Differenza tra Proprietario, Contraente e Conducente – Assicurazione auto - Pag.5

Assicurazione: contraente o proprietario
Contraente della polizza RC oppure proprietario dell'auto? La differenza è tanta...

Assicurazione: differenza tra proprietario del veicolo, contraente dell’assicurazione e utilizzatore (abituale). Cosa comporta per la copertura assicurativa, l’attestato di rischio e la responsabilità in caso di sinistro. Le novità del 3 novembre 2014.

Questo articolo ha avuto molti commenti con risposte del nostro esperto, per praticita' li abbiamo divisi in piu' pagine. Questa e' una delle pagine dei commenti, cerca qui sotto se trovi la risposta alla tua domanda! L'articolo originale lo trovi qui: Differenza tra Proprietario, Contraente e Conducente – Assicurazione auto.


861 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. Avatar
    giorgio

    vorrei comprare una nuova auto ,usando per rottamare l’auto della mia compagna, intestando a me e alla mia compagna l’ auto,la mia compagna non è componente del mio nucleo familiare,posso usare la mia polizza per assicurare l’auto ….

    • Esperto
      Esperto

      Purtroppo no, ma ti consiglio di leggere il nostro articolo su “Assicurazione per auto cointestata” per maggiori dettagli.

  2. Avatar
    cinzia

    Buongiorno, mi chiamo Cinzia e scrivo da Roma.

    Sono proprietaria della mia autovettura e la polizza auto è intestata a me.

    Adesso sto vendendo la mia autovettura ad un privato.
    Devo fare il passaggio di proprietà.

    L’acquirente mi ha chiesto di potergli lasciare l’assicurazione (a me intestata) per il trasporto fino a casa sua , ovvero 35km

    a cosa vado incontro qualora decidessi di fargli trasportare l’autovettura fino a casa sua?

    Grazie per l’attenzione

    Saluti

    Cinzia

    • Esperto
      Esperto

      Se il trasporto avviene dopo la voltura, la tua polizza non ha più alcuna validità.

  3. Avatar
    Raffaele

    Salve, io sono un neopatentato e da poco ho superato l’anno quindi posso guidare auto con kw maggiori. Mio padre ha un auto assicurata con la clausola per conducenti superiori a 26 anni e siccome vorrei guidarla anche io volevo sapere quali sono i rischi e fino a che punto sono coperto dall’assicurazione. Nel caso non sono coperto è possibile cambiare l’assicurazione in corso invece di aspettare 7 mesi per la scadenza e cosa comporta? in attesa della vostra risposta, Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Devi verificare sul contratto, in genere viene introdotta una alta franchigia. Per l’eventuale adeguamento in corso di validità, prova a contattare la compagnia.

  4. Avatar
    ALBINO

    Mia moglie è proprietaria di un auto che dovrebbe vendere/intestare ad una terza persona, ma l’auto sarebbe sempre utilizzata sia da mia moglie che da me.
    Dovrei fare un contratto di comodato in quanto la terza persona non è un parente e trascrivere il nome di mia moglie ed il mio sul libretto come conducenti abituali?
    Posso mantenere l’attuale rca e bollo a nome di mia moglie o devo fare voltura?
    E’ possibile fare la stessa operazione anche se la nuova acquirente non ha più la patente?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      L’assicurazione seguirà il profilo del nuovo proprietario, la vostra classe non sarà utilizzabile, ed il bollo sarà in carico anch’esso al nuovo proprietario, anche se ovviamente potete andare all’ACI e pagarlo voi per suo conto.

  5. Avatar
    Andrea

    Buongiorno io ho un auto avuta da una eredità e dovrei assicurare ma non ho la patente potrei farla guidare ad un seconda persona e poi l’assicurazione serve pure per poterla far stare sotto casa se no corro il rischio che me la portino via chiedo cortesemente se mi potete dare una risposta

    • Esperto
      Esperto

      Puoi assicurare l’auto a qualsiasi nome, tuo o di un terzo, non fa differenza, la classe seguirà comunque il profilo di rischio del proprietario. Il non avere patente non ha influenza.

  6. Avatar
    Aldo

    Ho il libretto è la patente con la stessa residenza, mentre sulla polizza sempre intestata a me con residenza diversa, ci sono problemi se vengo fermato dalle forze dell’ordine?

    • Esperto
      Esperto

      SI certo e non solo, se le residenze non coincidono, la copertura assicurativa cessa di essere valida e non sei coperto in caso di sinistro. Fai la variazione all’assicurazione subitissimo!

  7. Avatar
    michele

    buon giorno vorrei proporle il mio caso, ho una macchina intestata a me con polizza assicurativa a mia carico mai fatto incidenti quindi classe di merito bassissima , a mia moglie che aveva una sua macchina venduta nel 2011 con relativa polizza assicurativa,anche lei con classe di merito bassissima , gli scadono i 5 anni per poter conservare la classe di merito, come deve fare x non fare decadere la classe di merito? devo intestargli la mia auto? donarla? o sospendere la mia ed assicurarla con la sua? attendo ulteriori consigli
    grazie michele

    • Esperto
      Esperto

      La sua classe può essere riattivata solo su un’auto intestata a lei, quindo o un nuovo acquisto, oppure una voltura della tua (ma il problema, tra 5 anni, diventa tuo!).

  8. Avatar
    Shibanova Nina

    Buona sera!
    Mi potrebbe gentilmente rispondere a questa situazione. Ho lasciato usare la mia macchina a figlio di mio ex marito. Lui ha fatto incidente. Il verbale è stato pagato. Dopo un certo periodo mi arriva l’atto da Gruppoequitalia(Agenzia della riscossione) . La chiamo e mi dicono che devo pagare o io o chi l’ha fatto l’incidente. La somma è di 1000 euro. La mia domanda è: Ma non dovrebbe pagare l’assicurazione in questo caso? Perchè mi è arrivato questo atto visto che l’assicurazione dopo questo incidente è aumentata…
    Grazie mille

    • Esperto
      Esperto

      Non è possibile dare una risposta, bisogna capire cosa ti chiedono e perché… comunque se viene da Equitalia potrebbe essere un danno a beni pubblici (cartelli, panchine, ecc.). Oppure una cosa non a riguardo del sinistro, ma un tributo dato che da Equitalia arrivano solo richiesta da parte di Enti Pubblici.

  9. Avatar
    Mary

    Buongiorno,
    ho un quesito da porle.
    Dopo un passaggio di proprietà, da ex marito a ex moglie, è stata fatta l’assicurazione con un mese di ritardo, nel frattempo l’auto è stata coinvolta in un piccolo scontro all’uscita di un parcheggio.
    La vecchia assicurazione (ancora in vigore a tale data), dice di non rispondere in quanto il titolare dell’auto non era più l’assicurato.
    L’assicurazione nuova (fatta successivamente la data dello scontro) dice che l’assicurazione precedente era a tutti gli effetti in corso di validità ed è tenuta a rispondere.
    Può confermare la seconda versione? C’è qualche riferimanto di legge?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Purtroppo ti devo confermare la prima versione: la copertura assicurativa in quel mese non c’era. Questo, a meno che non abbiate formalmente informato la vecchia compagnia del cambio di proprietà, ovvero richiesto la cessione al nuovo proprietario del contratto assicurativo in essere.

  10. Avatar
    Salvatore

    Buongiorno, ho assicurato un’autovettura utilizzando il foglio di via rilasciato da un’agenzia disbrigo pratiche, nelle more che si concretizzasse il passaggio di proprietà ho causato un incidente stradale , dato che il passaggio di proprietà non è stato più eseguito , posso subire una rivalsa da parte della mia assicurazione che andrà a pagare il sinistro?

    • Esperto
      Esperto

      E’ una situazione decisamente anomala in quanto con il foglio provvisorio il passaggio dovrebbe già essere effettuato, anche perché altrimenti la copertura non poteva essere rilasciata. Per qualche motivo non è andato a buon fine il passaggio?

  11. Avatar
    Leandro

    Buongiorno, sono proprietario di una macchina che ha l’assicurazione fino ad agosto, ma la contraente della polizza è la mia ex compagna (solo concubina ma non sposati) che si ha portato via il certificato di assicurazione e il contrassegno.
    La mie domande sono:
    1- Posso esigere alla compagnia di inviarmi un altro certificato di assicurazione dato che sono il proprietario?
    2- Posso chiedere alla compagnia di cambiare il contraente inserendomi io come tale dato che sono il proprietario?
    3- E una compagnia che lavora solo tramite mail e non rispondo “spesso”, a chi mi dovrei rivolgere nel caso un cui non diano ragione alle mie richieste?

    Grazie Mille

    • Esperto
      Esperto

      Non credo sarà fattibile avere un duplicato ne’ variare il contraente senza l’accordo di lei. Provaci comunque. Ma secondo me puoi avviare così: intanto verifica sul Porta dell’automobilista la regolarità della copertura assicurativa della tua auto e tienila d’occhio fino alla data di scadenza. Se è coperta, come penso, in quanto per lei non sarebbe possibile disdire la polizza, in verità tu sei a posto in quanto non vi è obbligo di esporre il tagliando. Certo, bisognerebbe avere con se’ il certificato, ma la copertura sarebbe comunque attiva. Alla scadenza, dovresti poi stipulare un nuovo contratto a tuo nome, per il quale sarà possibile proseguire nella classe attuale in quanto di proprietà del proprietario del veicolo.

  12. Avatar
    Valerio

    Buongiorno ho una domanda: ho acquistato uno scooter a novembre l’ ho assicurato e ho fatto nel frattempo tramite agenzia le pratiche per il trapasso, ho avuto un incidente dove ho piena ragione il primo di gennaio mentre il libretto mi è stato dato effettivamente il 19 dello stesso mese ( prima l’agenzia mi aveva munito di un foglio che attestava che ero in attesa del libretto), ora l’assicurazione non vuole pagare me ma il vecchio proprietario del veicolo, come mi devo comportare???

    • Esperto
      Esperto

      Dipende. fa fede la data in cui è avvenuto il trapasso, il fatto che tu avessi il libretto provvisorio è del tutto indifferente.

  13. Avatar
    Madalina

    Salve,
    Ho 23 anni (la patente da 1 anno e mezzo) e vorrei acquistare un auto. Mia mamma non ha la patente ma vorrei intestare la proprietà del veicolo e l’assicurazione a lei in modo da avere qualche agevolazione economica.
    Le mie domande sono:
    1. E’ possibile farlo?
    2. Comporta qualche rischio per lei?
    3. Devo comparire nel libretto e sull’assicurazione come conducente abituale facendo parte dello stesso nucleo famigliare?
    4. Cosa succede una volta compiuti i 26 anni e se voglio acquistare un’altra macchina in futuro?
    La ringrazio anticipatamente

    • Esperto
      Esperto

      Puoi farlo senza problemi e sicuramente avrai vantaggi rispetto ad intestare l’auto a te. Non occorre che tu compaia a libretto. I 26 anni non sono uno scalino significativo: il tuo problema semmai è avere una classe a tuo nome prima di cambiare residenza e andare a vivere da solo. Prima di allora dovrai avere intestata a tuo nome un’auto assicurata con legge Bersani, altrimenti dopo potrai solo partire dalla classe CU 14.

  14. Avatar
    eduardo

    salve,
    vorrei capire meglio questa cosa che mi è successo… allora ho un auto a leasing e mi è successo che un’altra auto mi ha urtato il mio lato posteriore della mia auto (a leasing) ci siamo fermati e la persone che mi ha urtato ha confermato di avere torto…. oggi mi trovo che la mia compagnia assicurativa vuole pagare alla societa di leasing invece che far arrivare l’assegno intestato a me.. dove sono io quello che pago le rate, io che pago l’assicurazione,io che pago i verbali e poi sono io che ho speso i soldi per ripararla… non capisco il perche???? mi aiutate a risolvere questo enigma grazie mille!!!!

    • Esperto
      Esperto

      Se sei tu il contraente della polizza, in effetti il risarcimento spetterebbe a te.

      • Avatar
        eduardo

        grazie per la risposta….

        la cimpagnia assicurativa mi ha chiesto la manleva dalla societa di leasing e cosi mi dara l’assegno intestato a me….. solo che il problema ho anche cercato di chiedere questa manleva ma siccome ho avuto qualche ritardo nei pagamenti per motivi personali con il leasing non vogliono darmela…… la domanda è lo possono fare?????

        • Esperto
          Esperto

          Se tu dimostri di aver sostenuto le spese, la compagnia è tenuta a risarcire direttamente tu. Cerca di farti dare l’assegno a tuo nome sulla base di questo e non dell’autorizzazione del leasing.

  15. Avatar
    marco

    Buongiorno,
    avrei bisogno di un chiarimento. A giorni mi consegneranno la macchina nuova (Renault). Premetto che darò in rottamazione la mia macchina attuale regolarmente assicurata in prima classe.
    Al momento della firma del contratto, ho accettato un finanziamento comprendente un anno di rc “gratuita” con la formula bonus malus e con contraente la “RCI Banque”.
    Ho fatto esplicitamente richiesta che la suddetta assicurazione (stipulata con Genertel) parta dal dicembre ’16 quando scadrà la mia attuale assicurazione. Sul nuovo mezzo utilizzerò fino alla scadenza la polizza attualmente attiva modificando solo la vettura assicurata.
    La nuova assicurazione utilizzerà il mio attestato di rischio e quindi al termine della promozione sarò sempre in possesso della classe di merito o perderò i benefici ripartendo dalla classe 14? Nel caso fossi in questa spiacevole situazione ci sarebbero soluzioni per mantenere la classe attuale (ad esempio continuando a pagare la polizza attuale ed avendone due sovrapposte. Sempre meglio spendere qualche centinaia di euro che ripartire da capo….)?
    Grazie mille per il servizio fornito.
    Buona giornata
    Marco

    • Esperto
      Esperto

      Io penso che per evitare problemi sia preferibile sospendere la polizza al momento della rottamazione ed assicurare subito la nuova auto con la polizza omaggio. Scaduta la Rca omaggio, trasferisci e riattivi la polizza in sospeso. Nota che in genere la sospensione ha validità 1 anno, dopo la polizza decade, pertanto calibra i giorni in modo da sospenderla qualche giorno dopo aver attivato la rca omaggio.

  16. Avatar
    giorgio

    Salve, sono stato vittima di un sinistro, mi spiego meglio ed a causa di questo incidente sono finito in coma per 3 mesi.
    Mi raccontano, perchè io non lo ricordo, che alla guida dell’auto c’ero io che non ho la patente. Mi dicono che ho perso il controllo dell’auto e siamo finiti contro la serranda di un negozio.
    In questo caso i danni al sottoscritto chi li risarcisce?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Se i fatti sono così, direi nessuno, ma vista la gravità del fatto, non esiterei ad andare da un buon avvocato per avere una visione dell’intera situazione.

  17. Avatar
    Gianni

    Salve, qualche giorno fa ho avuto un sinistro che ha coinvolto 2 auto parcheggiate e quindi colpa mia al 100%. Il proprietario di una delle 2 vetture denuncia il tutto alla mia assicurazione il giorno dopo e mi arriva la comunicazione di apertura sinistro. Dopo averlo rintracciato poichè si trattava di danni lievi ho deciso di risarcirlo personalmente. Lui allora invia altra mail alla mia assicurazione chiedendo di chiudere il sinistro in quanto il responsabile ha provveduto a risarcire personalmente il danno. Ora la mia assicurazione mia chiede di inviare comunicazione di accordo tra le parti. Poichè l’altra auto coinvolta ha subito danni ben più ingenti ho deciso di coinvolgere la mia compagnia solo per un veicolo. E’ una procedura corretta? Bisognerà aprire altro sinistro con stesso giorno e stessa data del prececedente… la mia domanda è: nella descrizione devo necessariamente inserire il coinvolgimento dell’auto risarcita da me personalmente oppure posso compilare direttamente solo il CID con il proprietario dell’altra auto (quella con parecchi danni) senza risultare “fuori legge”?

    • Esperto
      Esperto

      La procedura in effetti non è del tutto regolare, meglio compilare un CID nel quale la vettura risarcita non compare. Spero che questo non alteri la descrizione del sinistro.

      • Avatar
        Gianni

        intanto grazie per la rapidità… ma compilando un cid con stessa data di altro sinistro chiuso per accordo tra le parti, non va da se che si tratta dello stesso sinistro? oppure io compilo il CID solo con l’auto da risarcire e verrà aperto altro sinistro che prenderà la sua strada?

        • Esperto
          Esperto

          la seconda che hai detto, comunque per maggiore trasparenza, meglio informare la tua compagnia di tutto l’episodio.

  18. Avatar
    Fabio Franco

    Salve, volevo chiedere chiarezza su questa cosa : abbiamo comprato un auto,la quale è stata intestata a mio padre.
    L’assicurazione anche essa è stata intestata a mio padre.
    Io sarò però il futuro guidatore di questa auto.
    Nel mentre ho aperto una mia propria assicurazione che copre dagli infortuni e via dicendo nella normale vita quotidiana ( eccetto casa/lavoro lavoro/casa),perciò se mi dovesse mai succedere un incidente con torto sarei comunque assicurato(mi corregga se sto sbagliando).

    Fatta questa premessa,noi non abbiamo assicurato la targa del veicolo (ovvero che chiunque la guidi sia assicurato nel caso di sinistri con torto),io sarei comunque in regola avendo questa assicurazione che ho fatto per me? E un altra cosa : ci potrebbero essere dei casini a cui andrebbe in contro mio padre(visto che è il proprietario dell’auto e dell’assicurazione)?
    Spero di essere stato chiaro,la ringrazio!!

    • Esperto
      Esperto

      La tua polizza personale avrà con ogni probabilità diverse esclusioni, tra cui la guida dei veicoli, verifica sul contratto. Ogni veicolo deve avere per legge la propria RCA, la quale copre i danni a terzi chiunque sia alla guida. Puoi quindi circolare con questa vettura con la polizza di tuo padre, indipendentemente dalla tua polizza personale. Magari verifica se la polizza RCA per caso ha clausole tipo guida esclusiva che possono introdurre elevate franchigie in caso guidi un terzo.

  19. Avatar
    Carla

    A settembre ho avuto un brutto incidente con il mio ex fidanzato .Ha preso in prestito la moto di mia sorella .Spericolato ,ha iniziato a guidare ad alta velocità ,per lo più in città.Cercava di sorpassare un auto ,ma non accorgendosi del gradino della corsia dei tram ,la moto si è capovolta .Avendo subito serie lesioni ,Siamo rimasti fermi nella corsia riservata a tram/bus per circa 30 minuti .Oltre le lesioni ,i danni alla moto ,l’azienda dei trasporti pubblici ci ha mandato una multa che ammonta a 680€.Il mio ex fidanzato ,è scappato e ribadisce di ‘non ricordarsi ‘ dell’accaduto .A causa della multa ,Siamo passati dalla sesta alla sedicesima classe .Come mi devo comportare ? Chi deve pagare questa multa ? Pagando la multa ,rimarrei in sesta classe ?

    • Esperto
      Esperto

      Il verbale non comporta malus, così come il sinistro nel suo complesso conta due malus e non certo dieci!
      Multa: dipende, purtroppo se lui non paga rimane in capo al proprietario del mezzo. In ogni caso appare come una multa insolita e assolutamente contestabile, non è che è una sommaria richiesta di danni?

  20. Avatar
    maurizio borgonuovo

    Salve, ecco il mio quesito:
    sono propietario e contraente di rca con guida esperta. Accade che mio fratello, (che pur avendo la patente da oltre due anni non ha ancora compiuto i 25 anni di età, età che compirà tra 2 mesi) cui ho prestato eccezionalmente l’auto, ha avuto un incidente con evidentissima ed esclusiva colpa dell’auto dell’altro conducente con danni consistenti ad entrambe le autovetture. Il fatto che mio fratello non abbia assolutamente nessuna responsabilità per l’accaduto, fa superare il fatto che non rientri nella guida esperta? L’assicurazione come si comporta in questi casi? grazie mille.

    • Esperto
      Esperto

      Devi verificare sul contratto. In genere il venire meno alla clausola di guida esperta comporta l’introduzione di una franchigia abbastanza alta sulla polizza. Se così, e ammesso che abbiate ragione al 100%, la cosa non avrà ripercussioni in quanto non sarete chiamati a risarcire la terza parte, e avrai il tuo giusto risarcimento.

  21. Avatar
    Francesco

    Salve , ho una domanda che può sembrare banale , se faccio un incidente per mia colpa l assicurazione copre i danni che ho fatto alla mia auto ?

    • Esperto
      Esperto

      Solo se hai la copertura aggiuntiva Kasko.

  22. Avatar
    Stefano Viel

    Buongiorno,
    da tanti anni non possiedo auto personale, bensi’ auto aziendale, per cui non ho attestato di rischio.
    Tra 8-9 anni andro’ in pensione, non avro’ piu’ auto aziendale , saro’ costretto ad acquistare auto mia.
    Come fare per non partire con la classe di merito piu’ elevata ?
    e’ possibile sfruttare qualche soluzione con l’auto intestata a mia moglie ?

    Grazie, cordiali saluti

    • Esperto
      Esperto

      SI certo, tramite legge Bersani, leggi i nostri vari approfondimenti qui sul sito.

  23. Avatar
    federico

    Buongiorno,
    l’azienda per la quale lavoro ha sede fuori dall’italia (comunque in EU). E’ proprietaria di un veicolo con targa italiana e vorrei sapere se posso assicurarlo io come persona fisica.
    Grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      Il contraente della RCA può essere un terzo senza problemi, tuttavia prima di tutto chiediti se l’immatricolazione è regolare o meno, nel senso che se la società ha sede estera, per poter possedere un veicolo Italiano deve avere una sede anche in italia.

      • Avatar
        federico

        Grazie, in effetti stiamo valutando come fare il passaggio di proprietá in quanto la societ´estera ha acquisito l’azienda italiana compresi tutti i beni, tra cui gli automezzi, ma non ha ancora una sede in italia. Ai fini assicurativi, nel caso in cui facessi io l’assicurazione, devo comunque avere un documento rilasciato dalla societá che mi autorizzi all’uso? saluti

        • Esperto
          Esperto

          Sarebbe consigliabile, soprattutto da portare appresso per eventuali controlli.

  24. Avatar
    M. Pagani

    Buongiorno a tutti,
    oggi per somma sorpresa, avendo comprato un mezzo per il lavoro nuovo, scopro che devo ripartire dalla clase 14esima perche quelli dell’assicurazione non hanno rispettato quello che c’è scritto sul libretto, vecchio mezzo, ma hanno cambiato una della due parti (nome cognome con mome e aggettivo).
    ora mi dicono che mi “devo adeguare” e che non possono fare nulla.

    Cosa posso fare?

    Grazie mille in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      Non ho assolutamente capito cosa è cambiato a libretto.

  25. Avatar
    camomilus

    Buongiorno! Mia mamma è invalida e può fruire dell’aliquota agevolata del 4% sull’acquisto di un’auto. Mia mamma non ha la patente e non ha una macchina assicurata. Io sono in prima classe da parecchi anni. Dovremmo compare una macchina e intestarla a mia mamma invalida. L’aliquota agevolata si applica infatti solo per gli acquisti effettuati direttamente dal disabile o dal familiare di cui egli è fiscalmente a carico: mamma non è a carico mio. Io sarei il contraente. Contraente e proprietario non coinciderebbero. Mi è stato detto che la classe di merito non sarebbe più la mia, la 1.ma, bensì quella di mamma, proprietaria, quindi la 14.ma… verremmo a spendere almeno 400 di più ogni anno! Tra l’altro, come contraente ma entrante in classe 14, mi perderei la mia 1.ma classe nell’eventualità di intestare a me un’altra macchina nei prossimi anni, giusto? Potremmo far risultare mamma proprietaria e contraente, ma nel preventivo che devo fare in Rete mi chiedono da quanti anni ha la patente il contraente e…. mamma non ha la patente. Grazie anticipato per la risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Prova a contattare il call center della compagnia che hai scelto, è probabile che il caso specifico non sia contemplato dal preventivatore online.

      • Avatar
        camomilus

        Mi hanno detto che si deve iniziare dalla 14.ma classe: 1) macchina intestata a mamma; 2) contraente il sottoscritto; 3) classe di merito la 14.ma di mamma. Però chi mi sa dire se, essendo contraente ma essendo stata acquisita laclasse di merito del proprietario, in automatico non sono più in 1.ma prima ma passo in 14.ma?
        Se resto comunque in 1.ma per i “famosi” 5 anni di durata della classe di merito (tanto dovrebbe durare da quando si cessa di rinnovare la copertura assicurativa, ma in queste caso non cesserebbe la copertura….), potrei eventualmente ricomprare io la macchina (non si può fare prima di 4 anni) e assicurarla con la mia classe di merito. Tra l’altro la macchina la uso veramente poco, ma mi serve per portare mia mamma, che ha 86 anni, presso alcuni centri per farle fare visite mediche specialistiche, esami,analisi ecc. La utilizzo in via prevalente a suo beneficio, è come se fosse lei a guidarla, ma non ha la patente. Possibile che non esistano soluzioni assicurative che contemplino i casi come questo? Grazie mille per un’altra risposta.

        • Esperto
          Esperto

          Capisco il problema, è molto diffuso, ti confermo che l’auto andrà in classe CU 14.

  26. Avatar
    Carlo

    Sono un ragazzo di 36 anni e sono proprietario di un auto a me intestata, assicurata a luglio 2012 usufruendo della legge Bersani ed oggi mi ritrovo con la prima classe da 4 anni a luglio.
    Se compro un’altra auto e intesto anch’essa a me come funziona con l’assicurazione mi tocca la prima classe anche sulla seconda auto? Se si che bisogna fare?

    • Esperto
      Esperto

      Certo, basta ri-applicare la legge Bersani.

  27. Avatar
    Massimo

    Vendo scooter ed il passaggio di proprieta’ avverra tramite agenzia automobilistica e volevo sapere se e’ necessario che il compratore mi mostri l’assicurazione oppurre la mia RC cessa immediatamente con il trapasso fatto in agenzia Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Tieni per te il tuo tagliando assicurativo, se poi il tuo acquirente avrà assicurato o meno puoi non curartene.

  28. Avatar
    Giovanni

    Salve
    vendendo un auto (assicurata) e volendo far valere per l’acquirente il periodo residuo della copertura assicurativa come si può fare?
    1) non si può, il venditore recupera il premio non goduto
    2) la compagnia provvede a variare l’intestatario della polizza esistente con i dati dell’acquirente (ho letto di questa cosa ma come è possibile visto che cambierebbe l’attestato di rischio? ok potrebbe essere un contratto di nuova emissione ma quindi non sto “cedendo” la mia assicurazione”
    1) se per pigrizia/negligenza si cede semplicemente il “cartaceo” della propria rca all’acquirente cosa si rischia? (di fatto quel veicolo/ targa è assicurato)
    Cordiali saluti

    • Esperto
      Esperto

      Certo si può fare il cambio di contraente a seguito di vendita, ma è bene sapere che la classe maturata va perduta per tutti: il vecchio proprietario da subito, il nuovo dalla fine dell’annualità in corso.

  29. Avatar
    strelly

    Buongiorno, sono il contraente e conducente abituale di una polizza rc auto intestata a mio padre (proprietario del veicolo). Ho avuto un sinistro con colpa lo scorso mese nel quale ho danneggiato seriamente oltre all’auto di controparte anche la mia e pertanto mio padre ha deciso di rottamarla ed alla scadenza della polizza rc tra qualche mese di lasciar “morire” la polizza non rinnovandola.
    Ora ho acquistato a mio nome una nuova auto e sono in procinto di acquistare di conseguenza sempre a mio nome una nuova polizza, volevo chiedere:

    1) devo dichiarare di aver avuto un incidente negli ultimi 5 anni alla nuova compagnia ai fini del calcolo bonus-malus o posso omettere questa informazione essendo stato il contraente della vecchia?

    2) se mio padre lascia “morire” la sua polizza con essa decade anche la penalizzazione “malus” del sinistro da me effettuato oppure la penalizzazione persiste anche per altre auto di sua proprietà?

    vi ringrazio!

    • Esperto
      Esperto

      1- non devi dichiarare i sinistro
      2- il malus rimane nella assicurazione di tuo padre. Rottamando il veicolo e la polizza, il malus non comparirà in nessuna altra polizza.

  30. Avatar
    Marco Polimeno

    Salve, gentilmente vorrei un ulteriore chiarimento riguardo il contraente.
    Se io, sono intestatario e proprietario dell’auto e come contraente metto un parente (in quanto pagherei di meno), se in futuro, dovessero nascere screzi tra me e il contraente, egli ha diritti o poteri sulla mia polizza per crearmi casini sia economici o burocratici?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      No, in quanto la classe di merito e lo storico appartengono comunque al proprietario del mezzo. Comunque, è anomalo che un cambio contraente comporti una diminuzione di premio.

  31. Avatar
    stefano

    se presto la mia macchina a un sordo mutu e fa un incidente , a che cosa vado incontro?

    • Esperto
      Esperto

      Non capisco bene il nesso. Se questa persona ha la patente è un normale “terzo” e dunque non è un caaso diverso a prestare la patente ad un non disabile. L’assicurazione copre sempre qualunque sia il guidatore, con le limitazioni eventuali dovute alle clausole di guida “esperta” e/o “esclusiva”.

  32. Avatar
    Iuliana

    Buona sera .. Avrei delle informazioni da chiedere… Io sono citadina rumena in regola con tutti I documenti qui .. Il mio ragazzo è cittadino inglese non registrato però in italia e vorremo comprare una machina usata.. È possibile mettere tutto a mio nome nonostante io non ho la patente e userà solo lui la machina ?

    • Esperto
      Esperto

      SI, è possibile, ovviamente è necessario che tu abbia qui la residenza. Consiglio di portare sempre in auto una delega per l’utilizzo dell’auto a favore del tuo compagno.

  33. Avatar
    Elena

    Buonasera,
    vorrei sapere se sono un passeggero scendo dalla macchina e mi faccio male al ginocchio mi copre l’assicurazione?

    Grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      Direi di no, a meno di coperture specifiche. Ma se il sinistro è avvenuto a causa terza, tipo una buca, puoi chieder un risarcimento a terzi.

  34. Avatar
    Gian Marco Lari

    Mia moglie ha avuto un incidente con una macchina vecchia, il danno e’ì maggiore del valore, lei ha anche intestata la macchina che uso io, e’ vero che in questo caso l’assicurazione non paga i danni della macchina se il danno e’ maggiore del valore?

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      E’ così, l’assicurazione paga al massimo fino al valore dell’auto. Se il danno è superiore e l’auto viene rottamata, può essere richiesto un ulteriore (piccolo) indennizzo per la rottamazione.

  35. Avatar
    Alessandro

    Buongiorno. Posso avere un riferimento normativo su cui attestare effettivamente che in caso di comodato il contraente e conducente non può utilizzare il suo attestato di rischio ma solo quello del propietario?
    Grazie dell’attenzione

    • Esperto
      Esperto

      Non credo che troverai una norma che specifica questo, comunque è così, nel senso che l’attestato segue sempre il proprietario, e non vi sono eccezioni.

  36. Avatar
    simone Tarsi

    salve , sto acquistando da privato che non vive propriamente vicino a me ,un veicolo . Posso assicurarlo prima di aver fatto il trapasso e far decorrere la polizza dal giorno del ritiro del veicolo essendo la macchina intestata ancora al vecchio proprietario ?
    grazie in anticipo .

    • Esperto
      Esperto

      No, però puoi accordarti con la compagnia per attivarti la polizza, con un “ok” telefonico dopo la voltura.

      • Avatar
        Loris

        A riguardo: l’assicurazione mi ha assicurato rca avendo io solo fatto l’atto di vendita del veicolo (no passaggio di proprietà). Domanda, è legale assicurare un auto che in realtà non è mia a tutti gli effetti?
        Grazie

        • Esperto
          Esperto

          A mio avviso in questo caso la copertura non è valida.

  37. Avatar
    Elena

    Buonasera,
    io fino all’anno scorso guidavo una macchina datami in comodato d’uso dall’azienda per cui lavoravo.
    Adesso non lavoro più per questa azenda ma la macchina mi è stata laciata. Ora posso intestare l’assicurazione a mio nome? anche se la macchina intestata all’azienda haacora un finanziaento in corso?
    Grazie,
    Elena

    • Esperto
      Esperto

      Se intendi fare un cambio contraente della polizza, ritengo che non ci siano problemi.

  38. Avatar
    FERRANTE FRANCESCO

    Avevo un’ auto in leasing a mio nome. Ora, l’ AZIENDA con la quale collaboro mi affiderà un’ auto in leasing in comodato d’ uso e di questa sarò anche il principale utilizzatore. Premesso che l’ Azienda ha sede legale in Roma mentre io risiedo in Provincia di Pisa, posso stipulare io l’ assicurazione obbligatoria (furto, incendio, calamità, eventi, cristalli, ecc) vincolandola al leasing stipulato dalla citata Azienda?. Grazie. FF

    • Esperto
      Esperto

      E’ a discrezionalità del leasing, devi chiedere a loro se va bene.

  39. Avatar
    Lia Arca

    Una decina di anni fa mio marito separato ha acquistato un’auto intestandola a me per poter usufruire del permesso ZTL per andare in studio ( io ne ho diritto per residenza). Quindi abbiamo fatto un atto di comodato notificandocelo con raccomandata. Premetto che io non ho più la patente per motivi di salute.
    Quindi lui provvede a gestire l’auto in tutti i sensi. Mi è sorto il dubbio su eventuali mie responsabilità patrimoniali in caso di incidente. Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      In quanto proprietaria, tu sei responsabile in solido in casi (estremi) di sinistri non pagati dalla assicurazione, oltre che di tutte le multe e bolli.

  40. Avatar
    Mic

    Salve, Ho venduto la mia auto il 23 dicembre 2015 e ho annullato il rinnovo dell’assicurazione semestrale che scadeva il 10/01/2016 (3° classe di merito auto e assicurazione intestata a me). Sto aspettando l’auto nuova che dovrebbe arrivare a fine mese. Sarà intestata a mio marito, convivente ma in regime di separazione di beni. Posso intestare a me o a lui l’auto ed usufruire della stessa classe di merito che avevo prima? Sto chiedendo preventivi ad assicurazioni diverse ma alcune compagnie mi dicono che non si può, altre sì ed altre ancora che bisogna intestare a lui l’assicurazione e che non lo farebbero partire dalla classe più alta.
    Mi potreste aiutare voi?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      E’ semplice: per poter mantenere la stessa classe e storico, è necessario che l’intestazione a libretto della nuova auto sia la medesima di quella vecchia.

  41. Avatar
    Massimo

    Mia figlia, neopatentata, stava guidando l’auto intestata alla mamma di un amico, anche lui neopatentato e a bordo con lei. In una strettoia ha avuto un incidente con un’auto proveniente dal senso opposto rigandogli la fiancata sinistra e finendo con la ruota destra dell’auto che guidava contro un muro provocando un danno sia all’auto che al muro di un privato. Siccome non c’e’ la linea di mezzeria e’ ipotizzabile un concorso di colpa? Il fatto di essere neopotentata ha rilevanza? Non essendo intervenuta nessuna autorita’, che conseguenze potrebbero esserci per mia figliia?
    Grazie per l’attenzione e distinti saluti.

    • Esperto
      Esperto

      Si, ci può stare il concorso di colpa, dipende comunque molto da cosa viene scritto e controfirmato nel CID. Rischi? Potrebbe essere chiesta una rivalsa da parte dell’amico, per l’eventuale aumento della polizza, così come ci sarebbe da valutare l’eventuale presenza di franchigie, che potrebbero anche essere elevate se non era prevista la guida di neopatentati.

  42. Avatar
    Serena

    Buon pomeriggio.
    Ho un’auto che non utilizzo e che era assicurata in classe 1 fino al 14 ottobre 2015.
    Dovendo acquistare una nuova auto ho deciso di non riattivare l’assicurazione e di attendere il nuovo mezzo.
    Ora mi trovo a dover dare quest’auto a mio padre, ma vorrei mantenerne la proprietà.
    Non siamo nello stesso nucleo familiare.
    Lui non era assicurato.
    Aprendo una nuova assicurazione usufruirebbe della mia classe di merito? Oppure deve assumere quella della moglie convivente?
    E nel momento in cui acquisto un’altra auto posso utilizzare il mio attestato di rischio oppure ne perdo i benefici?
    Dinenticavo di chiedere. Può sottoscrivere assicurazione a nome suo pur non essendo proprietario?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Se non fate la voltura accade che su tale vettura deve essere mantenuta la polizza attuale, che non potrà quindi essere spostata sulla nuova auto. La nuova auto andrebbe quindi assicurata con legge Bersani, con un notevole aumento di costo. Facendo la voltura, invece, la polizza si sblocca e può essere trasferita, mentre sulla vettura volturata è possibile fare una nuova assicurazione, con una classe da determinare in base allo status assicurativo di tuo padre.

      • Avatar
        Massimo

        Vi ringrazio molto per la vostra tempestivita’,PROPRIO UN BEL SERVIZIO! Vi chiedo ancora una cortesia….siccome ho letto che potete modificare le domande vorrei fosse cancellato il mio cognome. in tutti i casi ancora GRAZIE!!!!!! buona giornata

        • Esperto
          Esperto

          Fatto! Grazie a te di leggerci!

  43. Avatar
    sara

    Buongiorno, avrei bisogno di una risposta a questo veicolo. La mamma è proprietaria della macchina A per la quale ha stipulato polizza assicurativa con l’assicurazione X. Inoltre è cointestaria con figlia e figlio di una macchina B (in utilizzo alla figlia) per la quale sempre la mamma ha stipulato polizza assicurativa con l’assicurazione Y (al fine di avere la classe di merito migliore). In seguito a incidente con la macchina A la classe di merito della mamma andrà a peggiorare. In questo caso peggiorerà solo il premio assicurativo pagato per la macchina A (macchina dell’incidente) o anche quello relativo alla macchina B? Nel caso peggiori anche quello della macchina B bisogna comunicare l’accaduto all’assicurazione Y o è un dato che acquisiscono in automatico tutte le assicurazioni?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Le due auto non si influenzano a vicenda, il sinistro comporterà una malus solo per la vettura coinvolta.

  44. Avatar
    michele

    Salve vorrei alcuni chiarimenti. Ho intestato la macchina a mia madre, ma il contraente e l intestatario della poliza risulto io. Sono in regola? Sono coperto con l assicurazione in caso di incidente anche se risulta come proprietario mia madre?

    • Esperto
      Esperto

      Certo, a patto che la compagnia assicurativa abbia regolarmente registrato i dati a libretto con tua madre proprietaria.

      • Avatar
        Barbara

        Riguardo la domanda del sig. Michele, se egli acquisterà in futuro una nuova auto, intestandola a sé, non potrà usufruire dell’attuale polizza assicurativa, pur essendone intestatario e contraente? E se è così, non c’è nessuna condizione che possa permetterglielo?
        Io mi trovo in questa situazione, sono contraente di una polizza e guido da molti anni un’auto intestata al PRA a mia sorella, perché acquistata con rottamazione, ma effettivamente pagata da me, come pure tutte le spese assicurative e fiscali. Grazie per la risposta!

        • Esperto
          Esperto

          La classe appartiene sempre e soltanto al proprietario del veicolo.

  45. Avatar
    Isabella

    Buongiorno. Allora non ho capito bene la differenza tra intestatario e contraente perché nel mio caso io sono proprietaria cointestata con mia madre e sulla polizza assicurativa c’è scritto intestatario mia madre e contraente mia madre ma io che sono l’utilizzatrice e con residenza diversa da mia madre posso guidare la macchina ed essere comunque assicurata? Il mio nome risulta solo nel libretto dellauto comesseconda co intestataria e ho 21 anni. Grazie mille della risposta. Mi fate un gran piacere a sciogliere questo dubbio

    • Esperto
      Esperto

      Certamente, le auto possono sempre essere guidate da chiunque, fatte salve eventuali limitazioni per clausole di guida esperta o sicura, indicate nel contratto e che comunque non pregiudicano la copertura assicurativa, ma introducono una franchigia.

  46. Avatar
    gianluca

    salve,
    mio padre ha un’auto storica e nella relativa polizza RCA agevolata per auto d’epoca ha indicato come conducenti se stesseo e mia madre.
    vorrei sapere se utilizzando l’auto sono coperto o rischio qualcosa.

    grazie mille e buone feste
    gianluca

    • Esperto
      Esperto

      Devi leggere sul contratto. Probabilmente per i guidatori extra viene introdotta una alta franchigia.

  47. Avatar
    Mauro

    Buongiorno
    Stò per aquistare un’auto con i benefici della legge 104 intestata a mia mamma invalida e senza patente!
    Come già detto l’auto sarà intestata a lei come l’assicurazione!
    L’auto la guiderò io (figlio) per tutte le sue esigenze.Preciso che non sono residente con mia mamma!Altro nucleo famigliare e altra residenza!
    Secondo la norma del novembre 2014 ho l’obbigo di indicare il guidatore abituale (io) sul libretto o come figlio parente di 1° grado non serve l’indicazione?
    Se c’è l’obbligo di indicare il guidatore abituale (io) non è per caso che vanno a decadere i benefici per l’acquisto dell’auto con legge 104 visto che per ottenere tali l’auto deve essere intestata a mia mamma?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      L’obbligo non c’è e comunque non andrebbe ad inficiare le agevolazioni.

  48. Avatar
    Pavel

    Salve , ho una domanda, io che sono neopatentato.. posso guidare la macchina di mia madre (occasionalmente) o vado in contro a qualche multa ? E poi in caso di sinistro l’assicurazione ricoprirebbe i danni oppure no ? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Puoi guidarla senza problemi se nella polizza di tua madre è previsto l’uso da parte di neopatentati.

  49. Avatar
    lucuiu

    Buonasera, ho una domanda: mia madre è invalida e non ha patente ma sta per comprare una macchina che utilizzerò io (23 anni, patentata da 6). L’ assicurazione può essere intestata a me e partire dalla Classe1 di mio padre con legge Bersani? O deve essere intestata a lei, sempre con legge Bersani? Può stipulare anche se non ha patente? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      L’assicurazione può essere intestata a te e seguirà il rischio di tua madre, quindi comunque con la possibilità di applicare la legge Bersani con tuo padre. Ovviamente se padre e madre sono conviventi.

  50. Avatar
    Andrea

    salve non so se è il posto giusto io ho un problema poi che mi avevano sequestrato penalmente la macchina e dopo sette anni me l’hanno ridata il problema è che in questi anni io non ho più potuto fare l’assicurazione in quanto macchina e documenti li aveva la procura come faccio io ora a riassicurare la macchina?

    • Esperto
      Esperto

      L’auto purtroppo va in classe CU 18, la cosa rende conveniente una voltura ad un familiare per ri assicurarla con la legge Bersani.

  51. Avatar
    giuseppe

    se cedo la mia auto a mio figlio senza fare il passaggio di proprietà lui può intestarsi la polizza assicurativa,in casa di incidente con possibilità di rivalsa da parte dell’assicurazione verso chi la fa.
    grazie

    • Esperto
      Esperto

      Se cedi l’auto senza passaggio, formalmente non hai fatto niente e la polizza rimane così com’è. Potete cambiare contraente della assicurazione, ma tu in quanto proprietario rimani responsabile in solido con il guidatore/utilizzatore.

  52. Avatar
    susy

    Buonasera, la mia società ha stipulato nel 2013 contratto di comodato d’uso ,consigliato dall assicuratore , per auto intestata a persona fisica. Purtroppo il passaggio di proprietà avrebbe comportato un aumento del premio per modifica classe di merito in 14°, si è pensato quindi ad un semplice cambio di contraenza . Ora devo assicurare nuova auto intestata alla mia società (in classe d’ingresso ) ma il problema è posso richiedere rimborso del premio di precedente polizza in quanto restituisco il veicolo all effettivo proprietario che non so se provvederà alla vendita o rottamazione e dello stesso ? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      No, puoi chiedere l’eventuale rimborso solo a seguito di vendita o rottamazione, e producendo i relativi documenti.

  53. Avatar
    Sylvano

    Buonasera
    Ho una domanda: nella mia ditta (che è sul territorio francese e italiano) tutti mezzi hanno un’assicurazione autocarro italiana. I miei colleghi mi hanno detto che non posso prendere un collegha con me nella macchina perche se capita qualcosa, non siamo assicurati! E vero questo?
    Sono francese, il mio capo anche e questo non è troppo chiaro per noi!
    Grazie per il vostro aiuto e le vostre spiegazione

    • Esperto
      Esperto

      Non è così, l’assicurazione copre sempre, il problema semmai è di tipo fiscale sull’uso che si fa dell’autocarro, ma se hai a bordo una persona che è attinente al lavoro che vai a fare con l’autocarro, ovvero alla merce che stai trasportando, non ci sono problemi.

  54. Avatar
    Vincenzo

    Salve ho un problema con la mia assicurazione, in pratica ho fatto il passaggio di proprietà dell’auto di mio padre. Sono andato in agenzia per comunicare la variazione cioè mio padre resta il contraente ed io divento il nuovo proprietario e, mi hanno detto che non era possibile farlo, giustificando il fatto che l’assicurazione scade tra una settimana. Sono andato in un altra agenzia per chiedere info e mi hanno spiegato che loro sono obbligati a farlo anche perchè in caso di incidente grave o mortale stesso loro potrebbero creare problemi per il risarcimento. Come devo muovermi. Grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      L’assicurazione di tuo padre non può essere riconosciuta a tuo nome. O meglio, può esserlo ma solo fino a scadenza, quindi per una settimana, dopo andresti obbligatoriamente in classe CU 14, motivo per il quale, in questi casi, si suggerisce sempre di valutare preferibilmente una stipula con legge Bersani con un’altra, eventuale, auto familiare.

  55. Avatar
    tonia

    Buonasera, ho una domanda: mio Padre è invalido e non ha patente ma ha una macchina intestata a lui con la legge 104. Per assicurare la macchina può usufruire della legge Bersani di un convivente ? Anche se non possiede patente ?

    • Esperto
      Esperto

      Si, ma attenzione, l’auto deve essere appena acquistata e non ancora assicurata.

      • Avatar
        tonia

        E‘ usata. Va bene comunque?

        • Esperto
          Esperto

          Si si, nessun problema.

  56. Avatar
    Giuseppe

    Buongiorno, sono proprietario di uno scooter 125, sulla mia polizza posso mettere come conducente abituale mio fratello che ha comunque tutti i requisiti per poterlo guidare?? Quali sarebbero le mie responsabilità?? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Certo, tu rimani responsabile civilmente in solido con chi guida. Significa che in caso di sinistro con danni da pagare non coperti dall’assicurazione e non pagati da tuo fratello, paghi tu.

  57. Avatar
    marylu

    Buonasera. Sono proprietaria di un ciclomotore e ho ho una polizza di assicurazione a me intestata.
    Ho avuto un incidente a causa di una buca nella strada: io ero trasportata e mio marito il guidatore.
    Volevo sapere se la RCA verso terzi risponde dei danni fisici causati dal sinistro a mio marito.
    La ringrazio per la risposta.

    • Esperto
      Esperto

      No, in tal caso non è un “terzo” essendo a bordo. Ma se la buca era grande, potete chiedere i danni al Comune.

  58. Avatar
    olga

    Mia figlia ha avuto un incidente con la macchina intestata al fratello maggiore (intestatario anche della polizza assicurativa) che è proprietario anche di altra vettura. Poiché la figlia ha torto la classe di merito di tale 1 vettura peggiorerà. Mio figlio è preoccupato per l’attestato di rischio sull’altra vettura: subirà anche su questa un declassamento?

  59. Avatar
    Mario

    Buongiorno,
    ho un quesito da porre che mi sembra non sia ancora stato proposto.
    Acquisto di auto con agevolazioni Legge 104 da genitore non convivente e soprattutto senza patente. Secondo quanto stabilito da norma del novembre 2014 sul libretto di circolazione deve apparire il guidatore, in questo caso il figlio non convivente che di fatto usa e dispone dell’auto a beneficio del padre.
    Quindi sul libretto avremo proprietario il padre e guidatore abituale il figlio, giusto?
    Il figlio è in possesso di attestato di rischio a lui intestato a seguito di auto rottamata da 15 giorni che attesta una classe CU 1. La compagnia assicurativa stilerà un preventivo sulla base dei dati del proprietario o del guidatore abituale? L’attestato di rischio del figlio (guidatore abituale) sarà ritenuto valido dalla compagnia di assicurazioni (visto che appare anche sul libretto il suo nome)?
    Ringrazio anticipatamente per la risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Il rischio segue comunque il proprietario. Se il guidatore abituale è il figlio, non occorre la segnalazione sul libretto.

      • Avatar
        Mario

        Il figlio non è residente con il padre, altro nucleo familiare ed altra residenza. Mi sembra di capire che la norma del novembre 2014 in tal caso obblighi ad indicare il nome del guidatore abituale. O sbaglio? Quindi l’attestato di rischio del figlio potrà essere usato?

        • Esperto
          Esperto

          Il guidatore abituale non va indicato se parente di 1° grado. La polizza del figlio NON può essere usata.

  60. Avatar
    Daria

    Vorrei cambiare compagnia assicurativa perche’ l’attuale non e’ piu’ tanto conveniente, al momemto contraente/assicurata e proprietaria del veicolo, e’mia madre anziana che preferisco non far guidare data l’eta, peraltro la sua patente e’ scaduta e non l’abbiamo rinnovata. Se modifico compagnia ( cercandone una piu’ conveniente dato che l’auto e’ spesso in garage ed io guido la mia auto) e contraggo l’assicurazione a mio nome mi comporta un aggravio del premio? Considerato che la patente di mia madre al momento e’ scaduta, all’atto della stipula della nuova polizza contratta a mio nome i dati di patente e vari documenti potranno essere i miei?

    • Esperto
      Esperto

      Non dovrebbe esserci aumento, essendo il rischio comunque sempre riferito ai dati del proprietario.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)