Differenza tra Proprietario, Contraente e Conducente – Assicurazione auto - Pag.6

Assicurazione: contraente o proprietario
Contraente della polizza RC oppure proprietario dell'auto? La differenza è tanta...

Assicurazione: differenza tra proprietario del veicolo, contraente dell’assicurazione e utilizzatore (abituale). Cosa comporta per la copertura assicurativa, l’attestato di rischio e la responsabilità in caso di sinistro. Le novità del 3 novembre 2014.

Questo articolo ha avuto molti commenti con risposte del nostro esperto, per praticita' li abbiamo divisi in piu' pagine. Questa e' una delle pagine dei commenti, cerca qui sotto se trovi la risposta alla tua domanda! L'articolo originale lo trovi qui: Differenza tra Proprietario, Contraente e Conducente – Assicurazione auto.


861 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. Avatar
    Luca

    Buona sera!
    La mia compagna di nazionalita’ estone ma residente in italia guida un’auto con targa estone intestata a sua zia che e’ estone e vive in estonia. Vorrei sapere se puo’ liberamente guidare l’auto in italia per sempre e se lo posso fare anche io oppure dovrei reimmatricolarla per esempio. Grazie mille.

    • Esperto
      Esperto

      E’ un caso limite: è possibile guidarla se si tratta di importazione temporanea, ovvero dimostrando di entrare ed uscire almeno 1 volta l’anno dai confini.

      • Avatar
        Luca

        Il cdc parla di “importazione temporanea” quando trattasi di veicoli non comunitari quindi non e’ certo questo il caso. Comunque grazie lo stesso!

        • Esperto
          Esperto

          Ops hai ragione l’Estonia è UE, quindi libera circolazione di persone e cose, tuttavia, ed era questo a cui facevo riferimento dicendo che è un “caso limite”, per quanto siate in regola con il CdS, un’auto del genere potrebbe dare nell’occhio per quanto riguarda i controlli contro l’elusione fiscale.

  2. Avatar
    Annalisa

    Salve, il mio compagno paga l’assicurazione dell’auto della ex moglie perché l’assicurazione non ha fatto la rateizzazione necessaria per il pagamento della polizza a rate. Perciò le rate sono sul suo conto corrente mentre l’auto e l’assicurazione sono comunque intestate all’ex.
    Può detrarre questa spesa dell’assegno di mantenimento considerandolo parte dello stesso?
    Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Penso di si, ma è una domanda che esula decisamente dall’argomento assicurativo!

  3. Avatar
    Diego

    Salve, guido un motoveicolo 125cc intestato a mio padre che é al tempo stesso il titolare della polizza assicurativa.
    2 Giorni fá purtroppo per distrazione ho causato un sinistro urtando la fiancata di una vettura, fortunatamente non ho riportato alcun danno fisico ne tanto meno il mio mezzo, la fiancata dell’ altra vettura purtroppo ha subito danni.
    Abbiamo entrambi compilato il CID che oggi mio padre andrá a consegnare all’ assicurazione.
    Ora quello che mi tormenta é questo, c’é il rischio che l’assicurazione non copra i danni procurati perché alla guida c’ero io anziché mio padre ? ( Specifico ovviamente che ho requisiti sia di etá che di patente )

    • Esperto
      Esperto

      La polizza RCA copre chiunque sia il guidatore, fatto salvo il caso di clausole di guida “esclusiva” o “esperta” che puoi verificare sul contratto.

  4. Avatar
    Andrea

    Nell’agosto 2012 mia madre, passeggera della macchina a me intestata e guidata da mio padre, muore in un incidente stradale non sul colpo ma dopo 30 giorni di ricovero. L’assicurazione è invece intestata a mia sorella. A mio padre viene elevato un verbale (in seguito però annullato per gravi vizi di forma) per guida con tasso alcolemico pari allo 0,6%.
    Nel processo penale, mio padre viene ritenuto responsabile (sulla base del fatto che l’incidente è avvenuto più nella corsia dell’altra vettura coinvolta, che in quella dove viaggiavano i miei).
    Io non capisco se e in che misura io e mia sorella siamo coinvolti in questa vicenda perchè a giudicare da quello che sentiamo dire, l’assicurazione potrebbe rivalersi su di noi pesantemente.

    • Esperto
      Esperto

      Penalmente ne risponde solo tuo padre. Civilmente siete responsabili in solido, ma se ho ben capito si tratta di una pratica in famiglia, quindi se non ci sono terzi rispetto alla famiglia da risarcire, e non avete diatribe all’interno della famiglia, non vedo cosa possiate rischiare.

      • Avatar
        Andrea

        In realtà la questione è più grave poiché dall’altra parte il sinistro ha visto il coinvolgimento di un’altra vettura in cui il conducente e il passeggero sono deceduti mentre un terzo passeggero è stato ricoverato ed è vivo.

        • Esperto
          Esperto

          Capisco. In tal caso, vi consiglio molto caldamente di rivolgervi prima possibile ad un avvocato, e di assicurarvi che sia pratico di queste cause. Il rischio di dover essere chiamati a risarcire la controparte esiste, se la compagnia deciderà di rivalersi e non procedere al pagamento a causa del tasso alcolemico, e se vostro padre non può dar fronte al pagamento.

  5. Avatar
    Tiziana Gioacchino

    Buongiorno, a dicembre 2015 ho acquistato un auto da un privato il quale si è recato presso una Agenzia di pratiche automobilistiche con CDP debitamente redatto. Presso la stessa agenzia ho stipulato una polizza assicurativa sul veicolo in questione (scadenza giugno 2016). Prima della scadenza, volendo cambiare assicurazione mi sono rivolto all’Agenzia per sapere a che punto era la pratica, non avendo ancora ricevuto nè il tagliando di variazione intestazione nè il CDP aggiornato ricevendo come risposta che siccome non mi ero fatta sentire non avevano proceduto alla definizione della pratica. Faccio notare che era stato chiesto all’Agenzia l’applicazione della legge 104 per le agevolazioni fiscali ed inoltre erano stati anticipati oltre 300 euro. A tutt’oggi non ho ricevuto alcuna documentazione del veicolo e non posso assicurarlo visto che al PRA risulta ancora il vecchio proprietario. Ho scritto all’Agenzia la quale mi ha risposto che mi avrebbe restituito l’anticipo ma non i documenti, ossia il CDP con la firma del venditore, con i quali ovviamente potrei definire personalmente la questione. Cosa potrei fare a questo punto? Posso denunciare l’Agenzia per omissione di atti d’ufficio? Grazie e buon lavoro.

    • Esperto
      Esperto

      Per prima cosa fai attenzione al fatto che la vettura non risulta attualmente coperta da polizza. Io contatterei il vecchio proprietario cercando una soluzione assieme all’agenzia, altrimenti… avvocato.

  6. Avatar
    Lety

    Buonasera,
    Vorrei chiedere il vostro aiuto su alcuni dubbi riguardanti le polizze assicurative e proprietari / contraenti.
    Attualmente sono entrata in possesso di un’auto nuova di concessionaria di cui ne sono intestataria, secondo le procedure di immatricolazione, assieme a mia madre ma entrambe siamo comunque sprovviste di patente e quindi di eventuale classe di rischio.
    Volendo assicurare il veicolo sarà possibile mettere il nome di mio padre oltre che associare la sua classe di merito alla compagnia assicuratrice?

    • Esperto
      Esperto

      Purtroppo no, ma se vivete tutti insieme e tuo padre ha un’auto assicurata, potete usare la legge Bersani.

  7. Avatar
    Luciana

    Buona sera , avrei bisogno di un chiarimento ho una macchina intesta a mio nome è polizza assicurativa a mio nome , spesso usata anche da mio padre. Allo scadere dell’annualità si è pensato di cambiare compagnia,la nuova compagnia ha cambiato contraente mettendo il nome di mio padre. È regolare quello che è stato fatto visto anche che io non ho firmato nulla a riguardo. Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Si, è abbastanza regolare in quanto la cosa per te non comporta in realtà problemi ne’ obblighi. La classe rimane di tua proprietà.

  8. Avatar
    Camilla

    Buongiorno, avrei bisogno di un aiuto. Ho un’auto intestata a mio padre ma che uso io. Devo cambiare residenza da La Spezia a Milano e quindi usciró dal nucleo familiare, ma per potere ricevere il pass residente della macchina, che mi permette di parcheggiare nelle zone indicate, mio padre deve darmi l’auto in comodato d’uso. Ci siamo recati in motorizzazione e ci è stato detto che una volta terminata la procedura mio padre, proprietario della macchina, non potrá più guidare l’auto. Sapete se questo è vero? Inoltre l’assicurazione è intestata a mio padre e facendo ciò abbiamo paura che scali la classe. Aspetto una sua risposta. Ringrazio in anticipo.

    • Esperto
      Esperto

      Figuriamoci, tutte le auto sono liberamente guidabili da chiunque! Suppongo che tu faccia l’intestazione temporanea, non vedo problemi.

      • Avatar
        Camilla

        Grazie per la vostra risposta. Immaginavo e speravo non fosse vero. Non avrò problemi neanche sulla classe? È comodato d’uso superiore a 30 giorni.

        • Esperto
          Esperto

          L’auto e la classe rimangono intestati a tuo padre, viene solo precisato un utilizzatore abituale, la cosa ha valenza per lo più a fini fiscali.

  9. Avatar
    Olena

    Salve, io avrei un quesito.
    Mia madre è il proprietario del veicolo e contraente della polizza. Al momento dell’intestazione, da quanto abbiamo appreso poi, ci fu un errore. Lei risulta come guidatore abituale e anche come il più giovane tra gli utilizzatori abituali. Io sono sua figlia, di 24 anni, non più neopatentata e non compaio tra gli utilizzatori abituali e nemmeno tra i figli conviventi (è qui che sta l’errore, pur avendomi messa tra questi non compaio). Il tipo di guida è specificato come “non solo esperti”. La domanda è: posso utilizzare la macchina? Il contratto scade tra 2 mesi e quindi , dopo, controlleremo che non ci siano errori, ma nel frattempo, posso usarla o rischio una multa salata? Posso rimediare con qualche delega o simili per questo lasso di tempo che rimane?
    Specifico che sono una studentessa e fino a pochi giorni fa vivevo lontano, la macchina la usavo in quei sporadici fine settimana, una volta al mese se ero fortunata. Ora che torno a casa, sicuramente, la utilizzerò più spesso visto che abitiamo in campagna.
    Grazie mille per la disponibilità e spero di essermi spiegata bene.
    Attendo una vostra risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Non mi sembra ci siano problemi ad usarla, comunque una telefonata alla compagnia costa poco e fuga ogni dubbio!

  10. Avatar
    Marco

    buonasera….ho la residenza a napoli ma vivo a Milano …..è possibile una nuova polizza su macchina nuova a milano? o con residenza a napoli sono costretto a farla li?

    • Esperto
      Esperto

      La seconda che hai detto. La provincia di riferimento è quella di residenza. Sposta la residenza!

  11. Avatar
    Astrid

    salve volevo sottoporle un quesito. Se il proprietario di un ciclomotore stipula una polizza infortuni per il conducente, questo conducente (nella specie il figlio) può agire contro l’assicurazione che non lo paga a seguito di un infortunio?o deve essere il contraente a richiedere l’adempimento del contratto, e quindi la liquidazione?

    • Esperto
      Esperto

      A mio giudizio con l’assicurazione si deve interfacciare colui che ha firmato il contratto.

  12. Avatar
    Claudio

    Buongiorno
    Vorrei sottoporre il mio caso ai vs. esperti.
    Da diversi anni mia moglie guida un’auto intestata a sua Sorella, residente da qualche anno in Belgio.
    L’auto è assicurata con una polizza intestata alla medesima Sorella, anche se ovviamente è pagata da noi.
    Mia moglie sostiene che la residenza estera della sorella, potrebbe in caso di incidente consentire all’assicurazione di invalidare la polizza, non rispondendo quindi ad un eventuale risarcimento dei danni.
    La cosa mi preoccupa abbastanza perchè nei prossimi mesi l’auto verrà utilizzata anche da mio figlio diciottenne e neopatentato.
    La polizza dell’auto è una vantaggiosa Bonus/Malus classe 1 poichè l’auto non ha mai causato incidenti.
    Cosa c’è di vero e cosa consigliate di fare ?
    Grazie
    Claudio

    • Esperto
      Esperto

      Fate bene a preoccuparvi perchè l’auto non è in regola. La cosa giusta sarebbe variare la residenza a libretto, indicando quella estera (è possibile farlo mantenendo la targa Italiana) e variare di conseguenza la polizza, che forse avrà un certo aumento.

      • Avatar
        Claudio

        Salve ne approfitto per una domanda ulteriore.
        Visto che l RCA scadrà il prossimo marzo 2016, dopo il cambjo di residenza devo comunicare il cambio all’assicurazione anche se siamo lontani dalla scadenza ?.
        alternativamente è possibile e conveniente fare un cambio di propprietà dell’auto mantenendo l’assicurazione intestata alla persona residente all’estero, almeno fino a scadenza ?
        Grazie Claudio

        • Esperto
          Esperto

          DOvete farlo subito. Per quanto riguarda il cambio di proprietà, si apre un mondo… la polizza dovrebbe infatti seguire il profilo di rischio del nuovo proprietario.

  13. Avatar
    Massimo

    Buonasera, il mio quesito è il seguente: ho da pochi giorni acquisito la proprietà dell’autovettura di mio padre attraverso regolare passaggio di proprietà. Tuttavia la polizza assicurativa risulta ancora intestata a suo nome. Posso circolare tranquillamente nonostante adesso l’auto risulta di mia proprietà ma il contraente è ancora mio padre? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Assolutamente no, l’auto al momento non è coperta da assicurazione. Non usarla!

  14. Avatar
    Andrea

    Buongiorno,

    vi spiego il mio caso: premetto che sono sposato ma la mia residenza è rimasta la stessa, ovvero con mio padre, proprietario del veicolo di cui io sono l’assicurato. sono in procinto di acquistare un veicolo ex novo, intestato a me vendendo un altro veicolo di cui non sono il proprietario ma di cui sono l’intestatario dell’assicurazione. Secondo quello che ho compreso dal vostro articolo non posso usufruire dell’attestato di rischio del veicolo in essere in quanto non ne sono il proprietario e quindi non posso traferire il rischio sul nuovo veicolo intestato a me. In questo modo dovrei ripartire dalla classe 14 a meno che non utilizzi un attestato di rischio differente usando la Bersani e quindi potrei usufruire di un altro veicolo intestato a mio padre per averne la classe di merito avendo ancora la stessa residenza. Mi hanno suggerito, per non aver problemi futuri relativi all’intestazione del veicolo di vendere il veicolo in essere di cui mio padre è il proprietario ed io intestatario della polizza, annullare la polizza in vigore per vendita del veicolo e sottoscriverne una nuova, con altra compagnia, utilizzando l’attestato di rischio del veicolo venduto anche se il proprietario è differente da quello del nuovo veicolo, ovvero io. Inizio ad avere difficoltà sul comprendere la strada da intraprendere ed avendo un attestato in classe CU 1 vorrei evitare di ripartire dalla 14 classe.

    Vi ringrazio

    Andrea

    • Esperto
      Esperto

      Ti hanno suggerito una soluzione sbagliata. E’ semplice: o trasferisci una polizza di un altro tuo veicolo (che purtroppo non hai), oppure assicuri con legge Bersani. Oppure CU 14.

  15. Avatar
    Francesco

    Buongiorno vorrei descrivere il mio caso. Fra pochi giorni scadrà la mia assicurazione. Per la prima volta ho provato un famoso preventivatore on line e ho fatto una moltitudine di tentativi per trovare la soluzione più economica e chiaramente legale. Quindi ho indicato il contraente (residente a milano) il proprietario (residente al meridione non convivente pertanto del contraente). Alla fine mi veniva richiesto il conducente abituale ed io ho indicato il contraente anche se di fatto la vettura è guidata da me in tutt’altra cittá rispetto a quella di residenza del contraente. Alla fine ho indicato che ci sono altri conducenti di età maggiore a 26 anni (dato veritiero riferito appunto a me fra le altre cose nello stato di famiglia del prorietario). In questo modo rischio sanzioni o altro? In più vorrei aggiungere una cosa :nonostante il profilo di rischio debba essere fatto sul proprietario (se ho capito bene) vi assicuro che indicando come conducente abituale il contraente (nel mio caso residente a milano) il risparmio è notevole (nell’ordine di 300 EURO circa. Saluti

    • Esperto
      Esperto

      Puoi procedere, ma verifica se a fronte di questo risparmio vi è, ad esempio, un aumento di franchigia per guidatori diversi (la cosiddetta “clausola di guida esclusiva”).

  16. Avatar
    Alba

    Salve,

    il mio quesito è il seguente:

    se permetto ad un amico di guidare abitualmente uno scooter di cui io sono il proprietario e la cui polizza assicurativa è intestata a me quali sono i rischi in cui incorro? Per esempio in caso di incidente o infrazioni del codice della strada?

    In caso di incidente la classe di assicurazione (al momento prima classe) verrà scalata anche sugli altri veicoli di mia proprietà oltre che sullo scooter in questione?

    In caso di infrazioni del codice della strada i punti sulla patente verrebbero scalati a me?

    E in caso di multe?

    Ringrazio in anticipo per la disponibilità

    • Esperto
      Esperto

      Tu sei responsabile civilmente in solido. In caso di sinistro, aumenterà la sola polizza del mezzo interessato, ma qualora ci fossero problemi e l’assicurazione non pagasse, ne risponderesti anche tu. Idem per le multe. In generale, è sempre consigliabile fare la voltura se non si ha la totale fiducia in chi guida…

  17. Avatar
    anna

    Gentile signore! La prego di aiutarmi….giorni fa ho avuto un incidente…nel quale…purtroppo è morta una signora… La macchina sbanda…finisco contro un albero… La macchina e di proprietà di un mio amico….il quale ha intestata l assicurazione… Mentre la contraenza è a mio nome…siamo in regola con le leggi in corso? Aspetto con ansia una sua risposta! La ringraziò anticipatamente!

    • Esperto
      Esperto

      Per prima cosa, vista la gravità del sinistro, subito rivolgersi ad un legale. La copertura è in regola se la polizza è stipulata sul veicolo che stavi guidando, e se sono corrette tutte le dichiarazioni di intestazioni e residenza delle due persone interessate: proprietario e contraente. Non capisco cosa intendi quando dici che l’assicurazione è intestata ad una persona e la contraenza ad un’altra…dovrebbe essere sempre la stessa.

      • Avatar
        anna

        Lui è intestatario…io contraente…lei cosa intende per contraenza? Grazie di nuovo!

        • Esperto
          Esperto

          Ok, tu intendi che sei tu contraente e beneficiario è il tuo amico in quanto proprietario del veicolo giusto? Non dovrebbero esserci problemi.

  18. Avatar
    Giuseppe

    La ringrazio per la disponibilità ed espongo il problema :
    la mia auto è guidata da me ,mia moglie (convivente ) e sporadicamente dai miei figli (non conviventi).
    Per quanto abbia letto i fascicoli informativi di varie assicurazioni ,non è previsto che esse siano rilasciate con la clausola “guida libera” per cui mi viene il dubbio che in caso di malaugurato incidente in cui sia coinvolto come conducente uno dei miei famigliari ,l’assicurazione possa rifiutarsi di intervenire.
    Come posso rimediare ?
    La ringrazio

    • Esperto
      Esperto

      La guida è sempre da intendersi “libera” salvo diversa specificazione, es. guida esperta o esclusiva, con conseguente sconto.

  19. Avatar
    marina

    Ho una polizza infortunio conducente intestata a me e sono proprietaria di due macchine sempre intestate a me la prima auto è guidata da me e la seconda da mia madre in questo caso la polizza copre anche mia madre? Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      In genere si, ma è bene verificare sul contratto di questa copertura.

  20. Avatar
    Gualtieri Paolo

    la macchina e l’assicurazione sono intestate a me che sono il proprietario abito a mantova, ma la macchina la usa mio cugino che abita a MILANO cosa rischio?

    • Esperto
      Esperto

      Non rischi niente per quanto riguarda la diversa provincia, ma tu rimani responsabile per bolli, multe ed eventuali responsabilità civili connesse all’uso del mezzo.

  21. Avatar
    Pierpaolo

    Sto acquistando auto nuova per mio figlio di 19 anni, neopatentato, convivente con noi.
    Mi sto facendo fare diversi preventivi nell’ipotesi di intestare polizza a me (seconda auto) o a mio figlio con agevolazioni legge Bersani.
    Ovviamente intestando a me la vettura e la polizza assicurativa (classe 1), il premio sarebbe molto inferiore.
    Ma io resto responsabile in solido civilmente in caso di incidenti.
    Mi sembra che a livello di responsabilita’ civile, ci sia una forte differenza nelle due ipotesi.
    Qualora l’auto venga intestata a mio figlio e idem la polizza (con agevolazioni legge Bersani), vengo sollevato da qualsiasi responsabilita’ civile in caso di incidente ? Grazie mille e buona giornata

    • Esperto
      Esperto

      Confermo, l’uso di legge Bersani non comporta rischi ne’ problemi al “fornitore” della classe.

  22. Avatar
    Denver

    Salve,
    Guido una macchina che è intestata alla madre della mia ragazza ed è anche contraente. Dopo la scadenza della polizza semestrale posso cambiare assicurazione ed emettere contraente io? Nel caso contraente io che non ho mai avuto assicurazione andrei a 14c? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Puoi farlo a scadenza annuale, puoi mettere tu come contraente mantenendo la classe attualmente presente sulla vettura, tuttavia è bene ricordare che tale classe continuerà ad appartenere al proprietario del veicolo, ovvero tu non potrai mai usarla su una eventuale prossima auto intestata a te.

  23. Avatar
    Antonella

    Buongiorno dovrei vendere un camper. La polizza di assicurazione è intestata a mio nome, l’acquirente mi chiede se posso lasciarla valida per un paio di giorni (il tempo utile per portare il mezzo in un’altra città)
    Non so come comportarmi. Qualsiasi cosa succedesse durante il viaggio ne andrei di mezzo io?
    Vi ringrazio molto

    • Esperto
      Esperto

      A seguito della voltura, la polizza cessa automaticamente la sua validità, pertanto non è una soluzione per l’acquirente. E’ inoltre una possibile seccatura per te (oltre che per lui) in caso di sinistro.

  24. Avatar
    Daniele

    Buonasera, mio suocero non convivente vuole lasciarmi la sua auto per comprarne un’altra.
    Riassumendo lui rimarrebbe proprietario e io utilizzatore.

    Per ridurre i costi, dato che io non ho mai avuto un attestato di rischio, sarebbe sufficiente e corretto chiedere una modifica alla polizza dichiarando me stesso con utilizzatore del mezzo?
    Oppure per evitare il costo del passaggio di proprietà dovrebbe concedermela in comodato gratuito per stipulare una nuova polizza a nome mio?

    • Esperto
      Esperto

      Ti suggerisco di rileggere bene l’articolo per comprendere al meglio la situazione. Evitando la voltura, tu puoi anche comparire come contraente dell’assicurazione, tuttavia tuo suocero non potrebbe trasferire la sua polizza sulla nuova auto, al massimo potrebbe usare la legge Bersani, causandosi un notevole aumento di prezzo.

  25. Avatar
    Lorenzo

    Buongiorno,
    Il mio caso e il seguente:
    Da molti anni guido l auto intestata (proprieta e rc)a mia mamma ma ne sostengo tutte le spese.
    Sono ancora nello stato di famiglia dei miei, ma ancora per pochi mesi.
    Vorrei dunque usufruire della legge Bersani per poter attivare un rc con la stessa classe di merito di mia mamma.
    Ora non mi e chiaro se:
    -devo procedere al passaggio di proprieta e poi stipulare assicurazione usufruendo legge Bersani
    -e possibile effettuare solo un cambio di contraente rc, e in futuro sara possibile utilizzare la stessa rc su un altra auto.

    Grazie dell aiuto, buongiorno

    • Esperto
      Esperto

      Fai la voltura dell’auto a tuo nome e assicurala con legge Bersani, però prendendo la classe da un’altra auto familiare. Se avete solo 1 auto in famiglia, la procedura non sarà possibile.

  26. Avatar
    francesco

    Salve sono un futuro neo patentato a fine settembre darò l’esame di guida pratica, ho già visto alcune autovetture e vorrei già acquistare un auto a nome mio, vorrei sapere se è possibile assicurare l’auto a nome mio per portarla a casa e tenerla in garage, naturalmente l’auto verrebbe guidata da una persona con la patente. Volevo sapere solo se posso fare l’assicurazione a nome mio o meno o a nome di mamma ? Ma ripeto l’auto è a nome mio.. attendo risposta. Grazie

    • Esperto
      Esperto

      SI, è possibile, ma l’elevato costo della polizza (non so se hai già fatto dei preventivi), penso proprio che ti scoraggerà a spendere soldi per poi tenere l’auto ferma…

      • Avatar
        francesco

        E solo questione di poche settimane, invece è possibile fare un assicurazione o comunque qualcosa per poter portare semplicemente l’auto dalla concessionaria usato a casa mia?

        • Esperto
          Esperto

          No, ma potresti usare un carro attrezzi oppure chiedere al concessionario se te la portano loro con targa prova.

  27. Avatar
    Alessio

    Salve, in questi giorni le assicurazioni sono chiuse e sto acquistando un’auto da un privato.
    Nel momento in cui farò il passaggio di proprietà posso continuare a circolare con la sua assicurazione? E poi assicurarla a nome mio quando riapriranno le agenzie.
    Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Assolutamente no, dal momento della voltura la sua polizza non è più valida.

      • Avatar
        Alessio

        Ma il contraente della polizza non può essere diverso dal proprietario del mezzo?

        • Avatar
          Alessio

          A me interessa soltanto poter circolare una settimana con la sua assicurazione per poi farla a nome mio.
          Io lunedì farei il passaggio di proprietà intestando la macchina a nome mio e utilizzando la sua polizza per poi farla a nome mio dopo il 24. Così è fattibile?

        • Esperto
          Esperto

          In pratica, no, riassumo, è fattibile in questi termini: è necessario avvisare del cambio di intestazione la compagnia del venditore, quindi è intanto necessario che l’agenzia sia aperta. La sua polizza rimarrà legata alla vettura venduta fino a scadenza, dopo di che decadrà, il venditore perderà la propria classe in quanto rimasta a te e questo sicuramente non sarà per lui accettabile, a meno che non sia… la sua ultima auto. Inoltre, dovreste trovare un accordo per risarcire la parte di premio non goduta. In aggiunta a tutto, a scadenza tu non potresti usare la legge Bersani, ma questo magari non è un problema.
          L’altra via è non fare niente e lasciare il tagliando così com’è, ad un sommario controllo delle forze dell’ordine forse andrebbe bene, ma l’auto non sarebbe assolutamente coperta in caso di sinistro.

        • Esperto
          Esperto

          SI, infatti potresti fare un cambio dei dati dell’intestazione della vettura, ma: 1- questo comporta avere l’assicurazione aperta perché occorre comunque una variazione, 2- La cosa ti precluderebbe l’uso in seguito della legge Bersani, quindi pensaci bene prima di procedere.

  28. Avatar
    michele

    Domanda su caso limite (il mio):

    vorrei comprare una macchina semestrale di proprietà di una concessionaria FIAT. il semestre scade a gennaio 2016 quindi fino a quella data non possiamo fare il passaggio di proprietà altrimenti loro perdono i bonus FIAT. Sono disposti a farmi il foglio di autorizzazione di utilizzo auto ogni mese. a livello assicurativo però sorgono problemi. il contraente sarei io, il proprietario (fino a gennaio 2016) la concessionaria. si può fare questo tipo di assicurazione? cosa consiglia l’esperto?

    • Esperto
      Esperto

      Secondo me puoi fare una normale polizza in classe CU 14 con te come contraente. Terminato il semestre, puoi fare la voltura e richiedere il rimborso della parte di premio non goduta, iva esclusa. A quel punto puoi ri-assicurare usando il tuo attestato di rischio. Nota che la polizza “temporanea” sarebbe piuttosto costosa.

  29. Avatar
    Fabio

    Salve,
    vorrei sottoporre il mio caso.
    Al padre della mia compagna, proprietario dell’auto e contraente del contratto di assicurazione, da alcuni giorni è scaduta la patente, che ha deciso di non rinnovare (di conseguenza, non utilizzerà più il veicolo): se ho ben capito, in quanto proprietario del mezzo, continuerà ad essere il titolare dell’attestato di rischio e soggetto al pagamento del bollo auto.
    Potrà continuare ad essere anche il contraente della polizza assicurativa? E persone terze, in questo caso io, potranno continuare ad essere gli utilizzatori del veicolo?

    Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Per la polizza è indifferente: può continuare ad essere contraente o può subentrare un terzo come contraente, mantenendo lo storico attuale. In genere è contraente chi paga la polizza.

  30. Avatar
    giovanni

    Buongiorno,il mio quesito dubbio è questo :premetto che vivo con un genitore disabile e posso usufruire tramite la legge 104 di agevolazioni fiscali sull’acquisto di un auto nuova che dovrei chiaramente intestare a lui.
    Attualmente sono il contraente e proprietario di un assicurazione dove da anni sono in prima classe.
    la domanda è,posso intestare l auto a lui ,vendere la mia e mantenere la mia assicurazione e classe di merito in quanto il conducente sarei obbligatoriamente io?
    Grazie in anticipo della disponibilità.

  31. Avatar
    Mauro

    Buongiorno. Mia figlia, 20 anni, ha conseguito da poco la patente, ora siamo vicini all’acquisto della sua prima macchina, naturalmente piccola e usata per fare esperienza, Lei cosa mi consiglia di fare? Premettendo che sono già proprietario di un auto che uso e quindi non potrebbe usufruire della Bersani, è meglio intestare l’auto a mia figlia e assicurazione a me (con la compagnia attuale se attivo nuova polizza inserendo guida anche per neo patentati avrei sconto del 15%, cosa non da poco visti i costi nei suddetti casi), oppure Lei cosa mi consiglia di fare? Grazie mille per la risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Se lo scopo è risparmiare, intesta a tuo nome auto e polizza usando la legge Bersani.

      • Avatar
        Mauro

        Per prima cosa grazie per la risposta. ma per usufruire della legge Bersani non
        dovrei dismettere la mia auto? Mi spiego: l’auto che ho attualmente non la devo
        dismettere o meglio vendere o demolire ma usare normalmente, la nuova auto per
        mia figlia sarebbe in aggiunta a quella che ho già, è per questo che le chiedevo quale soluzione migliore ci fosse. Grazie in anticipo per l’ulteriore spiegazione che mi vorrà fornire.

        • Esperto
          Esperto

          Al contrario, la legge Bersani serve proprio per le auto aggiuntive.

  32. Avatar
    Danilo

    Buonasera volevo sapere se posso guidare la macchina di mia zia con l’assicurazione guida esperta e cosa succede se mi fermano le autorità o se accade un incidente??

    • Esperto
      Esperto

      Dipende da cosa intende la compagnia per guida esperta e dal fatto che tu rientri o meno in tali parametri. Anche l’eventuale franchigia o esclusione di responsabilità è specificata nel contratto.

  33. Avatar
    EDDY

    Salve, io sono un neopatentato, mio fretello mi ha passato la sua macchina, l’assicurazione è intestata a lui e anche la macchina, io sono coperto dall’assicurazione? non penso che l’assicurazione sia solo sul proprietario perchè la macchina la guidava anche mia cognata, non so se copre anche i neopatentati
    grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      Devi appunto verificare cosa prevede la polizza per i neopatentati… se sono esclusi è bene modificare la polizza, pagando la differenza.

  34. Avatar
    Stefano

    Buongiorno.
    Sono un neopatentato di 50 anni. La mia fidanzata e non vedente, acquista l’auto con le agevolazioni di legge; iva al 4%, detrazione irpef. ecc. Domanda: l’assiccurazione puo’ essere intestata sia a me che ha lei? Se fosse intestata a lei, ma il conducente della vettura sono io (ovvio) il livello del bonus malus andrebbe a lei? E’ fattibile questa cosa? Ho molta confusione… e la ringrazio per la risposta. Stefano.

    • Esperto
      Esperto

      E’ così: tu puoi essere contraente della polizza e guidatore, ma il bonus-malus sarà relativo a lei in quanto proprietaria del veicolo.

  35. Avatar
    Massimo Mombrini

    possiedo un’utilitaria del 2007 e sono anche il contraente dell’assicurazione RCA. Da qualche anno la macchina viene utilizzata anche da mio padre, a seconda delle necessità. Capita anche che qualche volta l’assicurazione la paghi lui. Io ho 42 anni, mio padre ne ha 80, con patente regolarmente rinnovata. Ci sono problemi di copertura assicurativa (a terzi intend) in caso di incidente con colpa con alla guida mio padre ?

    • Esperto
      Esperto

      Direi di no, a meno che tu non abbia una clausola di guida esclusiva.

  36. Avatar
    Fabio

    Salve ho un quesito da porvi.
    Sto acquistando un auto ho 29 anni e vorrei usufruire della legge Bersani, ho la stessa residenza di mia madre e di mio padre. L’auto dei miei è intestata a mia madre ma lei non ha mai fatto assicurazioni, l’assicurazione è intestata appunto a mio padre che è in prima da tanti anni…ma appunto sul libretto risulta solo mia madre…prendo lo stesso la classe di mio padre?
    Inoltre sul libretto c’è scritta la vecchia residenza non la Nuova, io sul libretto della macchina che andrò ad acquistare metterò la mia nuova residenza (anche se sulla carta d’identità c’è ancora la vecchia, spero non facciano problemi nel passaggio).
    Un ultima cosa, la macchina la prenderò insieme alla mia fidanzata che ha 24 anni, mi confermate che non conviene cointestarla per via dell’assicirazione che prenderebbe lei come principale guidatore a rischio? ( ha la patente da più di 2 anni), se Inoltre avete una buona assicurazione da consigliarmi..

    • Esperto
      Esperto

      La prima questione non è un problema, la seconda si è lo è in primis per i tuoi genitori, i quali devono assolutamente aggiornare i propri documenti se hanno cambiato residenza! Confermo che è bene evitare la cointestyazione, mentre per la compagnia vale la regola del confronto di preventivi… non esiste la compagnia migliore in assoluto, ma quella più conveniente per il proprio profilo!

  37. Avatar
    Laura

    Buongiorno, il veicolo che utilizzo esclusivamente io è intestato a mia mamma e anche la relativa polizza assicurativa. Essendo interessata a cambiare polizza, la devo intestare a mia mamma dichiarando che il conducente sono io oppure la posso intestare a me? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Puoi mettere come contraente chi desideri, non c’è peraltro l’obbligo di dichiarare il conducente abituale, al massimo ti sarà chiesto se vi sono conducenti minori di una certa età e/o neopatentati.

  38. Avatar
    Giuseppe

    Buongiorno, la mia ex moglie è proprietaria e contraente dell’auto, mentre io sono il conducente abituale, devo comunicare il cambio di residenza all’assicurazione? Grazie
    Cordiali Saluti

    • Esperto
      Esperto

      Se è un cambio di residenza di tua moglie si, se è tuo no.

  39. Avatar
    alma

    Buonasera, ho acquistato una panda nell’agosto 2004. Autovettura intestata a me, libretto intestato a me ed assicurazione stipulata da me. Il prossimo mese cederò a mia madre l’autovettura per acquistarne un’altra che intesterò a me. E’ obbligatorio segnare sul libretto della panda la nuova intestataria? La sua vecchia autovettura verrà rottamata, pertanto l’assicurazione passerebbe sulla panda e la mia assicurazione passerebbe sulla nuova auto.E’ corretto?
    Siamo residenti entrambe nella stessa città ma non allo stesso indirizzo. Cordiali saluti. Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Non è obbligatorio, ma per vostra convenienza nell’assicurazione sarà opportuno farlo, in quanto altrimenti tu non riusciresti a “sbloccare” la polizza della Panda, e tua madre non potrebbe trasferirvi la propria polizza.

  40. Avatar
    Riccardo

    Buonasera, ho 26 anni e attualmente mio padre è proprietario di un’auto che vorrei utilizzare quasi esclusivamente io, principalmente per il tragitto casa-lavoro. Ho visto dai preventivi che la situazione piu vantaggiosa sarebbe stipulare una nuova polizza intestata a mio padre che è in classe cu 6. Ho notato che se pero specifico nella procedura d preventivo che il guidatore abituale sarei io la somma richiesta si alza notevolmente. è obbligatorio dichiarare il conducente abituale? e se la guidassi io abitualmente sarei coperto anche senza averlo dichiarato?

    • Esperto
      Esperto

      Dipende. Se è conducente abituale, potete inserire chi volete, perché non è un dato riscontrabile… tuttavia devi verificare bene se questo imponga una restrizione maggiore, ad esempio se escluda, appunto, neopatentati o minori di 26 anni ed eventualmente cosa comporti (in genere, non la mancata copertura, ma la comparsa di una alta franchigia).

  41. Avatar
    Mirella

    Buongiorno, ho effettuato il passaggio di proprietà dell’auto nei confronti di mio padre. L’assicurazione, invece, è ancora a mio nome. Mio padre è attualmente senza patente, visto che non gliel’hanno rinnovata. Nel caso in cui provocasse un sinistro, cosa rischierei io che sono l’intestatario della polizza? Cosa mi consigliate? Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Allo stato attuale l’assicurazione non copre assolutamente l’auto, in primis perchè a seguito della voltura non è più valida la polizza, e in secondo luogo per via della patente di tuo padre… la notizia buona è che tu non rischi niente, il rischio è tutto di tuo padre in quanto conducente e proprietario del mezzo.

  42. Avatar
    Emanuele

    Salve,

    faccio parte di un gruppo musicale composto da 6 ragazzi e vorremmo acquistare un furgone per facilitare i nostri spostamenti. Stipulando un contratto assicurativo, c’è qualche modo per far si che i rischi assicurativi vengano distribuiti su tutti e non solo su una persona? Se si, quale è quello economicamente piu conveniente?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Dipende cosa intendi per “rischi assicurativi”, perché ci sarebbe da considerare anche la proprietà del mezzo, non solo chi contrae la polizza! Diciamo che la soluzione più logica per la vostra situazione sarebbe quella di costituire una associazione culturale o qualcosa di simile, ed intestare il mezzo ad essa, è anche più facile in caso di cambio dei componenti della band.

  43. Avatar
    antonio

    ho prestato la macchina a mio cognato e subentrato un incidente l’assicurazzione mia risponde

    • Esperto
      Esperto

      SI, a meno che tu non avessi clausole di guida esclusiva oppure di guida esperta e il cognato neopatentato.

  44. Avatar
    sandra

    Buonasera a tutti,
    ho un dubbio che non riesco a dissipare.
    Nel caso di compravendita di una vettura il primo passo è l’annotazione sul certificato di proprietà al Comune, poi ci sono 60 giorni per poter fare l’annotazione sul libretto di circolazione alla motorizzazione. Il passaggio di assicurazione quando dev’essere fatto?
    Spero che riusciate ad aiutarmi.
    Grazie mille,
    Sandra

    • Esperto
      Esperto

      Domanda molto interessante che solleva il problema delle due diverse trascrizioni, che magari approfondiremo in un articolo dedicato. A mio giudizio la annotazione sul certificato di proprietà libera la polizza di chi vende, che può quindi usarla su un’altra auto a se’ intestata. Chi compra deve invece fare entrambi i passaggi per poter circolare, ovvero assicurare, il mezzo.

  45. Avatar
    giuseppe

    Buongiorno all’ Esperto veramente esaudiente .
    Domanda :

    Contraente mia ex-moglie ( separato ) Proprietario e conducente abituale dell’auto sono io .
    Se dovesse succedere un incidente in cui ho ragione ,
    l’assicurazione liquida il sinistro alla mia persona ?
    Non serve documento o interferenza-presenza di mia ex moglie ?

    Stessa Domanda se nel caso io ho torto in un incidente .

    Grazie al Grande Esperto.

    • Esperto
      Esperto

      Grazie, quanti complimenti! La domanda è molto pertinente. Fermo restando che nella maggior parte dei casi i danni vengono liquidati direttamente al carrozziere, gli importi devono essere erogati a favore del contraente in quanto titolare del contratto di polizza.

  46. Avatar
    Donato

    Salve. mia madre qualche settimana fa ha acquistato una nuova auto con l’agevolazione della legge 104 che possiede su mia nonna e di conseguenza l’auto è intestata a mia nonna. l’auto la guida mia madre ed ho sentito che l’auto non può essere guidata da chi ancora non ha raggiunto i 26 anni di età. quindi io che ne ho 20 non posso portarla. se la guido a quali problemi posso andare incontro e in che modo posso guidare tranquillamente l’auto senza correre rischi? Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Da cosa deriverebbe tale limitazione? Forse dalla polizza assicurativa? Verifica sul contratto.

      • Avatar
        Donato

        si penso dall’assicurazione

        • Esperto
          Esperto

          In tal caso, per ovviare basta variare le condizioni della polizza, pagando una integrazione visto che l’estensione ai giovani ha un costo.

  47. Avatar
    Mirko

    Buongiorno,
    vorrei capire una cosa, premetto che la mia auto è vincolata da un contratto di leasing.
    Quandi, nella richiesta di preventivo di assicurazione devo inserire soc. xxx come proprietaria ed io come locatario?
    Grazie
    Mirko

    • Esperto
      Esperto

      Direi di si, scrivi come riportato sul libretto. L’auto sarà trattata come unse fosse intestata a te.

  48. Avatar
    Tina

    Salve , ho un’auto di proprietà’ e assicurazione intestata a mio marito deceduto due mesi fa;la suddetta auto se guidata da terzi e in caso di sinistro, e’ coperta di assicurazione?

    • Esperto
      Esperto

      L’auto è interamente di tua proprietà? Se così, vai subito a fare il cambio di contraente, non dovrebbe comportare variazioni del costo della polizza.

      • Avatar
        Tina

        L’auto era di proprietà’ di mio marito deceduto due mesi fa e chiedevo se ,in attesa di cambiare il nome del contraente della polizza, sempre a nome di mio marito,in caso di sinistro sono coperta dall’assicurazione?

        • Esperto
          Esperto

          Adesso è più chiaro. La legge ti da 6 mesi di tempo dal decesso per regolarizzare la proprietà della vettura, tuttavia è bene informare da subito la compagnia assicurativa, in quanto la gestione non è sempre uguale. Qualcuna potrebbe semplicemente dare l’ok alla copertura in attesa della voltura, altre fanno cessare da subito la copertura.

  49. Avatar
    Cinzia

    Ho stipulato un anno fa un assicurazione credendo fosse di sei mesi ed invece era annuale con pagamento semestrale. Siccome x motivi di trasferimento dopo i primi quattro mesi non ho poi usato l auto i secondi sei mesi non sono stati pagati.adesso dopo un anno e mezzo ho ripreso fuori dal garage il mezzo.volendo stipulare un assicurazione che devo fare?devo pagare anche quei secondo semestre di diciotto mesi fa se no niente attestato di rischio? Esiste in modo x evitarlo?

  50. Avatar
    Ros

    Buongiorno,
    a giugno del 2014 mi sono assicurato per la prima volta usufruendo della Legge Bersani.
    Quest’anno ho ricevuto l’attestato di rischio compilato in questo modo: 2010 NA 2011 NA 2012 NA 2013 NA 2014 NA 2015 0. E’ corretto? Non dovrebbe essere indicato che anche nel 2014 ho avuto o meno sinistri (quindi 0 o 1)?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Mi pare corretto, dato che l’anno comunque ti è stato conteggiato nel 2015.

  51. Avatar
    Mirko

    Salve, se da neopatentato dovessi guidare un veicolo di potenza superiore a quella consentita, in caso di incidente l’assicurazione mi copre comunque?

    Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      In effetti potrebbe non coprire, o meglio, coprire e poi rivalersi sull’assicurato. Vi sono diverse infrazioni al codice della strada per cui le compagnie si riservano di non pagare, verifica se sul contratto vi sono clausole specifiche.

  52. Avatar
    francesco

    Buongiorno. Per motivi lavoratìvi, mi sono trovato a fare polizze auto, anche se non molto competente in materia. Vorrei sottoporre il seguente caso: attestato di rischio della vecchia compagnia in cui compare come contraente e proprietario dell’auto una persona e libretto di circolazione in cui il proprietario è un’altra persona. E’possibile o c’è un errore? Cosa può essere successo?

    • Esperto
      Esperto

      Mi pare probabile che l’attestato di rischio si riferisca ad una situazione precedente alla voltura dell’auto al nuovo proprietario adesso indicato, dovresti vedere il nome del vecchio proprietario (quello dell’attestato) sul libretto tra i precedenti proprietari…

  53. Avatar
    maria

    Buongiorno tra qualche giorno, devo rinnovare l’assicurazione annuale. In parte leggendo i commenti ho ricevuto gia una risposta..riepilogo la mia situazione.Fino al nov2010 avevo una yaris intestata a mia madre comprata con la legge104.ma l attestato di rischio a me..a gennaio 2011 ho dovuto comprare una nuova auto sempre con le stesse modalita’ in quanto la yaris era stata distrutta e rottamata.solo che ..l assicurazione e’ stata intestata a mia madre e di conseguenza l attestao di rischio,essendo io in classe 1 gia da molti anni…ora mi ritrovo che mia madre sta venendo a mancare ..e con la scad. della polizza …io rischio che una volta che mia madre viene a mancare ricomincio tutto l iter delle classi? mia madre non mai avuto la patente….a suo tempo ho dovuto fare questa scelta di usufruire della legge , per bisogno per accudirla meglio nei trasporti..essendo invalida al 100/100 con accompagno..la domanda e’ posso ritornare in possesso dell mio attestato di rischio e quindi della mia classe di merito …onde evitare nel prossimo futuro di avere problemi,al rinnovo della rata annuale a giugno? la ringrazio anticipatamente

    • Esperto
      Esperto

      Purtroppo non è possibile, in ragione del fatto che anche l’attestato della Yaris era in realtà sfruttabile solo su un’auto intestata a tua madre. L’unica cosa da fare adesso sarebbe cambiare auto, beneficiando della legge Bersani con tua madre, e successivamente rivendere l’auto attuale a lei intestata.

  54. Avatar
    aldo

    ho un auto di mio padre deceduto nel 2003 io risulto contraente della polizza assicurativa.
    l’assicurazione ne è al corrente. l’assicurazione è valida?
    grazie di una vostra risposta

    • Esperto
      Esperto

      SI, ma comunque non sei in regola con il codice della strada, essendo il proprietario del veicolo deceduto da oltre 6 mesi.

  55. Avatar
    Fausto

    Buongiorno e complimenti per l’articolo molto esauriente,

    sono un quasi – neopatentato e sto per comprare un’auto di cui sarò proprietario. Stipulerò anche un’assicurazione di cui sarò contraente ma avendo solo il foglio rosa per ora devo indicare altra persona come conducente abituale (corretto?). Sulla carta di circolazione dovrò far inserire che questa persona è conducente abituale (non essendoci un vincolo diretto di parentela) ma la mia domanda è: nel momento in cui sarò patentato e diventerò di fatto io oltre che proprietario e contraente anche il conducente abituale, devo richiedere qualche modifica oppure essendo il proprietario è implicita la mia inclusione tra i conducenti abituali del mezzo?

    Lo chiedo sia ai fini assicurativi (mettendo anche me come conducente abituale il premio salirebbe di qualche centinaia di euro) che ai fini della recente legge.

    Grazie della disponibilità
    F.

    • Esperto
      Esperto

      L’obbligo di indicare il conducente abituale non vige attualmente (norma sospesa).
      Secondo me puoi acquistare e assicurare a tuo nome senza coinvolgere terzi e senza ulteriori modifiche, indicando che sei il conducente abituale, è ovvio poi che in assenza di patente, il mezzo non sarà guidato…
      Se poi vuoi risparmiare… allora sarebbe meglio intestare mezzo e polizza ad un parente adulto.

  56. Avatar
    paolo

    Buongiorno, possiedo una vettura intestata a me, con polizza intestata a mia moglie, che risulta anche conducente abituale. Dall’articolo si evince chiaramente che CU e attestato di rischio dovrebbero essere intestati a me in quanto proprietario del veicolo, ma l’attestato di rischio emesso dall’assicurazione risulta intestato a mia moglie (che viene correttamente citata come contraente), mentre non fa menzione né del mio nome né di chi sia il proprietario del veicolo. Non posso allegare file o immagini, ma vi assicuro che è così. Come è possibile questo?

    Un’altra domanda, che dimostra che un po’ di confusione in testa sulla materia sia facile averla: io posseggo anche un altro veicolo, la cui assicurazione stavolta è intestata a me. Quindi avendo due veicoli ho due storie assicurative, e posso anche avere diverse CU e sinistrosità pregressa, essendo relative al singolo veicolo? Diciamo alla coppia veicolo/proprietario? E così se ne acquistassi un terzo, sempre intestato a me?
    Grazie mille, i vostri articoli sono molto chiari ma a volte sono le situazioni che non lo sono…

    • Esperto
      Esperto

      Grazie a te di leggerci e di esporre i tuoi dubbi.
      L’attestato a nome di tua moglie riporta sicuramente la targa del veicolo: questo dato basta per “legare” a te questo attestato.
      Sulla seconda domanda, è assolutamente normale possedere più vetture con classi e storici di rischio diversi. Chissà se un giorno si passerà alla RCA collegata al guidatore e non al singolo mezzo!

  57. Avatar
    adolfo

    Buongiorno, mio padre invalido ha acquistato un’ auto con L. 104/92, intestata a lui e con assicurazione intestata a lui, io suo figlio non convivente, usufruisco dell’ auto e posseggo una mia classe di merito 7 non sfruttata attualmente. Se cointesto l’ auto per intestare l’ assicurazione a me (che posso usufruire di una convenzione particolare) ; posso usufruire della Legge Bersani di mio padre ? Oppure devo utilizzare la mia 7 classe?

    • Esperto
      Esperto

      Cointestando l’auto perde le agevolazioni di cui alla legge 104.

  58. Avatar
    Massimo

    Buonasera,
    Una settimana fa ho stipulato una polizza RCA temporanea, della durata di 5 mesi, per la mia moto 125. Proprio ora, dopo mesi di tentativi, ho trovato un compratore. Puo’ il nuovo proprietario usufruire della mia polizza anche se adesso l’intestatario al pra e’ cambiato? O la polizza viene persa, visto che non può’ essere trasferita ad un altro mezzo?
    Grazie e saluti.

    • Esperto
      Esperto

      Penso che sia sfruttabile (salvo clausole strane), ma non automaticamente, bensì facendo una voltura dell’intestatario a favore del nuovo proprietario. Dovrete aggiustarvi tra di voi per un eventuale compenso per la copertura pagata. Fate però attenzione perché a scadenza il nuovo proprietario non potrà beneficiare di legge Bersani, se ne aveva intenzione.

  59. Avatar
    roberto

    salve ho come classe di merito 1,ora devo cambiare auto che intesterò al mio studio associato medico dove sono anche legale rappresentante,si parla di associazione e non società perché tra medici esiste solo la possibilità di associazione,bene il mio assicuratore mi vuol far ripartire da zero come classe di merito ma sentendo altre assicurazioni mi dicono che è possibile trasferirla,quale è la verità ?
    grazie per la risposta

  60. Avatar
    eduardo castaldo

    Salve, un quesito:
    la mia vettura è assicurata in 1^ classe con me quale proprietario e mia moglie quale contraente. Per motivi fiscali dovrò a breve fare il passaggio di proprietà a mia moglie ed ho chiesto al mio assicuratore come far mantenere la classe di merito a mia moglie senza usufruire della Bersani. Mi ha risposto che fornendo la comunicazione del passaggio di proprietà congiuntamente ad una dichiarazione che indichi che siamo coniugi conviventi in comunione dei beni, è possibile trasferire la classe di merito a mia moglie come se fosse stata sempre la sua. E giusto quanto mi hanno detto oppure è una pratica atta a mantenere ilo cliente? Grazie anticipatamente per la delucidazione.
    Cordialmente

    • Esperto
      Esperto

      E’ corretto, ma, permettimi la precisazione, occorre che effettivamente siate sposati in regime di comunione dei beni, altrimenti non è possibile.

      • Avatar
        eduardo castaldo

        lo è da 24 anni e spero ancora per molto… grazie mille per il chiarimento, gentilissimo…

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)