Durata, validità e scadenza dell’attestato di rischio - Pag.13

Attestato di rischio della RCA
Attestato di rischio dell'assicurazione auto: ha una lunga scadenza, ma fate attenzione alla CU 18 in agguato!

Le cose utili da sapere sulla durata e la validità dell’attestato di rischio della tua assicurazione auto o moto. Vediamo dopo quanti anni scade e come fare per ovviare ai problemi di ri-assicurazione in CU 18 di un mezzo fermo e non assicurato per lungo tempo.

Questo articolo ha avuto molti commenti con risposte del nostro esperto, per praticita' li abbiamo divisi in piu' pagine. Questa e' una delle pagine dei commenti, cerca qui sotto se trovi la risposta alla tua domanda! L'articolo originale lo trovi qui: Durata, validità e scadenza dell’attestato di rischio.


1.659 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. Avatar
    Lucy

    Per Michele: ho riletto le condizioni di polizza sulla responsabilità superiori al 50% mi sbagliavo perchè si parla non di incidenti fatti nell’anno, ma incidenti fatti nell’ultimo quinquennio.

  2. Avatar
    Lucy

    In risposta a Michele: a me risulta che se sull’attestato di rischio c’è una situazione di sinistri con colpa non superiore al 51%, la classe di merito non varia e quindi non varia neppure il premio da calcolare.
    La percentuale di colpa dei sinistri, non deve però essere calcolata sul singolo sinistro ma sui sinistri dell’anno, se ad esempio ho due sinistri con responsabilità entrambi del 50%, è come se io avessi avuto un sinistro con responsabilità 100%.
    Mio fratello ha avuto un sinistro nel 2007 concorso di colpa quindi 50% di responsabilità ma alla scadenza successiva, non ha avuto alcuna variazione nè di premio nè di classe di merito.
    Ti consiglio di fare pressione sulla tua compagnia o di rivolgerti all’ISVAP.

  3. Avatar
    Michele

    Innanzitutto Grazie per il consiglio, voglio precisare che sono stato in diverse compagnie di assicurazioni per avere più preventivi, ma tutte vedendo l’attestato di rischio in mio possesso(con un sinistro) hanno sviluppato dei preventivi a dir quanto esagerati come la Loyd Adriatico un preventivo di 2.100 Euro l’anno, il mio legale mi consiglia di rimanere con Ina Assitalia se questi per il 2 dicembre non faranno in tempo a rilasciarmi l’attestato di rischio “rettificato”, anche se dovrò pagare molto di più sul nuovo contratto perché così facendo avrò sicuramente nei prossimi mesi il nuovo attestato di rischio e non solo poi chiederò, sempre tramite il mio Legale, il rimborso all’Ina del premio assicurativo pagato in più e la classe di merito che mi spetta e poi alla nuova scadenza contrattuale li mando al quel paese. Attendo un ulteriore consiglio Grazie

  4. admin
    admin

    Michele, come spesso accade in Italia, anche per far valere una ragione evidente occorre avvalersi di un avvocato, e temo che questo sarà il tuo caso se l’assicurazione non rimuoverà il sinistro. Prima di spendere soldi per un legale, fai la voce grossa in agenzia minacciando di rivolgerti ad ISVAP.
    Ti segnalo peraltro che la tua classe -7 non varrà sull’attestato di rischio, che al minimo potrà avere CU1, classe che probabilmente avrai anche con il sinistro, essendo trascorsi due anni. Quindi, la differenza di premio tra attestato con sinistro e senza, sarà molto bassa e per questo c’è da valutare la convenienza di spendere i soldi dell’avvocato.

  5. Avatar
    Michele

    Premetto che sono assicurato da ormai 26 anni con INA Assitalia con convenzione per le Forze dell’Ordine e sono alla classe “-7” al di sotto dello “0” nel mese di Ottobre scorso mi arriva per posta semplice una comunicazione dalla Sede Legale di Roma Ina Assitalia dove mi dicono che dal prossimo 2 Dicembre 2010 (scadenza contrattuale) non sono più un loro assicurato perché mi recedono il contratto e a questa comunicazione vi è allegato anche il famoso Attestato di Rischio dove riporta un sinistro stradale con responsabilità al 50% avvenuto nel 2008, premetto anche che il mio premio assicurativo è di 253,00 Euro semestrali avendo come autovettura una 2000 Turbo Diesel, nel mese di Settembre scorso proprio alla sede legale di Roma gli è stata notificata, a mezzo Ufficiali Giudiziari, la Sentenza del Giudice di Pace il quale riguardo al sinistro del 2008 da pienamente ragione a me. Poi nel mese di Ottobre scorso, subito dopo aver ricevuto la disdetta da Roma, io personalmente ho consegnato e fatto protocollare la sentenza direttamente alla mia Agenzia Generale di zona chiedendo di ricevere al più presto un nuovo Attestato di rischio dove non menzionasse più il sinistro stradale. Voglio precisare che mi sono recato più volte all’Agenzia Generale della mia zona per sollecitare la mia richiesta ma ancora a tutt’oggi niente. La domanda è cosa posso fare se non mi rilasciano per il 2 dicembre l’attestato di rischio (pulito)? Posso presentare formale Denuncia presso l’Ufficio di PS? Grazie

  6. admin
    admin

    Giovanni: purtroppo è proprio così, del resto bisogna tenere conto che l’assicurazione copre i danni a terzi che non dipendono dal valore della propria vettura!
    Valuta se è il caso di cambiare auto, il che ti permetterebbe eventualmente di ereditare la classe di merito da qualche parente convivente.

  7. Avatar
    giovanni

    Ho un ‘auto da me comprata nuova nel 1999 e ormai da 5 anni e 4 mesi che non l’ho più assicurata per vari motivi. in questi anni ho continuato a guidare per lavoro senza mai provocare sinistri, da premettere che la mia auto ha un valore commerciale di €1500 ho fatto alcuni preventivi presso varie agenzie assicurative e mi toccherebbe ripartire con la 18 classe anzichè la vecchia 14, e con un “premio” annuo pari a circa 3000€ cioè il doppio del valore della mia auto!!! Ma mi chiedo com’è possibile che non eseista una legge discriminatoria per casi come il mio??

  8. admin
    admin

    David: devi insistere e farti dare l’attestato dalla compagnia…. da loro deve saltare fuori!!!

  9. Avatar
    David

    Salve
    dal 2003 al 2007 ho posseduto una moto che poi ho venduto
    volendo ora riacquistarne un’altra all’assicurazione mi hanno chiesto l’attestato di rischio per non ripartire dalla 14° (l’assicurazione è la stessa della prima moto). ho rovesciato tutta casa ma l’attestato non me lo ritrovo (forse l’ho perso). E’ possibile che l’assicurazione non ne abbia una copia? come posso fare altrimenti?

  10. admin
    admin

    Antonio, il tuo assicuratore è obbligato a rilasciarti il tuo attestato di rischio (minaccia querele e vedrai che salta fuori). Con quello, sei… libero di andare da un’altra assicurazione!

  11. Avatar
    antonio

    buon giorno il 12/01/2006 pago il premio della mia autovettura e la sospendo, perche non uso più la macchina in questione oggi 22/09/2010 chiedo al mio assicuratore che voglio vendere la mia auto per acquistarne un altra per cui voglio recuperare l’attestato della vecchia l’assicuratore mi dice che l’attestato di rischio mai ricevuto è scaduto!!!!!!!!cosa posso fare????? devo ripartire dalla classe più alta???

  12. admin
    admin

    Renayo: no, i trasferimenti valgono solo per solo auto-auto e moto-moto

  13. Avatar
    renayo

    L’attestato di rischio dell’auto ormai venduta lo posso usare per assicurare una moto?

  14. admin
    admin

    Filopa: anche se sospendi la polizza, devi pagare la rata semestrale. L’assicuratore deve però concederti la sospensione, controlla il contratto e vedi cosa dice in merito.

  15. Avatar
    filopa68

    Buon giorno, avevo chiesto al mio assicuratore di sospendere temporaneamente l’assicurazione della mia auto. Questi mi risponde che non è possibile e oggi mi trovo a dovere pagare un semestre per un servizio di cui non ho goduto e inoltre il ricatto che se non pago non mi danno l’attesstato di rischio, oppure devo dichiarare il falso ovvero che dall’ultimo attestato il veicolo non ha mai circolato. Come devo comportarmi.
    Grazie

  16. admin
    admin

    Lucia: hai spiegato le cose in maniera confusa e ho provato a dare una interpretazione. Io ho dato per scontato che il vecchio attestato del 2007 dove sei in prima classe sia ancora in tuo possesso, ed è questo che è ancora valido.
    Se invece lo hai dato alla compagnia per stipulare la nuova assicurazione, allora già nel 2009 ti doveva insesrire in prima classe, e se non lo ha fatto puoi andare a protestare.

  17. Avatar
    lucia

    per capire meglio:- cosa intendi? l’attestato rilasciatomi a giugno 2009 dalla vecchia assicurazione o quello 2009-2010 che è solo di un anno? l’assicurazione nuova sostiene che quello valevole è l’ultimo (cioè quello di un anno) dovrebbe accettare invece anche quello precedente che è fino al 2007 quindi di 3 anni fà?

  18. admin
    admin

    Lucia, se ho ben capito, qui non c’entra niente la Legge Bersani, perchè la classe di merito è “tua”. L’attestato di rischio di due anni fa è sempre valido, fattelo rilasciare dalla tua vecchia assicurazione e stipula un nuovo contratto con quell’attestato in prima classe.

  19. Avatar
    lucia

    …specifico che l’assicurazione è sempre stata a mio nome per “eredito” intendo che mi ero assicurata con l’agenzia che già assicurava la macchina precedentemente!!

  20. Avatar
    lucia

    vi sottopongo il mio quesito nella speranza di venire a capo di un problema che si è evidenziato nel cambio di assicurazione Premesso che sto in prima classe da moltissimi anni, quasi tre anni succede che alcuni vandali incendiano la mia m,acchina…regolare denuncia, blocco dell’assicurazione, schoc a livello personale, rimango quasi due anni senza macchina. Un anno fà compro una macchina usatissima…eredito l’assicurazione dell’ex proprietario per motivi di tempestività durante il passaggio di proprietà. Quest’anno in Giugno mi scade la polizza e decido di cambiare assicurazione visto il prezzo altissimo del premio. L’attestato di rischio che mi viene rilasciato è solo di un anno e quando lo spedisco alla nuova assicurazione mi ritrovo con la pratica bloccata finchè non pago la quota di maggiorazione che è di ben 150 euro annue in più. Alle mie lamentele l’assicurazione precedente risponde che ha seguito la legge Bersani. Prima domanda: c’è la discrezionalità da parte dell’agenzia assicurativa? in molti affermano questo…Bersani avrà fatto una buona legge…ma il singolo come me vittima di vandalismo -senza alcun rimborso, senza speranza di vedere il delinquente in questione pagare per il danno a me creato psicologico-pratico-economico si sente davvero beffato da tutto questo!! cosa avrei dovuto fare pagare l’assicurazione per una macchina inesistente per due anni? vi prego di darmi un consiglio su cosa posso fare e se c’è qualcodsa da fare!!! grazie

  21. admin
    admin

    Michele: se anche tu avessi l’attestato, ormai sarebbe scaduto. E’ normale ripartire dalla classe più alta, ma per quanto riguarda il prezzo sono sicuro che puoi trovare compagnie che ti fanno spendere meno. Fatti fare qualche preventivo.

  22. Avatar
    Michele

    Comprai una moto Kawasaki 500 nel 1999 e per due anni l’ho assicurata, dopo questi due anni nn l’ho più usata,adesso nn ho l’attestato di rischio anche perchè a l’epoca nn lo rilasciavano . Possibile che adesso per poterla assicurare mi chiedono la somma di euro 1.200,00.Cortesemente avete qualche consiglio da darmi? Grazie.

  23. admin
    admin

    Angelo: assolutamente da non pagare! Vai ad una altra compagnia e ricordati di portare il tuo atetstato di rischio per ripartire dalla classe 12.

  24. Avatar
    angelo bonfadini

    avevo un contratto in cu 12 da 5 anni nella stessa compagnia, è stato risolto il contratto per mancata accettazione del premio di rinnovo.
    mi è stato proposto dopo 2 mesi un contratto in classe 14 dalla stressa assicurazione aumentando di un terzo il premio.. lo possono fare?? c’è qualche modo per rescindere dal contratto??

  25. admin
    admin

    secondo me non ci dovrebbero essere problemi

  26. Avatar
    rosi mammoliti

    ho recuperato il mio attestato della mia autovettura che non ho più dal 2007 posso assicurare una vettura nuova ma.
    l’attestato il contraente sono io ma il proprietario della vettura era mio figlio
    posso usufruirne io che sono la mamma ma solo il contraente dell’attestaro

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)