la pronta risposta.
        Tuttavia trovo un pò paradossale e penalizzante che due “buoni” assicurati, messi insieme, debbano partire dalla classe 14!
        Infatti, se io o mio padre comprassimo un’ulteriore auto in via esclusiva, conserveremmo la classe 1/1a, giusto?
        Molte grazie

        fz

        • Esperto
          Esperto

          Il discorso è affrontato proprio in questo articolo. E’ paradossale, ma la legge impone di considerare un’auto cointestata come se fosse intestata ad una ipotetica “terza persona”.

  49. Mauro

    Salve esperto , sono un ragazzo di 23 e non ho mai assicurato un auto . Mia madre è in possesso di un auto , siamo indecisi se tenerla o meno alla scadenza dell’assicurazione ( 16 febbraio ) . La mia domanda è questa : posso usufruire della legge Bersani e acquisire la classe di merito di mia madre cointestandomi l’auto? La compagnia assicuratrice mi ha consigliato di cointestare l’auto con mia madre , facendo spuntare me come secondo , così la polizza assicurativa non aumenterà di prezzo e io sono in grado di acquisire la classe di merito. Cosa succede se alla scadenza dell’assicurazione vendiamo o dismettiamo l’auto ? Quando acqusiterò un auto manterrò la classe di merito di mia madre ? Io attualmente sono residente nello stesso luogo di mia madre e inserito nello stesso stato di famiglia .

    • Esperto
      Esperto

      Ti consiglio di leggere bene questo articolo che spiega vantaggi e rischi di questa pratica.

      • mauro

        Ho compreso i rischi. Un dubbio mi è rimasto , se decidessi di attuare questa procedura e al 16 febbraio decidessi di vendere o rottamare l’auto, mia madre ed io manterremmo la stessa classe di merito , o uno dei due dovrebbe rinunciarvi? Aggiungo che mia madre attualmente è in possesso di due auto in totale, assicurate nella stessa compagnia . Auto A nuova che terrà, auto B vecchia con scadenza assicurazione al 16 febbraio. In sostanza cercavo un modo per acquisire la classe di merito di mia madre adesso, così che quando comprerò un auto sarò già con una buona classe, considerando anche che vi è la probabilità che fra qualche anno cambi residenza. Dunque il mio quesito principale è mi conviene fare questa procedura adesso , assumendomi i rischi ma considerando che intanto negli anni avrò maturato la classe reale , o attendere di comprare un veicolo e usufruire della legge bersani in un secondo momento ? Grazie per la cortese attenzione .

        • Esperto
          Esperto

          la classe dell’auto cointestata è utilizzabile su un’altra auto cointestata oppure su una auto mono-intestata ad uno dei due. Tutte le altre auto personali non subiscono variazioni.
          Sulla convenienza o meno della procedura non mi pronuncio: è evidente che conviene, ma ha un margine di rischio.

  50. DANIELA ABASCIA'

    Buongiorno, sono cointestataria di un’auto con mia mamma e mia sorella che vivono a Bari mentre io a Reggio Emilia. L’auto è stata sempre guidata da mia mamma nonchè contraente dell’assicurazione. Oggi tale auto l’ho presa io e la guido a Reggio Emilia pertanto la mia domanda è: dovendo fare un’assicurazione in cui sono io il contraente nel preventivo devono essere inseriti NECESSARIAMENTE anche mia mamma e mia sorella come cointestatari dell’auto? in un preventivo già effettuato una compagnia non le ha inserite un’altra si! i prezzi erano completamente diversi nonostante la classe di rischio fosse uguale/ qual’è la procedura giusta? e in caso di mancato inserimento delle cointestatarie quali sarebbero le conseguenze?Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Per non avere la penalizzazione dovuta alle cointestatarie che abitano a Bari, devi intestare l’auto solo a tuo nome (una normale voltura).

      • Daniela Abascia

        Grazie ma a me hanno detto che per poter intestare l’auto solo a me devo fare il passaggio di proprietà, è ciò che lei intende per voltura. Se è cosa diversa dove posso trovare informazioni inerenti a tale operazione?Grazie

        • Esperto
          Esperto

          SI sono la stessa cosa!

  51. Ylli

    Salve, possiedo una macchina cointestata con mia moglie dal 2008 , l’assicurazione è sempre stata a suo nome, adesso dovrei acquistare un’altra auto usata a mio nome, volevo sapere sè potrei godere della sua classe di merito ,o sè potrei usufruire della bersani . L’auto cointestata non viene venduta o rottamata per il momento la teniamo. In futuro se venisse venduta o rottamata sempre l’auto cointestata cosa cambierebbe? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Se siete conviventi, alcune assicurazioni potrebbero riconoscere la legge bersani, altre soluzioni non mi pare ci siano.

      • Ylli

        Oggi ho parlato con il call center dell’ assicurazione della macchina cointestata, mi hanno detto che come cointestatario non serve la Bersanii e mi spetta la stessa CU per la macchina che intestero a me stesso, e inoltre mi hanno detto che se la macchina cointestata nell’ futuro la vendiamo nessuno è costretto a rinunciare alla CU maturata. E tutto vero o vero a norma di legge? O mi conviene intestare alla mia moglie l’auto nuova? Grazie mille

        • Esperto
          Esperto

          Ti hanno detto cose sbagliate, oppure non ti sei spiegato bene. Se l’auto si va ad aggiungere al parco auto familiare, è infatti obbligatorio usare la legge Bersani oppure andare in classe CU 14.

  52. Mariano Aglieri Rinella

    Salve, ho appena acquistato un’auto nuova, rottamando la precedente che era a nome di mio padre. Adesso vorrei cointestare la nuova a nome mio e di mio padre. Alcune agenzie mi hanno detto che è possibile, altre no. Purtroppo inserendo furto, incendio etc.. i preventivi sono molto esosi, in quanto essendo la prima polizza partirei dalla 14esima classe. Un’agenzia mi ha detto che posso usufruire della classe di merito di mio padre tramite legge Bersani, pur non vivendo nello stesso nucleo familiare cointestando l’auto e questo varrebbe anche per il prossimo anno e a seguire. E’ possibile tutto ciò? Vado incontro a problematiche legali? Il risparmio è notevole cointestandola.

    Grazie

    Cordiali saluti.

    • Esperto
      Esperto

      L’articolo dettaglia proprio questo caso e non ho niente da aggiungere: leggilo tutto e con attenzione. Però la legge Bersani no: quella è davvero fuori luogo nel tuo caso! Se vai per la cointestazione, cerca una compagnia che ti riconosce direttamente la polizza dell’auto venduta!

  53. Pierluigi

    Buonasera,
    Vorrei un vostro parere su un mio problema:
    Ho acquistato un auto cointestata con mia sorella(prima macchina sia per me che per lei) ma abbiamo una diversa residenza (diversa regione). Possiamo usufruire della cu1 di mio padre (stesso stato di famiglia con mia sorella)? Oppure posso usufruire della classe cu1 della mia compagna (stessa residenza con me).
    In caso affermativo in caso di sinistro grave questo potrebbe essere un cavillo su cui si posso aggrappare le compagnie di assicurazione?
    Grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      Temo che non potrete usufruire della legge Bersani, a meno di clamorose eccezioni da parte della compagnia, che talvolta vengono fatte.

  54. tommaso

    1a domanda:
    Buongiorno, mio padre è intestatario (proprietario e contraente di una RCA) di un’auto che in realtà guido esclusivamente io. Vorrei sapere se c’è un modo per poter prendere la classe di merito di mio padre non acquistando un’ulteriore auto, ma sfruttando questa che guido.

    2a domanda:
    Ho meno di 26 anni e abito in Nord Italia, ma ho residenza in Campania presso il nucleo familiare di mio padre. Attualmente continuano a chiedermi una RCA salatissima nel caso in cui dovessi stipulare una nuova assicurazione (sfruttando la Bersani) su un’auto acquistata ed ho esigenza di portare al Nord la mia residenza.
    Volevo chiedere se:
    – conviene uscire dal nucleo familiare e, al compimento dei 26/27 anni acquistare un’auto nuova e partire dall’ultima classe o magari cointestarla con mio padre in Campania;
    – acquistare un’ auto ora, che ho meno di 26 anni, e utilizzare la Bersani per poi portare la residenza al Nord.

    • Esperto
      Esperto

      1- Legge Bersani oppure sfruttare la strada della cointestazione, con tutti i problemi descritti in questo articolo.
      2- La seconda strada è certamente la migliore per svincolarsi dalla penalizzazione della residenza in Campania.

  55. elena

    Buongiorno, ho scoperto di trovarmi in una delle situazioni descritte dall’articolo. Nel 2010 l’assicuratore mi consigliò di cointestare il veicolo appena comprato con mia madre (NON convivente) per avere la sua classe di rischio universale. Oggi vorrei cambiare assicurazione perché più conveniente e il form online mi propone l’attuale classe senza problemi. Posso stare tranquilla di averla “fatta franca” (inconsapevolmente) o no? In caso contrario come potrei sanare il problema???

    • Esperto
      Esperto

      SI, non ci sono dubbi, la classe è ormai consolidata a nome di entrambi.

  56. Marco

    Ho una domanda da porvi

    Acquistato macchina nel 02/2012 con le seguenti modalità:
    Macchia di proprietà ( mio papà )
    Assicurazione ( mio papà ).

    Il figlio (io) non più nello stato di famiglia è l’utilizzatore.

    Voglio recuperare la mia classe assicurativa che è ferma al 2012 ( perché prima o poi mi arriva il conto )
    Come posso fare?

    • Esperto
      Esperto

      La cosa più logica sarebbe intestare a tuo nome la’auto attuale e riattivare la tua polizza. Ricorda che dura 5 anni quindi siamo prossimi alla sua decadenza.

  57. andrea

    Buongiorno, ho acquistato una macchina in cui io sono il primo intestatario e mio padre il secondo. Preciso che abbiamo residenze diverse e che mio padre ha la prima classe.
    Cosa potrei fare per prendere anche io la prima classe l’anno prossimo?
    Se metto mio padre come contraente/proprietario ed io come proprietario, l’anno prossimo avremo entrambi la prima classe? Grazie a chi risponde.

    • Esperto
      Esperto

      La domanda non è chiara. Comunque, la classe attuale è di entrambi in quanto comproprietari ed utilizzabile, in futuro, su una auto mono-intestata ad uno dei due.

      • andrea

        in pratica io non ho classe di merito e mio padre ha la prima classe su un’auto che stiamo vendendo….come posso fare per avere la prima classe?(preciso di non essere residente con lui) grazie

        • Esperto
          Esperto

          Quindi l’auto cointestata deve ancora essere assicurata? Se così, ti rimando alla lunga dissertazione di questo articolo.

  58. Luisa

    Salve, ho un po di confusione per quanto riguarda le classi e le assicurazioni.Mi Spiego ho 28 anni e vivo da solo e ho appena acquistato una fiat 600 usata e la volevo intestare a nome mio, andando in diverse assicurazioni mi hanno detto che essendo una prima intestazione partivo dalla 14 classe in quanto non potevo usufruire dellla legge bersani avendo una residenza diversa da quella di mio padre e che l’assicurazione era alta.
    per tanto mi hanno consigliato la cointestazione, ma questo vuole dire che io la intesto a nome mio e a nome di mio padre e che posso usufruire dalla 1 classe di merito di mio padre??
    Ma poi l’assicurazione la posso fare a nome mio???
    infine per una nuova auto la posso intestare a nome mio in quanto poi avro ricevuto la classe di mio padre e quindi iniziero anche io dalla 1 classe????

    • Esperto
      Esperto

      Se leggi l’articolo trovi tutte le risposte.

  59. Monica

    Buon giorno,
    tra circa un mese arriverà l’auto nuova.
    L’auto in questione sarà cointestata a me ed il mio compagno. Non siiamo conviventi, ma entrambi siamo in classe cu1 . Con l’arrivo dell’ auto chiuderemo le nostre attualii assicurazioni. Sia la mia attuale compagnia che la sua dicono che dovremmo fare una nuova polizza in cu 14. Ora leggendo l’articolo dovremmo prendere la classe più penalizzante ( che in questo caso è per entrabi la 1). Come è possibile che ci facciano questa proposta?

    • Esperto
      Esperto

      Vi sono varie interpretazioni della classe da attribuire in un caso come questo. Quella della classe “più penalizzante” è la nostra, ma ve ne sono anche di più permissive (vale la classe migliore) e di più restrittive, come quella che avete incontrato voi. Soluzione? Provate con altra compagnia!

  60. Marco

    Salve. Ho un’auto, acquistata nel 2012 e assicurata solo a nome mio. Nel 2015 io e la mia fidanzata (convivente quindi stessa residenza) abbiamo comprato insieme una seconda auto, cointestata. Nel primo anno la polizza era solo a nome mio. È possibile essere entrambi titolari della polizza assicurativa? E nel caso, avremo un aumento del pagamento?

    • Esperto
      Esperto

      La cointestazione della polizza è cosa rara, dato che in genere le compagnie accettano 1 solo firmatario, in ogni caso, la classe è già di entrambi in quanto comproprietari, indipendentemente da chi sia a intestarsi la polizza.

Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)