Home » Capire le Assicurazioni » Norme generali sulle Assicurazioni » Durata, validità e scadenza dell’attestato di rischio

Durata, validità e scadenza dell’attestato di rischio - Pag.9

Attestato di rischio della RCA
Attestato di rischio dell'assicurazione auto: ha una lunga scadenza, ma fate attenzione alla CU 18 in agguato!
Questo articolo ha avuto molti commenti con risposte del nostro esperto, per praticita' li abbiamo divisi in piu' pagine. Questa e' una delle pagine dei commenti, cerca qui sotto se trovi la risposta alla tua domanda! L'articolo originale lo trovi qui: Durata, validità e scadenza dell’attestato di rischio .


1.641 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. Avatar
    claudia

    Buongiorno! non posseggo un attestato di rischio perchè non assicuro l’auto dal 2007. Ora vorrei farlo ma non capisco se devo ripartire dalla 14a o addirittura dalla 18. La mia vecchia agenzia assicuratrice mi ha detto dalla 18, ma ho sentito altri pareri (sempre di agenzie assicurative) discordanti.. Tra l’altro trovo difficoltà a fare preventivi on line perchè i questionari non comprendono la casistica ‘senza documentazione’ o ‘attestato di rischio scaduto’ ma solo clt già assicurato o meno.
    Potreste aiutarmi a capire? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      In assenza di attestato si va in CU18, ma in effetti alcune compagnie hanno la 14 come classe massima di partenza. Valuta se ti conviene fare una voltura ad un parente convivente in modo da assicurare con la sua classe in legge Bersani.

  2. Avatar
    maurizio c.

    Buonasera, vorrei sapere se dando disdetta all’assicurazione alla sua scadenza naturale posso lasciar trascorrere qualche mese prima di stipularne una nuova con un altra compagnia e se la mia classe di merito che attualmente è la 1 rimane tale o ricomincio dalla 14. Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Certamente puoi attendere il tempo che vuoi: l’attestato di rischio che ti viene rilasciato vale ben 5 anni. L’auto dovrà tuttavia essere custodita in area privata. Ripartirai dalla tua Classe universale (vedi sull’attestato).

  3. Avatar
    Gian Luca

    Buongiorno vorrei un chiarimento
    ho un’auto,C3,di cui sono proprietario, l’assicurazione è intestata a mio padre,per usufruire di una classe di merito più bassa,l’assicurazione non ha mai fatto obiezioni
    mi chiedo se questo è corretto o no

    • Avatar
      Gian Luca

      se volessi regolarizzare adesso la polizza come dovrei fare?
      intestando la polizza a me l’attestato di rischio ha validità per mantenere la stessa classe di merito?

      grazie per la risposta

      • Esperto
        Esperto

        A mio giudizio, si, tuttavia sono certo che la compagnia troverà obiezioni….. prova a facci sapere!

    • Esperto
      Esperto

      Se tu dovessi farlo adesso, non sarebbe corretto, tuttavia se è una polizza molto datata va bene perchè prima era ammesso (diciamo prima del 2005)

  4. Avatar
    Roberto Zani

    Ho sospeso per 16 mesi (potevo arrrivare a 18) la polizza di mia madre (giunta al 10 mese). Adesso la compagnia mi ha proposto di metterla sull’auto di mio padre (che ha un bonus malus più alto)) in quanto coniugi in comunione di beni, così usufruirei del periodo mancate (2 mesi), poi per quanto riguarda il rinnovo gli operatori si son contraddetti. Secondo uno non c’è problema e ovviamente mi conviene, secondo l’altro non mi conviene affatto in quanto la sospensione ha superato l’anno ed è venuta meno la conitunuità assicurativa, e ci voranno 5 anni per riacquisirla.
    Chi ha ragione?

    • Esperto
      Esperto

      Non è assolutamente possibile spostare questa polizza su un’altra auto già assicurata, questo al di la degli eventuali successivi problemi per il rinnovo.

  5. Avatar
    marina cencig

    Buongiorno,
    Devo assicurare un motociclo che ho importato dall’estero.
    Ho vissuto per una paio d’anni all’estero e sono stato residente AIRE. Inizio 2011 ho acquistato e assicurato nel mio paese estero di residenza un motociclo.
    Nel luglio 2012 mi sono trasferito di nuovo in Italia, ho ripreso la residenza italiana, ho importato il motociclo e l’ho fatto immatricolare con targa italiana a dicembre 2012.
    Fino al 2010 avevo un altro motoveicolo in Italia che ho venduto prima del trasferimento.
    L’assicurazione che avevo per questo motoveicolo mi ha rilasciato l’attestato di rischio provenienza CU 6 assegnazione CU 5.
    Ora devo assicurare la moto importata, già immatricolata in Italia come sopra descritto (prima immatricolazione estera 2011, seconda immatricolazione italiana dicembre 2012).
    La mia domanda è: quale classe di merito deve essere applicata alla moto? Quella dell’attestato di rischio della moto precedente o come veicolo già assicurato all’estero per solo un anno e mezzo, comunque senza attestato di rischio in quanto negli USA non esistono CU comparabili con quelle italiane
    Grazie in anticipo.

    • Avatar
      marina cencig

      Grazie…pensavo anche io di procedere con l’attestato di rischio precedente in quanto la moto importata risulta immatricolata al PRA con dicembre 2012….miserviva una conferma…grazie ancora

    • Esperto
      Esperto

      Se non puoi usare la classe estera, puoi scegliere se partire dalla cu14 oppure se usare un attestato valido… il tuo sembra ok e dunque procedi con quello!

  6. Avatar
    sara

    ho sospeso l assicurazione e dopo un anno ho richiessto l attestato di merito alla assicurazione che ha risposto che dato che avevo lasciato trascorrere e superare l anno l attestato non esiste più. A me sembra assurdo

    • Esperto
      Esperto

      Ti devono comunque rilasciare quello dell’annualità precedente.

  7. Avatar
    Liberto

    salve,
    ho un attestato di rischio relativo ad un’autovettura diventata d’epoca.
    adesso vorrei utilizzare quell’attestato per un’altra autovettura intestata sempre a me da più di un anno e mai assicurata, posso farlo?

    • Esperto
      Esperto

      Se l’attestato ha meno di 5 anni è ancora valido, tuttavia non potrà essere usato su una vettura immatricolata da piùdi un anno e mai assicurata: questa vettura è purtroppo in una situazione difficile per cui la scelta è tra cu18 oppure una voltura.

  8. Avatar
    andrea

    salve nel 2009 ho venduto la mia auto possiedo quindi l’attestato di rischio con 1 classe .adesso vorrei riaquistare un auto del 2008 ;
    domanda il mio attestato è ancora valido ??
    cosa devo indicare sui preventivi on ine che vengo dal decreto Bersani ??

    • Esperto
      Esperto

      Si è valido e non dovrai usare il decreto bersani.

  9. Avatar
    Gianluca

    Buonasera e buon anno….sono in possesso di un attestato di rischio che riporta le voci dal 2007 al 2012….con scadenza annuale polizza 15-03-2012…avendo poi cambiato compagnia in seguito, e avendo venduto la vettura a dicembre, non ho maturato il tempo necessario per il nuovo attestato. Quello in mio possesso é valido? Vi ringrazio anticipatamente.

    • Esperto
      Esperto

      Secondo me le compagnia dell’ultima polizza, quella annullata per vendita, può rilasciarti un attestato più recente, in alternativa va bene anche quello in tuo possesso.

  10. Avatar
    Umberto

    Ho un piccolo problema, chiedo aiuto!
    A fine Ottobre 2011 ho sospeso la polizza RCA con scadenza annuale Dicembre 2011 per motivi di salute. Ora ho in originale l’attestato di rischio del 2011 con classe di provenienza 3^ e assegnazione 2^, ma l’Assicurazione mi ha riferito che devo ricominciare tutto da capo, sino a data da destinarsi, ovvero sino a quando sarò in grado di guidare…é vero o mi salvo col Decreto Bersani?

    • Esperto
      Esperto

      Assolutamente sbagliato! Capiamo prima di tutto da dove viene il problema: tu hai fatto trascorrere più di un anno dalla sospensione della polizza e dunque hai perso la parte residua di polizza non goduta. Su questo ci facciamo poco. Hai tuttavia pieno diritto di proseguire il tuo storico assicurativo dalla cu2, sia sulla medesima che su un’altra auto, senza uso di legge bersani che sarebbe penalizzante.

  11. Avatar
    Francesca

    Buon giorno, vorrei sapere se l’attestato di rischio ha comunque validità di 5 anni anche se si stipulano polizze temporanee ( 4 mesi all’anno) e se possibile i riferimenti normativi grazie

    • Esperto
      Esperto

      Non esistono polizze temporanee, in ogni caso sono ininfluenti sull’attestato di rischio, non venendo completata l’annualità.

  12. Avatar
    mariagrazia

    Salve mio padre è proprietario dell’auto che io guido dal 2008,ogni anno l’assicurazione la intesto a lui per pagare un pò meno,ma a lui a maggio scadrà la patente e dovrà posarla per motivi di salute,ora io mi chiedo ,valutando un pò le assicurazioni online io già misi quixa l’anno scorso,posso intestarla a me l’assicurazione,dato che i prezzi tra me e lui non variano di molto,io ho 33 anni,e mai fatto incidenti,posso compilare i moduli online segnalando che il contraente sarei io e proprietario lui e inserendo i dati dell’attestato di rischio che poi sarebbe il suo ufficialmente anche se in realtà sono io che guido dal 2008 lui è solo figurativo ecco.Chiaritemi un pò le idee grazie

    • Avatar
      mariagrazia

      E se io dovessi subire un sinistro e trovano me alla guida(perchè anche se è tutto intestato a lui sia auto che assicurazione sono io in effetti che guido dal 2008 a oggi) l’assicurazione può rifiutarsi di pagare i danni ,non essendo io il contraente,ma appunto mio padre?

      • Esperto
        Esperto

        Non c’è problema per questo, la polizza copre sempre tutti i guidatori, del resto altrimenti non si potrebbero neanche guidare le auto dei genitori o degli amici…

    • Esperto
      Esperto

      Non puoi assolutamente fare come dici. La soluzione è molto semplice: non fare niente. Puoi rinnovare l’assicurazione di tuo padre anche se lui non ha più la patente.

  13. Avatar
    valerio

    Buongiorno,
    io ho un attestato di rischio ancora valido, non sono assicurato dal 2009,
    ero in classe 9.
    Ora devo riassicurare una macchina, posso usufruire della legge bersani e utilizzare la classe, quarta, di un mio familiare convivente, o devo necessariamente ripartire dalla nona.
    grazie

    • Esperto
      Esperto

      Puoi scegliere l’una o l’altra opzione. Ti consiglio di fare un preventivo per entrambe le situazioni perchè non è ovvio che la cu4 con legge Bersani sia più conveniente.

  14. Avatar
    pasquale

    il 16 maggio 2008 ho sospeso l’assicurazione Rca per demolizione del mezzo stavo in classe 1. la scadenza del contratto era il 05/09/2008. l’attestato di rischio è ancora valido se devo assicurare una nuova auto

  15. Avatar
    Pierluigi

    Buongiorno,
    vorrei delle delucidazioni. Ho venduto un’auto di mia proprietà e al momento non ho intenzione di comprarne un’altra. Mi è stato consigliato dalla mia impresa assicuratrice di sospendere per un anno la polizza perchè nel caso in cui dovessi riattivarla entro l’anno non perderei tutti i benefici maturati cosa che invece accadrebbe se dovessi bloccarla, in tal caso mi hanno detto che entro il termine dei 5 anni potrei si rientrare con la stessa classe di merito ( 1 CU e classe di assegnazione 1 K ) ma perderei tutti i vantaggi maturati ed il prezzo della nuova polizza, di conseguenza, risulterà maggiore. Vorrei sapere se è effettivamente così. Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Se sei certo di non ricomprarla entro un anno, è consigliabile non sospendere, ma annullare la polizza. Otterrai il rimborso (quello che la tua compagnia sicuramente non gradisce darti) e ti confermo che avrai 5 anni per riattivare una polizza nella tua classe.

  16. Avatar
    fabio

    Con la stessa assicurazione ho assicurati due veicoli a mio nome.
    Una Ford Fiesta in classe CU 1 e anzianità storica di contratto di oltre 20 anni.
    Un Land Rover in classe CU 1 (utilizzando il decreto Bersani) e anzianità storica di contratto di 1 anno.
    Adesso venderò la Ford Fiesta e non acquisterò nessun altro veicolo.
    Ho chiesto all’assicurazione di trasferire il contratto della Fiesta sul Land Rover e mi hanno detto che non è possibile.
    Portando il contratto della Fiesta sul Land Rover, pur avendo la stessa classe CU ma con un ‘anzianità di contratto maggiore, dovrei avere un vantaggio economico?
    Ha ragione l’assicurazione a non voler trasferire il contratto?

    • Esperto
      Esperto

      L’assicuratore ha ragione, la legge è così ed è assurda. Certamente la polizza più anziana e senza legge bersani è più conveniente, comunque varrà per altri 5 anni e potrà essere usata qualora in futuro tu cambiassi veicolo.

  17. Avatar
    Bes

    Caro esperto,
    Ho fatto la polizza per il periodo 04/06/2012-04/06/2013 per un scooter 125, con classe di appartenenza 11. Oggi l’ho venduto e sono andato in agenzia per il rimborso del periodo non goduto e mi hanno chiesto l’attestato di rischio originale per fare l’annullamento, in più vogliono farmi firmare un doc con questo contenuto:

    Salve, ho fatto la richiesta di annullamento contratto per cessazione del rischio a causa di vendita motorino( è un 125). La polizza è stata attivata a giugno2012, il problema è che l’impiegato dell’agenzia mi chiede di firmare un doc con questo contenuto per potermi dare il rimborso del periodo non goduto:
    “”Il contraente chiede di annullare il contratto per cessazione del rischio pertanto il proprietario rinuncia ad avvalersi dell’eventuale classe di merito Bonus/Malus maturata per assicurare un altro veicolo di sua proprietà in sostituzione di quello precedentemente assicurato.””

    Ma io non voglio rinunciare alla classe di merito Bonus/Malus maturata..
    Conoscendo un po la legge Bersani 2007, e sapendo che l’agente che mi ha fatto la polizza è stata cancellata dall’albo mi è venuto il dubbio e chiedo a Lei: è vero che l’attestato di rischio non è più valido o è valido per 5 anni anche se faccio l’annullamento?

    • Avatar
      fabio

      Per assurdo potrei vendere il Land Rover, sospendere l’assicurazione attuale, ricomprarlo e assicurarlo con il contratto più vecchio.

    • Esperto
      Esperto

      I tuoi dubbi sono più che legittimi, tu hai diritto al rimborso e all’attestato di rischio. Non a caso ti vogliono far firmare un foglio… in modo che in caso di successive contestazioni possono dire “lo ha chiesto lui”. Insisti nel far valere le tue ragioni, eventualmente, queste si, per scritto.

  18. Avatar
    marco

    ciao avrei una domanda da porre…31 agosto 2011 mi scade l assicurazione, non avendo intenzione di rinnovare perche devo demolire l auto (fine settembre 2011) senza acqistarne un altra, invio il 10 di agosto la disdetta scritta alla compagnia la quale il 3 di settembre mi manda il duplicato dell attestato di rischio…ora dopo un anno volendo acquistare un altra auto usata posso mantenere la classe di merito CU….??? grazie…

  19. Avatar
    Cris

    Salve,
    breve resoconto dei fatti:
    – settembre 2010: nella proposta di rinnovo di una polizza auto ricevo contestualmente l’attestato di rischio, che non utilizzo perchè rinnovo la polizza e pertanto lo conservo. Preciso che sono in classe 1 e assicurato in via continuativa da più di 5 anni senza sinistri
    – febbraio 2011: vendo la vettura per cessata necessità, tramite passaggio di proprietà all’ACI
    – luglio 2012: sto acquistando una vettura di seconda mano e su questa ho intenzione di utilizzare l’attestato di rischio in mio possesso
    Domanda: essendo l’attestato di rischio in mio possesso con periodo di osservazione fino ad agosto 2010, cosa devo rispondere alle seguenti domande che il preventivatore online mi propone?
    1) “Auto con polizza in scadenza o appena scaduta” oppure ” Auto appena acquistata o da acquistare”? Pensavo la seconda risposta, ma qui mi sbaglio credo perchè se scelgo la prima domanda mi chiede dell’attestato di rischio e della classe di merito, mentre se scelgo la seconda non mi chiede niente e credo che mi faccia un prezzo da classe 14… infatti altissimo!
    2) optando per la prima opzione, cosa devo rispondere alla domanda: Il tuo veicolo risulta assicurato continuativamente dal 2007 ad oggi? L’attestato arriva al 2010 e fino a quel periodo c’era continuità… in base alla scelta la tariffa cambia…
    GRAZIE

    • Avatar
      Cris

      quanto al punto 1) condivido con te che la risposta dovrebbe essere la seconda, ma selezionando tale scelta non mi chiede nulla sulla mia precedente storia assicurativa o sulla presenza di un attestato di rischio a seguito di vendita altra vettura… va direttamente avanti come se non fossi mai stato assicurato…

      • Esperto
        Esperto

        Se mi dici con quale compagnia stai tentando di fare il preventivo, posso fare un controllo!

    • Esperto
      Esperto

      La scelta alla domanda 1 dovrebbe essere la seconda, ma ti deve chiedere se utilizzi un attestato di una vettura venduta o meno, se è la prima polizza, se intendi usare la legge bersani, ecc. Per quanto riguarda la seconda domanda, è un problema che talvolta viene affrontato e al momento non ho una risposta esatta. Io ritengo che la risposta corretta sia NO, ma non esiste in verità un termine minimo di mesi di sospensione assicurazione dopo il quale per legge si deve considerare la storia assicurativa come non continuativa.

  20. Avatar
    Annarita

    Buongiorno,
    avrei bisogno del vostro aiuto.
    Sono proprietaria di un motoveicolo 125cc. Acquistato nel 2007 ed assicurato fino al giugno 2011 a mio nome. Ho poi ceduto a mio marito, per un periodo di un anno, il motorino in comodato d’uso e lui ha provveduto ad assicurarlo a suo nome fino ad oggi (data di scadenza del suo contratto)
    Ora ho ripreso io il motorino e per assicurarlo vorrei usare il mio attestato di rischio (classe 5).
    Posso farlo? Grazie mille

    • Esperto
      Esperto

      Direi di si, in quanto ciò che non poteva essere fatto era fare un nuovo contratto a nome di tuo marito… a meno che lui non abbia comunque utilizzato il tuo profilo di rischio, se così adesso tu beneficeresti di una classe 4 anziché 5 se non ha avuto sinistri con colpa.

  21. Avatar
    gianfranco

    salve, ho una curiosità da chiarire e spero che mi potete aiutare. il 15 07 2012 mi scade la polizza ma non mi è giunto l’attestato di rischio,ora io ,mi trovo da pagare perchè ,rca è scaduta ma se io volevo cambiare polizza che non ho potuto per mancanza dell’attestato di rischio, è giusto ho è perchè loro mi costringono a restare avedo visto che non mi son fatto presente?

    • Esperto
      Esperto

      E’ un caso molto frequente…. è molto difficile ottenere la possibilità di disdetta oltre il termine contrattuale, anche se la compagnia tarda ad inviare la documentazione o omette del tutot di inviarla…

  22. Avatar
    Antonio Luciani

    Ho demolito la mia auto nell’aprile 2010, la mia vecchia compagnia è fallita e comunque sono riuscito ad avere l’attestato di rischio che segnala la mia classe di appartenenza 1, attestato dal 2004 al 2009.
    Ho riparato oggi una mia altra auto che era stata assicurata con la stessa compagnia fallita, MAPPROGRES, fino a ottobre 2009 ma pur avendo richiesto al commisario liquidatore l’attestato non mi è stato mai mandato. ed ero sempre in prima categoria. Ora voglio riassicurare la mia auto utilizzando gli attestati della mia auto demolita, visto che il valore è anni 5, solo che trovo parecchie difficoltà, è mai possibile che da due auto chje erano in prima categoria fino al 2009 non posso usufruire della classe che secondo me mi spetta?

    • Esperto
      Esperto

      E’ corretto il non poter trasferire sull’auto riparata l’attestato dell’altra auto. Hai come unica via quella di insistere per avere l’attestato di rischio che ti spetta per legge, ti consiglio di fare una richiesta più formale e decisa, per raccomandata.

  23. Avatar
    Nicolina

    Buongiorno vorrei un’informazione..purtroppo nel 2010 la mia auto si è rotta,così nell’attesa non ho rinnovato la mia assicurazione,pochi giorni fa ho riaggiustato l’auto e volevo riassicurarla e mi sono recata in ass..per avere l’attestato di rischio,ma purtroppo ho scoperto che avevo pagato solo i primi 6 mesi non concludendo l’anno..ora ho l’attestato di rischio del 2009,ma nessuna assicurazione accetta questo attestato proponendomi di pagare i 6 mesi rimanenti per sistemare la mia posizione,allora ho proposto all’ultima assicurazione di pagare i 6 mesi rimanenti ma mi hanno rifiutato la proposta dicendomi che quella poliza era stata stornata e per questo annullata..vorrei sapere se sono obbligati ad accettare..e poi se l’attestato di rischio è valido per 5 anni perchè non mi accettano quello del 2009 ? Oppure posso pretendere dall’ultima assicurazione di farmi pagare i 6 mesi rimanenti..?Grazie

    • Avatar
      Nicolina

      Ti ringrazio …provvederò

    • Esperto
      Esperto

      Almeno la vecchia assicurazione è obbligata ad accettare o il vecchio attestato oppure il saldo di quanto dovuto. In caso di resistenza, rivolgiti all’ISVAP (o almeno minaccia di farlo…).

  24. Avatar
    cristina

    Buonasera,
    il vostro articolo è piuttosto chiaro ma per sentirmi completamente sicura vorrei esporvi la mia situazione.Ho chiuso la mia polizza assicurativa nel 2009 perchè ho venduto la macchina, se oggi dovessi comprare una nuova macchina potrei presentarmi da un agente assicurativo con in mano l’attestato di rischio di qella polizza chiusa?

    • Esperto
      Esperto

      Assolutamente si, basta che le vetture (vecchia e nuova) abbiano stesso proprietario!

  25. Avatar
    natalì

    salve io ero assicurata con la novit ora in lca
    avevo un contratto con data termine 12/8/09
    ma prima della scdenza della prima rata che era 12/2/09
    io ho sospeso l’assicurazione in data 6/2/09.
    Ho diritto ad avere l’attestato di rischio visto che ho comprato una nuova auto e mi serve l’assicurazione?
    Se utilizzo la legge bersani essendo alla 1 classe dopo un anno di contratto mi ritrovo a pagare di più? visto che ho 26 anni e fino l’anno scorso mi dicevano che pagavo di più perchè ero piccola?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Se non hai pagato il secondo semestre l’assicurazione sicuramente non ti rilascerà l’attestato. In realtà potresti usare quello precedente se lo hai, ma la compagnia potrebbe comunque esigere il pagamento della semestralità. La legge Bersani in questo caso non si usa, trattandosi di 1 solo veicolo…

  26. Avatar
    Matteo

    Salve,
    volevo chiederle informazioni circa la posizione nella quale mi trovo. Abbiamo un’auto alla quale non rinnoviamo la polizza dal luglio 2010 poichè stiamo aspettando che possa diventare auto d’epoca. Causa necessità stiamo comprando un veicolo usato da un concessionario e vorremmo utilizzare la polizza che era in vigore sulla vecchia auto ferma: è possibile farlo partendo dalla stessa classe di merito posseduta sulla vecchia auto ( prima classe)? Poichè la polizza penso sia comunque scaduta, è possibile utilizzare almeno la classe di merito per una nuova polizza con la stessa compagnia? e con altre? L’auto usata di prossimo acquisto deve essere intestata all’intestatario dell’assicurazione o può essere intestata anche ai figli o al coniuge in comunione dei beni (che non fa parte però del nucleo familiare)? Grazie mille per l’attenzione e la disponibilità! Cordiali saluti

    • Esperto
      Esperto

      Il problema è che per spostare la polizza su un nuovo veicolo devi prima vendere o rottamare quello precedente. Per usare la legge Bersani, la polizza di origine deve invece essere attiva. Nel tuo caso, potrebbe essere conveniente fare la voltura del veicolo vecchio ad un familiare e così sbloccare la polizza che potrà essere usata per un’altra vettura intestata a te o al coniuge in comunione di beni (senza legge Bersani e quindi con notevole risparmio). Nota che per assicurare la vecchia vettura non avrai problemi una volta diventata d’epoca, in quanto il prezzo è spesso indipendente dalla classe.

  27. Avatar
    mattey

    salve e da 20 che che pago l assicurazione lasciando il veicolo fermo x circa 10 mesi al anno in garage x lavoro all estero ora l assicurazione mi e scaduta ottobre 2011 e non l ho rinnovata xche sono rientrato in italia dopo 16 mesi ora vorrei riassicurare l auto posso partire dalla mia classe di merito cioe 2 classe grazie a dimenticavo l assicurazione era online

    • Esperto
      Esperto

      Si, nessun problema, l’attestato vale 5 anni.

  28. Avatar
    akrou

    ciao,il giorno 11/07/2012 fino al ore 24,è la giornata della scadenza della mia polizia assicurativa.
    fino a oggi,non ho ricevuto l’attestato di rischio per potere fare un preventivo.
    voglio sapere:
    -1-fino a quando ho dirito di avere questo documento?
    -2-e se non ho ricevuto,che cosa posso fare?

    grazie

    • Esperto
      Esperto

      Dato che è difficile far valere le proprie ragioni in caso di mancato invio dell’attestato di rischio, è bene richiederlo subito, magari per raccomandata.

  29. Avatar
    Carlo

    Ciao un informazione, nel 2009 ho assicurato un’auto partendo dalla 14esima classe ed è stata assicurata fino al 2011 poi me l’hanno rubata, oggi ho la possibilità di acquistarne un’altra, sull’attestato di rischio rilasciato nel 2011 c’è provenienza 13 assegnazione 12 scadenza contrattuale 05/02/2011, per poter assicurare oggi questa’auto usato posso far valere questo attestato di rischio ? quindi dovrei partire dalla 12esima classe ? e per le assicurazioni online per il calcolo del preventivo che tipo di situazione devo mettere ? veicolo già assicurato ? o che ?
    grazie mille

    • Esperto
      Esperto

      SI puoi usarla, devi calcolare come prima assicurazione su un’auto appena acquistata e poi inserire i dati del tuo attestato, specificando, se chiesto, che proviene da un’altra auto.

  30. Avatar
    Marco

    Salve, mi è scaduta l’assicurazione da circa 3 mesi in quanto non ho potuto pagare per motivi economici la 2 rata semestrale, ieri volevo ricominciare ad usare l’auto e sono andato dall’assicuratore per pagare e ritirare il tagliandino, ma con mio stupore il tagliandino riporta sempre la stessa scadenza, ho pagato perciò 6 mesi anche se in realtà l’auto è rimasta ferma per i primi 3. Oltretutto l’assicuratore mi ha ammonito dicendomi che se non l’avessi pagata a breve avrei ricevuto una lettera da un agenzia di recupero crediti e sarei dovuto ripartire successivamente con qualsiasi altra compagnia dalla 14 classe, anche se ho l’attesto di rischio rilasciatomi l’anno passato in 1 classe. E’ tutto corretto quello che mi è stato detto?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      SI è corretto perchè si tratta di una seconda rata di un contratto annuale che hai sottoscritto.

  31. Avatar
    luigi b

    ho avuto un sinistro grave il 28/6/2007, e da quel giorno non ho usato piu la moto. Adesso nè ho bisogno, vorrei sapere se posso richiedere alla mia vecchia assicurazione se mi stampa l’attestato di rischio, posso?????

    • Esperto
      Esperto

      Si! Siamo un pò al limite, ma l’attestato è ancora valido.

  32. Avatar
    Fabiolino

    Ciao, sono 2 anni che ho sospeso l’assicurazione e l’ultimo attestato di rischio mi da come scadenza contratto il 02/01/2010 e avrei bisogno di una delucidazione:

    1) Avendo commesso un sinistro durante il 2009, l’evoluzione classe di merito universale CU mi da Provenienza: 03 e Assegnazione: 05 (Quindi è salito di 2 classi), fin qui ci troviamo, ma a sinistra di queste, l’evoluzione di classe di merito UGF mi da provenienza: 11/A e assegnazione: 14/A (salito di 3???), non dovrebbe essere assegnazione 13/A (ossia 2 classi in più)??

    2) Facendo conto di non aver commesso quel sinistro del 2009, confermi che il mio attestato di rischio dovrebbe darmi come Evoluzione Classe di merito UGF: provenienza: 11/A e assegnazione: 10/A, ed Evoluzione Classe di mertio CU: provenienza: 03 e assegnazione 02??

    3) Ultima cosa, volendo riassicurare l’auto a giorni, dovrei usufruire di quest’ultimo attestato di rischio che mi da assegnazione UGF 14/A e assegnazione CU 05?? Non è che mi ritrovo classi in più a causa dei due anni non assicurati??

    Grazie in anticipo per la pazienza :D

    • Esperto
      Esperto

      Il conteggio della classe CU è corretto, mentre per quello della classe interna dovresti consultare il fascicolo informativo della tua compagnia per capire se è tutto ok.
      Assicurandoti adesso avrai le classi del tuo ultimo attestato, tuttavia il premio da pagare sarà gravato di un aumento a causa dei due anni di non assicurazione, che fanno comparire due “NA” nello storico assicurativo degli ultimi 5 anni, parametro che contribuisce in maniera sostanziosa al calcolo del prezzo finale.

  33. Avatar
    Claudia

    Ciao volevo chiederti…mio padre era cliente di una compagnia ass. poi per altri motivi abb venduto la macchina e l’assicurazione nn so è stata bloccata , bho nn so cmq…parlo di due anni fa …ora ho l’attestato di rischio in cui sn riportati 0 sinistri e riporta la 1a classe . Ora io posso fare l’assicurazione cn questo attestato di rischio se voglio comprare un auto e fare l’assicurazione? cm funziona? Devo intestarla a me? ANdro a pagare cm pagava lui la sua auto?

    • Esperto
      Esperto

      Questo attestato può essere usato solo da tuo padre (o eventualmente dal coniuge in comunione di beni).

  34. Avatar
    Gabriele

    Buongiorno,
    volevo chiedere un’informazione. Ho acquistato un ciclomotore, il cui proprietario era in 7a classe; ho quindi assicurato il ciclomotore, intestando l’assicurazione al nuovo proprietario (cioè io). Per me si tratta della prima volta in assoluto che risulto contraente di un assicurazione, e l’assicuratore mi ha detto che risulto adesso in 7a classe. Il contratto è in vigore da solo 1 settimana, è possibile farsi rilasciare già l’attestato di rischio?

    • Avatar
      Gabriele

      Grazie per la risposta! Sono stato poco preciso però, perchè la polizza del vecchio proprietario non era in corso, ma scaduta; inoltre è cambiata anche la compagnia assicuratrice. Cambia qualcosa? L’attestato di rischio in questo caso, posso farmelo rilasciare ed ha qualche utilità?

      • Esperto
        Esperto

        Non capisco come possa esserti stata attribuita la 7a classe. Forse si tratta di una classe interna? L’attestato adesso non può essere rilasciato.

    • Esperto
      Esperto

      Fai attenzione perchè trasferire la polizza in corso del vecchio proprietario non è stata una buona idea. La classe 7 rimarrà valida solo fino a scadenza poi dovrai stipulare un nuovo contratto in cu14. Dell’attestato di rischio non te ne fai di niente e infatti non ti sarà rilasciato.

  35. Avatar
    claudio

    salve, vorrei qualche delucidazione, sul fatto che io ho ricevuto l’attestato di rischio con periodo di osservazione dal 21/11/2010 al 21/11/2011 con scadezza della polizza il 20/01/2012, che non ho rinnovato e attualmente non sono assicurato con nessuno per guasto della macchina che vorrei rottamare per l’acquisto di una nuova o usata posso utilizzare l’attestato di rischio per assicurare il mezzo nuovo?? e comunque che tempo ho per poter utilizzare l’attestato??? e se eventualmente devo eseguire qualche passagio burocratico per poter usufruire comunque in seguito dell’attestato???
    grazie

    • Esperto
      Esperto

      Per poter “sbloccare” questa polizza per utilizzarla su un altro veicolo a te intestato, devi presentare alla tua compagnia il certificato di rottamazione (o vendita) del vecchio veicolo. L’attestato attuale ha validità 5 anni.

  36. Avatar
    Giuliano

    A novembre 2010 ho attivato una polizza RC auto usufruendo della legge Bersani, e utilizzando l’attestato di rischio proveniente da un’altra auto sempre di mia proprietà (quindi adesso ho due auto a mio nome).
    Nel 2011 cambio la compagnia di assicurazione e produco l’attestato di rischio in cui compare che negli ultimi due anni non ho avuto alcun incidente, mentre gli anni precedenti sono NA.
    Qualche giorno fa mi viene richiesta l’integrazione del premio RC perchè, stando a quanto mi è stato detto, la legge bersani consente il trasferimento della classe di merito CU, ma non dell’attestato di rischio. Avendo quindi un attestato di rischio che per due anni recita 0 incidenti, e per i precedenti 3 recita NA, mi è stata chiesta l’integrazione del premio.
    Ho anche prodotto l’attestato di rischio dell’altro veicolo che dimostra che negli ultimi 5 anni non ho avuto incidenti, ma non è servito a nulla.
    Cosa posso fare? In fondo gli attestati di rischio sono tutti relativi a veicoli da me posseduti o alla mia persona, per cui non ci dovrebbero essere dubbi sul mio livello di rischio come guidatore…

    • Avatar
      Giuliano

      Se invece avessi spostato l’assicurazione dal primo veicolo a quello acquistato successivamente l’attestato di rischio, comprensivo dei sinistri pregressi, sarebbe stato interamente valido? Se è così sembrerebbe incoerente perché, di fatto, tra le due situazioni non cambia nulla.
      Inoltre, il pregresso degli incidenti si riferisce al guidatore o al veicolo?

      • Esperto
        Esperto

        Passando direttamente la polizza (il proprietario deveessere il medesimo), si mantiene anche lo storico assicurativo, che si riferisce sempre alla combinazione di conducente e veicolo.

    • Esperto
      Esperto

      La richiesta della compagnia è corretta, quello che è strano è perché nell’attestato di rischio erano presenti due anni con 0 sinistri, mentre dovevano esserci tutti NA o al massimo un solo zero se avevi completato un periodo di osservazione di un anno.

  37. Avatar
    tiziano

    Scusami ti chiedo questa gentilezza, vorrei sapere perchè le assicurazione temporanee di 6 mesi senza incidenti non possono essere conteggiate nel bonus/malus..??? grazie…Un altra cosa…io nel 2007 e nel 2008 non ho asscicurato lo scooter, nel 2009 si con semestrale poi il 2010 2011 invece annua…dunque il 2009 non viene conteggiato..ma prima del 2007 sono stato assicurato… quando è entrata effetivamente la regolamentazione dei 5 anni per l’attestato di rischio?? posso fare qualcosa per recuperare qualche anno di bonus malus prima del 2007?? grazie

    • Esperto
      Esperto

      Il bonus scatta con un anno senza incidenti, ecco perchè una polizza semestrale non da diritto a nessuna variazione del proprio rischio. Indipendentemente da quando è entrata in vigore la durata di 5 anni dell’attestato di rischio (nel 2006), il tuo caso è un pò troppo elaborato da ricostruire… suppongo che non hai fatto valere l’attestato al rinnovo del 2010 e ormai è tardi per fare modifiche.

  38. Avatar
    Mario

    salve,
    nel 2009 assicurai il motociclo ed a scadenza contratto ho ricevuto l’attestato di rischio.Nel 2010 con la stessa compagnia stipulai una temporanea dove mi è stato detto che non avrei ricevuto attestato.Fin qui ok. Nell’anno 2011 non ho assicurato il motociclo ma da quel che ho letto l’attestato ricevuto nel 2009 è ancora valido.
    Domanda:
    Perchè la mia agenzia ha detto che l’attestato non è più valido?

    • Avatar
      maria

      salve, vorrei dei chiarimenti.. nel 2010 ho acquistato una ducati moster da un altro propetario a cui ho fatto una assicurazione di soli 6 semi, successivamente nel 2011 per vari motivi non ho utilizzato la moto e quindi non ho rinnovato l’assicurazione,adesso a distanza di un anno vorrei riassicurare la mia moto ma, ogni agenzia assicurativa mi rchiede l’attestato di rischio che non ho e che l’agenzia assicurativa a cui avevo fatto l’assicurazione mi dice che essendo stata un assicurazione di soli 6 mesi non esiste l’attestato. cosa posso fare in questo caso? in che modo posso procurarmi l’attestato di rischio? grazie

      • Esperto
        Esperto

        Maria: questo caso è un bel problema che non ha soluzione. O assicuri in cu18 (costosa!) oppure devi volturare la moto, ad esempio ad un familiare per ripartire dalla cu14 o da una classe di un altro eventuale motociclo posseduto in famiglia (legge Bersani).

    • Esperto
      Esperto

      Non vedo motivo per cui non sia valido… chiedi maggiori spiegazioni alla tua agenzia! Posso però ipotizzare che il problema possa essere la polizza temporanea… ma anche questo è un falso problema: non avendo completato una annualità è vero che non hai diritto ad un attestato, ma il precedente deve rimanere valido.

  39. Avatar
    silvia

    Buongiorno, io ho un motociclio con attestato di rischio che indica negli ultimi 5 anni N/D. Ho cambiato compagnia assicurativa ma rispetto al preventivo indicato hanno aumento il prezzo in quanto a loro risulta tramite l’Ania che la dicitura è N/A. Cosa devo fare? Grazie

    • Avatar
      silvia

      Grazie per la risposta, il punto è che la moto l’ho acquistata usata e negli ultimi due anni viene riportato 0 mentre per l’anno 2010 risulta N/D. Non fa fede più Isvap rispetto all’Ania?

      • Esperto
        Esperto

        Forse hai utilizzato la legge Bersani quando l’hai acquistata? In tal caso, è corretto così.

    • Esperto
      Esperto

      Innanzi tutto, è importante sapere se in questi 5 anni il motociclo è stato assicurato o meno. Se è stato assicurato e non ci sono sinistri, devi far correggere l’attestato dalla vecchia compagnia facendo indicare tutti ZERO.

  40. Avatar
    Carlo

    Salve, ho un’assicurazione su un motociclo in 3 cu, scaduta a giugno scorso
    non lo rinnovata per problemi economici sicuro che il mio attestato valesse 5 anni, ma ora leggo che buchi assicurativi comportano N/A. In termini di classe di merito cosa comporterebbe attendere qualche anno per poi assicurarla. Mi converrebbe assicurarla ora perdendo meno di un’anno e poi sospendere.
    Grazie mille per la vostra attenzione

    • Esperto
      Esperto

      Sicuramente gli NA sull’attestato di rischio influiscono negativamente sul prezzo della polizza, a parità di classe di merito. Questo è un problema che si è accentuato begli ultimi anni, per “penalizzare” chi si è assicurato con legge Bersani.
      Nel tuo caso è Difficile dire cosa sia conveniente fare… perchè non è dato di sapere quanto aumenterà la tua polizza a causa degli NA. Un altro fattore da tenere in considerazione è la modalità di sospensione della polizza, diversa da compagnia a compagnia: talvolta piuttosto flessibile, altre volte molto limitante e/o a pagamento.

  41. Avatar
    pao

    Salve
    il 6 maggio mi scade la RCA e non mi sarà rinnovata
    se lascio passare un po’ di tempo tra la suddetta scadenza e la stipula di una nuova polizza con altra agenzia, sull’attestato di rischio che riceverò nel 2013 comparirà la scritta NA (non assicurato) per l’anno 2012?
    Saluti

    • Avatar
      Pao

      Credo che questo sia un bel problema, perchè non essendoci una norma di riferimento le compagnie tenderanno a svantaggiare il cliente.
      Cmq grazie lo stesso per l’interessamento e alla prossima :-)

    • Avatar
      Pao

      Ciao
      qualche novità?
      Saluti

      • Esperto
        Esperto

        Ho0 effettuato una approfondita ricerca presso le maggiori compagnie e nessuna accenna a questo aspetto quando si parla di sospensione e riattivazione della polizza. E’ ovvio che il periodo di osservazione si interrompe, ma non è chiaro se e come questo venga indicato sull’attestato di rischio. Una mia ipotesi è che il tutto sia lasciato all’arbitrarietà delle singole compagnie.

    • Avatar
      Pao

      Ciao
      hai saputo qualcosa a riguardo del quesito di cui sopra?
      Io ho fatto delle ricerche ma niente di chiaro.
      Un saluto

      • Esperto
        Esperto

        Per adesso niente…. invierò una richiesta di chiarimento all’ISVAP

    • Avatar
      Pao

      Sì, proprio così. Se passano meno di 90 giorni non c’è bisogno di fare la dichiarazione che il veicolo non ha circolato e quindi non perdi l’annualità con la scritta N/A, mentre se superi quel numero devi fare la dichiarazione da spedire alla nuova Compagnia ed è come se perdessi l’anno.
      Tu che ne pensi, puoi fare delle ulteriori ricerche?
      Saluti

      • Esperto
        Esperto

        Per esperienza personale, con soste anche superiori ai 3 mesi non mi era mai stata richiesta alcuna dichiarazione ne’ ho avuto NA sullo storico assicurativo. Farà maggiori ricerche per capire se la cosa è regolamentata da leggi o circolari.

    • Esperto
      Esperto

      Pao, ma ti hanno anche detto che a seguito della pausa di 3 mesi, comparirà un NA sulla storia assicurativa?

    • Avatar
      Pao

      Ciao
      a riguardo del quesito di cui sopra ho ricevuto questa risposta che mi sembra molto plausibile e che afferma che non devono passare più di 90 gg, così motivata:
      Alla sua domanda rispondo che è la legge.
      Dopo i 3 mesi è necessaria la dichiarazione, ai sensi degli artt. 1892 – 1893 – 1894 C.C., che il veicolo da assicurare non ha circolato dopo la scadenza indicata sull’attestato. Così si arriva ai 5 anni stabiliti dalla legge “Bersani” n. 40 – 02/04/2007
      Fammi sapere cosa ne pensi
      Un saluto

    • Avatar
      pao

      Ciao
      ad ogni modo essendo intenzionato a stipulare una RCA sicuramente prima che passino 12 mesi (in effetti mi bastano poche settimane) posso stare tranquillo che sull’attestato di rischio questa piccola pausa non risulterà, giusto?!?! Saluti

    • Avatar
      pao

      Ciao, grazie per la veloce risposta.
      Quindi, da quello che hai scritto,se faccio passare poco tempo non mi sarà assegnata la fastidiosa scritta NA. Ma il lasso di tempo affinchè ciò accada è stabilito da un articolo ben preciso nel contratto della polizza o è semplicemente a discrezione della singola agenzia d’assicurazione?
      Inoltre anche io vi confermo che ho da poco ricevuto il terzo attestato di rischio dalla mia ex compagnia di assicurazioni con chiaramente indicato nelle note che ho usufruito della legge Bersani: non mi sembra molto corretto, voi che ne pensate? Ci sarebbe qualche possibilità di farlo cancellare?
      Un saluto – Pao

      • Esperto
        Esperto

        Rispondo subito alla questione relativa alla dicitura dell’uso della legge Bersani sull’attestato: è una questione nuova e spinosa… attualmente non è vietato scriverlo e non è vietato per le compagnie applicare maggiorazioni per questo, ma si configura uno status di penalizzazione permanente che a mio avviso non è corretto e che dovrà essere oggetto di una rettifica a livello Italiano.
        Per quanto riguarda la questione degli NA, ho cercato la normativa ma non ho trovato lumi. Probabilmente devo rivedere la mia risposta precedente, in maniera ancora più permissiva. L’applicazione del NA scatta dopo 12 mesi d assicurazione sospesa, quello che non è chiaro è a quale anno si riferisce, visto che ovviamente si tratterà di un periodo a cavallo di due annualità. Farò maggiori ricerche e scriverò un approfondimento su questo aspetto.

    • Esperto
      Esperto

      Pao, il tuo dubbio è molto pertinente perché quell’eventuale NA potrebbe penalizzare il tuo premio da pagare anche e più di una classe di “malus”. Se la vettura rimane non assicurata per poche settimane non ci sono problemi. Direi che devi cercare di mantenere la vettura assicurata almeno 6 mesi quest anno (tra vecchia e nuova polizza) per scongiurare il pericolo del “NA”.

  42. Avatar
    franco

    mi trovo in una situazione che non so come comportarmi,ho un duplicato di rischio di agosto 2010, l’autovettura a cui fa riferimento l’attestato l’ho assicurata cin altra compagnia usando l’originale dell’attestato, l’assicurazione della vettura l’ho bloccata per circa 8 mesi, nel maggio del 2011,l’ho ripresa recuperando il fermo e mi hanno fatto una polizza che sc scadeva a marzo 2012, ma ad agosto del 2011 l’autovettura l’ho demolita presentando all’assicurazione la documentazione relativa e ottenendo il rimborso del premio.Ad aprile 2012 compro un vettura sempre intestata alla stessa persona, vorrei sapere se il duplicato della vecchia compagnia,vale, in quando l’altra compagnia non mi ha rilasciato attestato in quanto afferma che non sono stato assicurato con loro per dodici mesi, rientrando nella stessa classe, e nella stessa assegnazione oppure no grazie

    • Esperto
      Esperto

      Si, dovresti utilizzarlo senza problemi, a patto che sia una copia originale rilasciata dalla vecchia compagnia. Non completando una annualità, si ha diritto ad usare l’attestato di rischio precedente relativo alla ultima annualità completata.

  43. Avatar
    fabrizio

    Esperto scrive:

    25 gennaio 2012 alle 17:37

    Non esiste una risposta certa alla tua domanda. La mia convinzione è che la classe possa essere considerata “normale” quando sull’attestato di rischio è completa la storia assicurativa degli ultimi 5 anni, ovvero senza “NA”.
    Non ho notizie di attestati di rischio che riportino indicato l’utilizzo della legge Bersani, questo sarebbe molto penalizzante in quanto sarebbe un “marchio a vita”; se qualcuno ne ha notizia, mi piacerebbe esserne a conoscenza…”

    Mio fratello nel 2008 ha acquistato un auto usata assicurandola utilizzando il decreto Bersani; 10 gg. fa ha venduto l’auto e fermato il contratto di assicurazione chioedendo il rimborso per i mesi non goduti. Nel frattempo gli hanno mandato l’attestato di rischio sul quale è riportata la presente frase: “La presente attestazione dello stato del rischio è relativa ad un contratto di assicurazione che ha beneficiato dell’agevolazione bersani (Art. 134, comma 4 bis, del codice delle assicurazioni private)” !
    Ho però una domanda da porre: il fatto di usare questo attestato di rischio per l’auto nuova “gravita” ancora tra le agevolazioni del decreto bersani? Chiedo questo perchè oggi mi sono sentito dire al telefono che utilizzare un attestato di rischio (di un auto appena venduta) per stipulare una nuova assicurazione per una nuova auto vuole dire usufruire del decreto di cui sopra…. è vero?

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Interessante questa testimonianza, sono le prime che ci arrivano in merito all’inserimento nell’attestato di rischio della dicitura sull’utilizzo della legge Bersani. Si tratta apparentemente di un marchio a vita che farà si che l’assicurazione relativa sarà probabilmente sempre più costosa di una “normale”. Questo, a mio avviso, non è corretto, in quanto lo storico da considerare per legge è di 5 anni e trascorsi quelli due polizze con o senza “bersani” devono essere identiche.

      Chiederemo ad ISVAP se questo inserimento è regolare o meno.

      Nota: nel tuo caso, trattandosi di assicurazione più giovane di 5 anni, l’utilizzo della legge bersani è comunque evidente dagli anni con NA sull’attestato.

  44. Avatar
    Irene

    Buongiorno, ho fatto un preventivo come dipendente fiat per un’autovettura con rottamazione di quella vecchia di mia proprietà.
    Mi veniva proposta, oltre all’agevolazione per rottamazione, anche una assicurazione molto vantaggiosa per furto incendio ed RCA. La particolarità è che tale assicurazione, della durata di tre anni, non verrà intestata a me personalmente ma alla società Fiat e mi è stato detto che non è previsto il rilascio di alcun attestato di rischio. Il dubbio che mi è sorto è il seguente: accettando il tipo di assicurazione proposto, allo scadere dei tre anni, potrò poi stipulare una nuova assicurazione utilizzando l’attestato di rischio CU 1 relativo alla vettura che andrò a rottamare? grazie

    • Esperto
      Esperto

      Direi che non è possibile, e che alla scadenza dei 3 anni la vettura andrà in una costosissima CU18. Sembra una promozione studiata ad hoc per chi intende vendere la vettura dopo 3 anni… se la vuoi tenere di più stai alla larga da questa proposta e usa da subito la tua ottima CU1 per una assicurazione a tuo nome.

  45. Avatar
    fabrizio77

    Salve vorrei sapere se mi conviene in fatto di praticita e risparmio passare da una quinta classe ad una prima con la legge bersani?

    • Avatar
      fabrizio77

      ottenendo una classe piu favorevole con la legge bersani perderei qualche privilegio? perche conviene una classe vera? grazie per la risposta

      • Esperto
        Esperto

        Il problema sta in due termini. Il primo è la storia assicurativa degli ultimi 5 anni, quella riportata sull’attestato di rischio, che usando la legge Bersani viene azzerata con conseguente aumento del premio per 5 anni finchè non viene completata nuovamente. Il secondo problema, più “misterioso” riguarda la possibilità che richiedendo la legge Bersani si venga “marchiati” per tutta la vita assicurativa, avendo un aumento del premio anche dopo molto tempo. Su questo punto, non c’è ancora chiarezza sul comportamento delle compagnie.

    • Esperto
      Esperto

      Secondo me conviene rimanere con una quinta classe “vera”, ma la risposta è sicuramente influenzata da vari fattori, tra cui i restanti parametri del profilo di rischio e soprattutto dall’assicurazione che sceglierai. Le “penalizzazioni” per chi ha una classe ottenuta con legge Bersani variano infatti a seconda delle politiche delle compagnie.
      La cosa migliore da farsi è fare più preventivi e metterli a confronto…. se sono simili, ti consiglio di mantenere la classe “vera”.

  46. Avatar
    domenico

    ho messo in vendita la moto presso un concessionario prima della scadenza dell’attestato di rischio.Visto che non riesco a venderla e voglio utilizzarla io posso recuperare la classe di merito che avevo anche se l’attestato di rischio è scaduto da 1 anno…La concessionaria mi ha dato i relativi documenti di presa in carico della moto……cosa si può fare?

    • Esperto
      Esperto

      Se l’attestato è scaduto, non è più utilizzabile… ma sei sicuro che sia scaduto? Vale ben 5 anni!

  47. Avatar
    alessio

    Buongiorno,
    ad inizio mese ho assicurato la mia autovettura di nuova immatricolazione mantenendo la classe di merito 8, ereditata dalla vendita di altra vettura di mia proprietà.
    Dopo alcuni giorni dalla stipula del nuovo contratto mi sono ricordato di essere in possesso di un ulteriore attestato di rischio classe 1 relativo ad altra autovettura di mia proprietà venduta nel 2010 ed assicurata con la medesima compagnia.
    Alla luce di quanto esposto, ci sono i presupposti affinchè possa chiedere alla compagnia di assicurazione di far rientrare la mia nuova autovettura in classe di merito 1 ?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Prova a far valere il diritto di recesso, annullando il contratto appena stipulato (se sei nei termini), oppure tenta una conciliazione amichevole con la compagnia….

  48. Avatar
    Beppe

    L’assicurazione mi retrocede la polizza 2011 (me lo dicono adesso) in 18ma classe (moto), perchè ho inviato un att.di rischio del 2009.

    Preciso che nel 2010 ho stipulato una polizza annuale con pagamento semestrale, di cui ho pagato solo il 1mo semestre (si poteva fare), che non dava diritto a certificato.

    Se non ho avuto sinistri, perchè mi retrocedono ? ( e istantaneamente cedono il credito ad una compagnia di recupero crediti…)

    Cosa posso fare per reintegrare la classe 09, e soprattutto non pagare il 1000, dico 1000 euro che mi richiede la società di recupero entro 10 giorni ?

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Mi sembra davvero assurdo tutto questo. L’attestato del 2009 è validissimo, salvo che non sia stato utilizzato per altri veicoli, quale motivazione viene addotta al suo mancato riconoscimento? E’ molto grave anche il ricorso ad una agenzia di recupero crediti senza aver prima consultato il cliente. Dì pure se vuoi di quale compagnia si tratta….

  49. Avatar
    Pier78

    Ho una polizza sospesa a novembre 2008 con attestato di rischio.
    Posso riutilizzare tale attestato per assicurare un’autovettura ereditata a partire giugno 2012?

    Saluti

    • Esperto
      Esperto

      Direi di si, non vedo problemi. L’intestatario deve essere lo stesso.

  50. Avatar
    SILVIA

    Salve, ho contrato assicurazione con Direct Line per la moto, quattro mesi prima della scadenza si sono accorti che l’attestazione di rishio dell’AXA che gli avevo inviato per la stipula del contratto contiene un errore nella data del periodo di osservazione, praticamente è stato scritto l’anno 2012 invece che 2011. Ho contattato l’AXA che ha provveduto ad inviarmi subito un duplicato dell’attestazione con la scadenza del contratto esatta, cioè 15/03/2011. Ora nel duplicato non è più presente il periodo di osservazione ma solo la scadenza del contratto (l’AXA asserisce che va bene), la Direct Line ha detto che così è illegale e non intende accettarlo. Ora io sono nel mezzo. Cosa devo fare?

    • Esperto
      Esperto

      E’ una situazione abbastanza assurda…. secondo me, ha ragione AXA, me se nessuno dei due “cede” avrai un bel da fare per risolvere la questione. Fatti dare da entrambi motivazioni SCRITTE sulla propria presa di posizione e chiedi un parere all’ISVAP.

  51. Avatar
    Omar

    Salve!
    Posseggo una moto assicurata ormai da diversi anni, quest’anno però,avendo un contratto con pagamenti semestrali, per motivi personali non ho rinnovato il pagamento della seconda semestralità.
    Giorni fa, quando sono andato in agenzia a scadenza contratto mi hanno detto che non potevano rinnovarmi la polizza ne potevano darmi “l’attestato di rischio”! ma siamo scemi!!
    . Avendo maturato una classe di merito 5 CU senza mai sinistri e sospensioni cosa devo fare? Una persona non può avere dei problemi che subito vieni condannato a ricominciare da capo…

    • Esperto
      Esperto

      Prova a richiedere l’attestato relativo all’ultima annualità conclusa.

  52. Avatar
    maria

    buongiorno nel settembre 2010 ho venduto la mia auto rilasciando tutta la documentazione alla mia assicurazione. preciso che non ho comprato un’altra auto.. ad oggi però, nonostante le mie continue richieste, anche alla sede centrale, non ancora mi rilasciano ne l’attestato di rischio valevole 5 anni ne il rimborso del premio pagato in più (la polizza scadeva a febbraio dell’anno dopo). come posso fare?

    • Esperto
      Esperto

      E’ passato molto tempo! Hai fatto una richiesta scritta per raccomandata? Spero di si, altrimenti falla subito. Se l’hai già fatta, minaccia azioni legali ed eventualmente rivolgiti ad un avvocato.

  53. Avatar
    alessandro

    buongiorno, ho una moto 500 cc comprata a maggio 2003 è rimasta assicurata e circolante fino a maggio 2006, ora la mia vecchia compagnia mi dice che l’atteastato di rischio non vala più, come devo fare per riassicurarla, e in classe di merito devo partire?

    • Esperto
      Esperto

      Ti confermo che il vecchio attestato è scaduto (vale 5 anni) e adesso la puoi riassicurare solo in cu18 (costosissima!), oppure valuta se fare un passaggio di proprietà a favore di un familiare.

  54. Avatar
    Angelo

    salve mi chiamo angelo, io ho una moto di 20 anni assicurata storica volevo sapere se mio figlio che sta comprando una moto nuova puo usufruire della legge bersani per avere la mia stessa classe di merito. Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Il fatto che sia storica non preclude la legge Bersani, a meno che tu non abbia una assicurazione particolare senza classe di merito, (ormai in disuso). Tuo figlio deve essere convivente con te.

  55. Avatar
    alice

    ok la compagnia nn è obbligata, però se la chiamo si può provare a chiedere se me lo inviano?
    comunque l’assicurazione per la moto l’aveva fatta solo per 6 mesi e non un anno, solo che l’ha fermata a 5 mesi pagando comunque una penale per averla fermata prima della scadenza della polizza.
    Dato che è stato pagato tutto non vedo perchè non potrebbero mandarmi l’attestato di rischio!

    grazie ancora e scusa per la mia insistenza ma volevo solo capire bene questa cosa

    • Esperto
      Esperto

      Provare non costa niente!
      E’ molto strana l’assicurazione per 6 mesi, sarebbe anche vietata… non vorrei che ci fosse qualche cosa di strano avvenuto in fase di stipula, in quanto anche portando a termine il periodo, non avresti avuto diritto all’attestato, che è annuale.

  56. Avatar
    alice

    Salve, mio fratello l’anno scorso ha assicurato la moto per 6 mesi ma poi ha dato disdetta prima della scadenza della polizza.
    quest’anno vuole assicurare di nuovo la moto ma la compagnia precedente non gli ha mai inviato l’attestato di rischio è possibile questo? magari perchè ha fatto l’assicurazione solo per 6 mesi e disdetta prima?

    Grazie

    • Avatar
      alice

      Grazie della risposta, comunque sia chiamando la sua vecchia compagnia e chiedendo di mandargli l’attestato di rischio sono obbligati a farlo.
      oppure deve riassicurare la moto come fosse la prima assicurazione e partire dalla CU più bassa, giusto?

      Grazie ancora delle sue risposte

      • Esperto
        Esperto

        Rileggendo il tuo caso, direi che la compagnia ha diritto a non iviarti l’attestato precedente, per cui le strade sono: pagare la semestralità in sospeso (sarebbe dovuta comunque), oppure riassicurare in cu18, oppure ancora fare una voltura del veicolo ad un familiare per azzerare la storia assicurativa e ripartire da cu14 oppure per usare la legge bersani con un altro eventuale motociclo presente in famiglia.

    • Esperto
      Esperto

      E’ proprio così: o ti fai inviare l’attestato precedente, o paghi la seconda rata, oppure riparti dalla cu18.

  57. Avatar
    filippo

    bungiorno,
    mi trovo in una situazione particolare con la mia ass., non l’ho rinnovata per questione di soldi ,e non ho fatto neanche disdetta come era scritto sull’ attestao di rischio. Ora che va a scadere la seconda rata, a cosa vado incontro? (contratto con legge Bersani) grazie attendo risposta.

    • Esperto
      Esperto

      Sei obbligato a pagare. Qualora la tua assicurazione non ti inviasse l’ingiunzione di pagamento, devi comunque sapere che quando la vorrai riassicurare dovrai comunque saldare la rata o andare in cu18.

  58. Avatar
    Pasquale Castaldi

    Ho due auto, entrambe vecchiotte e di entrambe sono proprietario e titolare del contratto di assicurazione. Una delle due auto l’ho fermata dal febbraio 2011 causa un aumento da me giudicato assurdo del premio in quanto ero in regime di BONUS. Quindi non ho rinnovato il contratto. Per tale auto ho la classe CU 1 così come documentabile con l’attestato di rischio in mio possesso. L’altra auto l’ho regolarmente con assicurazione attiva in classe CU 6 (altra compagnia assicuratrice con la quale anni fa dovetti partire con la classe 14 pur possedendo l’auto attualmente ferma già in classe CU 1).
    Quanto su scritto è una necessaria premessa per evidenziare in che BEL PAESE ci troviamo e per chiedere una Vs. competente risposta al seguente quesito: ho una figlia, nubile, ancora inserita nel mio nucleo familiare e pertanto con RESIDENZA nella mia città, ma attualmente domiciliata in altra città per motivi di studio. Con proprie economie ha in corso di acquisto una utilitaria di occasione per cui risulterà a lei intestata la PROPRIETA’ del veicolo. Domanda posso io intestestare a me medesimo il relativo contratto RCA utilizzando l’attestato di rischio in mio possesso dell’auto che ho fermato a febbraio 2011? Ed inoltre dopo quanto tempo mia figlia potrebbe fare voltura a suo nome del mio contratto RCA stipulato nei modi come su detto nel caso che io volessi rientrare in possesso della mia classe CU 1 ? In che modo si applica la Bersani e perché si pagherebbe di più? Grazie per la risposta che mi invierete.

    • Esperto
      Esperto

      Il contratto può essere anche fatto a tuo nome, ma non utilizzando l’attestato indicato, bensì seguendo il profilo di rischio di tua figlia. Se siete conviventi (stesso indirizzo e stato di famiglia), può usare la legge bersani e avere la classe della tua auto circolante, altrimenti può usare la legge bersani con un’altra persona eventualmente con lei convivente. Se non c’è possibilità, va in cu14.

  59. Avatar
    Davide

    Per le moto l’attestato di rischio è valido come le auto?

    Nel mio caso devo terminare due mesi di polizza, per la moto, e quindi riceverò a breve l’attestato di rischio..
    Volevo non rinnovare l’assicurazione e tenere la moto ferma in garage per un po’ di tempo, posso farlo senza perdere la mia classe? entro quanto tempo avrà valore l’attestato di rischio? posso ripartire dalla classe in cui ero?

    grazie in anticipo!

  60. Avatar
    Stefano

    Buongiono,
    nel mese di settembre 2007, a seguito della vendita della mia auto privata per assegnazione di auto aziendale, ho provveduto ad interrompere il contratto assicurativo in essere, ottenendo il rimborso dei giorni di copertura non usufruiti e l’attestazione dello stato di rischio riportante i seguenti dati:
    Sinistri negli ultimi 5 anni (2002-2006) ed in quello corrente (2007): 0;
    Scadenza contratto il 23/11/2007;
    Periodo di osservazione dal 23/08/2006 al 23/08/2007, quindi concluso.
    Classe di assegnazione CU: 8;
    Poichè tale attestato andrà in scadenza nel corso dell’anno vorrei “salvaguardarlo” per altri 5 anni intestando a me, per un anno, il rinnovo del contratto di assicurazione dell’auto di mia moglie, anche lei in classe di assegnazione CU = 8. Vorrei capire cosa accadrebbe l’hanno prossimo quando il rinnovo verrebbe nuovamente intestato a mia moglie.
    Inoltre, non avendo avuto alcuna assicurazione a mio nome negli ultimi 5 anni il nuovo contratto recherebbe come storico degli ultimi 5 anni (2007-2011) e anno corrente (2012) N.A.?
    Avrebbe qualche impatto ai fini del calcolo del premio assicurativo o conta effettivamente solo la classe CU di assegnazione?
    Allo stesso tempo mia moglie, non risultando assicurazioni a suo nome nel 2012, l’anno prossimo, riattivando l’assicurazione pagherebbe comunque come classe CU 8 come quest’anno o verrebbe in qualche modo negativamente influenzata da un anno di fermo assicurativo?
    Grazie per le delucidazioni

    • Esperto
      Esperto

      Se siete in comunione di beni puoi trasferire direttamente l’attestato, con tutto lo storico, mentre se siete in separazione dovrete usare la legge bersani, ottenendo degli NA sullo storico assicurativo. Questi purtroppo pesano (e neanche poco) sul prezzo finale, a parità di classe.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)