Home » Capire le Assicurazioni » Norme generali sulle Assicurazioni » Durata, validità e scadenza dell’attestato di rischio

Durata, validità e scadenza dell’attestato di rischio - Pag.12

Attestato di rischio della RCA
Attestato di rischio dell'assicurazione auto: ha una lunga scadenza, ma fate attenzione alla CU 18 in agguato!
Questo articolo ha avuto molti commenti con risposte del nostro esperto, per praticita' li abbiamo divisi in piu' pagine. Questa e' una delle pagine dei commenti, cerca qui sotto se trovi la risposta alla tua domanda! L'articolo originale lo trovi qui: Durata, validità e scadenza dell’attestato di rischio .


1.641 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. Avatar
    Mario

    L’anno scorso possedevo un’auto Hyundai con attestato di rischio in classe 3.
    Ho acquistato una seconda auto Golf che ho intestato con la stessa classe di merito usufruendo della legge Bersani su me stesso.
    Poi ho rottamato la hyundai.

    Ora voglio cambiare l’assicurazione della Golf e andare su assicurazione online.

    Se faccio il preventivo con ‘attestato di rischio di quest’anno, che ha usufruito della legge bersani, è molto alto.

    Posso invece utilizzare l’attestato di rischio vechhio e cioè quello della hyundai ?
    Non sono passsati 5 anni.

    Grazie mille

  2. admin
    admin

    Roberto (76): se è esatto quello che dici, la tua assicurazione ha torto in diversi punti. Mai visto un contratto di 11 mesi deciso dalla compagnia e che oltretutto alla scadenza comporta problemi. E’ corretto non poter utilizzare il vecchio attestato di rischio, ed è corretto anche che tu non sia scalato di classe, essendo assicurato solo per 11 mesi. Ma la tua assicurazione è obbligata a rilasciarti un attestato, per la targa attuale, in cui è riportata la tua recente storia assicurativa. Chiedi con convinzione di averlo, eventualmente minaccia azioni legali. Con quello, scappa verso un’altra compagnia!

  3. Avatar
    Roberto(66)

    buonasera ho un problema l’assicurazione non mi vuole rilasciare l’attestato di rischio perchè ho fatto una polizza con durata 11 mesi che ho regolarmento disdetto nei tempi previsti.
    La durata è di 11 mesi perchè ho acquistato la moto a maggio e l’assicuratore mi ha fatto la scadenza ad aprile dell’anno successivo perchè loro hanno questa scadenza annuale.
    Avevo sospeso l’assicurazione per il periodo invernale e poi l’avevo riattivata per i mesi residui fino alla scadenza del premio pagato.
    Ho fatto diversi preventivi online chiedendo se potevo almeno utilizzare l’attestato di rischio della moto precedente ma mi hanno detto che non è possibile perchè la moto e il numero di targa sono differenti anche se la polizza ha lo stesso numero.
    Adesso ho una moto che non risulta essere mai stata assicurata per cui in una polizza nuova mi darebbero la classe 18 . Cosa posso fare ??

  4. admin
    admin

    Guglielmo (74): non puoi usare l’attestato di tuo fratello. Puoi però usare la sua classe grazie alla legge Bersani, se siete conviventi, ma essendo una CU11 forse sarebbe più astuto partire da una “tua” CU14 vera.

  5. Avatar
    guglielmo

    buongiorno ho un piccolo problema dopo tre anni intendo rifare l’ assicurazione auto con attestato di rischio in 11 classe dove il contraente e mio fratello mentre la proprieta del veicolo e mia . Posso fare un assicurazione a me intestata con l’ attestato di rischio che mi ritrovo?

  6. admin
    admin

    Andrea (72): non ci è riuscito trovare alcuna documentazione ufficiale sul tuo caso, che pure è frequente. Io ritengo che l’attribuzione del NA sia a discrezione della compagnia, e per questo ritengo che ci sia margine per una rettifica, essendo breve il periodo di sospensione rispetto a quello di polizza attiva, per quell’anno.

  7. Avatar
    Andrea

    Buongiorno, ho un bel problema ho un’assicurazione moto da vari anni stessa compagnia con possibilità di sospensione e ne ho usufruito quasi tutti gli anni. Nel 2009 la sospendo a novembre per poi ripresentarmi a marzo 2010 per la riattivazione e mi viene comunicato che suddetta compagnia è stata assorbita da altra per il momento a me non cambia nulla. Quest’anno 2011 ricevo l’attestato di rischio e scopro che per l’anno 2009 risulto N.A. grave problema (economico)per un eventuale e sicuro cambio di compagnia.
    Fatto presente il problema si devono informare in quanto per loro è una novità. Ci sono speranze per una rettifica? Grazie in anticipo.

  8. admin
    admin

    Ivano (68): leggi la data sul vecchio attestato di rischio in CU1 (se non lo hai puoi richiederlo), se sono trascorsi meno di 5 anni è ancoera valido e può essere usato sia direttamente che per un’assicurazione in legge Bersani.

    Salvatore (69): certo che è valida la classe, l’assicuratore ha l’obbligo di rilasciarti l’attestato di rischio per la polizza scaduta.

    Giusy (70): a mio avviso non si può, ma è un caso al quale non tutti danno la stessa interpretazione.

  9. Avatar
    giusy

    Buongiorno! volevo porgerle un quesito: possiedo un’auto di mio padre che é venuto a mancare assicurata in classe CU1. posso usufruire del decreto bersani ed ereditare la classe CU1 della polizza intestata a mio padre dato che la macchina ora dovrà essere di mia proprietà in quanto dovro’ fare il passaggio di proprieta’ a mio nome?

  10. Avatar
    Salvatore

    salve! mi ritrovo in una situazione molto problematica e vorrei un consiglio. avevo una macchina assicurata in classe CU 1 e per diversi motivi l’ho dovuta venderebloccando la polizza nel gennaio 2009. in quel periodo non ho posseduto un’altra macchina e nel frattempo la polizza é scaduta nel febbraio 2010. adesso che ho comprato una macchina usata e voglio far valere la mia classe di merito, gli assicuratori mi dicono che non é piu’ valida e che devo partire dalla CU14. E’ possibile recuperare la mia classe CU dato che è valida per 5 anni? e come posso comportarmi con gli assicuratori?

  11. Avatar
    ivano

    Nel dicembre 2006,ero contraente di una polizza che assicurava una vettura di proprita di mia moglie con classe di merito CU1, il 29 dicembre dello stesso anno vendiamo la vettura e ne acquistiamo un’altra che ingenuamente metto a mio nome.Vado dal mio solito assicuratore il quale mi dice che devo ripartire dalla classe CU16, ma interna rimane praticamente come prima.In pratica sono fuori dal libero mercato per questo inconsapevole errore.Adesso mia moglie vuole acquistare una nuova vettura in piu’ di quella che già abbiamo e vorrebbe sapere se può richiedere l’attestato di rischio con la classe CU1 che gli apparteneva.Grazie

  12. admin
    admin

    Michelangelo (66): ti confermo tutto. Fai del preventivi e valuta la convenienza dell’assicurazione tra la tua CU10 vera e la CU1 ereditata da tuo padre… vedrai che la differenza è minima, e in tal caso ti consiglierei di proseguire con la tua assicurazione.

  13. Avatar
    Michelangelo

    Salve!Da un paio di mesi sto pensando di cambiare auto…attualmente mi trovo in Classe CU 10, la polizza scade a Ottobre 2011…se compro una macchina nuova posso assicurarla con la stessa classe?Altrimenti mi pare di aver capito dal topic che, nel caso dovessi assicurarla a mio padre (in 1a classe), per 5 anni io non perda la mia storia assicurativa e quindi conservo la stessa classe di merito che ho adesso giusto?

  14. admin
    admin

    Paolo (64): la validità massima è 5 anni in ogni caso.

  15. Avatar
    Paolo

    se è possibile dichiarare il fermo del mezzo si può usufruire della classe di merito dell’attestato anche se scaduto?

  16. admin
    admin

    Maurizio (62): si, io proverei, secondo me te la riconoscono anche se ti sei riassicurato in CU14.

  17. Avatar
    maurizio

    Buongiorno.
    Tre anni fa lavoravo per un’azienda che mi ha dato la macchina aziendale.
    io ho venduto la mia e disdetto l’assicurazione.
    l’anno scorso mi sono licenziato ed ho chiesto informazioni ma tutti mi hanno detto che dovevo ripartire dalla classe 14.
    Io, arrabbiato, l’ho fatto.
    poi su questo blog ho letto che l’attestato di rischio vale 5 anni.
    e perciò avrei potuto riavere la classe uno che non avendo mai fatto incidenti in vita mia avevo.
    la domanda e’: anche se ho gia’ fatto l’assicurazione da un anno partendo dalla 14 potrei provare, richiedendo l’attestato di rischio alla mia vecchia assicurazione, ad avere la mia classe 1?.
    Grazie anticipatamente per la risposta.
    Maurizio

  18. admin
    admin

    Loredana (60): procedi partendo da “sei gia assicurato”.

  19. Avatar
    loredana

    Grazie, per fare un preventivo online, chiedono lo stato assicurativo, sei già assicurato, o nuova assicurazione dopo voltura al pra? nel mio caso devo scegliere la seconda giusto’ e automaticamente mi fa partire dalla 14 classe a meno che io non scelga di usufruire della legge bersani. Dunque devo usufruire della legge bersani per utilizzare la classe della vecchia auto?grazie ancora

  20. admin
    admin

    Antonio (57): chiedilo alla compagnia, è tenuta a dartelo

    Loredana (58): si, senza problemi, presso qualunque assicurazione.

  21. Avatar
    loredana

    Salve, ho un attestato di rischio rilasciato il 2007, non ho piu’ utilizzato l’auto,anzi l’ho venduta ed oggi ne ho comprata una nuva.come funziona con l’assicurazione di questa nuova auto adesso?è possibile utilizzare la classe di merito dell’attestato di rischio della vecchia auto?

  22. Avatar
    antonio

    come fare per avere l’attestato di rischio visto che la compagnia dove sono assicurato non mi ha mai spedito l’attestato allo scadere del contratto

    • Avatar
      LEONARDO FIORDALISO

      BUONA SERA. HO UN GROSSO PROBLEMA CHE NON RIESCO A RISOLVERE. A MIO FIGLIO E’ SCADUTO CONTRATTO CON ASSICURAZIONE AD OTTOBRE 2010. LA SUA AUTO NON HA PIU’ CIRCOLATO. ORA INTERAMENTE RIPARATA HAFATTO RICHIESTA DI ATTESTATO DI RISCHIO PER PASSARE AD ALTRA ASSICURAZIONE, MA GLI E’ STATO NEGATO. UN MOTIVO PERCHE’ PASSATO UN ANNO, UN ALTRO PERCHE’ NON E’ STATO PIU’ ELABORATO.PER FINIRE MIO FIGLIO SAREBBE COSTRETTO A FARE UN ASSICURAZIONE PARTENDO DALLA MASSIMA CLASSE COC UNA CIFRA QUINTUPLICATA IN ATTESA DI RISPOSTA. CORDIALI SALUTI

      • admin
        admin

        Leonardo, ma alla scadenza non ti hanno inviato l’attestato di rischio? E’ obbligatorio rilasciarlo, figuriamoci se possono rifiutarsi…. ed è valido per 5 anni.

  23. admin
    admin

    Massimiliano: ti confermo che non è possibile trasferire la polizza, a meno di vendita o rottamazione della vetutra A e passaggio di proprietà della vettura B… molto laborioso e costoso.
    Puoi invece tranquillamente ripartire con l’assicurazione A per fare come dici…

  24. Avatar
    massimiliano

    buonasera.
    presento il mio caso, non avendone letto di simili:

    – ho un attestato di una vettura A. contratto aurora scaduto il 28/7/2006 che quindi varrebbe fino al luglio 2011. la vettura A NON è rottamana, esiste ancora, ne pago il bollo, ma non circola. sta ferma in pattesa di utilizzo.
    – ho una vettura B, assicurata con aurora, classe cu 10, tariffa interna 1. aurora mi applica questa facilitazione.
    le vetture A e B e i contratti con aurora sono intestate a me, 38 anni, patente da 18, nessun incidente.

    la domanda:
    vorrei spostare la mia classe di merito “vera” sulla vettura che utilizzo?
    leggo che si può fare solo in caso di rottamazione di vettura A, o di cambio di proprietà. nessun’ altro modo?

    mi confermate che potrei, oggi, far ripartire il contratto A, magari sospenderlo per poter poi avere, dopo un anno, un attestato di richio di nuovo valido 5 anni?

    grazie

  25. admin
    admin

    Francesco (53): Secondo me ha ragione il secondo… fattelo dare dalla vecchia compagnia, poco importa se per loro è scaduto, e con quello recati ad un’altra assicurazione!

  26. Avatar
    francesco

    Buonasera! ho una domanda urgente da porre agli esperti!
    volevo riassicurare un motore di cui non avevo rinnovato la polizza per mancato utilizzo e l’ultimo periodo assicurativo risale a marzo 2006…entro marzo 2011 scadono i 5 anni di validità dell’attestato di rischio.
    non trovando più l’attestato in questione datato 2006, mi sono recato in agenzia per richiedere una copia ma mi è stato detto che ormai è scaduto perchè secondo loro i 5 anni di validità di un attestato di rischio vengono considerati dall’entrate in vigore della legge bersani 2007, quindi sempre secondo loro il mio attestato 2006 essendo soggetto alla vecchia legge, non ha durata 5 anni ed è quindi scaduto.
    Un amico assicuratore mi ha detto che invece è ancora possibile recuperarlo entro marzo, perchè non è specificato se la validità dei 5 anni entra in vigore dal 2007, quindi si intende abrogata la precedente legge, ergo TUTTI gli attestati di rischio hanno validità 5 anni, anche quelli antecedenti alla legge bersani!!!
    chi avrà ragione? chi mi può dire con certezza se faccio a tempo a recuperare questo attestato???

  27. admin
    admin

    Famcesco (51): non puoi più

  28. Avatar
    famcesco

    sono stato assicurato fino al 17 04 2005 e non mi e stato mai rilesciato l’attestato di rischio posso ancora richiederlo

  29. Avatar
    ENZO GIULIANI

    l’attestato di rischio e’ a mio nome
    CONTRAENTE ENZO.G
    P.R.A (nome della societa)
    :-) grazie cmq molto gentile
    enzo

    • Avatar
      Alfredo

      Salve a tutti.
      Ho un quesito.
      Ma non esiste un ente che gestisce i dati che vengono inseriti nell’attestato di rischio?
      Mi spiego meglio, sono le Assicurazioni che lo compilano e gestiscono, ovvero se io smarrisco il mio attestato di rischio e la mia vecchia assicurazione non mi rilascia una copia, esiste una data base nazionale che attesti la mia storia assicurativa?
      Grazie

      • admin
        admin

        Questa è davvero una bella domanda!
        In effetti esiste un database degli incidenti, ma è difficile sapere quali dati vi siano contenuti… e dato che siamo in Italia, fa molta più fede il buon vecchio pezzetto di carta.

  30. admin
    admin

    Enzo (48): se l’attestato riporta solo il tuo nome, non dovrebbe essere un problema usarlo!

  31. Avatar
    ENZO GIULIANI

    sono socio di una societa SRL ho venduto la macchina di proprieta dell’azienda 2 anni fa ma l’assicurazione era a mio nome
    l’assucurazione e quindi l’attetato di rischio sono intestati a me come persona fisica (L?AUTO DI PROPRIETA DELLA SRL L’ASSICURAZIONE A NOME MIO:::)ora sto acquistando un’auto a nome mio e l’assicuratore mi dice che non e’ possibile usufruire di quell’attestato di rischio (CU 01…) perche l’auto era intestata alla societa…e’ possibile?Ma l’attestato di rischio non e’ personale???
    cordiali saluti
    enzo
    tanto per essere piu’ preciso…
    avevo anche una macchina personale, assicurata con la stessa assicurazione e con la stessa classe di merito…
    saluti
    enzo

  32. admin
    admin

    Gianni (46): ritengo di si, ma sei sicuro che sia possibile stipulare una assicurazione con franchigia senza bonus malus?

  33. Avatar
    Gianni

    Salve ho un quesito da porvi.
    Se ho una assicurazione bonus malus in classe 1 , passando ad una assicurazione con franchigia perderei la classe, ma vista la validità dell’attestato di rischio prolungata a 5 anni, se dopo 4 anni di assicurazione con franchigia passerei di nuovo per un anno all’assicurazione bonus malus, il mio attestato di rischio risulterebbe valido?

  34. admin
    admin

    Luigi (44): cerca di riavere l’attestato tuo in CU 11, ne hai diritto, e fai qualche preventivo, confrontandolo con il preventivo di lloyd adriatico che essendo in CI 2 dovrebbe essere conveniente.
    La compagnia non dovrebbe fare storie per il mancato rinnovo, essendo ormai trascorsi 8 mesi.

  35. Avatar
    Luigi

    Salve,nel giugno 09, stipulai un contratto assicurativo per la mia nuova macchina con la loyd adriatico; terminato il contratto annuale,e non avendola riassicurata in quanto l’auto non veniva più utilizzata (indisponibile),senza però avvisare l’agenzia riguardo la sospensione/disdetta,vorrei assicurarla di nuovo dopo 8 mesi dalla scadenza della polizza,ma con una compagnia diversa.Ora mi domando,avendo perso l’attestato di rischio rilasciatomi alla scadenza del contratto,e avendo una CU 11 e CI 3,come faccio a recuperare l’attestato perso?ma la nuova agenzia terrà conto della CU 11 giusto???oppure mi conviene acquisire la CU 10 (CI 2) di mia mamma (stesso nucleo fam.)?è possibile,in caso di risparmio,optare questa eventuale scelta?ringrazio anticipatamente
    Scusi ancora,l’agenzia potrebbe creare qualche problema riguardo il mancato avviso della sospensione/disdetta della mia assicurazione?esempio non concedermi l’attestato,o se magari,volessi continuare con la stessa,farmi salire di classe??(in questo caso il nuovo contratto partirebbe da adesso o dalla scadenza dell’ultimo(giugno 10)??grazie ancora

  36. admin
    admin

    Luca (41): l’assicurazione ha ragione, in quanto quella che devi pagare è una rata semestrale di un contratto annuale che hai firmato.

    Stefano (42): l’attestato è valido 5 anni in ogni caso

  37. Avatar
    Stefano

    Buongiorno, a proposito di attestato di rischio. Dodici mesi fa è stata erroneamente disdettata invece di sospenderla una polizza auto. Dopo aver chiarito ed avuto l’ attestato di rischio alla richiesta di una nuova polizza da un altra assicurazione mi viene detto che l’ attestato stesso è valido solo 12 mesi per un nuova stipula su quella targa e 5 anni per una nuova targa. Trascorsi i 12 mesi solo chi ha rilasciato l’ attestato, dietro dichiarazione di veicolo non circolante, può riassicurare la targa. Secondo voi è veramente così oppure non ci siamo capiti?

  38. Avatar
    luca

    salve a tutti io ho fatto un assicucarione annuale pero dopo sei mesi dovevo rinnovarla soltanto che io la moto si è fermata prima dei primi sei mesi nn ho chiamato o avvisato l assicurazione loro mi hanno detto che se nn pago gli ultimi sei mesi ora sn in via legale se nn pago che succede?

  39. admin
    admin

    Francesco: in effetti l’unica cosa da fare è insistere per poter pagare il secondo semestre ed avere così l’attestato. In alternativa, un passaggio di proprietà del mezzo verso un parente.

  40. Avatar
    francesco

    salve!ho un problema…feci una prima assicurazione x una moto da aprile 2009 divisa in 2 semestri. ho utilizzato la moto solo x i primi 6 mesi e non ho pagato il premio del secondo semestre.il contratto annuale scadeva a aprile 2010. ora ho bisogno di assicurare nuovamente la moto ma dall’assicurazione non mi rilasciano l’attestato di rischio visto che non ho superato i 10 mesi continuativi.mi sono offerto di pagare ora il premio mancante per regolare la cosa e per farmi emettere l’attestato ma mi dicono che non è possibile perchè passato troppo tempo (6 mesi ) dalla scadenza del contratto annuale.tutte le altre assicurazioni mi dicono che per assicurarmi senza attestato devo partire dalla 18 classe…possibile che neanche pagando la parte mancante possano emettermi questo attestato?
    grazie..

  41. admin
    admin

    Antonio: il tuo assicuratore è molto onesto, in quanto avrebbe titolo per esigere il pagamento mancante. La scelta a questo punto si basa solo sulla convenienza, per cui è difficile dare un parere senza sapere le cifre! A occhio, se sei in una classe di merito bassa conviene non pagare, viceversa conviene pagare se sei in una classe alta.

  42. Avatar
    antonio

    Avevo una fiat punto 1700td a dicembre 2009 l’ ho demolita e nello stesso mese ho acquistato una fiat bravo jtd ho passato l’assicurazione dalla punto alla bravo pagando una piccola differenza in più.Scadenza nuova polizza novembre 2010.Alla scadenza del primo semestre,maggio 2010, per motivi personali non ho pagato il secondo semestre, e l’assicurazione è stata sospesa.Per avere l’attestato di rischio della bravo l’ assicuratore mi ha detto che devo pagare il secondo semestre,oppure mi può recuperare l’attestato di rischio della punto senza pagare il secondo semestre sospeso.Cosa mi consigliate di fare?

  43. admin
    admin

    Riccardo: esatto, occorre un passaggio a tuo nome oppure ad un tuo familiare convivente.

  44. Avatar
    Riccardo

    Sono proprietario di un’auto con attestato di rischio CU 6 ed ho una seconda auto cointestata con mia moglie. L’auto cointestata l’ho comprata l’11/2009 ed è stata assicurata ad una compagnia diversa dalla vettura di mia proprietà e stipulata a nome di mia moglie, con classe CU 18 ed una classe interna 6. Per riportare la classe di merito CU come la mia (CU 6) dovrei usufruire della legge Bersani, ma sono passati più di dodici mesi dall’acquisto dell’auto, quindi dovrei rifare un passaggio di proprietà? Intestare la macchina solo a nome mio? Grazie

  45. admin
    admin

    Antonio: io ritengo che da un punto di vista legale sia corretto non trasferire la classe di rischio alla società, perchè si tratta di un soggetto diverso dalla tua persona. Il fatto che esistano compagnie che acconsentono a questo trasferimento poco cambia la situazione: nessuno vieta ad una assicurazione di farti partire da una classe più vantaggiosa, per cui è normale che pur di tenere o trovare un cliente, una compagnia faccia questa eccezione.
    Tutto sommato, ti consiglierei di assicurarti dove ti riconoscono la classe 10, badando bene però che ti inseriscano in CU10 e non ti inseriscano in una classe 10 interna. Assicurati anche che facciano l’attestato di rischio a nome della società. In questo modo, gia dopo un anno sarai libero di trasferire il tutto ad una telefonica…

  46. Avatar
    antonio

    Ho una domanda relativa ad un situazione che mi sta facendo tribulare non poco. Ho acquistato l’auto ieri, l’auto è intestata, come richiesto, alla mia società, una snc, della quale solo amministratore, assieme all’altro mio socio e per la quale sono anche rappresentante legale. Un anno e mezzo fa ho venduto la mia vecchia auto a mia moglie, ho interrotto di conseguenza l’assicurazione e di conseguenza la compagnia (zuritel) mi aveva mandato l’attestato di rischio in classe 10 a me intestato (la società non l’avevo ancora).
    Ora l’attestato, intestato ripeto a me come persona fisica, è rimasto li nel cassetto fino a quanto in questi giorni ho cominciato a guardarmi in giro per assicurare il nuovo veicolo acquistato con l’azienda: sorpresa! Molte compagnie, praticamente tutte quelle online e molto “offline”, contatate anche di persona e/o telefonicamente mi dicono che NON posso prendere la mia classe 10 per la nuova assicurazione perchè l’attestato di rischio è intestato ad una persona fisica (io) mentre la macchina è intestata ad una società (ricodo che sono socio, amministratore e rappresentante legale). Qualcuno dice che si “potrebbe” perchè non è una società di capitali, ma di persone, qualcun’altro dice che non si può proprio. Chiedo, è corretta sta cosa ? Il mio socio ha fatto la stessa operazione (offline) 3 settimane addietro e gli hanno tenuto valida la classe di merito (1, ricevuto tramite Bersani) in virtù del fatto che risulta nella ragione sociale, così come me ovviamente (siamo “ditta snc di A e B”). Come mai non riesco a fare il passaggio di classe? E’ corretto che mi facciano tutta sta resistenza? Ovviamente mi potreste dire “fallo con la stessa compagnai del tuo socio” bhe sì, peccato che le assicurazioni standard (offline) costano un sacco di più, spesso sono gestite da persone che hanno al clientela da anni, si fidano da loro e non discutono mail prezzo e non praticano il minimo sconto per adattarsi al mercato. Morale della favola ? Dovrei fare una assicurazione NUOVA in classe 14 online pagando molto di più ora ma anche gli anni aseguire visto che sarà cmq in 13, 12, 11 e così via oppure andare da chi mi fa “entrare” in 10 tenendo valido il mio attestao di rischio pagando cmq la stessa cifra che pagherei online. Chiedo, è possibile passare questo attestato di merito intestato a me persona fisica a me alla mia società ? Qualcuno può chiarirmi la questione? Ci sono riferimenti normativi ?

  47. admin
    admin

    Francesco: per quanto riguarda la scadenza, se non ho capito male non hai completato i 12 mesi dell’ultimo anno pagato… in tal caso è corretta così. Il premio aumentato potrebbe essere causato dagli ultimi anni di “NA” senza assicurazione… ti consiglio di fare qualche preventivo alternativo, perchè con una classe 1 come la tua dovresti riuscire ad ottenere buoni prezzi.

  48. Avatar
    francesco

    Ho un’assicurazione da circa 18 anni, ho classe CU 1. L’unico dubbio che avendo sospeso la polizza nel dicembre 2.007 e riattivata i primi di luglio dello stesso anno, risospesa ad agosto (stesso anno). Riattivata i primi di luglio 2.008, sospesa in agosto dello stesso anno. Mai piu’ riattivata per dimenticanza. In settembre 2010 sono stato all’assicurazione, mi e’ stato detto che perdevo i soldi ma non la classe di merito CU 1. In questi giorni chiedo l’attestato di rischio, e, con mio disappunto leggo scadenza polizza luglio 2007, (anche se CU e’ sempre 1). Ho perso quindi tre anni, a mio avviso dovevano essere solo due. Quello che chiedo, un anno in piu’ cosa mi comporta? Ho notato che per rifare l’assicurazione mi e’ stata chiesta una cifra esorbitante, chiedo se questo sia dovuto al fatto della sospensione, e se e’ giusto contare tre anni e non due. Grazie.

  49. Avatar
    Angela

    Grazie, faro’ come mi consigli. L’assicurazione sta’ temporeggiando nel darmi l’attestato di rischio per potere comparare i prezzi.

  50. admin
    admin

    Angela: devi ripartire dalla classe di merito che avevi al momento della sospensione, tuttavia l’assicurazione può farti il prezzo che vuole… se ritieni che sia alto, fai un preventivo anche con altre compagnie.

  51. Avatar
    Angela

    Ho sospeso la mia auto per 18 mesi, per dimenticanza non ho riattivato la polizza (anche perche’ l’auto none’ servita). L’assicuratore mi ha fatto perdere due anni di classe di merito (oltre i soldi pagati per bloccare la polizza). Adesso per assicurare una Fiat 600 con 13 cv e 1.100 di potenza mi e’ stato chiesto circa 600 euro annue. Tutto nella norma?

  52. Avatar
    Michele

    Grazie per il consiglio, io sono stato più volte alla mia agenzia generale per sollecitare la rettifica o avere un nuovo attestato di rischio dove non menzionasse più questo maledetto incidente del 2008, poi voglio precisare che già loro (la mia agenzia) con questo attestato di rischio mi fanno un preventivo rca 3 volte maggiore rispetto a quello che sto pagando ora perché non appena vedono che c’è un sinistro, e non guardano nemmeno la percentuale di responsabilità, dicono subito che è il sistema informatico a dare quella cifra da pagare, e così tutte le altre compagnia di assicurazioni dove mi sono rivolto per i preventivi, in poche parole con questo attestato di rischio sono molto penalizzato nonostante io ho una sentenza del giudice di pace che da la piena assoluzione della responsabilità del sinistro stradale avvenuto nel 2008, proprio ieri ho mandato a mezzo fax all’Ina Assitalia Uff. Ass. Clienti una missiva di reclamo e di richiesta perentoria, spiegando tutta la mia vicenda e dando loro il termine entro e non oltre il giorno 30 novembre, 3(tre) giorni prima della scadenza contrattuale come stabilito dal (DPR 45/81 , Legge 39/77 e modifiche D.Lgs. 175/95 in attuazione della direttiva 92/49/CEE) di ricevere un nuovo attestato di rischio, altrimenti sarò costretto ad agire come per Legge, nelle opportune sedi Giudiziarie, nessuna esclusa ed eccettuata, con aggravio di spese e ristoro di tutti i danni subiti e subendi ad esclusivo loro carico.

  53. Avatar
    Lucy

    Per Michele: ho riletto le condizioni di polizza sulla responsabilità superiori al 50% mi sbagliavo perchè si parla non di incidenti fatti nell’anno, ma incidenti fatti nell’ultimo quinquennio.

  54. Avatar
    Lucy

    In risposta a Michele: a me risulta che se sull’attestato di rischio c’è una situazione di sinistri con colpa non superiore al 51%, la classe di merito non varia e quindi non varia neppure il premio da calcolare.
    La percentuale di colpa dei sinistri, non deve però essere calcolata sul singolo sinistro ma sui sinistri dell’anno, se ad esempio ho due sinistri con responsabilità entrambi del 50%, è come se io avessi avuto un sinistro con responsabilità 100%.
    Mio fratello ha avuto un sinistro nel 2007 concorso di colpa quindi 50% di responsabilità ma alla scadenza successiva, non ha avuto alcuna variazione nè di premio nè di classe di merito.
    Ti consiglio di fare pressione sulla tua compagnia o di rivolgerti all’ISVAP.

  55. Avatar
    Michele

    Innanzitutto Grazie per il consiglio, voglio precisare che sono stato in diverse compagnie di assicurazioni per avere più preventivi, ma tutte vedendo l’attestato di rischio in mio possesso(con un sinistro) hanno sviluppato dei preventivi a dir quanto esagerati come la Loyd Adriatico un preventivo di 2.100 Euro l’anno, il mio legale mi consiglia di rimanere con Ina Assitalia se questi per il 2 dicembre non faranno in tempo a rilasciarmi l’attestato di rischio “rettificato”, anche se dovrò pagare molto di più sul nuovo contratto perché così facendo avrò sicuramente nei prossimi mesi il nuovo attestato di rischio e non solo poi chiederò, sempre tramite il mio Legale, il rimborso all’Ina del premio assicurativo pagato in più e la classe di merito che mi spetta e poi alla nuova scadenza contrattuale li mando al quel paese. Attendo un ulteriore consiglio Grazie

  56. admin
    admin

    Michele, come spesso accade in Italia, anche per far valere una ragione evidente occorre avvalersi di un avvocato, e temo che questo sarà il tuo caso se l’assicurazione non rimuoverà il sinistro. Prima di spendere soldi per un legale, fai la voce grossa in agenzia minacciando di rivolgerti ad ISVAP.
    Ti segnalo peraltro che la tua classe -7 non varrà sull’attestato di rischio, che al minimo potrà avere CU1, classe che probabilmente avrai anche con il sinistro, essendo trascorsi due anni. Quindi, la differenza di premio tra attestato con sinistro e senza, sarà molto bassa e per questo c’è da valutare la convenienza di spendere i soldi dell’avvocato.

  57. Avatar
    Michele

    Premetto che sono assicurato da ormai 26 anni con INA Assitalia con convenzione per le Forze dell’Ordine e sono alla classe “-7” al di sotto dello “0” nel mese di Ottobre scorso mi arriva per posta semplice una comunicazione dalla Sede Legale di Roma Ina Assitalia dove mi dicono che dal prossimo 2 Dicembre 2010 (scadenza contrattuale) non sono più un loro assicurato perché mi recedono il contratto e a questa comunicazione vi è allegato anche il famoso Attestato di Rischio dove riporta un sinistro stradale con responsabilità al 50% avvenuto nel 2008, premetto anche che il mio premio assicurativo è di 253,00 Euro semestrali avendo come autovettura una 2000 Turbo Diesel, nel mese di Settembre scorso proprio alla sede legale di Roma gli è stata notificata, a mezzo Ufficiali Giudiziari, la Sentenza del Giudice di Pace il quale riguardo al sinistro del 2008 da pienamente ragione a me. Poi nel mese di Ottobre scorso, subito dopo aver ricevuto la disdetta da Roma, io personalmente ho consegnato e fatto protocollare la sentenza direttamente alla mia Agenzia Generale di zona chiedendo di ricevere al più presto un nuovo Attestato di rischio dove non menzionasse più il sinistro stradale. Voglio precisare che mi sono recato più volte all’Agenzia Generale della mia zona per sollecitare la mia richiesta ma ancora a tutt’oggi niente. La domanda è cosa posso fare se non mi rilasciano per il 2 dicembre l’attestato di rischio (pulito)? Posso presentare formale Denuncia presso l’Ufficio di PS? Grazie

  58. admin
    admin

    Giovanni: purtroppo è proprio così, del resto bisogna tenere conto che l’assicurazione copre i danni a terzi che non dipendono dal valore della propria vettura!
    Valuta se è il caso di cambiare auto, il che ti permetterebbe eventualmente di ereditare la classe di merito da qualche parente convivente.

  59. Avatar
    giovanni

    Ho un ‘auto da me comprata nuova nel 1999 e ormai da 5 anni e 4 mesi che non l’ho più assicurata per vari motivi. in questi anni ho continuato a guidare per lavoro senza mai provocare sinistri, da premettere che la mia auto ha un valore commerciale di €1500 ho fatto alcuni preventivi presso varie agenzie assicurative e mi toccherebbe ripartire con la 18 classe anzichè la vecchia 14, e con un “premio” annuo pari a circa 3000€ cioè il doppio del valore della mia auto!!! Ma mi chiedo com’è possibile che non eseista una legge discriminatoria per casi come il mio??

  60. admin
    admin

    David: devi insistere e farti dare l’attestato dalla compagnia…. da loro deve saltare fuori!!!

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)