Home » Capire le Assicurazioni » Norme generali sulle Assicurazioni » La franchigia nelle polizze RCA auto con bonus/malus

La franchigia nelle polizze RCA auto con bonus/malus

Franchigia o bonus-malus? La scelta, in verità, non esiste!
Franchigia o bonus-malus? La scelta, in verità, non esiste!


Si sente spesso parlare di polizze con franchigia e di polizze con formula bonus/malus; un tempo le due formule erano alternative, a scelta del contraente: franchigia, oppure bonus/malus? Da molti anni invece è obbligatorio per legge che tutte le RC abbiano una formula del tipo bonus/malus e dunque la vecchia assicurazione con franchigia “pura” in pratica non esiste più, almeno per le tipologie di veicoli più comuni quali auto e motoveicoli, rimanendo stipulabile solo in alcuni casi particolari.

La franchigia però esiste ancora sotto forma di opzione per le polizze bonus/malus. La domanda che ci poniamo è dunque: conviene introdurre una franchigia in una polizza bonus/malus?

Iniziamo definendo i due termini. Sappiamo bene che la formula bonus/malus prevede l’aumento (o la diminuzione) del premio assicurativo a seconda della condotta di guida dell’assicurato, mediante un sistema di classi di merito.
La franchigia è, invece, una clausola inserita in un contratto assicurativo che prevede la presa in carico da parte dell’assicurato di una parte del rimborso a terzi nel caso di un sinistro con colpa. Questo serviva, nelle vecchie polizze con franchigia pura, per lasciare a carico del contraente il risarcimento di una parte del danno, in modo da disincentivare condotte di guida pericolose (o vere e proprie truffe), pur mantenendo la tutela per tutti i danni eccedenti l’importo di franchigia.

Franchigia o bonus-malus? La scelta, in verità, non esiste!
Franchigia o bonus-malus? La scelta, in verità, non esiste!

Molte compagnie assicurative, soprattutto quelle online, oggi prevedono soluzioni assicurative integrate con bonus/malus (a norma di legge) ma anche con franchigia. Funziona così: in caso di incidente con colpa dell’assicurato, il risarcimento danni dei terzi coinvolti non grava completamente sulla compagnia assicuratrice, bensì viene in parte coperto dall’assicurato, in quota fissa o in percentuale.

Perché dunque assumersi il rischio di una franchigia? I vantaggi sono due, il primo e subito evidente: vi è una diminuzione del premio proporzionale all’importo della franchigia che si sceglie di “rischiare”. Questo sconto varia da compagnia a compagnia, l’ordine di grandezza può essere indicativamente un terzo della franchigia che si introduce, ma c’è da tenere conto che solitamente le franchigie ammesse per la RCA sono 250, 500 o al massimo 1.000 euro. Il risparmio è comunque sensibile e ovviamente farà gola se si è automobilisti disciplinati con una bassa sinistrosità. Segnaliamo che anno dopo anno lo sconto per l’introduzione della franchigia va diminuendo.

In secondo luogo, c’è da considerare che in caso di sinistro con danni a terzi lievi, che comportino un risarcimento pari o inferiore all’importo della franchigia, non scatterà il malus sull’assicurazione. Questo è un aspetto molto importante perché in caso di incidenti con piccoli danni spesso l’aumento della polizza è molto maggiore del danno pagato, specialmente se non si è in una classe bassa, in quanto il “malus” è il medesimo qualunque sia l’entità del danno e, per di più, viene portato appresso per molti anni, fino al (nuovo) raggiungimento della classe 1. Ad esempio, un assicurato in classe 10 che subisca un sinistro con colpa, subirà un aumento di due classi che gli graverà per ben 12 anni, fino al raggiungimento della classe 1.

Per i sinistri di lieve entità, esiste sempre la possibilità di risarcire direttamente la propria compagnia tramite ricorso alla procedura via Consap (qui puoi leggere di più sul risarcimento alla propria compagnia), ma come potete leggere nell’approfondimento, si tratta di una procedura tutt’altro che rapida e snella. Con la franchigia, invece, si ottiene lo stesso effetto ma in maniera automatica: si fa la denuncia, e se il danno è entro la franchigia lo si paga alla propria compagnia e non scatta il malus. Senza bisogno di rettifiche ne’ di burocrazia in pieno stile Italiano. Certo, il malus può scattare qualora il danno superi anche di poco l’importo franchigia, ma già così si riescono a coprire i casi più lievi.

Ecco un esempio per una migliore comprensione di questa tipologia di polizza assicurativa:
Il signor X è assicurato con una polizza bonus/malus + franchigia presso la compagnia assicuratrice Y con classe di merito 8 e franchigia di 500,00 euro. Se il Signor X causa un incidente coinvolgendo il veicolo del signor Z e arrecandogli danni per un totale di 450,00 euro, la compagnia Y risarcirà per intero il signor Z, per poi rivalersi sul suo assicurato in base a quanto stabilito in sede contrattuale, chiedendo l’intera somma di 450,00 euro. L’assicurato pagherà ma si ritroverà l’anno successivo in classe 7 (come se non avesse avuto sinistri)  in quanto l’importo pagato è inferiore alla franchigia. Se invece il danno ammontasse (ad esempio) a 3.000,00 euro, allora 2.500,00 sarebbero pagati dalla compagnia e 500,00 dall’assicurato, e stavolta ci sarebbe l’aumento della classe di merito dall’anno successivo, classe 10 anziché 7.
Nel primo caso l’assicurato avrebbe probabilmente un buon vantaggio dalla franchigia, stante l’aumento che altrimenti si sarebbe portato appresso per molti anni. Al contrario, il secondo caso è a lui sfavorevole in quanto l’aumento c’è comunque, e in più deve anche sborsare 500 euro, senza che vi sia stato un consistente sconto iniziale.

Come abbiamo accennato, lo sconto per l’introduzione della franchigia si sta sempre più assottigliando: le compagnie si “approfittano” del secondo dei vantaggi descritti, che al momento agli automobilisti fa più gola di un piccolo sconto iniziale. In effetti tutelare la propria classe di rischio ed evitare macchie nell’attestato di rischio è infatti oggi più che mai una priorità, a causa delle fortissime penalizzazioni in caso di incidente con colpa.

In conclusione, possiamo affermare che introdurre una franchigia è comunque conveniente perché fa risparmiare subito, sebbene poco, ma soprattutto perché permette di gestire in maniera più favorevole i sinistri di lieve entità. La convenienza c’è ovviamente per chi ha un profilo di basso rischio, ma anche per un giovane in classe alta, sia per garantirgli un premio più basso, che per non penalizzarlo troppo in caso di un piccolo sinistro (un neopatentato è più facilmente soggetto a piccoli urti o tamponamenti da inesperienza).

Segnaliamo infine che è possibile introdurre una franchigia anche su molte coperture aggiuntive, tra cui la kasko e la furto e incendio, questa solitamente è in percentuale (dal 10% al 25%) e una bassa percentuale di circa il 10% è, anzi, spesso automatica e obbligatoria.


42 commenti

VUOI FARE UNA DOMANDA? VAI IN FONDO ALLA PAGINA, OPPURE RISPONDI AI TUOI MESSAGGI PRECEDENTI
  1. Ionela

    Salve, vorrei un consiglio , ho l’asigurazzione in fase di scadenza ,vorrei fare una online e che non me ne intendo quella vechia e con bonus/malus.,invece queste che ho trovato online e vero costano molto di meno ma sono tutte con franchigia !! L’unica che ho trovato con bonus malus online costa uguale a questa che ho adesso tramite agenzia ! Non so quale sia più adeguata ..!! Help me..

    • Esperto
      Esperto

      No ti stai sbagliando, per legge tutte le polizze auto sono con bonus/malus, poi può esserci anche una franchigia in aggiunta, come specificato nell’articolo.

      • Ionela

        allora mi dia il coraggio di acquistarne una online , come deve essere la franchigia !? Per che vedo che ci sono con varie differenze di prezzo !!

        • Esperto
          Esperto

          Coraggio? Ma dai, è una pratica normalissima.

  2. Vincenzo

    Avevo un assicurazione con franchigia ho fatto un incidente colpa mia,poi ho rottamata l auto,se non pago cosa mi succede

    • Esperto
      Esperto

      Intendi se non paghi la franchigia? La compagnia ha titolo di richiederti l’importo anche per vie legali.

  3. Daniele

    Salve, ho stipulato l’assicurazione con una franchigia di € 500 e, dunque in quest’anno mi avevano tamponato e per la fretta che avevo, ho solo presso I dati de chi aveva accettato di avere torto, per poi fare la denuncia al mio assicuratore, pero dopo periti e moduli inviati me viene data la corresponsabilità del incidente al 50% (ingustamente) la mia assicurazione mi fa un bonifico di €140 e più avanti mi chiede il rimborso del 50% di franchigia €305 oppure di rivolgermi al consap per sapere l’importo pagato della controparte coinvolta, quindi la mia domanda sarebbe devo solo pagare l’importo che ha versato l’assicuratore della controparte oppure devo pagare oltre a quello che la mia assicurazione mi ha pagato col bonifico. Grazie di anticipo

    • Esperto
      Esperto

      Facciamo ordine: i 140 euro sono il risarcimento per il danno alla tua auto, mentre 305 è quanto la tua compagnia ha pagato alla controparte. Rivolgersi alla CONSAP puoi farlo per verifica, ma mi pare evidente che il danno sia 610 euro, risarcito da te per metà. Essendo sotto alla franchigia da 500 euro, lo paghi per intero e non devi avere la segnalazione del sinistro nello storico. Verificalo.

  4. Babbo 2

    buonasera, una domanda per l’esperto!
    qualche mese fa mentre stavo andando a lavoro, sono stato tamponato .
    la persona che mi ha tamponato aveva in un primo momento intenzione di riparare il danno a sue spese per poi cambiare idea il giorno dopo e dando una versione errata dell’incidente, dichiarando che io avrei fatto retromarcia.
    in conclusione la compagnia assicurativa assegna un 50% a entrambi chiedendomi anche di pagare la franchigia.
    avendo io dichiarato che sono stato tamponato con tanto di testimone mi tocca pagare la franchigia se io non ho torto?

    • Esperto
      Esperto

      Se da il 50% certo, dovrai pagare la franchigia sul danno che viene corrisposto alla controparte, tuttavia è ben strano che venga attribuito un concorso con una dinamica del genere ed un testimone, a meno che il tuo testimone non fosse tra quelli senza valore (es. trasportati).

      • Aldo

        Anche la persona che mi ha tamponato a presentato un testimone chiaramente fasullo

        • Esperto
          Esperto

          In tal caso sei stato sfortunato perché hai trovato quello disonesto, e il concorso è la norma.

  5. Daniele

    Buonasera, anche io avrei bisogno di un consiglio, ho subito un piccolo incidente, con 100% di colpa dell’altra auto, ci sono i requisiti per l’applicazione del risarcimento diretto, quindi mi pagherà la mia assicurazione, che poi si rivarrà sull’altra a quanto ho capito. Quello che non mi torna è che il perito incaricato dalla mia assicurazione, è stato dal carrozziere a visionare la mia auto, e ha detto che sul prezzo della riparazione mi sarà applicata una franchigia, di circa 80 euro, come da contratto. Ora la mia domanda è: esistono contratti che applicano franchigie al danno subito? Mi sembra strano e assurdo, in più ho controllato la polizza e tutte le condizioni, e non menziona da nessuna parte franchigie per questa situazione, e anzi sull’RCA c’è scritto chiaramente nessuna franchigia, in più, tenendo conto che la colpa è dell’altra persona, la mia assicurazione chiederà i soldi all’altra assicurazione, quindi davvero non capisco come possa essere applicata una franchigia a me.
    Grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      Se non lo dice il contratto, la franchigia non c’è! Richiama il perito e spiega le tue ragioni.

  6. Claudia

    Buon giorno. Ho avuto un sinistro nel 2013 con colpa al 50 per via di due multe fatte dai carabinieri. Multe che sono state annullate in toto dal giudice di pace. Mi viene rimborsato il danno al 100% nonostante tutto mantengono il malissimo al 50%. Nel 2015 ho un sinistro che dichiarano al 50 ma che poi viene liquidato con il 30% di colpa a mio carico. Successivamente sinistro al 100 di colpa perché ho lievemente tamponato una macchina. Oggi luglio 2016 mi dicono che dalla prima classe di merito salgo in sesta perché ho avuto tre incidenti per un totale del 200%…???? Ma si possono cumulare incidenti dal 2013 al 2016 per altro liquidati dopo sentenza giudice????

    • Esperto
      Esperto

      Si sommano fino a 5 anni, ma 50+30+100 fa 180 ovvero 1 sinistro ed un malus di sole 2 classi, piu 80 punti in sospeso. qualcosa non torna.

  7. alvaro beltramme

    ho lievemente tamponato con il camion della ditta per cui lavoro una vettura di 20 anni..nissan primera.. danno stimato circa 1500 euro..i
    la ditta mi chiede di pagare 500 euro di franchigia…. io mi chiedo se spetta a me…fino a prova contraria la ditta paga un premio piu basso , e io conducente dovrei pagare la franchigia?

    • Esperto
      Esperto

      Questo dipende dagli accordi tra te e la ditta!

  8. Edoardo

    Buonasera. In breve ho avuto un sinistro con colpa (abbattuto una recinzione )ed ero in prima classe sottoclasse L. Ora mi trovo in terza classe universale. La somma liquidata é di 900 €. Mi conviene secondo lei liquidare con 900€ la compagnia per ripulire il tutto e tornare in prima classe? Considerando anche che se avró a breve altri sinistri, andrei subito in quinta o sesta classe. La mia assicurazione, che é stata molto molto scorretta dice che sarei un folle a fare questa operazione. Mi rimetto alla sua esperienza e la ringrazio.

    • Esperto
      Esperto

      Dipende quanto paghi adesso e quanto andrai a pagare con il sinistro. Purtroppo saperlo non è facile, specie se la tua compagnia non ha un preventivatore online. Comunque siamo al limite… quindi certamente non sei un “folle”, ma bisognerebbe fare due conti.

  9. Anna Rita

    Come é possibile che che il mio medico legale mi ha riconosciuto 10 punti quello dell’assicurazione6/5 ora sono arrivati a3/5 per via delle franchigia e non mi risrcimento nemmeno le spese mediche

    • Esperto
      Esperto

      La franchigia di 3 punti sulla invalidità è purtroppo normata, ma per la differenza tra i punti rilevati dai due diversi periti devi contestare, meglio se tramite avvocato.

  10. Ugo

    Salve, vivo in Calabria e vi lascio immaginare i costi delle assicurazioni, nel 2012 avevo un attestato di rischio con compagnia x in 5 classe, poi avendo i requisiti ho iscritto la mia moto alla FMI ed ho stipulato una polizza con franchigia senza bonus/malus, per moto di interesse storico collezionistico con compagnia y, presentando il mio attestato compagnia x, al momento della stipula nel 2013 mi avevano garantito che per non perdere la classe di merito, visto che era un peccato, detto anche da loro, mi sarebbe bastato vendere o rottamare la moto entro i 5 anni per riottenerla. Adesso vorrei cambiare moto e anzichè avere conferma da parte della compagnia y, ho ottenuto un diniego, dicendomi che ormai l’ attestato è “bruciato” e non posso ripartire con la vecchia classe di merito. Spero possiate consigliarmi perchè sono davvero deluso e amareggiato, mi hanno colpito nella mia passione e mi fa stare male tutto questo!!! Cordiali saluti.

    • Esperto
      Esperto

      Io ritengo che la polizza ASI doveva comunque mantenere la tua classe di merito, perché obbligatoria per ogni veicolo. Verifica sul relativo attestato in qualche classe CU risulta la moto, questa è la classe che potrai riusare sulla prossima moto.

      • Ugo

        Grazie per la risposta, ho controllato su un precedente attestato di rischio, oltre i dati della polizza e della moto, negli spazi “Provenienza e CU non c’è scritto nulla sono in bianco, c’è solo scritto formula assicurativa Franchigia 150, 00 euro.

        • Esperto
          Esperto

          Ok quindi hanno convertito la polizza bonus/malus in una a franchigia, non è del tutto corretto, ma ormai è così… allo stato attuale secondo me potresti far valere il tuo ultimo attestato di rischio con bonus/malus. Nota comunque che siamo nel campo dei casi particolari per cui ogni compagnia fa un po’ come vuole, per cui potrebbe essere necessario rivolgersi a più compagnie finché non trovi quella che ti può riconoscere la vecchia classe. Facci sapere se riesci.

  11. TOTO'

    Salve e complimenti per l’interessante rubrica. Vi chiedo: Mi è arrivato per posta normale da parte della mia compagnia assicurativa ( ALLIANZ)un primo sollecito per il pagamento di 100 euro di franchigia per un sinistro avvenuto lo scorso mese di luglio, se non lo pago cosa succede considerando che il 9 gennaio sono andato in agenzia a pagare il premio semestrale e nessuno mi ha detto niente?

    • Esperto
      Esperto

      Se è dovuto, devi pagarlo… in caso contrario, penso che puoi aspettarti una ingiunzione legale.

  12. Slash

    Salve. Vorrei per piacere un consiglio da inesperto totale su quale sia il preventivo migliore tra questi tre. Ho comprato un doblo cargo 1300 multijet

    1. BONUS MALUS SENZA FRANCHIGIA CON ASSI­STENZA STRADALE 6 MESI € 563,00; SENZA A­SSISTENZA € 546;
    ” ­ ­ 4 MESI € 379,00; SENZA ASSI­STENZA € 367,50.

    2. CON FRANCHIGIA DA € 300,00 6 MESI CON­ ASSISTENZA € 508,00; SENZA ASSISTENZA €­ 491,00;
    ” 4 MESI ­ ” € 332,00; SEN­ZA ASS. € 321,00.

    3. CON FRANCHIGIA DA € 500,00 6 MESI CON­ ASSISTENZA € 480,00; SENZA ASS. € 444,0­0;
    ” ­ 4 MESI CON ASSIT­ENZA € 310,00; SENZA ASS. € 299,00.

    OVVIAMENTE PARTENDO DALLA 14 CLASSE!­
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Un po’ di franchigia, come spiegato nell’articolo, non è male… quindi io opterei anche per quella più conveniente con 500 euro di franchigia… l’assistenza stradale è soggettiva, puoi ovviare anche in altri modi, ad esempio associandoti all’ACI.

  13. roberto

    la mia compagna si è dimenticata o non aveva capito che fosse necessario sospendere l’assicurazione dopo il primo pagamento semestrale. l’assicurazione è per una vecchia auto utilizzata solo per 3-4 mesi invernali.
    adesso provando a fare una nuova polizza ci siamo resi conto dell’errore e abbiamo contattato l’assicurazione per capire come risolvere il problema. eventualmente anche pagando la seconda semestralità nonostante l’auto ovviamente non sia mai stata usata. ci è stato detto che non è possibile e che bisogna ripartire dalla classe BM 18.. è lecito? ci sono alternative a parte quella di un passaggio di proprietà che ovviamente sarebbe più economico di qualsiasi polizza in classe 18?
    grazie

    • Esperto
      Esperto

      Da quanto tempo è scaduta quella rata semestrale?

  14. Rabby Burns

    Quali compagnie italiane di assicurazione auto, accettano altri bonus malus UE?

    Petizione 247/2011, dal Parlamento Europeo appare chiaro, tuttavia, tutte le aziende che ho contatto con il mio 11 anni di bonus malus mi aspettano di iniziare con classe 14

    • Esperto
      Esperto

      Tutte, ma l’attestato deve essere redatto secondo lo standard europeo, altrimenti non è accettabile.

  15. laura

    Vorrei una polizza assicurativa furto incendio, atti vandalici, danni atmosferici senza franchigia, ma il mio assicuratore dice che non è possibile.

    • Esperto
      Esperto

      SI, in genere una franchigia, benché minima, esiste sempre in queste coperture.

  16. Giacinto

    Sono assicurato con franchigia da 24 anni senza sinistri con classe 1 ma dopo il primo sinistro mi hanno aumentato di 360€ e normale?

    • Esperto
      Esperto

      Non saprei dire se l’aumento è congruo, dipende da troppi fattori, tuttavia posso dirti con certezza che anche nel tuo caso vi è senza dubbi una polizza con formula bonus-malus e anche franchigia, non solo franchigia, in quanto non esistono più polizze in franchigia pura. Quindi un aumento, in caso di sinistro con colpa, è fisiologico.

  17. cristian

    salve,vorrei sapere se passando da assicurazione bonus malus ad assicurazione con franchigia si perdono le classi di merito che ho ottenuto fino ad oggi..grazie

    • Esperto
      Esperto

      L’assicurazione in franchigia pura non esiste più, pertanto anche tale modalità ha la classificazione in Classi Universali.

  18. Gennaro

    Salve, vorrei sapere se esiste qualche compagnia d’assicurazione auto, che agevoli il pagamento del premio ai disabili al 100% con la legge 104? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Che noi sappiamo, purtroppo no. Se qualcun altro ha avuto esperienze in merito, ce lo comunichi… qui sul sito abbiamo anche un articolo di approfondimento proprio per le auto intestate a disabili, con centinaia di commenti ed interventi!

Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)